Turismo, 21 mln in viaggio per vacanze
Ago07

Turismo, 21 mln in viaggio per vacanze

Sono 21 milioni gli italiani in viaggio per concedersi almeno un giorno di vacanza fuori casa nel mese di agosto nell’estate 2018. È quanto emerge da un’analisi Coldiretti/Ixe’, nel primo giorno dell’estate da bollino nero in cui è prevista il maggior esodo sulle strade per le partenze delle vacanze. Quest’anno sembra dunque essere confermata – sottolinea la Coldiretti – l’abitudine, tutta nazionale, di concentrare le partenze nel mese di agosto, che è di gran lunga il più gettonato dell’estate. Complessivamente si registra un aumento dell’1% degli italiani in viaggio che nell’88% dei casi hanno scelto di rimanere nei confini nazionali. A differenza del passato quasi la metà degli italiani in vacanza (49%) ha scelto la prenotazione on line che ha raggiunto il massimo storico di sempre, secondo l’indagine Coldiretti/Ixe’ dalla quale si evidenzia il profondo cambiamento nelle abitudini degli italiani che sulla base dell’indicazioni della rete piu’ facilmente sono disponibili a cambiare mete e programmi. Secondo l’indagine il 32% dei vacanzieri prenota da solo sui siti web delle strutture recettive mentre il 17% usufruisce dei siti specializzati anche per contenere le spese con i prezzi che in alta stagione sono superiori anche del 30% per l’alloggio ma anche per il vitto e le attività ricreative. Se è il mare a fare la parte del leone per più di 6 italiani su 10 (62%), al secondo posto – precisa la Coldiretti si classificano  le città d’arte a pari merito con parchi, oasi, riserve e la campagna, seguiti dalla montagna. La durata media del tempo trascorso lontano da casa dai vacanzieri è quest’anno di 11,3 giorni e per quasi un italiano su quattro la durata – continua la Coldiretti – è compresa tra 1 e 2 settimane, ma c’è un fortunatissimo 2% che starà fuori addirittura oltre un mese. Le partenze – sottolinea la Coldiretti – sono condizionate dall’andamento climatico con il 74% degli italiani che guarda le previsioni meteorologiche per le vacanze. Tra gli obiettivi della vacanza c’è la ricerca della buona alimentazione con un terzo del budget destinato alla tavola per consumare pasti in ristoranti, pizzerie, trattorie o agriturismi, ma anche per cibo di strada o specialità enogastronomiche, con una decisa svolta verso prodotti ad alto valore salutistico. Il 34% dei vacanzieri – continua la Coldiretti – consuma pasti principalmente al ristorante durante la vacanza, il 9% in agriturismi, l’8% in pizzeria, anche se piu’ uno su quattro (il 26%) mangia a casa e non manca che sceglie paninoteche, fast food, cibi di strada e pranzi al sacco. Il 60% degli italiani in viaggio – riferisce la Coldiretti – ha scelto di alloggiare in case di proprietà, di parenti...

Leggi tutto

Turismo matrimoniale, Puglia, Calabria e Sicilia tra le più amate

Il turismo dei matrimoni e’ un business da 1 milione di presenze straniere e piu’ di 440 milioni di euro. In dieci anni il giro d’affari potrebbe decuplicare e raggiungere 3 miliardi di euro, se solo fosse piu’ coordinato e – soprattutto al Sud – ci fosse un’ottimizzazione delle infrastrutture. L’Italia e’ tra le mete preferite al mondo, un primato conteso solo dal Portogallo, dalla Francia e dalla Spagna, come ha scritto recentemente il Los Angeles Times. Saldamente in testa nelle mete piu’ ambite del Belpaese c’e’ la Toscana, che rimane la regione piu’ ambita per celebrare le nozze con il 31.9% delle preferenze, seguita dalla Lombardia al 16%, dalla Campania al 14.7%, dal Veneto al 7.9% e dal Lazio al 7.1%. Ma i super vip amano soprattutto il Sud, in particolare la Puglia, la Sicilia e la Calabria, sia per i loro paesaggi mozzafiato che per le location da “urlo”. A riprova di cio’, alcuni dei matrimoni vip piu’ sfarzosi si sono tenuti proprio in Puglia, come quello da 25 milioni di dollari di Renee Sutton, figlia del ricchissimo Jeff Sutton, o quello da 10 milioni di euro della figlia del magnate indiano dell’acciaio Pramod Agarwal, nel 2014. Il profilo di chi vuole sposarsi in Italia e’ medio-alto e non bada a spese, con una cifra media di circa 54.000 euro per cerimonia, come certifica il rapporto Destination Wedding in Italia, stilato del Centro studi turistici di Firenze (CST). Lo stesso rapporto indica anche le principali nazionalita’ di chi convola a nozze in Italia, con una netta prevalenza degli inglesi al 27.6%. Gli altri due gradini del podio sono occupati da altri Paesi anglosassoni come USA al 21.2% e Australia all’8.9%, mentre a seguire ci sono Germania al 5.3% e Canada al 4.5%. L’agenzia di comunicazione Klaus Davi and company, ha stilato una classifica delle mete piu’ ambite piu’ ambite dai turisti che desiderano sposarsi in Italia. Quest’anno il business tocchera’ i 700 milioni di euro Ecco le mete preferite secondo lo studio. BORGO EGNAZIA a Savelletri di Fasano, in Puglia, resort tra la Valle d’Itria e il Mar Adriatico, al primo posto con il 19% delle preferenze degli intervistati. CAPOFARO LOCANDA & MALVASIA a Malfa, in Sicilia (16% delle scelte): il resort sull’isola di Salina, di proprieta’ di Tasca d’Almerita (celebre casa vinicola), garantisce il fascino di soggiornare in un faro a picco sul mare, mangiando in un ristorante stellato e degustando vini d’eccellenza. PALAZZO DEL CAPO a Bonifati, in Calabria (14% dei voti): per chi desiderasse una location piu’ riservata, l’hotel Palazzo del Capo nel borgo marinaro di Cittadella del Capo (nei pressi di Cosenza). VILLA...

Leggi tutto
Turismo: Cna, Sicilia meta più ambita
Lug31

Turismo: Cna, Sicilia meta più ambita

Per le vacanze agosto sara’ un mese effervescente. Imprimera’ una decisa spinta al settore turistico nazionale e fara’ crescere il movimento economico grazie all’incremento dei turisti stranieri e soprattutto agli italiani che riscoprono l’Italia. Ovviamente, a meno di condizioni meteo avverse. A prevederlo e’ un’indagine condotta dal Centro studi CNA in collaborazione con CNA Turismo e commercio tra le imprese del settore aderenti alla Confederazione. Dall’indagine risulta che i turisti di agosto ammonteranno complessivamente a 14,6 milioni. Ottocentomila piu’ dello stesso mese del 2017. Una crescita di poco sotto il 5,8%. Una performance tanto piu’ rimarchevole in quanto segue anni segnati da costanti incrementi. L’aumento dei turisti ad agosto sara’ omogeneo. Gli italiani diventeranno 7,6 milioni, 500mila piu’ del 2017 (+7%). Gli stranieri sette milioni, 300mila piu’ del 2017 (+4,2%). Con una media di permanenza di otto notti le presenze degli italiani arriveranno a 61 milioni. Con una media di permanenza di sette notti le presenze degli stranieri saliranno a 49 milioni. Ad agosto il turismo alimentera’ un movimento economico di 10,2 miliardi: 5,7 miliardi dagli italiani piu’ 4,5 miliardi dagli stranieri. La vacanza al mare rimane la preferita dai turisti italiani. Seguita nell’ordine da citta’ d’arte, borghi, montagna, laghi, centri termali. Invertite le preferenze al vertice degli stranieri: in testa ci sono le citta’ d’arte. Alle spalle viene il mare. E poi borghi, laghi, centri termali e montagna. Per un movimento economico di 2,3 miliardi per le citta’ d’arte, di un miliardo per il mare, 700 milioni per i laghi e 500 milioni per la montagna. E’ la Sicilia la meta turistica piu’ ambita da italiani e stranieri. Sul podio l’accompagnano Puglia e Sardegna. Quindi, a completare la top ten: Marche, Emilia Romagna, Toscana, Veneto, Liguria, Lazio, Basilicata. Il settore extra-alberghiero attira la maggioranza dei turisti d’agosto: il 58% (alloggi in affitto il 32% e di proprieta’ il 26%) contro il 42% che preferisce alberghi, tradizionali o innovativi che siano, residence, campeggi, agriturismi. Il fai-da-te trionfa nelle modalita’ di organizzazione delle vacanze. Le prenotazioni tramite siti on line specializzati sono il 42%. Le prenotazioni dirette il 40%. E le agenzie di viaggio si aggiudicano la rimanente fetta del 18%. E’ Roma la regina turistica di agosto 2018. A incoronarla il turismo internazionale (e anche nazionale) che sta ricollocando l’Italia in cima all’immaginario mondiale. Firenze e Venezia le damigelle d’onore. A seguire per completare le “magnifiche dieci”, nell’ordine, Napoli, Milano, Verona, Genova, Torino, Ravenna e Pisa....

Leggi tutto
Msc Crociere: 440 mila  arrivi in Sicilia nel 2018, +14%
Lug27

Msc Crociere: 440 mila arrivi in Sicilia nel 2018, +14%

MSC Crociere nell’isola quest’anno movimentera’ oltre 440.000 crocieristi, in crescita del 14% rispetto al 2017. Le navi che toccano la Sicilia nel 2018 sono quattro, tra cui MSC Meraviglia e MSC Seaview, le unita’ piu’ grandi e avanzate della flotta di MSC Crociere, in grado di trasportare circa 6.000 passeggeri ciascuna, oltre a 1.500 persone di equipaggio. Secondo Leonardo Massa, Country Manager per l’Italia della societa’, “La Sicilia rappresenta, con le sue meravigliose attrazioni turistiche e culturali, un mercato strategico e molto attraente per MSC Crociere, dove operiamo tutto l’anno con ben quattro navi, che effettuano 98 scali su Palermo e Messina, assicurando al territorio un flusso turistico importante e regolare”. “Nel 2018 movimenteremo nei 15 porti italiani in cui scalano le nostre navi circa 3,4 milioni di passeggeri (+16% rispetto al 2017), con ben 763 scali (+12%)”, ha aggiunto Massa, spiegando che “per la prossima stagione e grazie all’arrivo di nuove navi nella nostra flotta, saremo in grado di incrementare ulteriormente questo trend positivo raggiungendo quasi 3,7 milioni di passeggeri, in crescita del 9% rispetto alla stagione in corso”....

Leggi tutto
Turismo: agosto low cost, Sicilia regina risparmio per case vacanza
Lug26

Turismo: agosto low cost, Sicilia regina risparmio per case vacanza

Nonostante agosto sia da sempre percepito come il mese in cui partire costa di piu’, per prenotare le proprie vacanze nel periodo piu’ caldo dell’anno non si deve per forza spendere una fortuna, almeno secondo la recente analisi di CaseVacanza.it, che ha studiato le prenotazioni effettuate sul sito per scoprire le 20 destinazioni italiane in cui l’affitto di una casa vacanza e’ costato di meno. In testa alla classifica delle mete estive dove ferie fa rima con risparmio c’e’ Palermo, in Sicilia. Chi ha scelto questa citta’ come destinazione per le proprie vacanze ha speso in media 390 euro a settimana per una casa vacanza per quattro persone a fronte di una spesa media nazionale in questo periodo di 730 euro. Ha investito poco di piu’ chi al Golfo di Palermo ha preferito il medio Adriatico: 395 euro la spesa media per una casa vacanza a Pineto, in provincia di Teramo. E Sicilia e Abruzzo non occupano solo i primi due posti del podio, ma sono anche le regioni che ospitano la maggior quantita’ di localita’ low cost nella classifica delle venti piu’ economiche. La Sicilia e’ in testa con ben sette destinazioni su venti, che registrano prezzi medi a settimana compresi tra i 390 e 510 euro: oltre a Palermo entrano nella top 20 Sciacca (Ag), Agrigento, Ispica (Rg), Marsala (Tp), Isola delle Femmine (Pa) e Milazzo (Me). Segue l’Abruzzo con quattro localita’ oltre a Pineto: Francavilla, (Ch), Silvi, Alba Adriatica e Martinsicuro, tutte in provincia di Teramo. Continuando a scorrere la classifica si scopre che la terza meta non e’ una localita’ di mare, bensi’ Torgnon, in Valle d’Aosta: qui chi ha prenotato una casa vacanza per quattro persone ha speso in media 420 euro a settimana. E la regione ospita anche un’altra meta low cost, Aosta, considerata spesso destinazione per i turisti high spender soprattutto nel periodo invernale, che si rivela invece un buon affare per il mese di agosto: qui una settimana in casa vacanza costa in media 520 euro. Completano la classifica due localita’ marchigiane, Fano (Pu) e Porto Recanati (Mc), Oristano, in Sardegna, Campiglia Marittima, nell’entroterra livornese, Cosenza in Calabria e Torre dell’Orso, in provincia di Lecce, l’ultima nella top 20 con una spesa a settimana di 530 euro per quattro persone. “Guardando alla classifica delle mete low cost per l’estate 2018 si puo’ individuare un trend interessante – spiega Francesco Lorenzani, CEO di Feries srl – Quello delle piccole localita’ che gravitano intorno a centri piu’ popolari: oasi di relax che il turismo delle case vacanza permette di scoprire risparmiando notevolmente sul soggiorno”....

Leggi tutto
31,5 mln per continuità territoriale su Comiso e Birgi, al via tavoli Regione-Mit
Lug26

31,5 mln per continuità territoriale su Comiso e Birgi, al via tavoli Regione-Mit

Accordo tra il ministero dei Trasporti e la Sicilia sul tema della continuità territoriale per gli aeroporti di Trapani e Comiso. Nel corso della riunione che si è svolta a Roma nella sale del ministero, a cui hanno partecipato i sottosegretari Michele Dell’Orco e Armando Siri, la Regione Sicilia, Enac e la direzione generale del Trasporto aereo del Mit hanno inoltre individuato l’ammontare delle risorse disponibili a carico dello Stato, pari ad oltre 31,5 milioni di euro, per l’attivazione dei nuovi collegamenti con gli aeroporti di Comiso e Trapani. La Regione si è quindi impegnata ad inviare al Mit entro domani, venerdì 27 luglio, le proposte operative da sottoporre alla Commissione europea per l’individuazione delle rotte e delle misure specifiche per il riconoscimento del principio di insularità. Dal canto suo il Mit ha confermato ampia disponibilità ad avviare tavoli di lavoro tecnici dedicati. La Regione si è inoltre impegnata a destinare gli stanziamenti alla copertura degli oneri di servizio per i suddetti aeroporti e ad ottemperare alla normativa che prevede che un terzo degli oneri sia a carico regionale, salvo ulteriori risorse aggiuntive che si renderanno...

Leggi tutto
Palermo. A Palermo approvato dopo dieci anni il Piano regolatore portuale
Lug23

Palermo. A Palermo approvato dopo dieci anni il Piano regolatore portuale

    Non solo progetti, ma immediata esecuzione delle opere. Questa la parola d’ordine con la quale l’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia occidentale, guidata da Pasqualino Monti, ha lanciato una vera e propria sfida di totale riqualificazione dei quattro porti che ricadono sotto la sua competenza, Palermo, Termini Imerese, Trapani e Porto Empedocle. E lo ha fatto non con documenti programmatori ma con le ruspe che in 9 mesi, tanti ne sono trascorsi dall’insediamento del nuovo presidente, hanno radicalmente trasformato il panorama portuale, procedendo alla demolizione di tutti gli insediamenti inutili, ma anche delle infrastrutture, come i vecchi silos granari, non coerenti con l’obiettivo di fare di Palermo (ma anche di Termini Imerese, Trapani e Porto Empedocle) uno dei principali hub passeggeri del Mediterraneo. Operazione questa che non solo ha attirato oggi a Palermo i decision makers delle principali compagnie crocieristiche e dei maggiori armatori di ferries, ma che sta portando a galla per la prima volta una potenzialità unica, quella di concentrare nello stesso porto crociere, ferries passeggeri e grande nautica. “Non parole, ma fatti”. E fatti significano sblocco dopo dieci anni del Piano regolatore di Palermo, superamento del contenzioso con il Comune e dissequestro della stazione marittima, demolizione dei silos, attivazione di finanziamenti per oltre 120 milioni, ma anche messa a punto dei nuovi piani regolatori di Trapani e Porto Empedocle, vecchi di oltre 50 anni. Inoltre definizione del concorso internazionale di idee per la realizzazione dei due terminal sul molo Piave e sul molo Sammuzzo vinto (in attesa delle procedure definitive) dallo studio Valle 3.0 di Roma. Coinvolgimento di due società europee (tedesche e finlandese) per la realizzazione del progetto di Smart Port. Pasqualino Monti ha quindi lanciato un vero e proprio appello alle grandi compagnie crocieristiche, assumendo impegni infrastrutturali a termine al quale i rappresentanti dei grandi gruppi crocieristici, Carnival (Costa), Msc e Royal Caribbean Cruise line hanno risposto...

Leggi tutto
Porto Hub Palermo, Eurispes presenta progetto di fattibilità
Lug19

Porto Hub Palermo, Eurispes presenta progetto di fattibilità

Martedi 24 luglio alle ore 16 a Palermo, presso la sala Alessi di Palazzo d’Orleans, Eurispes – l’Istituto di studi politici economici e sociali – presenterà il progetto di fattibilità tecnica ed economica del porto Hub di Palermo. Il progetto, che comprende la riqualificazione della foce del fiume Oreto e della costa sud orientale della città, interessa il golfo di Palermo da Sant’Erasmo ad Acqua dei Corsari. ‘Una straordinaria proposta per Palermo e per la Sicilia – spiega il presidente di Eurispes, Gian Maria Fara: un’opera che avrebbe un grande ritorno economico e che creerebbe le condizioni per un reale sviluppo del territorio e per la sua crescita sociale e occupazionale. Eurispes, a distanza di due anni dall’apertura di una sua sede in Sicilia, raccogliendo le indicazioni elaborate dal comitato scientifico isolano, offre il suo contributo, presentando questo progetto nella consapevolezza del carattere strategico di Palermo e della Sicilia, ben sapendo che non può esistere alcuna possibilità di sviluppo in assenza di infrastrutture e servizi adeguati’. L’area portuale è rappresentata da una piattaforma collegata con la costa all’altezza della Bandita e che forma con essa una baia larga circa 300 metri e lunga tre chilometri, destinata agli sport acquatici e con 200 posti per le imbarcazioni da diporto in transito. Lungo la baia sarà realizzata una grande spiaggia, in parte libera e in parte attrezzata e, a monte di essa, impianti sportivi all’aperto per 10 ettari, un parco urbano sul mare ed ampi spazi per il tempo libero con punti ristoro e negozi. Nello spazio compreso tra quest’area e la statale 113 verrà realizzata una strada panoramica che parte con un nuovo ponte sull’Oreto per giungere sino alla Bandita. A valle della strada una pista ciclabile ed una per il running lunghe tre chilometri che, attraverso un ponte ciclopedonale, arrivano al porto turistico. Il porto, che ha 9 km di banchine e un piazzale di circa 200 ettari, è un porto-canale con ingresso a nord-ovest e uscita a sud-est ed è direttamente collegato ad un retroporto di 100 ettari. Ha una profondità che va da 18,5 a 27 metri ed è dotato di tutti i servizi. Nell’area del retroporto sono stati previsti pure un hotel, un residence, un parcheggio multipiano e 8 mila metri quadrati destinati ad uffici. ‘Ciò che rende unica quest’opera strategica – commenta il progettista Giovan Battista Rubino, componente del comitato scientifico Eurispes Sicilia – è, in prima battuta, la sua posizione geografica che rende più economici i trasporti feeder che, attraverso le autostrade del mare, collegano a tutti i porti del sud Europa. Le sue caratteristiche tecniche, inoltre, ne fanno il porto più importante del Mediterraneo...

Leggi tutto
Assoturismo, raggiunto accordo per rinnovo contratto: previsti aumenti salariali
Lug19

Assoturismo, raggiunto accordo per rinnovo contratto: previsti aumenti salariali

Confesercenti ed i sindacati dei lavoratori Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e UILTucs hanno raggiunto l’accordo per il rinnovo del contratto nazionale del lavoro del settore Turismo. Il nuovo contratto, formalmente condiviso e sottoscritto ieri sera, fa riferimento ad un settore con oltre 1,5 milioni di addetti e più di 400mila imprese. È infatti l’unico contratto nazionale unitario del turismo che può essere applicato da tutte le tipologie di attività del comparto: agenzie di viaggio, ricettività alberghiera, campeggi, pubblici esercizi, ristorazione e stabilimenti balneari. Il nuovo accordo, che sarà operativo per i circa 400mila dipendenti delle 80mila imprese turistiche Confesercenti, prevede regimi salariali differenziati, tutti con decorrenza dal 1 gennaio 2018. Per i pubblici esercizi, la ristorazione e gli stabilimenti balneari l’aumento salariale lordo su base mensile per le figure inquadrate nel IV livello sarà suddiviso in cinque tranche da corrispondere entro il dicembre 2021, ed a regime raggiungerà i 100 euro; per il IV livello delle agenzie di viaggio l’aumento è di 88 euro su base mensile, ed è di 88 euro su base mensile anche per il IV livello del settore ricettivo-alberghiero ed i campeggi. Per alberghi e campeggi è prevista in aggiunta un’una tantum di 936 euro lordi, che verrà erogata in cinque rate. “Il nuovo contratto – spiega il presidente di Assoturismo Confesercenti Vittorio Messina – dà più certezze e stabilità alle imprese ed ai lavoratori, proseguendo allo stesso tempo nel necessario percorso di qualificazione di un settore che, se messo nelle giuste condizioni, ha ancora grandi possibilità di sviluppo. L’accordo di rinnovo prevede infatti per tutti i comparti importanti interventi in materia di flessibilità oraria, fondamentale per le PMI, di mercato del lavoro, di bilateralità e di assistenza sanitaria integrativa”. “Esprimiamo grande soddisfazione per essere riusciti, dopo una lunga trattativa, a chiudere un accordo per il rinnovo: il primo impegno che ho preso un anno fa, in occasione della mia elezione, e che sono felice sia ora stato raggiunto – dichiara la presidente di Confesercenti Patrizia De Luise -. Il turismo è uno dei settori più dinamici della nostra economia, e l’intesa con i rappresentanti dei lavoratori rafforza un comparto che caratterizza il Made in Italy e che, al netto dell’indotto, vale circa il 6% del nostro...

Leggi tutto
Airgest: assemblea approva il piano di risanamento, bilancio ed aumento di capitale
Lug19

Airgest: assemblea approva il piano di risanamento, bilancio ed aumento di capitale

L’assemblea dei soci di Airgest, la società di gestione dell’aeroporto Vincenzo Florio di Trapani Birgi, alla presenza del socio di maggioranza della Regione siciliana, ha deliberato l’approvazione del bilancio d’esercizio 2017 e il piano di risanamento, e ha deliberato altresì l’aumento del capitale sociale di cui, il socio Regione, ha già sottoscritto in sede di lavori assembleari la complessiva quota di 12 milioni e mezzo, tra valore nominale e sovrapprezzo azioni. Il risultato è stato salutato con soddisfazione dal presidente del cda di Airgest, Paolo Angius: «E’ la dimostrazione del buon lavoro fatto in questi mesi che ha rafforzato la fiducia degli azionisti e che ha permesso il risanamento della società e l’aumento del capitale»....

Leggi tutto
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com