Ecco 132 mln per cantieri cultura: da fumetto a archeologia
Set22

Ecco 132 mln per cantieri cultura: da fumetto a archeologia

 In arrivo oltre 132 milioni di euro per musei, aree archeologiche, biblioteche, attrattori culturali, con interventi in tutta Italia, dal Museo del Fumetto di Lucca al restauro e alla valorizzazione del Santuario di Ercole Vincitore a Tivoli. In particolare, la conferenza unificata Stato-Regioni e il Consiglio Superiore dei beni Culturali hanno dato parere favorevole al Piano Strategico “Grandi Progetti Beni Culturali” proposto dal ministro Dario Franceschini, che prevede investimenti per 65 milioni di euro per il restauro e la valorizzazione di musei e aree archeologiche, biblioteche, poli museali e attrattori culturali. Il Piano prevede 17 interventi che si sommano ad altri 18 interventi, per un valore complessivo di altri 67,8 milioni di euro, della Programmazione Strategica Nazionale del Mibact che ha anch’essa ha ricevuto l’ok del Consiglio Superiore dei Beni Culturali la scorsa settimana. I 35 interventi complessivi serviranno a mettere in sicurezza, restaurare e valorizzare i parchi archeologici e i giardini storici, creare nuovi spazi museali e ampliare quelli esistenti, recuperare e destinare alla fruizione culturale importanti edifici appartenenti al demanio dello stato, promuovere interventi territoriali per lo sviluppo sociale e turistico, investire su parchi della musica, sulle biblioteche e sui luoghi della memoria. “Continua l’operazione di investimento in cultura e turismo – fa notare Franceschini – anche in questo caso si tratta di interventi straordinari e di grande portata che rispondono ad una visione strategica che vede nella cultura il motore per la crescita del...

Leggi tutto
Cna punta sul turismo
Set21

Cna punta sul turismo

“Lavoreremo per l’istituzione, a livello regionale, di un Tavolo tecnico permanente sul turismo”. Ad annunciarlo è il Presidente del comparto della Cna Sicilia,  Francesco Di Natale, dopo avere partecipato a Roma, nella sede della Confederazione, ad un convegno sul ruolo del turismo nell’economia italiana, alla presenza del Vice Ministro al ramo, Doriana Bianchi. “Quello che è divenuto ormai un settore rilevante anche per la ricchezza della nostra Isola– aggiunge Di Natale – non può essere lasciato alle dinamiche individuali o occasionali. Ma va seriamente attenzionato e monitorato e organizzato sotto una regia attenta e lungimirante. Ecco perché, ci faremo promotori di mettere su un organismo di coordinamento coinvolgendo l’intera filiera produttiva, assieme agli enti e alle istituzioni che hanno competenza in materia. E i punti, a nostro avviso prioritari, sui quali avviare subito un confronto sono: riduzione dell’indice di stagionalità, aumento della destagionalizzazione turistica, incentivazione del turismo on line e aumento alla partecipazione ai bandi regionali, nazionali e comunitari.  Ma ovviamente non potrà mancare il valore rappresentato dall’artigianato.  Un traguardo – osserva ancora Di Natale –  che passa anche attraverso la valorizzazione del turismo esperienziale che trasforma il viaggio in un’avventura carica di sentimenti, di emozioni, di  ritorno al passato”. E il marchio di fabbrica del turismo relazionale, “incoronato” modello nazionale della Cna, proviene proprio dalla Sicilia. A sperimentalo, con ottimi risultati, è stato l’agrigentino Pierfilippo Spoto, presente anche lui nella Capitale, prossimo ad essere nominato responsabile regionale della Cna con la specifica missione di “contagiare” tutti i territori dell’isola. “Un altro importante passo in avanti – ammette con soddisfazione Spoto – ringrazio la Cna che ha deciso di puntare concretamente su questo mio progetto.  E’ la nuova frontiera. Ogni passeggiata narra una sua particolare storia. I turisti amano, ad esempio, chiacchierare con i pastori, vedere mungere ancora a mano, ammirare la preparazione della ricotta. E vogliono mettere le  mani in pasta. Noi facciamo vivere tutto in modalità “slow” che poi è la normalità per noi siciliani”. Pierfillippo Spoto, passato da operatore finanziario ad operatore turistico, ha le idee chiare su come fare decollare la “specialità”. “Il prima tappa sarà quella della formazione  delle aziende e dei tour operator   – sottolinea – quindi la creazione del profilo di guida esperienziale. Poi fiere all’estero, education e workshop, ma anche road show con interventi mirati per spiegare le novità. Tutto naturalmente a marchio Cna”. E all’iniziativa capitolina ha portato il proprio contributo anche il presidente della sede  Cna città di Agrigento, Emanuele Farruggia, che ha invitato il Sottosegretario a visitare  la città dei templi.  “Oltre alla magnifica Valle – evidenzia – il nostro territorio dovrà puntare sul turismo congressuale, sfruttando  a...

Leggi tutto
Allarme abusivismo, Assoturismo: il ‘tourist gap’ è di 225 mln di presenze
Set21

Allarme abusivismo, Assoturismo: il ‘tourist gap’ è di 225 mln di presenze

 L’abusivismo colpisce sempre di più anche il turismo: nel 2016 oltre 225 milioni di presenze sono state assorbite da strutture al di fuori della ricettività ufficiale, più della metà delle presenze ufficiali registrate da Istat (397,8 milioni). A stimare il dato per Assoturismo è Cst. Il risultato è appunto una discrepanza – una sorta di Tourist Gap – di 225,6 milioni di presenze, di cui solo una piccola parte è riferibile alle seconde case di proprietà: il grosso delle presenze si è realizzato tramite affitti in nero, b&b abusivi e altri operatori irregolari, frequenti soprattutto nel turismo religioso ed aziendale. Il fenomeno sembra essersi acutizzato nel corso di questa estate, limitando fortemente le ricadute positive di una stagione che ha registrato flussi turistici in aumento in ogni parte d’Italia. Secondo i dati dell’indagine realizzata dal Centro Studi Turistici, per conto di Confesercenti-Assoturismo, su un campione di 2.350 strutture ricettive: complessivamente, quest’estate si è registrato un aumento di oltre 7,6 milioni di pernottamenti (+3,7%) e di oltre 1,9 milioni di arrivi (+4,1%), risultati al di sopra delle nostre stesse attese. “La stagione estiva di quest’anno è stata positiva per il turismo, con presenze ufficiali in aumento del 3,7% – spiega Vittorio Messina, presidente di Assoturismo – Purtroppo però è stata un’estate da record anche per gli irregolari, ed è chiaro ormai che il settore viva un’emergenza abusivismo, come confermato anche dai controlli svolti dalla Guardia di Finanza quest’estate. Case vacanze-pollaio, affitti in nero e simili – conclude Messina – non sono solo un problema per gli operatori in regola, che ne subiscono la concorrenza sleale. Sono un danno per tutti: per l’erario e per la salute pubblica e la sicurezza dei turisti. Un fronte, questo, da valutare attentamente. Avere oltre 225 milioni di presenze sommerse vuol dire lasciare milioni di turisti a loro stessi. Un rischio, soprattutto in un momento in cui, di fronte a flussi in aumento, si moltiplicano episodi di cronaca che raccontano violenze nei confronti dei visitatori stranieri e italiani. Una situazione inaccettabile, amplificata dalla mancanza di sicurezza legata al sommerso e che rischia di essere una bomba per il settore e per la nostra capacità di attirare turisti. Per questo stiamo valutando l’opportunità di costituirci parte civile nei confronti dei...

Leggi tutto
Presentata settima edizione italiana Cruise Day. 250 partecipanti attesi il 6 ottobre
Set14

Presentata settima edizione italiana Cruise Day. 250 partecipanti attesi il 6 ottobre

Risposte Turismo. Presentata la settima edizione di Italian Cruise Day, il forum di riferimento in Italia per il comparto crocieristico in programma a Palermo venerdì 6 ottobre. 250 i partecipanti attesi per un confronto sulle tematiche più rilevanti del settore. Comunicati in anteprima alcuni dati dell’Italian Cruise Watch 2017: secondo le proiezioni aggiornate di Risposte Turismo, in Italia, a fine 2017, saranno 10,2 milioni i crocieristi movimentati dai porti nazionali (-7,8% sul 2016) e poco più di 4.400 le toccate nave (-11,3% sul 2016). La Sicilia a fine 2017 si conferma al quinto posto nella classifica regionale del traffico crocieristico in Italia per numero di passeggeri movimentati (poco più di 1 milione, -9,2 % sul 2016). Palermo ottavo scalo crocieristico nazionale (450 mila passeggeri movimentati, -11,8%), Messina all’undicesimo posto (392 mila passeggeri movimentati, +6,7%). Le proiezioni sono contenute all’interno dell’Italian Cruise Watch 2017, il rapporto di ricerca sul comparto crocieristico nazionale curato da Risposte Turismo che verrà presentato in occasione della settima edizione dell’Italian Cruise Day (Palermo, 6 ottobre p.v.)....

Leggi tutto
Clia apre la Conferenza Generale 2018 agli agenti di viaggio
Set13

Clia apre la Conferenza Generale 2018 agli agenti di viaggio

 C’è un’interessante opportunità per il mondo delle agenzie di viaggio per entrare in contatto con il comparto crocieristico. La prossima Conferenza Generale di Clia, che si svolgerà dal 23 al 26 maggio 2018 a Southampton, in Inghilterra, prevede una giornata di confronto pubblico, una cena di gala e una fiera permanente, con la possibilità per le agenzie di viaggio e gli agenti di entrare in contatto e stabilire rapporti con i membri Clia, e l’occasione di conoscere meglio alcune imbarcazioni quali Oceania Cruises’ Marina; Princess Cruises’ Royal Princess e Celebrity Cruises’ Celebrity Silhouette. Per Andy Harmer, a capo di Clia per il Regno Unito e l’Irlanda, “questa conferenza è l’occasione più importante e più grande per gli agenti di viaggio di incontrare tutti gli stakeholders e gli specialisti del settore della crociera, avendo così la possibilità di conoscere tutte le ultime novità, stringere accordi e rapporti, con notevoli opportunità di business”. Le registrazioni per l’evento si apriranno mercoledì 27 settembre. Nel frattempo, Clia ha annunciato l’ingresso di nuove agenzie di viaggio e nuovi agenti con lo status di ‘Accredited Master’ nella community di Clia. Quest’anno il numero complessivo di agenzie di viaggio associate a Clia ha raggiunto per la prima volta la considerevole cifra di 4 mila unità, con più di mille nuovi ingressi da Francia, Spagna e Olanda. Inoltre, anche gli agenti possono diventare membri Clia, avendo così accesso a informazioni riservate (su cruiseexperts.org ) e partecipare agli eventi in programma, a cominciare dalla Conferenza Clia 2018. Ma anche alla Asia Cruise Conference che si terrà ad Ho Chi Min, in Vietnam, nel 2018, in seguito alla quale è prevista una crociera fluviale di tre giorni sul Mekong. Gli agenti partecipanti alla conferenza dell’10 e 11 aprile, il 12 aprile potranno salire a bordo di navi dei membri Clia, quali Pandaw, APT Guided Tours & River Cruises, Avalon Waterways e Ama Waterways, in modo da fare in anteprima l’esperienza di questa nuova offerta...

Leggi tutto
Turismo: Messina, Palermo e Trapani le province con più turisti nel 2016
Ago01

Turismo: Messina, Palermo e Trapani le province con più turisti nel 2016

Messina, Palermo e Trapani sono le tre province siciliane che nello scorso anno hanno visto una maggiore presenza di turisti. Su 13.462.747 presenze turistiche conteggiate negli esercizi ricettivi in Sicilia nel 2016, il 23% si sono registrate a Messina, il 20% a Palermo e il 16% a Trapani. Nel 50% dei casi si tratta di presenze straniere. E’ quanto emerge dallo studio dell’Osservatorio di Confartigianato Sicilia che ha puntato il suo sguardo, questa volta, alle imprese artigiane che operano in attivita’ economiche a vocazione turistica. La permanenza media dei clienti, ossia il numero medio di notti trascorse negli esercizi ricettivi per ogni arrivo, e’ pari a 3,12. La permanenza risulta in media piu’ lunga per i turisti che trascorrono le vacanze a Ragusa (5,75 notti/cliente), a Messina (3,50 notti/cliente), a Trapani (3,37 notti/cliente), ad Agrigento (3,26 notti/cliente) e a Siracusa (3,13 notti/cliente); per i turisti stranieri (3,55 notti/cliente) e per coloro che alloggiano negli alberghi (3,17 notti/cliente). Secondo i dati raccolti dall’Osservatorio, la Sicilia e’ la prima regione italiana per piu’ alto peso/presenza dell’artigianato nei settori a vocazione turistica sul totale dell’artigianato. In Sicilia le imprese artigiane a vocazione turistica sono 16.368 e rappresentano il 21,8% dell’artigianato totale. A livello provinciale l’artigianato a vocazione turistica si concentra maggiormente e Catania, con 3.718 imprese, pari al 22,7% dell’artigianato della Sicilia coinvolto in attivita’ legate al turismo, seguito da Palermo (3.468 imprese), pari al 21,2% del totale e da Messina (2.461 imprese), pari al 15% del totale. Sul totale artigianato, le imprese a maggiore vocazione turistica pesano di piu’ (con valori maggiori della media regionale del 21,8%) a Palermo (23,7%), Agrigento (23,6%), Caltanissetta (22,8%) e Catania (21,9%). Tra le prime 10 province italiane per incidenza dell’artigianato nei settori a vocazione turistica sul totale dell’artigianato, quattro sono siciliane: Palermo (23,7%), Agrigento (23,6%), Caltanissetta (22,8%) e Catania (21,9%). “L’artigianato nel settore del turismo – dice filippo ribisi, presidente confartigianato sicilia – e’ uno dei punti di forza per la nostra isola, grazie al clima e al territorio che la caratterizzano. le imprese artigiane rappresentano un fulcro importante per la strategia turistica. Chi amministra i nostri territori deve puntare su questo patrimonio produttivo e potenziarlo, adeguando le nostre leggi talvolta dal sapore borbonico alle innovazioni introdotte dal governo nazionale. Per fare questo bisogna innovare la gestione dei beni culturali, che certamente possono diventare vero motore per il nostro turismo dodici mesi all’anno. Non si puo’ perdere un’occasione unica per rimettere in moto lo sviluppo economico e il benessere della regione”. In Sicilia il tasso di turisticita’, che misura l’impatto del turismo in ciascun territorio – dato da rapporto tra presenze turistiche e popolazione residente...

Leggi tutto
Fincantieri, Francia nazionalizza STX
Lug27

Fincantieri, Francia nazionalizza STX

Il governo francese ha deciso di nazionalizzare i cantieri navali Stx. “Abbiamo preso la decisione di esercitare il diritto di prelazione dello Stato su Stx”, scrive su Twitter il ministro francese dell’Economia Bruno Le Maire. La maggioranza dei cantieri navali in precedenza era stata assegnata all’asta a Fincantieri. “Vogliamo garantire che le competenze dei cantieri navali di Saint-Nazaire e i posti di lavoro restino in Francia”, sottolinea Le Maire, che ha aggiunto: “Continueremo a negoziare con i nostri amici italiani nei prossimi...

Leggi tutto
Palermo vuole il Centro Congressi per riqualificare la sua offerta turistica
Lug27

Palermo vuole il Centro Congressi per riqualificare la sua offerta turistica

Gli operatori turistici ed economici di Palermo, in primis gli albergatori, non hanno dubbi: alla città serve un Centro Congressi, in grado di far accrescere l’attrattiva turistica della città e la sua offerta per un target di fascia alta. Nel corso di un dibattito particolarmente vivace, il terzo e ultimo Open Forum del primo ciclo di seminari “Sulle tracce del turismo ritrovato, dal congressuale al religioso” ha posto l’attenzione sulle criticità del comparto nel capoluogo siciliano, dalla mancanza di servizi alla poca attenzione al decoro cittadino, ma anche alle nuove opportunità offerte dai bandi sul pescaturismo e dagli accordi transnazionali. “Oggi – ha detto Nicola Farruggio, presidente Federalberghi Palermo – la città si sta riposizionando come destinazione turistica ma al contrario di qualche anno fa abbiamo una responsabilità in più: ora infatti i turisti ci sono. Ma non basta fare le aree pedonali, dobbiamo curarle, evitare ad esempio che via Maqueda, la sera, si trasformi in un suk. Servono regole. Inoltre chiediamo che i fondi provenienti dalla tassa di soggiorno non vengano utilizzati solo per gli eventi, come Manifesta, ma anche per fare programmazione. L’amministrazione, al netto delle proprie scelte, deve comprendere un fatto: il turismo non è più una delle componenti principali ma è l’unica chance che la città ha oggi per crescere”. Presenti all’incontro, realizzato in collaborazione con l’Assessorato regionale al Turismo, nell’ambito di Travelexpo, la Borsa del Turismo Globale che si svolgerà a Palermo dal 6 all’8 aprile 2018, gli assessori Sergio Marino (Sviluppo Economico e Vivibilità, oltre che vice Sindaco) ed Emilio Arcuri (Rigenerazione Urbanistica e Urbana), intervenuti al posto del sindaco Leoluca Orlando e di Fabio Giambrone, presidente della Gesap, rimasti bloccati a Palazzo delle Aquile per il prorogarsi di un impegno istituzionale. “Si può vivere senza Centro Congressi ma sappiamo che al turismo farebbe bene – ha esordito Arcuri – noi, come amministrazione possiamo aprire le porte ai privati e negoziare un punto di equilibrio tra le esigenze delle diverse parti. A loro guardiamo con favore ed auspichiamo proposte concrete e progetti credibili e affidabili, ed a conferma di quanto detto in campagna elettorale ribadiamo che mettiamo a disposizione i Padiglioni 16 e 20 della Fiera del Mediterraneo”. L’assessore ha quindi offerto la disponibilità del Comune a individuare una figura di riferimento per l’interlocuzione con i soggetti turistici, rispondendo a una richiesta degli operatori. “Palermo – ha sottolineato Giuseppe Cassarà, presidente di Federturismo Sicindustria – non può più permettersi di non avere un Centro Congressi-Evgenti polivalente . Attualmente c’è solo un hotel che ha una sala da 900 posti a sedere. I privati possono essere disponibili in un clima di ampio coinvolgimento, anche...

Leggi tutto
Presentata l’Autorità di Sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale
Lug27

Presentata l’Autorità di Sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale

Il neo presidente Pasqualino Monti ha presentato oggi alla stampa l’Autorità di Sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale – Porti di Palermo, Termini Imerese, Trapani, Porto Empedocle, istituita con DL 169/2016. Presenti il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, il sindaco di Termini Imerese Francesco Giunta, il sindaco di Porto Empedocle Ida Carmina, e il C.A. (CP), comandante della Capitaneria di porto di Palermo – Direttore marittimo della Sicilia occidentale, Gaetano Martinez. Già pronto – in attesa del solo rappresentante della Regione siciliana –  il Comitato di gestione, presieduto dallo stesso Monti, nuovo organo deliberante che sostituisce il comitato portuale.                         Ne faranno parte il contrammiraglio (CP) Gaetano Martinez per conto della Capitaneria di Porto, l’ingegnere Cesare La Piana, in rappresentanza del Comune di Palermo, e il contrammiraglio Giuseppe Zaccaria per il Comune di Trapani. “Presto vareremo anche il tavolo di partenariato, strumento consultivo previsto dalla legge di riforma dei porti. Contiamo, entro il 12 agosto, di avere tutti gli organi costituiti in modo da iniziare la preparazione del Piano Operativo triennale che dovrà essere un vero piano industriale da presentare al mercato dello shipping nazionale e internazionale”....

Leggi tutto
Nei prossimi 20 anni serviranno 637mila piloti a compagnie aeree
Lug25

Nei prossimi 20 anni serviranno 637mila piloti a compagnie aeree

  Le compagnie aeree avranno bisogno di 637.000 nuovi piloti nel corso dei prossimi 20 anni, di cui 106 mila in Europa, per tenere il passo con la crescita del traffico aereo. La previsione è della Boeing, che ha rivisto al rialzo del 3,6 per cento le sue stime su questa voce. Un terzo del fabbisogno totale di piloti è sui vettori dell’area di Asia e Pacifico, con 253 mila unità. In Nord America ne serviranno 117 mila e in Europa 106 mila. Oltre ai piloti, secondo Boeing sui prossimi 20 anni serviranno anche 648 mila tecnici della manutenzione e 839 mila assistenti di volo. (askanews) –...

Leggi tutto
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com