Infratrutture: MIT, su Rg-Ct si lavora a cessione ad Anas
Mag16

Infratrutture: MIT, su Rg-Ct si lavora a cessione ad Anas

Il Cipe ha accolto con favore la nota informativa del Mit sull’autostrada Ragusa-Catania in cui si da’ notizia della disponibilita’, espressa dalla societa’ concessionaria Sarc Srl, di “verificare, nel periodo di costruzione, ipotesi alternative ritenute utili”. Lo rende noto il ministero delle Infrastrutture sottolineando che “in sostanza, nell’interlocuzione tra il gestore e Anas, e’ stata rilevata una apertura in vista della ‘cessione ad Anas’ stessa della progettazione e delle attivita’ connesse al collegamento autostradale Ragusa-Catania. Suddetta ipotesi – prosegue la nota informativa del Mit – comporta il superamento dello schema operativo di Convenzione e assicura la realizzazione dell’opera a totale carico delle finanze pubbliche, in coerenza con le indicazioni gia’ espresse dalle Amministrazioni nella precedente seduta Cipe”. “Questa soluzione – sottolinea il ministero – garantirebbe i medesimi tempi di sblocco ed esecuzione dei lavori, ma condurrebbe a un azzeramento delle tariffe. E dunque consentirebbe, dopo troppi anni di colpevole inerzia, di rendere davvero utile ai territori e sostenibile un’opera strategica per tutta la Sicilia sudorientale. Adesso “si procedera’ a valutare, in tempi ristretti, le possibilita’ di definizione dell’accordo” con il concessionario, conclude la nota informativa del Mit....

Leggi tutto
Comitato per rilancio aeroporti Trapani insediato alla Regione
Mag14

Comitato per rilancio aeroporti Trapani insediato alla Regione

Si e’ insediato a Palazzo d’Orleans, a Palermo, il Comitato tecnico-istituzionale consultivo, nominato e coordinato dal presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, per individuare le possibili strategie di rilancio dell’aeroporto di Trapani Birgi. A partecipare all’incontro, oltre al governatore, gli assessori all’Economia Gaetano Armao e al Turismo Sandro Pappalardo, Michele Bufo in rappresentanza dell’Airgest la societa’ di gestione dello scalo, i sindaci di Trapani e Marsala Giacomo Tranchida e Alberto Di Girolamo, il commissario del Libero consorzio comunale Raimondo Cerami, il presidente della Camera di commercio di Trapani Giuseppe Pace, il presidente del Distretto turistico Sicilia occidentale Rosalia d’Ali’, i capi di Gabinetto del presidente della Regione Carmen Madonia e dell’assessore alle Infrastrutture Ettore Foti e il coordinatore della Segreteria tecnica di Palazzo d’Orleans Giacomo Gargano. Il presidente Musumeci ha voluto ascoltare i vari componenti del Comitato in vista del confronto con la Gesap – che gestisce lo scalo aeroportuale di Palermo – previsto nelle prossime ore per affrontare il tema di possibili sinergie tra i due aeroporti. Nel corso della riunione e’ stata messa in evidenza la grave crisi che da anni attanaglia lo scalo di Birgi e la soluzione concreta individuata e’ quella di arrivare a una societa’ unica per il sistema aeroportuale per la Sicilia occidentale. “Abbiamo mantenuto l’impegno assunto a Erice, in occasione degli Stati generali del turismo – sottolinea Musumeci – la volonta’ del mio Governo e’ quella di adoperarsi per il riordino del sistema aeroportuale dell’Isola e stiamo lavorando in questa direzione. Siamo convinti che la crisi economica dovuta al depotenziamento di Birgi colpisca non solo le attivita’ imprenditoriali del Trapanese, ma anche quelle di Palermo e Agrigento e quindi dell’intero comprensorio della Sicilia occidentale. In questa logica, la ripresa dell’operativita’ dello scalo costituisce un obiettivo irrinunciabile”....

Leggi tutto
Distretti del Cibo, nasce il Comitato per il Distretto delle Filiere del Cibo Siciliano
Mag14

Distretti del Cibo, nasce il Comitato per il Distretto delle Filiere del Cibo Siciliano

Un Distretto del Cibo che metta al centro le filiere produttive strutturate, le imprese che ne fanno parte, le produzioni di qualità ed i loro Consorzi di tutela, nel rispetto dell’ambiente, del territorio e dei consumatori. E’ questa la proposta che viene dall’ampio Comitato proponente il Distretto delle filiere del cibo siciliano, Distretto da costituire su base regionale fondato su alcuni principi chiave fondamentali: centralità delle imprese strutturate della filiera agroalimentare siciliana; valorizzazione dell’agroalimentare regionale secondo principi di inclusione territoriale, sociale ed ambientale e sulla base di strategie della green e blue economy; centralità della valorizzazione delle produzioni di qualità riconosciute (Dop, Igp, Bio, Doc, Igt, Pat, ecc.) fresche e trasformate; valorizzazione delle risorse turistiche collegate ai territori di produzione rappresentati secondo principi di Turismo Relazionale Integrato; tracciabilità e salubrità alimentare mirate alla più ampia tutela e protezione della salute dei consumatori, a partire dalla refezione pubblica; supporto alle forme aggregate (Distretti, OP, Cooperative, Consorzi, reti, ecc); supporto alla commercializzazione attraverso strategie di filiera corta ed internalizzazione; rispetto della legalità e dell’etica; visione apartitica nella gestione e programmazione delle attività; coinvolgimento delle rappresentanze agricole, dei GAL di riferimento territoriale delle filiere rappresentate, degli istituti di ricerca scientifica e degli enti locali. Stiamo parlando di migliaia di aziende ed enti già soci o partner dei Distretti coinvolti e di un’ampia rappresentanza territoriale che potrà certamente crescere all’interno di un percorso snello ed efficace.  Il Comitato proponente sottolinea la necessità, nella creazione di un Distretto del Cibo, di dare alle imprese dell’agroalimentare siciliano un ruolo centrale, garantendo l’impegno di ogni filiera al confronto con la propria base, la costituzione di una struttura giuridica semplice di rappresentanza e coordinamento; l’individuazione di una figura tecnica superpartes con l’incarico di coordinare la preparazione della documentazione necessaria perla presentazione dell’istanza all’Assessorato Agricoltura e di perfezionare tutto l’iter previsto dalla normativa.  A tal proposito, il Comitato avanza anche un’ipotesi di possibile struttura di governance del Distretto, snella ed esercitata dai rappresentanti dalle filiere strutturate, con l’idea di aprire ad altre filiere produttive e alle rappresentanze dei consumatori e della società civile impegnate sul fronte della tutela e della valorizzazione del territorio, con molte delle quali siamo già in contatto e hanno mostrato interesse e disponibilità.  Distretto Agrumi di Sicilia Distretto della Pesca e della Crescita Blu Distretto del Ficodindia di Sicilia (ex sud Simeto) Distretto Ortofrutticolo di Qualità del Val di Noto Aiab Biodistretto Valle del Simeto Coordinamento regionale della filiera frutta in guscio Consorzio Mandorla di Avola Consorzio di Tutela del Pomodoro di Pachino IGP FAI-Giardino della Kolymbethra Rete Fattorie Sociali Sicilia Associazione nazionale bioagricoltura sociale...

Leggi tutto
Mario Mega presidente Autorità portuale dello Stretto
Mag08

Mario Mega presidente Autorità portuale dello Stretto

“Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha individuato nell’ingegner Mario Paolo Mega la persona a cui affidare il ruolo di presidente della Autorita’ di Sistema Portuale dello Stretto”. E’ quanto si legge in una nota del Mit, che sottolinea come “grazie a questa nomina la 16esima autorita’ portuale diventa cosi’ pienamente operativa”. “La scelta, notificata alle due Regioni coinvolte per l’intesa – prosegue la nota -, arriva al termine della procedura di raccolta di manifestazioni di interesse avviata lo scorso 6 marzo, ed e’ maturata dopo una lunga e attenta valutazione dei numerosi curricula giunti al Mit”. “Mega – evidenzia la nota del Mit – ha una comprovata esperienza non solo nel settore dell’economia dei trasporti e portuale, ma nello specifico all’interno di un’autorita’ portuale. E’ infatti un ingegnere dalla indiscutibile professionalita’, attualmente dirigente tecnico del servizio infrastrutture, innovazione tecnologica e pianificazione strategica dell’autorita’ portuale di Bari, istituzione per cui lavora dal 2003. Negli anni e’ stato, tra le altre cose, anche componente del Comitato tecnico di Assoporti per le materie dell’innovazione tecnologica e la creazione di sistemi Its”. “Con la scelta del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti la 16esima Autorita’ di distretto portuale potra’ operare per garantire il giusto rilancio ai porti di Messina, Milazzo, Tremestieri, Villa San Giovanni e Reggio Calabria, che le fanno capo, e lo sviluppo dell’economia dell’area strategica dello Stretto”, conclude la nota del Mit....

Leggi tutto
Trasporti, nasce a Palermo la nuova Amat. Avrà un capitale di 36 mln
Mag07

Trasporti, nasce a Palermo la nuova Amat. Avrà un capitale di 36 mln

E’ nata la nuova Amat. Si e’ svolta, stamane, l’assemblea dei soci dell’azienda di trasporto pubblico di Palermo alla presenza dell’assessore alla Mobilita’ Giusto Catania, del collegio sindacale e del consulente incaricato al Piano di risanamento, Michele Di Chiara, che ha dato il via alla nuova vita dell’azienda con circa 36 milioni di capitale sociale – in attesa di una successiva ricapitalizzazione – avendo provveduto all’eliminazione di tutte le perdite e disallineamenti pregressi dal 1999 per circa 69 milioni di euro. Con il via libera all’operazione, il passo successivo sara’ l’approvazione del Piano di risanamento e del fabbisogno di personale. Piano che l’assessore Catania ha avuto modo di apprezzare, suggerendo input operativi e affinamenti, tenendo conto anche delle proposte avanzate dai sindacati. Il Piano a breve, con le opportune integrazioni, passera’ al vaglio della giunta comunale e, successivamente, dall’assemblea dei Soci per l’approvazione. “Ci avviamo verso un nuovo percorso che portera’ l’azienda ad essere piu’ competitiva, grazie alla pianificazione nell’ottica del risanamento – dicono l’assessore Catania e l’amministratore unico di Amat, Michele Cimino -. C’e’ molto entusiasmo per i passi avanti che si stanno concretizzando – concludono Catania e Cimino – Oggi, c’e’ la necessita’ di offrire un servizio al passo con i tempi e a misura di cittadino e dei tanti turisti che visitano la citta’”....

Leggi tutto
Sullo Stretto di Messina operative le navi di Blu Jet (Rfi)
Mag02

Sullo Stretto di Messina operative le navi di Blu Jet (Rfi)

Da ieri e’ operativa Blu Jet, la nuova societa’ controllata da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane), creata per rafforzare il sistema di attraversamento dello Stretto garantendo il collegamento navale dei passeggeri tra Messina, Villa San Giovanni e Reggio Calabria. E’ stato il Tindari Jet, partito ieri alle 6.20 dal porto di Messina e diretto a Villa San Giovanni, a effettuare la prima corsa per Blu Jet, e a sancire il passaggio di consegne da Bluferries, l’altra societa’ del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane operante nel settore del trasporto marittimo, fino a ieri titolare del servizio passeggeri. Il nuovo assetto del sistema di attraversamento dello Stretto prevede, adesso, oltre a Blu Jet per i passeggeri, le navi di RFI per i treni a lunga percorrenza e le navi bidirezionali di Bluferries per gli autoveicoli e i mezzi pesanti. (ITALPRESS)....

Leggi tutto
Fusione Palermo-Birgi, Orlando apre spiraglio ‘ma prima Regione paghi debiti’
Apr17

Fusione Palermo-Birgi, Orlando apre spiraglio ‘ma prima Regione paghi debiti’

Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando apre alla fusione tra gli aeroporti di Palermo e Trapani. “Possiamo raggiungere tutti gli accordi operativi possibili, come si fa tra persone che hanno un obiettivo comune, ma piuttosto chiediamo alla Regione di affrontare il problema finanziario di Birgi perchè lo scalo appartiene a lei”, ha detto il primo cittadino a margine della firma del protocollo d’intesa sulla legalità tra la prefettura e la Gesap, secondo quanto riporta repubblica.it. “La città metropolitana di Palermo negli anni passati ha affrontato un problema finanziario con un dissanguamento che è servito alla ricapitalizzazione di Gesap – ha ricordato Orlando – e questa società ormai da cinque anni non chiede più un euro e si autofinanzia in tutti i suoi considerevoli...

Leggi tutto
A “Sicily by Car” riconoscimento Cribis Prime Company
Apr15

A “Sicily by Car” riconoscimento Cribis Prime Company

Cribis, societa’ specializzata nella fornitura di business information su imprese italiane ed estere, ha assegnato a Sicily by Car il riconoscimento Cribis Prime Company, attribuendole il massimo livello di affidabilita’ come controparte di una transazione commerciale BtoB. Fondata nel 1963 da un’idea di Tommaso Dragotto, attuale presidente della Compagnia, Sicily by Car e’ oggi l’unica societa’ di autonoleggio internazionale a capitale interamente italiano. L’azienda vanta una flotta di oltre 20.000 veicoli, piu’ di 55 uffici sull’intero territorio italiano, 4 uffici diretti in Albania e circa 500 collaboratori. Cribis attribuisce questo riconoscimento utilizzando il Cribis D&B Rating, un indicatore sintetico che, sulla base di un algoritmo statistico, misura la probabilita’ che un’azienda generi gravi insoluti commerciali. Per il calcolo vengono utilizzate nume rose variabili, tra cui informazioni anagrafiche, indici e dati di bilancio, anzianita’ aziendale, esperienze di pagamento, presenza di informazioni negative. “Siamo soddisfatti del riconoscimento – afferma Dragotto – il Cribis Prime Company e’ un importante attestato che certifica il nostro impegno sia verso gli stakeholders del settore come broker, tour operator, agenzie di viaggio, case automobilistiche, aziende e fornitori, sia verso il cliente finale con il quale abbiamo stretto un patto di responsabilita’ per un servizio sempre piu’ puntuale e trasparente”....

Leggi tutto
Aeroporti: progetto nel cuore della Sicilia, magnate australiano costituisce società
Apr15

Aeroporti: progetto nel cuore della Sicilia, magnate australiano costituisce società

L’idea e’ di creare un aeroporto intercontinentale nel cuore della Sicilia, in territorio di Centuripe. Un progetto di cui si e’ parlato nel corso di una conferenza stampa all’Universita’ Kore di Enna. Con l’occasione e’ stata presentata la societa’ di nuova costituzione “Victoria Aviation Group”, voluta dal magnate australiano Peter Iellamo. Erano presenti, tra gli altri, il presidente del Cda, Maurizio Severino; Salvatore La Placa, rappresentante del capitale; il presidente della Kore, Cataldo Salerno; Elio Galvagno, sindaco di Centuripe; e Carmelo Scravaglieri, sindaco di Catenanuova. Nel corso dell’incontro e’ stato sottolineato che non si tratta di un nuovo aeroporto, ma di un ampliamento dello scalo di Catania con tante novita’. Ampliamento, la cui progettazione, vedra’ protagonista l’Universita’ Kore di Enna. E’ stato, inoltre, spiegato che la realizzazione di una pista di almeno 4/5 chilometri consentira’ l’atterraggio di voli cargo e jumbo per le merci ed i turisti. Previsto anche un centro di manutenzione dei velivoli, con una stazione di rimessaggio e autofficina degli aerei, unico in Italia, e, ovviamente, tutte le infrastrutture viarie di collegamento con l’aeroporto di Catania. “Il costo previsto, che oscilla tra 1-1,5 miliardi di euro sara’ coperto esclusivamente da capitali privati”, e’ stato puntualizzato. “Una staordinaria opera che – e’ stato evidenziato -, al netto della manodopera per la realizzazione dei lavori, dovrebbe dare occupazione a piu’ di 2 mila persone. Un eccezionale volano di sviluppo per l’intera Sicilia, e finalmente anche per l’entroterra, che naviga agli ultimi posti nel settore turistico”....

Leggi tutto
Aeroporti, migliorare i collegamenti Palermo-Trapani. Incontro operativo Gesap-Airgest.
Apr08

Aeroporti, migliorare i collegamenti Palermo-Trapani. Incontro operativo Gesap-Airgest.

Migliorare i collegamenti tra gli aeroporti di Palermo e Trapani e incentivare la promozione anche turistica dei territori della Sicilia occidentale. Due temi che hanno riguardato il confronto tra Gesap e Airgest, le societa’ di gestione degli aeroporti di Palermo Falcone Borsellino e Trapani Birgi. All’incontro erano presenti il presidente e il direttore generale della Gesap, Tullio Giuffre’ e Natale Chieppa, e il presidente dell’Airgest, Paolo Angius. Le due societa’ di gestione si sono impegnate a trovare soluzioni operative con l’obiettivo di facilitare la mobilita’ dei viaggiatori in caso di voli dirottati da Palermo a Trapani e viceversa, coinvolgendo anche le societa’ di rent a car che operano nei due aeroporti. “C’e’ l’esigenza di un confronto su argomenti che riguardano il benessere dei passeggeri dei due aeroporti – ha detto Giuffre’ -. Entreremo nel merito di questi temi consentendo il confronto delle esperienze tra i nostri settori...

Leggi tutto
WP2FB Auto Publish Powered By : XYZScripts.com