Turisti in crescita in Sicilia: Bankitalia conferma trend positivo
Giu21

Turisti in crescita in Sicilia: Bankitalia conferma trend positivo

Più presenze turistiche ma anche più passeggeri nei porti e negli aeroporti siciliani. A fotografare l’andamento positivo del settore è il report di Bankitalia per l’anno 2018, presentato a Palermo. Le presenze di stranieri e connazionali sono aumentate del 7% e la spesa dei ‘vacanzieri’ supera di gran lunga la media nazionale. L’aumento delle presenze è stato più intenso per gli esercizi extra-alberghieri, che rappresentano un quinto dei pernottamenti, ed è stato diffuso sul territorio regionale. Il traffico passeggeri negli aeroporti siciliani è cresciuto del 9,5%, in linea col dato del 2016. Proseguendo la tendenza degli ultimi anni, l’aumento è stato più intenso per i voli internazionali. L’andamento è stato differenziato tra gli scali: all’incremento per Catania e Palermo si è contrapposta la riduzione dei passeggeri a Comiso e, per il quarto anno consecutivo, a Trapani. Le dinamiche degli ultimi anni sono dipese anche dall’ampliamento dell’offerta di collegamenti aerei, soprattutto internazionali, con riflessi significativi anche sul settore turistico. Complessivamente, nel 2017 il traffico aeroportuale da e verso l’Isola ha superato i 125 mila voli e i 16,8 milioni di passeggeri (circa un decimo del traffico passeggeri italiano), proseguendo la crescita iniziata nel 2013. Rispetto alla media degli aeroporti italiani, la Sicilia ha una minore quota di passeggeri su voli internazionali (28,6% contro una media nazionale del 64,4), anche per il ruolo svolto dagli hub di Roma e Milano nel transito di turisti stranieri verso il Mezzogiorno. Oltre la metà del traffico è concentrata a Catania, poco più di un terzo a Palermo e meno di un decimo a Trapani; lo scalo di Comiso – aperto nella seconda metà del 2013 – ha una quota del 3% circa, mentre i due aeroporti delle isole minori rappresentano complessivamente poco più del 2% del totale. La principale compagnia per traffico passeggeri è stata Ryanair, con una quota di mercato nel 2017 di circa il 45%, più che doppia rispetto ad Alitalia e oltre quattro volte maggiore di easyjet. Dal 2013 la quota di mercato di Ryanair è cresciuta di quasi 20 punti percentuali, assorbendo soprattutto le quote perse sulle tratte nazionali da Air One, Meridiana e Blue Panorama, mentre quelle di Alitalia e Easyjet sono rimaste sostanzialmente stabili. Nel 2017 erano attivi voli di linea dalla Sicilia verso 20 città italiane, un numero sostanzialmente stabile nell’ultimo quinquennio; la maggior parte dei voli era operativa nel corso dell’intero anno e su circa quattro quinti delle rotte erano attivi almeno due differenti vettori. Il traffico nazionale è molto concentrato su Roma e Milano. L’offerta di collegamenti con l’estero si è accresciuta nel tempo: nel 2017 erano presenti collegamenti con 28 paesi e circa 70...

Leggi tutto
Piano Battaglia si sveglia dal letargo. Al via la stagione estiva con la riapertura  degli impianti di risalita e programma eventi
Giu12

Piano Battaglia si sveglia dal letargo. Al via la stagione estiva con la riapertura  degli impianti di risalita e programma eventi

  Tutto pronto per la stagione estiva di Piano Battaglia. Da venerdì 15 giugno fino a metà settembre, secondo un preciso calendario di aperture e di eventi, torna a funzionare la seggiovia di Piano Battaglia per offrire agli appassionati, la possibilità di raggiungere con facilità vette che offrono panorami di incomparabile bellezza o che possono essere il perfetto punto di partenza per passeggiate ed escursioni fra monti e boschi. Articolata l’offerta estiva che punta molto sui percorsi in mountain bike a disposizione anche di chi non dispone della bicicletta che potrà essere noleggiata sul posto. Ma andiamo per ordine. Il calendario delle apertura prevede che gli impianti siano funzionanti dalle 10 alle 18 venerdì 15, sabato 16 e domenica 17 giugno, poi in tutti i sabati e domeniche di giugno  e di luglio. Ad agosto apertura continuata da sabato 4 fino a lunedì 20 agosto e poi ancora apertura nel fine settimana (sabato e domenica da sabato 25 agosto a domenica 16 settembre. Oltre una ventina gli eventi previsti durante la stagione. Fra questi il secondo raduno rally/enduro E-MTB in programma il 7 e 8 luglio, l’open Jazz Summer Campus 2018 in programma il 13 luglio e poi ancora l’inaugurazione di sentieri naturalistici il 17 giugno, il ‘giro dei quattro rifugi’ il 9 settembre e poi concerti in quota, eventi Touring club e numerose repliche delle passeggiate naturalistiche a piedi e in mountain bike. La stagione estiva 2018 é pensata anche per bambini e famiglie, grazie anche alla promozione “Family” che permette di portare in vetta i piccoli fino a 12 anni gratis. ““Vivere la montagna anche in estate e consentire la piena fruibilità di Piano Battaglia è la sfida alla quale lavoriamo – dice l’ing. Antonio Catalano, presidente della Piano Battaglia srl – nella consapevolezza di poter dare un contributo importante allo sviluppo turistico  in tutte le stagioni nel territorio delle Madonie. Per questo l’offerta è variegata e si arricchisce continuamente. Questo è il modo in cui il nostro staff di trenta persone testimonia la sua resilienza e la volontà  di restare al sud, nel suo territorio montano, svantaggiato ma di grande fascino, e meritevole di  una cura ed attenzione...

Leggi tutto
Trapani Birgi, dalla Regione arriva un forte sostegno all’aeroporto
Giu04

Trapani Birgi, dalla Regione arriva un forte sostegno all’aeroporto

Dalla Regione siciliana arriva un forte sostegno per l’aeroporto di Trapani. E’ stato emesso, infatti, dall’assessorato regionale al Turismo il nuovo decreto di ripartizione delle somme stanziate per l’anno 2020 con la legge di stabilita’ regionale, pari ad 4.725 milioni, che si sommano a quelle gia’ stanziate per le finalita’ di cui alla legge regionale 24/16 di promozione del territorio afferente allo scalo Vincenzo Florio Trapani Birgi, per un totale complessivo di oltre 17 milioni. Il risultato e’ stato salutato con soddisfazione da Airgest la societa’ di gestione dell’aeroporto di Trapani: “Valutiamo questo impegno della Regione siciliana come uno dei punti principali per il rilancio della futura programmazione turistica – ha commentato Paolo Angius, presidente del cda di Airgest. L’aeroporto – prosegue – nonostante il calo dei passeggeri, rispetto alla scorsa stagione, a fronte di una riduzione dei voli di Ryanair, ha acquisito un maggior numero di vettori”. Alle tratte ancora esistenti di Ryanair, che ha programmato le destinazioni Milano, Bergamo, Baden-Baden, aeroporto di Francoforte Hahn e Praga, si sono aggiunte anche altre compagnie aeree. C’e’ Alitalia con Roma Fiumicino e Milano Linate giornalieri, Ali Blu Malta con il Cagliari e verso l’aeroporto di Malta, la Blu Air su Torino e una compagnia charter, la Corendon, che va ad Amsterdam, Maastricht e verso l’aeroporto Enfidha-Hammamet in Tunisia. La compagnia aerea Mistral Air, infine, fino al 30 giugno effettuera’ i voli per Pantelleria, servizio che sara’ rilevato dalla compagnia Danish Airlines dall’1 di luglio. Inoltre, sia Ryanair sia Alitalia, hanno inserito sui loro sistemi di prenotazione la destinazione Trapani, anche per la stagione invernale, per le tratte Milano Linate e Roma Fiumicino, con Alitalia, e Milano Bergamo, Bologna, Pisa con Ryanair....

Leggi tutto
Aeroporti: Trapani, Turano “Sbloccato bando per nuove rotte”
Mag31

Aeroporti: Trapani, Turano “Sbloccato bando per nuove rotte”

“Ai dati del mese di aprile che hanno fatto registrare un decremento del 90% dei passeggeri per lo scalo di Trapani-Birgi, potevamo reagire soltanto creando tutte le condizioni per far partire al piu’ presto il bando per le nuove rotte aeree”. Lo afferma l’assessore alle Attivita’ produttive Mimmo Turano annunciando la conclusione dell’iter per il nuovo bando riguardante i collegamenti con l’aeroporto ‘Vincenzo Florio’. “La Regione ha gia’ stanziato – spiega l’assessore – i circa 17 milioni necessari per il bando e il prossimo 7 giugno i 12 comuni del co-marketing firmeranno il progetto e la convenzione previsti dalla legge regionale 24 del 2016. Contemporaneamente il Comune di Marsala, che e’ stato individuato come comune capofila, conferira’ mandato alla Cuc Trinakria Sud di Comiso di espletare la gara”. “Il bando – aggiunge Turano – e’ un risultato importante che e’ stato possibile raggiungere grazie al lavoro sinergico con l’assessore al Turismo Sandro Pappalardo, con Paolo Angius, Elena Ferraro e tutta l’Airgest. Si tratta di un passaggio fondamentale che pero’ non esaurisce l’impegno del presidente Musumeci e di tutta la giunta per garantire una piena operativita’ dello scalo, una concreta attenzione al territorio e al suo sviluppo ed al diritto alla mobilita’ dei cittadini”....

Leggi tutto
Sicilia al primo posto nelle scelte degli italiani: eDreams svela i trend dell’estate 2018
Mag31

Sicilia al primo posto nelle scelte degli italiani: eDreams svela i trend dell’estate 2018

Mare o montagna? Città d’arte? Agriturismo in campagna? Per molti, queste domande sono il preludio di un rito, la pianificazione delle vacanze estive, che ha il sapore del relax, della voglia di scoprire e del tempo libero. eDreams, l’agenzia di viaggi online leader in Europaanticipa quali saranno le scelte dei turisti italiani ed europei per l’estate 2018, grazie ai dati delle prenotazioni effettuate da giugno a settembre sul sito www.edreams.it e attraverso l’APP. E, a proposito di tempo libero: gli italiani saranno tra quelli che si godono di più il break estivo, dato che la durata della vacanza media nel nostro Paese è in aumento. Cosa scelgono gli italiani Ciò che emerge in prima battuta dai dati è che il Made in Italy fa tendenza anche quando si parla di vacanze: i viaggiatori italiani sono patriottici, e dal profondo del loro cuore scelgono le isole nostrane. E’ la Sicilia ad aggiudicarsi le prime due posizioni della classifica delle destinazioni preferite dei nostri connazionali. Infatti, la prima meta in assoluto per l’estate 2018 è Palermo, con Catania al secondo posto. A seguire, la prima città internazionale, la Grande Mela, che stuzzica l’appetito dei viaggiatori italiani e si posiziona al terzo posto, davanti ai paradisi della Sardegna. Cresciuta del 122% quest’anno, la metropoli per antonomasia supera Londra e Parigi, ma anche mostri sacri della movida estiva come Barcellona. Ma è qui che si assiste alla rimonta dell’Italia: la quarta e quinta posizione sono occupate da Olbia e Cagliari, che superano la Isla Bonita, Ibiza. Rispetto ai trend del 2017, resiste Lamezia Terme, segno tangibile di un rinascimento turistico che quest’anno bacia la Calabria, anche a detta della stampa internazionale. Si osserva invece una differenza riguardo i visitatori attirati dal Salento: se l’anno scorso infatti questa zona, con l’aeroporto di Brindisi, occupava la decima posizione, oggi esce dalla top ten, scivolando alla tredicesima.   TOP TEN PER LE VACANZE 2018 TOP TEN PER LE VACANZE 2017 Palermo Catania Catania Palermo New York City Ibiza Olbia Cagliari Cagliari Londra Ibiza Barcellona Barcellona Olbia Londra Lampedusa Lamezia Terme Lamezia Terme Parigi Brindisi   Affascinati dall’Oriente, e in vacanza più a lungo Buone notizie se si pensa poi che gli italiani in partenza nei mesi estivi saranno di più rispetto all’anno scorso (+13%), e che saranno tra gli europei che staccano più a lungo dalla routine. Il 32% ha prenotato soggiorni che superano la settimana, a differenza di quanto avveniva nel 2017, anno in cui la maggior parte di noi ha prenotato per un periodo da 1 a 6 giorni. A livello europeo, la fotografia delle vacanze racconta infatti di ferie più brevi in Spagna,...

Leggi tutto
Turismo: gite in famiglia, in testa Trentino Alto Adige e Sicilia
Mag30

Turismo: gite in famiglia, in testa Trentino Alto Adige e Sicilia

La Lombardia con 8,527 milioni di escursioni giornaliere nel corso del 2016 e’ meta dell’11,5 per cento delle gite fuori porta degli italiani, al terzo posto nella classifica regionale dopo il Veneto, in testa, e l’Emilia-Romagna che pero’ beneficiano anche del mare. E’ quanto emerge dall’analisi di Polis Lombardia sulla base di dati Istat; dati evidenziati in una Nota pubblicata dal sito regionale www.lombardiaspeciale.regione.lombardia.it. Rispetto al 2015, anno dellExpo, le escursioni in Lombardia hanno registrato una diminuzione (-2%) in particolare le gite intra regionali, ma e’ aumentato il livello di attrattivita’ nei confronti dell’esterno (+10% sul 2015) e nei confronti dell’esterno (+10% sul 2015). “Dati che confermano la vocazione turistica di Regione Lombardia – sottolinea l’assessore regionale al Turismo, marketing territoriale e Moda di regione Lombardia Lara Magoni – dai laghi alle montagne, dalle citta’ d’arte sino ai percorsi cicloturistici, i nostri territori sono i luoghi ideali per coniugare la scoperta delle bellezze alle eccellenze enogastronomiche: in Lombardia il turismo e’ un’esperienza a 360 gradi. E’ quanto emerge dall’analisi di Polis Lombardia sulla base di dati Istat. Rispetto al 2015, anno dell’Expo, le escursioni in Lombardia hanno registrato una diminuzione (-2%) in particolare le gite intra regionali, ma e’ aumentato il livello di attrattivita’ nei confronti dell’esterno (+10% sul 2015) e riportati. “La missione del mio mandato – continua l’assessore al Turismo – e’ far si’ che l’impresa ‘Lombardia prima meta turistica italiana’ possa diventare realta’ e i numeri dimostrano che l’obiettivo e’ assolutamente raggiungibile. La qualita’ dell’offerta e la professionalita’ dei servizi proposti rappresentano una chiave di sviluppo fondamentale, volani strategici per valorizzare l’economia e l’occupazione nel settore. Ora l’impegno sara’ dar vita ad una decisa operazione di marketing territoriale, l’esaltazione dei territori grazie ad un’azione condivisa tra istituzioni, enti locali, imprese e associazioni di categoria. La parola d’ordine e’ ‘Fare sistema’”. Il 62,7 per cento degli escursionisti della Lombardia sono gli stessi lombardi che si muovono per scoprire la propria regione; il resto dei visitatori proviene principalmente dai territori limitrofi: il 18,4 per cento dall’Emilia-Romagna, il 6,25 per cento dal Piemonte, il 3,7 dal Veneto, il 2,6 dalla Liguria, il 2,4 per cento dalla Toscana e dal Trentino Alto Adige e l’1,6 per cento dal resto d’Italia. Rispetto al 2015, anno dell’Expo, le escursioni in Lombardia hanno registrato una diminuzione (-2%) in particolare le gite intra regionali, ma e’ aumentato il livello di attrattivita’ nei confronti dell’esterno (+10% sul 2015). E’ il piacere/svago il motivo del 61,1 per cento delle escursioni in regione, un fattore trainante in crescita rispetto all’anno precedente, mentre sono in leggero calo le gite legate a ragioni formative o culturali e allo shopping...

Leggi tutto
Portuali, i sindacati confermano lo sciopero di 72 ore
Mag23

Portuali, i sindacati confermano lo sciopero di 72 ore

Confermano lo sciopero di 72 ore dei lavoratori portuali addetti alle operazioni all’interno degli scali, dal 26 al 28 maggio, i sindacati di categoria, Filt Cgil, Fit Cisl, UIltrasporti. La nota dei sindacati segue quella della Commissione di garanzia dell’attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali che aveva espresso parere negativo sulla protesta che partirà sabato 26 nell’ambito della vertenza sull’autoproduzione nei porti siciliani. La commissione ha criticato la durata dello stop di 72 ore e la “mancata previsione di servizi minimi da garantire”.  I sindacati precisano “che la sola categoria coinvolta dallo sciopero è esclusivamente quella dei lavoratori portuali dipendenti delle imprese del settore che sono addetti ai servizi di rizzaggio e derizzaggio in porto. Per questi ultimi – prosegue la nota – le modalità di proclamazione dello sciopero e di svolgimento sono disciplinati dall’articolo 49 del Contratto collettivo nazionale, e l’astensione del 26 maggio, rispetta perfettamente le regole, ciò che solleva la Commissione ci appare strumentale. Sono escluse tutte le altre categorie, i servizi marittimi, i servizi nautici, il pilotaggio, il rimorchio, il battellaggio e l’ormeggio”. “Dunque i servizi minimi essenziali saranno garantiti, anche perché l’articolo 49 che regola lo sciopero di questa categoria, prevede solo l’obbligo di assistenza ai passeggeri che sarà garantita” ribadiscono i tre sindacati. Lo sciopero è stato indetto per manifestare contro la decisione della Caronte & Tourist di svolgere in autoproduzione le operazioni portuali nel porto di Milazzo. “Ribadiamo che  l’autoproduzione è un’attività tipica portuale e deve essere concessa all’interno di regole ben precise che invece, allo stato attuale, risultano essere disattese anche laddove finora sono state autorizzate dalle autorità portuali , o esercitate con lo strumento del silenzio assenso, perché si è operato e si opera senza rispettare le norme con atteggiamenti che non vengono sanzionati in molti casi, solo per l’assenza delle istituzioni preposte al controllo, mettendo seriamente a repentaglio la sicurezza della navigazione e dei lavoratori” concludono i tre sindacati,  Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti....

Leggi tutto
Trasporti: Stretto di Messina. Protocollo tra Anas, Cas e Caronte
Mag17

Trasporti: Stretto di Messina. Protocollo tra Anas, Cas e Caronte

Anas, Cas – Consorzio per le Autostrade Siciliane e Caronte & Tourist spa hanno firmato, a Catania, nel corso degli Innovation Days, un protocollo di collaborazione che ha l’obiettivo di scambiare dati sui flussi di traffico, rilevati in tempo reale, sulle infrastrutture di propria competenza per l’ottimizzazione della gestione dei servizi forniti. “Il protocollo – spiega il responsabile Direzione Operation e Coordinamento Territoriale di Anas, Ugo Dibennardo – mira a rafforzare la collaborazione fra i partner coinvolti. L`obiettivo e’ quello di sviluppare un processo di potenziamento del sistema di informazione per migliorare la gestione della mobilita’ e l`assistenza agli utenti che utilizzano le infrastrutture stradali e autostradali e il sistema di traghettamento verso la Sicilia. In tal modo, si favorisce la velocita’ dei collegamenti territoriali, la riduzione del tempo di viaggio nonche’ la qualita’, la sicurezza e il comfort di viaggio”. “La firma del protocollo di oggi e’ di importanza strategica per le autostrade siciliane – sottolinea il direttore generale di Cas, Leonardo Santoro – non solo perche’ contribuira’ a migliorare la sinergia istituzionale con Anas, ma anche per la messa a punto di questo sistema predittivo del traffico che ha l’obiettivo di fornire un ulteriore servizio agli utenti che transitano da e per la Sicilia”. “L’accordo siglato tra C&T, Anas e Cas – aggiunge il presidente di Caronte&Tourist, Antonino Repaci – e’ una prova evidente che una corretta collaborazione tra imprese ed enti territoriali e nazionali garantisce benefici per l’intera collettivita’. Scopo dell’accordo e’ assicurare alla comune clientela maggiore informazione e ottimizzazione dei tempi di traghettamento con la conseguente riduzione delle code soprattutto nei periodi dell’esodo estivo. Un passo in piu’ verso una Sicilia che con la viabilita’ e trasporti marittimi raggiunge target europei”. Anas e Cas si impegneranno a garantire, secondo quanto prevede il protocollo, “la massima efficienza delle tratte stradali di competenza, che conducono verso lo Stretto di Messina, il monitoraggio e la gestione del traffico soprattutto nei giorni di esodo”, mentre Caronte & Tourist gestira’ le tratte navali dello Stretto “pianificando i propri servizi di traghettamento”. L’obiettivo comune e’ quello di “ridurre le lunghe ore di attesa per i traghetti da e per Villa San Giovanni”. Per farlo, Anas fornira’ i dati raccolti dal sistema Panama, Cas quelli relativi al sistema informativo di esazione pedaggi, mentre Caronte & Tourist quelli raccolti ed elaborati dal sistema TO.P.MAN., in uso presso la struttura della propria Torre di controllo. Caronte & Tourist inoltre concordera’ con Anas e con Cas l’installazione e manutenzione, a propria cura e spesa, di nuove postazioni di rilevamento sulle reti stradali per migliorare il costante e corretto funzionamento del progetto....

Leggi tutto
Direttiva pacchetti, da Fiavet e Assoviaggi lettera di denuncia per errato recepimento
Mag16

Direttiva pacchetti, da Fiavet e Assoviaggi lettera di denuncia per errato recepimento

(Travelnostop). Assoviaggi Confesercenti e Fiavet Confcommercio, in rappresentanza delle agenzie di viaggio all’interno dei rispettivi sistemi confederali, hanno inviato una lettera al Governo, al Mibact, alla Commissione Europea, al Sottosegretario agli Affari Europei ed alle associazioni dei consumatori per denunciare il rischio di errato recepimento della direttiva pacchetti e servizi turistici collegati e di elusione delle tutele previste per i viaggiatori. “E’ come se le agenzie di viaggio dovessero dare tutte le garanzie possibili e gli alberghi invece no – tuona Jacopo De Ria, presidente di Fiavet Confcommercio -. Il Governo recepisca la direttiva rispettando il testo originario e soprattutto lo faccia al più presto poiché c’è una procedura di infrazione già in corso”. “Se è questa l’intenzione, allora togliamo il fondo di garanzia, la polizza di responsabilità, il diritto di recesso, di rimborso, il danno da vacanza rovinata e tutte le altre garanzie che invece pesano sul settore delle agenzie di viaggio”, gli fa eco Gianni Rebecchi, presidente di Assoviaggi Confesercenti. “Meglio seguire il parere approvato dalla Camera dei Deputati piuttosto che quello del Senato – concordano i presidenti – Nel primo, infatti, l’elenco dei servizi accessori è più rispettoso del testo della direttiva. Inoltre, secondo noi, inserire la dicitura “qualunque altro servizio integrativo tipico anche secondo la prassi locale” genererà una valanga di contenziosi, appesantendo il turismo incoming. Che il Governo ci ascolti, altrimenti i consumatori saranno raggirati ed i loro diritti saranno calpestati in Italia mentre saranno rispettati negli altri paesi...

Leggi tutto
Aeroporti: Enac, in Sicilia incrementi passeggeri aeroporti. Primo Palermo con +13,7%
Mag10

Aeroporti: Enac, in Sicilia incrementi passeggeri aeroporti. Primo Palermo con +13,7%

I passeggeri transitati nell’aeroporto Falcone-Borsellino di Palermo dall’1 gennaio al 31 marzo 2018 sono stati 1.146.239, con un aumento del 13,7% rispetto allo stesso periodo del 2017. Lo rende noto l’Enac, che ha pubblicato i dati sui singoli scali sul portale www.enac.gov.it. I passeggeri transitati nell’aeroporto Fontanarossa di Catania dall’1 gennaio al 31 marzo 2018 sono stati 1.721.902, con un aumento del 6,5% rispetto allo stesso periodo del 2017. passeggeri transitati nell’aeroporto Pio La Torre di Comiso dall’1 gennaio al 31 marzo 2018 sono stati 80.055, con un aumento del 3,5% rispetto allo stesso periodo del 2017. I passeggeri transitati nell’aeroporto di Lampedusa dall’1 gennaio al 31 marzo 2018 sono stati 17.600, con un aumento del 4% rispetto allo stesso periodo del 2017. I passeggeri transitati nell’aeroporto di Pantelleria dall’1 gennaio al 31 marzo 2018 sono stati 18.003, con un aumento del 5% rispetto allo stesso periodo del 2017....

Leggi tutto
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com