Unicredit: si è insediato il Consiglio di territorio Sicilia presieduto da Ivan Lo Bello
Mar25

Unicredit: si è insediato il Consiglio di territorio Sicilia presieduto da Ivan Lo Bello

  Si è ufficialmente insediato oggi pomeriggio, sotto la presidenza di Ivan Lo Bello, il Consiglio di Territorio UniCredit Sicilia, la nuova struttura che si inserisce nell’ambito di “Insieme per i clienti”, il progetto che ha recentemente riorganizzato in Italia il Gruppo UniCredit nell’ottica di soddisfare meglio le esigenze della clientela incrementando la vicinanza della banca al territorio e alle comunità locali. Il Consiglio di Territorio Sicilia – sono 18 in tutta Italia e corrispondono ad altrettante aree territoriali italiane – è un organismo consultivo composto da esponenti dei settori economici, produttivi e associativi e può considerarsi come una evoluzione del precedente Comitato Territoriale; agisce come laboratorio di idee per offrire indicazioni strategiche alla banca con l’obiettivo strategico di rafforzare ulteriormente il rapporto con le comunità locali e di rendere sempre più profonde le sinergie tra le divisioni commerciali. I componenti del Consiglio di Territorio Sicilia sono: il presidente Ivan Lo Bello (Presidente Confindustria Sicilia), il Vice Presidente Roberto Bertola (Responsabile di Territorio Sicilia UniCredit), Maria Luisa Averna (Presidente Gruppo Averna SpA – Caltanissetta), Alfredo Barbaro (Amministratore Unico Pietro Barbaro SpA – Palermo), Maurizio Caserta (Professore Ordinario di Economia  – Università di Catania), Barbara Cittadini (Presidente Aiop Sicilia – Palermo), Mimmo Costanzo (Amministratore Tecnis SpA – Catania), Sebastiano De Luca (Presidente Confindustria Sicilia Alberghi e Turismo – Taormina), Gerardo Diana (Presidente Confagricoltura Sicilia – Catania), Dorotea Di Quattro (Titolare Azienda Agricola Martea – Palermo), Mario Filippello (Segretario regionale Cna Sicilia – Palermo), Annamaria Giunta (Titolare Hotel Villa Giulia e Villa Favorita – Noto), Roberto Helg (Presidente Camera di Commercio di Palermo), Gaetano Mancini (Presidente Confcooperative Sicilia – Catania), Fabio Mazzola (Preside Facoltà di Economia – Università di Palermo), Michele Marchese (Presidente Casartigiani Siracusa), Nino Messina (Presidente Camera di Commercio di Messina), Antonello Montante (Presidente Confindustria Caltanissetta), Vittorio Morace (Presidente Ustica Lines – Trapani), Giovanni Nicoletti (Imprenditore Assicurativo – Enna), Carmelo Papa (Direttore Generale di STMicroelectronics ‘Industrial & Multisegment Sector – Catania), Salvatore Raffa (Presidente Meridionale Impianti SpA – Catania), Josè Rallo (Titolare Azienda Vinicola Donnafugata srl – Marsala), Antonio Sellerio (Titolare Sellerio Editore – Palermo), Lucio Tasca d’Almerita  (Presidente Tasca d’Almerita srl – Palermo), Enzo Taverniti (Presidente Confindustria Ragusa), Nico Torrisi (Presidente Federalberghi Sicilia – Catania), Rosalba Zappalà Massimino  (Presidente Fondazione Foncanesa – Catania), Lorena Virlinzi (Amministratore Beasy Bureau – Catania). Inoltre parteciperanno alle riunioni del Consiglio di Territorio Sicilia Aldo Bonomi  (Direttore Consorzio Aster) e, in rappresentanza del gruppo UniCredit, Salvatore Malandrino (Responsabile Direzione Network F&SME Sicilia), Corrado Piazzalunga (Responsabile Direzione Network Corporate Centro Sud), Vincenzo Tumminello (Responsabile Direzione Network Private Sicilia) e Marinella Biondo (componente della struttura Relazioni con le Comunità Territoriali Sicilia).  “Sono diversi, importanti e...

Leggi tutto

Termini Imerese: Invitalia, la risposta di Ciccolella

Invitalia, l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa, advisor del Ministero dello Sviluppo Economico per il polo industriale di Termini Imerese, comunica che la società dei fratelli Ciccolella ha sollecitamente risposto alla richiesta di informazioni e chiarimenti inviatale mercoledì scorso.   L’azienda di Molfetta precisa che “la F.lli Ciccolella spa e le società ad essa direttamente o indirettamente collegate non sono state oggetto di alcun provvedimento giudiziario” e che “a partire dal 10 marzo 2011 il signor Vincenzo Ciccolella riveste la carica di nuovo amministratore unico della...

Leggi tutto
Acqua Geraci: l’assessore Venturi porterà la questione dello sviluppo dell’azienda in giunta regionale
Mar01

Acqua Geraci: l’assessore Venturi porterà la questione dello sviluppo dell’azienda in giunta regionale

Dopo l’interrogazione presentata dall’On. Salvino Caputo al governo regionale sui provvedimenti che questo intendeva adottare per rimuovere gli ostacoli burocratici che impediscono l’ulteriore sviluppo dell’azienda e per assicurare ulteriore rilancio occupazionale, nella seduta 227 dell’Assemblea Regionale del 22 febbraio scorso, è arrivata la risposta dell’Assessore Venturi che porrà la questione in Giunta di Governo ritenendo l’Acqua Geraci di rilievo nell’ambito del tessuto produttivo Siciliano.   L’Amministratore Unico Giuseppe Spallina: “ci fa piacere apprendere che l’Assessore Venturi ritiene l’Acqua Geraci una azienda privata di rilievo nell’ambito del tessuto produttivo Siciliano. La Terme, infatti, non è in difficoltà ed è pronta a creare nuovi posti di lavoro ma è boicottata dai...

Leggi tutto

Catania. Barbara Corsaro Boccadifuoco rieletta presidente della sezione acquedotti di Confindustria Catania

Barbara Corsaro Boccadifuoco è stata confermata al vertice della Sezione Acquedotti di Confindustria Catania. Amministratore unico di “Acque Mangano”,  Barbara Corsaro Boccadifuoco,  avvocato,  è anche presidente del Consorzio Etneo Energia Libera, l’organismo promosso da Confindustria Catania per l’acquisto di energia elettrica. Vice presidente della sezione è  stato eletto Bruno Rossi Trombatore (Sogea). Nel consiglio direttivo figurano anche Maria Rosè Pavone (Acquedotti Pavone),  Francesco Paternò (Acque Carcaci), Giovanni Di Stefano (Acquedotti Di Stefano...

Leggi tutto
Palermo. Acqua Geraci diserterà l’incontro con l’amministrazione comunale di Geraci Siculo promosso da Salvino Caputo
Feb08

Palermo. Acqua Geraci diserterà l’incontro con l’amministrazione comunale di Geraci Siculo promosso da Salvino Caputo

L’Acqua Geraci diserterà l’incontro col l’Amministrazione Comunale di Geraci Siculo fissato per mercoledì prossimo alla Commissione Attività Produttive dell’ARS. “Ci dispiace per l’onorevole Salvino Caputo che si interessa del boicottaggio cui è sottoposta l’azienda – dice l’amministratore unico Giuseppe Spallina –  ma non riteniamo opportuno  incontrare chi ha tentato di farci firmare un contratto capestro con la minaccia di toglierci lo stabilimento da noi costruito e si rifiuta di chiedere agli amministratori responsabili di risarcire di tasca propria i danni arrecati a noi e al Comune impedendoci anche l’immediata assunzione di venti nuovi...

Leggi tutto

Sanita’: Uil Fpl “al Civico di Palermo un manager siciliano”

“In Sicilia esistono professionalita’ ed esperienze di alto livello, in grado di portare l’Azienda ospedaliera Civico di Palermo fuori da questa difficile situazione. Creando, fra l’altro, nel segno del rinnovamento, i presupposti di un rilancio della stessa”. Lo dice Enzo Tango, segretario generale della Uil Fpl, in merito all’ipotesi che il manager per l’Arnas Civico di Palermo possa essere scelto tra professionisti del nord Italia....

Leggi tutto
Cristoforo Arena nuovo presidente di Cosidis e Vege’
Feb08

Cristoforo Arena nuovo presidente di Cosidis e Vege’

Cristoforo Arena è  il nuovo presidente delle società Cosidis e Végé che, nell’ambito di Interdis, sono titolari di alcuni storici marchi della distribuzione organizzata italiana. L’amministratore unico della La F.lli Arena s.r.l arriva così ai vertici del gruppo della grande distribuzione organizzata mettendo a segno un importante risultato. La F.lli Arena, impresa socia di Interdis dal 1997, ha fatto registrare ottimi risultati di vendita nel 2010, con una crescita del fatturato del 4% a parità di rete e del 18% con le nuove aperture, raggiungendo posizioni di leadership e co-leadership in molte delle province siciliane presidiate.  Con cinquanta tra punti vendita diretti e in franchising, la F.lli Arena presidia con posizioni di leadership le provincie di Enna e Caltanissetta ed è presente anche sul territorio di Agrigento, Catania, Messina, Palermo e Siracusa. L’azienda, nata a metà degli anni Settanta, fa, oggi più che mai, del radicamento sul territorio, della valorizzazione delle produzioni tipiche e locali nonché dell’attenzione al cliente i suoi punti di forza. Il posizionamento d’immagine perseguito è quello del supermercato di qualità, attento anche alla convenienza. Sempre più consumatori riconoscono tale virtù e, nonostante la contrazione dei consumi, scelgono ogni giorno “il piacere di fare la spesa da Sidis”. Le ultime due aperture del 2010 , con l’insegna “Superstore Sidis”, hanno riguardato due punti di vendita, in passato appartenenti a Carrefour, di 2.500 mq netti ciascuno, uno a Castrofilippo (AG) presso il Centro Commerciale “Le Vigne” e l’altro a San Cataldo (CL) presso il Centro Commerciale “Il Casale”.  E il 2011 inizia sotto i migliori auspici, con un importante riconoscimento all’imprenditore Cristofero Arena, nominato ai vertici delle società che, nell’ambito del gruppo Interdis, controllano, tra gli altri, i marchi Sidis e Végé. Per quanto riguarda Sidis, gli obiettivi del nuovo presidente Cosidis riguarderanno la definizione di strategie e azioni volte a rafforzare un brand storico per la distribuzione italiana e che, attualmente, connota oltre trecentocinquanta punti di vendita in nove regioni del nostro...

Leggi tutto
L’Acqua Geraci  “atTRAVERSO” le porte
Dic14

L’Acqua Geraci “atTRAVERSO” le porte

Sono le porte il tema del calendario “atTRAVERSO” che la Società “Terme di Geraci Siculo”, l’azienda che imbottiglia l’Acqua Geraci, ha realizzato per il nuovo anno. Porte di edifici, di case, di monumenti, dai colori più svariati ma sempre caldi e mediterranei. Tutte porte chiuse tranne una: porta Peschiera di Cefalù alla marina vecchia aperta verso il mare e l’orizzonte con l’antico attracco che rimanda all’infinito viaggiare, significato del nostro passaggio. La porta quindi il soggetto principale delle foto che scandiscono i mesi dell’anno, quella porta che nella sua dimensione simbolica è ricca di implicazioni psicologiche. Può rappresentare infatti, il fluire degli spazi nella divisione o interconnessione tra luoghi, l’interno e l’esterno, ma anche il luogo conosciuto o la scoperta e nell’apertura o nella chiusura diventa il simbolo della comunicazione o della incomunicabilità. Tanti i rimandi emozionali che suscita l’elemento “porta”. Nella visione aziendale dell’Acqua Geraci del “guardare oltre” e “progettare nel tempo” diventa “atTRAVERSO” con il chiaro significato di varcare la soglia e andare verso il futuro, verso l’orizzonte unica direzione del viaggio. Ma al di là della dimensione simbolica quello che trasmettono i dodici scatti è come sempre un forte legame con i luoghi mediterranei grazie all’esaltazione dei colori che risaltano sulle porte alcune delle quali scavate nella roccia arenaria o contornate da calce bianca o pietra calcarea: scorci di luoghi e ambienti della nostra memoria. Continua quindi la tradizione che ogni anno vede realizzare all’Acqua Geraci un calendario fotografico da collezione, curato dalla A&D Grace Communication, con il supporto di valenti fotografi dando spazio ad eventi e a luoghi che traducono le suggestioni dell’isola. “Questo lavoro – afferma l’amministratore unico dell’azienda Giuseppe Spallina – oltre al fascino della nostra terra che può essere trasmesso anche con la sobrietà complessa di queste immagini simboleggia con le tante porte chiuse riprodotte, il continuo blocco dello sviluppo dell’azienda. Un esempio su tutto la concessione che da 18 anni attendiamo dall’Assessorato...

Leggi tutto
Moncada spara a zero sull’Osservatorio Economia di Confindustria
Ott26

Moncada spara a zero sull’Osservatorio Economia di Confindustria

L’amministratore unico di Moncada Energy Group, Salvatore Moncada, ha manifestato su un social network le sue perplessità in merito alle critiche avanzate dal presidente di Confindustria Agrigento, Giuseppe Catanzaro, e rivolte principalmente ai politici che in un momento di grave crisi continuano a far poco per la Sicilia e in particolare per la provincia di Agrigento. Quindi Moncada, invece di esprimere un plauso, come hanno invece già fatto i sindacati, per la nascita dell’Osservatorio congiunturale di Confindustria, costituito il 18 ottobre scorso ad Agrigento ha voluto dare un giudizio negativo. In linea di principio, ha affermato di non avere niente da obiettare sulla validità dell’iniziativa, ma il fatto è che non ne condivide la premessa: la critica diretta esclusivamente alla politica. In ogni caso giudica comunque debole e tardiva la valutazione di misure anticrisi.  Per non essere frainteso ha spiegato meglio la sua posizione, sostendo di non voler difendere la politica, tutt’altro. “Come la politica, ognuno di noi, specialmente se riveste un ruolo di primo piano, dovrebbe interrogarsi sulle proprie responsabilità, chiedersi che cosa ha fatto e che cosa può ancora fare per cambiare le sorti di questo territorio. E’ troppo facile giudicare gli altri, senza guardare se stessi”. L’Osservatorio è uno strumento utile, anche per Moncada, ma l’imprenditore si chiede quali valutazioni abbia fatto finora Confindustria sulla crisi ascoltando i suoi associati,  quali attività di formazione, di approfondimento, di confronto abbia portato avanti, e soprattutto quali siano state le proposte a sostegno degli associati. Sulla crisi ha anche una sua teoria: “La crisi non è arrivata adesso. Si è forse manifestata in ritardo, rispetto ad altre aree del Paese, ma nessuno di noi può affermare che fosse inaspettata. Ne abbiamo avuto chiari segnali già due anni fa”.  Moncada  rammenta anche il cammino intrapreso in Confindustria, nell’ergersi quale organismo di massima trasparenza, legalità e contro la mafia. Ma non può dimenticare i momenti più bui, in cui si è invece sentito lasciato solo, quando criticava la Regione Siciliana per il mancato rilascio di autorizzazioni necessarie alla realizzazione d’iniziative di impresa che avrebbero creato posti di lavoro senza utilizzo di fondi pubblici. “Forse quelle mie iniziative non incidevano sull’economia di questo territorio?Forse la mia non era impresa, non c’erano in ballo posti di lavoro? ” chiede ancora. Ognuno deve fare la sua parte, afferma Moncada. E lui ricorda di avere suggerito, a suo tempo, a Confindustria Agrigento di creare un sistema di natura finanziaria per aiutare gli associati in difficoltà, in modo che potessero diversificare la propria attività. “Avevo ottenuto la piena disponibilità del presidente del Confidi – sostiene -. Ebbene, questa iniziativa incomprensibilmente non è mai stata avviata”.   Anna Maria...

Leggi tutto
Palermo. L’On. Salvino Caputo visita Acqua Geraci
Ott12

Palermo. L’On. Salvino Caputo visita Acqua Geraci

L’Acqua Geraci riceve la vista del Presidente della Commissione Attività Produttive dell’ARS On. Salvino Caputo che ha voluto conoscere meglio e da vicino l’azienda. L’incontro con l’Amministratore Unico Giuseppe Spallina avviene dopo la denuncia della Società che da 18 anni attende l’ok dell’Assessorato Regionale all’Energia  per poter addurre altre sorgenti agli stabilimenti che determinerebbero nell’immediato anche la realizzazione di altri 20 posti di lavoro. Con l’Onorevole Caputo c’era anche Roberto Giordano, consigliere comunale di Geraci Siculo del gruppo di minoranza...

Leggi tutto
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com