La Bolkestein non si applica per gli stabilimenti  balneari, chiarezza dalla Ue
Apr19

La Bolkestein non si applica per gli stabilimenti balneari, chiarezza dalla Ue

  “La Bolkestein non si applica per gli stabilimenti  balneari”: a fare chiarezza sulla corretta applicabilità della Direttiva è stato lo stesso ex commissario europeo di cui porta il nome, intervenendo in un convegno a Roma. Tirano così un bel sospiro di sollievo  anche le circa mille imprese siciliane che operano nel settore, costrette da tempo a vivere nell’incertezza del futuro. “E’ la dimostrazione – spiegano il segretario della CNA Sicilia, Piero Giglione, e il coordinatore regionale della Cna Balneatori, Gianpaolo Miceli – che la categoria ha subito vessazioni e intimidazioni senza fondamento. Esattamente quanto per anni ha sostenuto la nostra Confederazione, spesso in pressoché totale solitudine nelle battaglia contro la decisione del governo di volere assegnare la concessione degli stabilimenti tramite bando di gara, ignorando di fatto il principio del legittimo affidamento della continuità aziendale.  Un pericoloso equivoco al quale è  arrivato il momento di mettere fine – concludono i due dirigenti della CNA –  lasciando gli imprenditori liberi di investire e di svolgere serenamente il proprio lavoro, creando occupazione e ricchezza. Ed è questo che chiederemo al prossimo esecutivo che si insedierà a Palazzo...

Leggi tutto
Porti, dal 3 maggio sciopero di 72 ore dei lavoratori portuali siciliani
Apr18

Porti, dal 3 maggio sciopero di 72 ore dei lavoratori portuali siciliani

    Si fermeranno per ben 72 ore i circa 500 lavoratori portuali di tutta la Sicilia dalla mezzanotte del prossimo 3 maggio a sabato 5. A proclamare l’astensione dei lavoratori che si occupano delle operazioni portuali, sono i sindacati di categoria Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti nell’ambito della vertenza sulla cosiddetta autoproduzione, la scelta di alcuni armatori di gestire in proprio le attività portuali, operazioni di carico e scarico, che sono di competenza delle società che operano all’interno degli scali. Intanto hanno preso il via, già stamani e sono in corso, i sit in tutti i porti. Lo stato di agitazione era stato proclamato lo scorso 27 marzo, ma a portare allo sciopero di 72 ore, che causerà molti disagi in tutti gli scali siciliani, è stata la decisione annunciata dalla Caronte & Tourist che ha comunicato all’Autorità portuale di Messina e all’impresa portuale di Milazzo la volontà di agire in regime di autoproduzione a partire da subito. “La stessa Autorità portuale di Messina – commentano i tre segretari regionali Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti Sicilia, Franco Spanò, Amedeo Benigno e Agostino Falanga  – ci ha fatto sapere che allo stato attuale la Caronte non dispone di alcuna autorizzazione ad agire in autoproduzione. Si tratta quindi dell’ennesimo attacco illegittimo non solo al lavoro portuale ma all’intero sistema economico regionale, che si regge su sottili equilibri garantiti, prima di tutto, dall’efficienza dei porti assicurata da questi lavoratori. La decisione peraltro non tiene alcun conto delle nostre richieste e della convocazione sulla vertenza attesa dalla Presidenza della Regione”. “Da anni le compagnie armatoriali usano proprio l’autoproduzione come strumento di ricatto per ottenere ribassi sui servizi – aggiungono Spanò, Benigno e Falanga –, un atteggiamento scorretto se si considerano i capitolati d’appalto milionari dove si prevedono anche i costi operativi di questi servizi. Non possiamo tollerare il comportamento provocatorio e disfattista della Caronte, che in assenza di un controllo, ritiene di poter agire non rispettando le normative” concludono i...

Leggi tutto
Sicilia:M5S, Disney interessato a investire? Inviata missiva già un mese fa
Apr18

Sicilia:M5S, Disney interessato a investire? Inviata missiva già un mese fa

  In una lettera, inviata un mese fa, al vice presidente di Disney Media Jay Visconti, il M5S ha espresso la propria disponibilità a svolgere il ruolo di intermediario con la Regione, qualora il colosso mondiale leader dell’intrattenimento per famiglie avesse l’intenzione e ci fossero ancora le condizioni di investire in Sicilia. Già quattro anni fa, Disney aveva manifestato interesse a creare un parco divertimenti nell’Isola, il primo ed unico in Italia dopo Eurodisney. Poi però il percorso si è arenato. Ieri l’annuncio dell’assessore al Bilancio di avviare una nuova interlocuzione. “Lo scorso 20 febbraio, a due mesi dall’insediamento dell’Ars, anticipando le mosse del Governo regionale. abbiamo scritto a Disney media invitandoli a rivalutare un progetto che nel 2014 era stato ipotizzato per Termini Imerese – rilevano Zito e Sunseri – Nel 2014, durante la campagna elettorale per le amministrative avevamo appreso l’interesse di Disney a investire in Sicilia, ma Crocetta&co non è stato in grado di avviare una seria interlocuzione, provocandone la fuga”. “Proprio ieri – proseguono – Armao ha annunciato l’avvio di un dialogo. Ci auguriamo che stavolta si possa intavolare una discussione costruttiva e seria”. Per il M5S, in Sicilia occorre creare “le condizioni per attrarre investimenti e puntare sul turismo. Oggi scontiamo gli effetti della desertificazione industriale, che si estende da un lato e l’altro dell’Isola, mentre le aziende chiudono, non investono nell’Isola, il tasso di disoccupazione sfiora il 21%, i giovani sono costretti a emigrare e l’intervento pubblico dimostra di non essere in grado di realizzare strade, ferrovie e autostrade del mare”. “E’ tempo di invertire la rotta – concludono Zito e Sunseri – e creare le condizioni per direzionare meglio fondi pubblici e opportunità capaci di generare nuova occupazione, sfruttando anche le risorse europee e misure di fiscalità di vantaggio per rendere conveniente investire in...

Leggi tutto
In Italia l’e-commerce del turismo nel 2017 vale 9,2 mld
Apr12

In Italia l’e-commerce del turismo nel 2017 vale 9,2 mld

 L’e-commerce in Italia vale 24 miliardi di euro, con crescite medie a due cifre ogni anno negli ultimi 12 anni, ed è più che raddoppiato negli ultimi 4 anni. Il turismo è il settore nel quale gli acquisti l’on line hanno raggiunto nel 2017 le incidenze più significative (31%), e il suo fatturato è salito di otto volte dal 2005 al 2017 passando da 1,213 miliardi nel 2005 ai 9,202 miliardi nel 2017 con una crescita annuale del 18%. È quanto emerge dalla ricerca Confcommercio su ‘Il negozio nell’era internet’. Altri settori come l’alimentare vede le vendite online ancora marginali, nel 2017 il fatturato è stato di 843 milioni di euro pari allo 0,5% di incidenza nel 2017, ma negli ultimi 12 anni, il settore è cresciuto di ben 10 volte con una crescita annuale media del 25%. La fascia di età di chi acquista online è fra i 25 e i 55 anni. Tuttavia in Europa le vendite tradizionali restano preponderanti (85-90%) e spesso i negozi online cominciano ad aprire negozi fisici come le librerie di...

Leggi tutto
Travelexpo continua solo in agenzia:  oltre 150 agenzie di viaggi aperte domenica 15 aprile
Apr12

Travelexpo continua solo in agenzia: oltre 150 agenzie di viaggi aperte domenica 15 aprile

  Acquistare i viaggi in agenzia vuol dire assicurarsi una serie di garanzie e tutele che rendono il viaggio dei sogni unico e sicuro, senza sorprese. Ecco perché Travelexpo continua a puntare sul sistema distributivo delle agenzie di viaggi e da quattro anni consecutivi incentiva i consumatori-viaggiatori ad acquistare viaggi e pacchetti turistici nelle agenzie, affidandosi a un esperto di vacanze. Domenica 15 aprile torna infatti “Agenzie di viaggio a porte aperte”, l’iniziativa giunta alla quarta edizione promossa da Travelexpo per stimolare i clienti ad acquistare le vacanze nelle agenzie di viaggi dell’Isola. Per l’occasione, per tutta la giornata di domenica, 157 agenzie distribuite in tutta la Sicilia alzeranno le saracinesche per accogliere clienti abituali e non solo e proporre le ultime novità in tema di destinazioni e offerte per la prossima stagione estiva. Con sconti e benefit messi a disposizione dagli operatori turistici che hanno partecipato all’ultima edizione di Travelexpo, conclusasi domenica 8 aprile al Resort Village Città del Mare. Molti tour operator infatti omaggeranno la quota di iscrizione o la quota di apertura pratica, l’assicurazione medico-bagaglio o ancora un set di valigie. Altri proporranno dei buoni sconto per chi acquisterà il viaggio domenica. In pratica, tutti i clienti che si recheranno in agenzia potranno usufruire di sconti e promozioni in esclusiva mentre anche le adv potranno godere di qualche benefit integrativo per le pratiche avviate e il venduto della giornata. “Agenzie di Viaggio a Porte Aperte – spiega Toti Piscopo, amministratore della Logos srl Comunicazione ed immagine, che organizza Travelexpo – è una libera azione di marketing a cui le agenzie di viaggio aderiscono liberamente e senza sostenere alcun costo, se non quello del personale. Ma è una buona occasione per acquisire nuova clientela e fidelizzare quella esistente, offrendo opportunità, consulenza dedicata e servizi migliori. Un’azione a supporto del business del sistema distributivo siciliano che si va ad aggiungere alle nostre iniziative già consolidate. Dal canto nostro, poi, invitiamo gli agenti a sollecitare ulteriormente la clientela con offerte ad hoc particolarmente accattivanti senza escludere azioni di pubbliche relazioni e accoglienza da dedicare ai clienti. Tra l’altro abbiamo programmato una campagna sui social network e sui media nell’area Sicilia, per stimolare un po’ tutti a prenotare i viaggi in agenzia”.   Alto il livello di partecipazione delle agenzie aderenti in tutta l’Isola: nella provincia di Catania saranno 46 i punti vendita che resteranno aperti al pubblico, quindi Palermo a quota 37. Nella provincia di Siracusa resteranno invece aperte 19 agenzie, ad Agrigento 14, a Ragusa 11, 9 sia a Caltanissetta che a Trapani, infine 7 a Messina e 5 a Enna. Per conoscere l’elenco competo delle agenzie siciliane...

Leggi tutto
Lidi balneari, apertura stagionale nel caos. Fiba Confesercenti incontra assessore regionale Cordaro
Apr12

Lidi balneari, apertura stagionale nel caos. Fiba Confesercenti incontra assessore regionale Cordaro

“Lo sviluppo turistico non può essere rallentato dalla sovrapposizione burocratica di enti”. A dirlo, alla vigilia dell’apertura della stagione balneare, è la Fiba Confesercenti Sicilia che riunisce gestori di lidi balneari e di strutture all’area aperta. Nei giorni scorsi una delegazione – guidata dal Presidente Fiba Sicilia, Alessandro Cilano e dal Coordinatore regionale Assoturismo Sicilia, Salvatore Basile e composta da Santino Morabito, Presidente Fiba Messina; Antonio Pollara Vice Presidente Assocamping Sicilia e Aldo Spatafora – ha chiesto e ottenuto di incontrare l’Assessore regionale Territorio e Ambiente Toto Cordaro per affrontare le più urgenti criticità della categoria. “Nello specifico – dice Alessandro Cilano – ci troviamo a fare i conti con troppi Enti che a diverso titolo sul territorio sono preposti al rilascio di autorizzazioni e/o pareri propedeutici per il conseguimento della concessione demaniale marittima. Il settore pertanto sempre più spesso si confronta con l’assenza di univocità di comportamenti come accade in alcuni Comuni dove gli uffici del Genio Civile richiedono alle strutture con regolare titolo concessorio e quindi già in possesso di ogni requisito di legge, di produrre nuovamente la certificazione antisismica solo per il fatto di voler rimanere istallate tutto l’anno come prevede la legge”.             “Inoltre – aggiunge Salvatore Basile – si rende necessario dirimere ogni dubbio sulla legittimità, da parte delle Amministrazioni Comunali, di richiedere per il rilascio della Concessione demaniale, la concessione edilizia con pagamento di oneri di costruzione e di urbanizzazione”.             Una pretesa che la categoria ritiene impropria tenuto conto che la legge 16 del 2016 di recepimento del testo unico dell’edilizia prevede all’art. 3 comma 2 lettera i) che possono essere eseguiti, senza nessun titolo abilitativo, gli impianti di prefabbricati ad una elevazione per uso non abitativo di modeste dimensioni e rimovibili. Caratteristiche quelle richiamate dalla norma che contraddistinguono le strutture autorizzate su demanio marittimo. La stessa circolare dell’Assessorato regionale del Territorio e Ambiente, del 5 agosto 2016 fornisce chiarimenti sul tema specificando che i provvedimenti edilizi abilitativi previsti dalla legge 15 del 2005 sono sostituiti dal nulla osta rilasciato dal Comune competente per territorio.             La situazione è davvero ingarbugliata. “Alcuni Comuni – spiegano Cilano e Basile – considerano la comunicazione fatta dai gestori di stabilimenti balneari per il  mantenimento delle strutture tutto l’anno (ai sensi dell’art 42 c. 5 della legge 3 del 2016), come un’istanza di variazione del contenuto della concessione che prevede una precisa e più complessa attività istruttoria. E così, l’attesa semplificazione, svanisce in un soffio”.             Altro tema: i contenziosi giudiziali e stragiudiziari in materia di canoni demaniali. Migliaia, dovuti ad una errata interpretazione delle norme. Un problema enorme per cui secondo la Fiba Confesercenti “sarebbe utile...

Leggi tutto
Regione: graduatoria pescaturismo-ittiturismo, interventi per 1,6 mln
Apr09

Regione: graduatoria pescaturismo-ittiturismo, interventi per 1,6 mln

“E’ stata approvata e pubblicata, sul sito del Dipartimento della Pesca Mediterranea, la graduatoria definitiva dei progetti relativi alla Misura 1.30 del Feamp 2014-2020 ‘Diversificazione e nuove forme di reddito’, inerente il settore pesca turismo e ittiturismo”. E’ quanto si legge in una nota dell’Assessorato regionale dell’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea. “Si tratta – prosegue la nota – di ben 37 operatori del settore della pesca che potranno dare luogo a investimenti che contribuiscono allo sviluppo di attivita’ complementari correlate a quella principale della pesca, quali ad esempio: investimenti a bordo, pescaturismo, turismo legato alla pesca sportiva, ristorazione e attivita’ pedagogiche relative alla pesca. La dotazione finanziaria stanziata per la presente misura e’ di complessivi 1.644.364,21 euro con un importo massimo concesso per progetto pari a 75 mila euro”. “Attraverso questa misura si promuove la competitivita’ delle piccole e medie imprese attraverso lo sviluppo di attivita’ collaterali che vadano ben oltre la semplice attivita’ della pesca – afferma l’assessore per la Pesca mediterranea, Edy Bandiera -. Cio’ consentira’ lo sviluppo dell’intero indotto che ruota intorno al settore ittico, con la creazione di nuove opportunita’ di impiego e di integrazione del reddito del pescatore”....

Leggi tutto
Porti: Palermo, Monti “Stallo ormai riguarda solo passato”
Apr09

Porti: Palermo, Monti “Stallo ormai riguarda solo passato”

“L’arrivo della Msc Divina consolida la presenza nel porto di Palermo della compagnia, che passa dalle 49 toccate del 2017 alle 56 di quest’anno, con due colossi come la Divina e la Meraviglia che movimenteranno circa 265 mila crocieristi, quasi la meta’ dell’intero traffico”. Lo dice il presidente della Autorita’ di Sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale, Pasqualino Monti, commentando cosi’ il primo scalo nel capoluogo siciliano della nave da crociera MSC Divina. “Dispiace non poter ancora essere accoglienti come vorremmo ma ormai lo stallo riguarda il passato, la storia del presente racconta, finalmente, la ripartenza dei lavori al molo Vittorio Veneto e alla stazione marittima, oltre alle demolizione sul molo Piave e dei corpi bassi su via Crispi, per permettere allo sguardo di spaziare oltre i confini portuali”, continua Monti. “Si tratta di passi obbligati per riqualificare l’offerta portuale e rendere il porto all’altezza delle navi che lo scalano e della citta’ che rappresenta”, conclude Monti....

Leggi tutto
Travelexpo, chiude con un bilancio positiva la borsa del turismo siciliano con 77 espositori
Apr09

Travelexpo, chiude con un bilancio positiva la borsa del turismo siciliano con 77 espositori

Novcentocinquanta agenti di viaggio in rappresentanza di circa 300 ragioni sociali, 77 espositori, 50 opinion leader, 40 giornalisti della stampa nazionale, una delegazione di dieci giornalisti esteri oltre a una partecipazione massiccia di operatori della filiera turistica. Tutti insieme hanno movimentato, con un livello di soddisfazione del 96%, un totale di oltre 2 mila addetti ai lavori nel corso della tre giorni di Travelexpo, dal 6 all’8 aprile, nei saloni del Resort Village Città del Mare di Terrasini. Una occasione d’incontro e di confronto tra gli addetti ai lavori per conoscersi, avviare trattative commerciali ma anche concludere affari e sviluppare nuovi rapporti di collaborazione. “I numeri di questa ventesima edizione – commenta di Toti Piscopo, amministratore unico di Logos srl Comunicazione e immagine – confermano Travelexpo come l’unica borsa del turismo in Sicilia e riaffermano la validità della formula innovativa di Travelexpo come ‘Borsa globale dei Turismi’ avendo tenuto a battesimo i primi dieci turismi legati al mare, che da oggi in poi vanno sotto il brand del ‘Turismo Azzurro’. Travelexpo è stata sede di confronto per un’azione sinergica tra l’Assessorato regionale al Turismo e l’Assessorato regionale al’Agricoltura, in particolare con il Dipartimento della Pesca Mediterranea per lanciare sul mercato il nuovo segmento legato alla diversificazione delle attività legate al mare. Inoltre, Travelexpo è già al lavoro – aggiunge Piscopo – per mettere in cantiere il ‘Buy Sicily’ come concordato con l’assessorato al Turismo secondo l’idea progettuale iniziale e secondo una strategia complessiva condivisa. Ma durante Travelexpo sono emerse, come anticipato alla vigilia, alcune opportunità interessanti per il mercato turistico, da quelle legate all’arrivo dei nuovi flussi dall’Oriente alle nuove professioni turistiche”.   “La leva formazione – ha spiegato Gianfranco Battisti, presidente Federturismo Confindustria – è particolarmente rilevante nel turismo per affrontare le nuove sfide. Entro il 2030 il settore si aspetta una crescita esponenziale, che dovrebbe portare a 2 miliardi di turisti. Serve dunque personale preparato a soddisfare i nuovi bisogni dei viaggiatori che si stanno spostando su sostenibilità e turismo esperienziale. Ad esempio, una delle nuove figure particolarmente richieste dal mercato è quella del Data protection officer (responsabile della protezione dei dati personali), per il quale si prevedono 42 mila nuovi posti di lavoro entro i prossimi 5 anni”. Per quel che riguarda le opportunità provenienti dall’Oriente, oggi solo l’1,7% dei flussi turistici cinesi che arrivano in Europa sceglie la Sicilia. “Ma per attirare questo nuovo target – ha sottolineato Concetta Caravello, direttore generale Europa Welcome Chinese – c’è bisogno di una strategia che coinvolga l’intero territorio. Al momento come Welcome Chinese abbiamo lanciato sull’Isola solo due progetti pilota che coinvolgono la Valle dei Templi di Agrigento...

Leggi tutto
Pappalardo e Bandiera al taglio del nastro di Travelexpo
Apr06

Pappalardo e Bandiera al taglio del nastro di Travelexpo

Taglio del nastro per la XX edizione di Travelexpo che è stata inaugurata alla presenza tra gli altri di Toti Piscopo, amministratore unico di Logos srl Comunicazione e immagine; Sandro Pappalardo, assessore al Turismo della Regione Siciliana; Edgardo Bandiera, assessore Agricoltura, Sviluppo Rurale e Pesca Mediterranea della Regione Siciliana e Dario Cartabellotta, direttore generale del Dipartimento Pesca del Mediterraneo. “Per fortuna che Travelexpo c’è – ha esordito Fabio Giambrone, presidente della Gesap spa – abbiamo sempre aderito alla manifestazione e siamo orgogliosi di essere presenti anche quest’anno in un momento così importante per il nostro aeroporto che ha concluso il 2017 con 6 milioni di passeggeri e conta di chiudere il 2018 tagliando il traguardo dei 7 milioni. Per la Summer abbiamo in programma 97 rotte e per questo ci dobbiamo attrezzare ad accogliere al meglio così tanti passeggeri. In quest’ottica, dopo i lavori alle piste che siamo riusciti a concludere in 44 giorni così come previsto, abbiamo già pianificato i lavori di ampliamento del terminal”. Quindi Cartabellotta ha illustrato le caratteristiche del “Turismo Azzurro”, una delle novità di questa edizione. “Vorremmo riproporre quello che è stato fatto prima con l’agriturismo e poi con l’enoturismo – ha spiegato -. Per anni l’Unione Europea ha incentivato la rottamazione di barche e pescatori ora però, si cambia rotta incentivando la pesca artigianale, l’economia del mare e delle aree costiere, il rapporto pesca e turismo, il ruolo antropologico del pescatore”. John Alborante, Sales and Marketing Manager Italy di Ryanair, ha invece presentato i numeri da record di Ryanair sull’aeroporto di Palermo. “Nel 2018 – ha annunciato – inauguriamo 4 nuove rotte, di cui due per la Summer (Valencia e Manchester) e due per la stagione invernale (Colonia e Atene) oltre al prolungamento del volo per Valencia anche nella Winter. Contiamo diovimentare solo su Palermo 3 milioni di passeggeri considerato che il nostro load factor sulla Sicilia supera il 90%. Inoltre, ricordiamo che il nostro sito conta 10 milioni di visite a settimana. Cooperiamo con diversi enti del turismo per promuovere le destinazioni per le quali il nostro sito rappresenta una vetrina particolarmente importante”. La parola è poi passata a Sandro Pappalardo. “Il nuovo governo – ha sottolineato l’assessore –  ha fondato una nuova politica del turismo su dei pilastri condivisi con le associazioni di categoria. Intanto abbiamo lanciato la creazione di un brand vivo con il claim ‘Il paradiso in terra’ che abbiamo portato con successo prima alla Bit di Milano, poi a Berlino, Mosca e a Malta. Nelle borse abbiamo riprodotto i nostri teatri e portato la nostra enogastronomia e i nostri pupari. Una scelta che ci ha premiato e che...

Leggi tutto
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com