Fusione Palermo-Birgi, Orlando apre spiraglio ‘ma prima Regione paghi debiti’
Apr17

Fusione Palermo-Birgi, Orlando apre spiraglio ‘ma prima Regione paghi debiti’

Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando apre alla fusione tra gli aeroporti di Palermo e Trapani. “Possiamo raggiungere tutti gli accordi operativi possibili, come si fa tra persone che hanno un obiettivo comune, ma piuttosto chiediamo alla Regione di affrontare il problema finanziario di Birgi perchè lo scalo appartiene a lei”, ha detto il primo cittadino a margine della firma del protocollo d’intesa sulla legalità tra la prefettura e la Gesap, secondo quanto riporta repubblica.it. “La città metropolitana di Palermo negli anni passati ha affrontato un problema finanziario con un dissanguamento che è servito alla ricapitalizzazione di Gesap – ha ricordato Orlando – e questa società ormai da cinque anni non chiede più un euro e si autofinanzia in tutti i suoi considerevoli...

Leggi tutto
A “Sicily by Car” riconoscimento Cribis Prime Company
Apr15

A “Sicily by Car” riconoscimento Cribis Prime Company

Cribis, societa’ specializzata nella fornitura di business information su imprese italiane ed estere, ha assegnato a Sicily by Car il riconoscimento Cribis Prime Company, attribuendole il massimo livello di affidabilita’ come controparte di una transazione commerciale BtoB. Fondata nel 1963 da un’idea di Tommaso Dragotto, attuale presidente della Compagnia, Sicily by Car e’ oggi l’unica societa’ di autonoleggio internazionale a capitale interamente italiano. L’azienda vanta una flotta di oltre 20.000 veicoli, piu’ di 55 uffici sull’intero territorio italiano, 4 uffici diretti in Albania e circa 500 collaboratori. Cribis attribuisce questo riconoscimento utilizzando il Cribis D&B Rating, un indicatore sintetico che, sulla base di un algoritmo statistico, misura la probabilita’ che un’azienda generi gravi insoluti commerciali. Per il calcolo vengono utilizzate nume rose variabili, tra cui informazioni anagrafiche, indici e dati di bilancio, anzianita’ aziendale, esperienze di pagamento, presenza di informazioni negative. “Siamo soddisfatti del riconoscimento – afferma Dragotto – il Cribis Prime Company e’ un importante attestato che certifica il nostro impegno sia verso gli stakeholders del settore come broker, tour operator, agenzie di viaggio, case automobilistiche, aziende e fornitori, sia verso il cliente finale con il quale abbiamo stretto un patto di responsabilita’ per un servizio sempre piu’ puntuale e trasparente”....

Leggi tutto
Aeroporti: progetto nel cuore della Sicilia, magnate australiano costituisce società
Apr15

Aeroporti: progetto nel cuore della Sicilia, magnate australiano costituisce società

L’idea e’ di creare un aeroporto intercontinentale nel cuore della Sicilia, in territorio di Centuripe. Un progetto di cui si e’ parlato nel corso di una conferenza stampa all’Universita’ Kore di Enna. Con l’occasione e’ stata presentata la societa’ di nuova costituzione “Victoria Aviation Group”, voluta dal magnate australiano Peter Iellamo. Erano presenti, tra gli altri, il presidente del Cda, Maurizio Severino; Salvatore La Placa, rappresentante del capitale; il presidente della Kore, Cataldo Salerno; Elio Galvagno, sindaco di Centuripe; e Carmelo Scravaglieri, sindaco di Catenanuova. Nel corso dell’incontro e’ stato sottolineato che non si tratta di un nuovo aeroporto, ma di un ampliamento dello scalo di Catania con tante novita’. Ampliamento, la cui progettazione, vedra’ protagonista l’Universita’ Kore di Enna. E’ stato, inoltre, spiegato che la realizzazione di una pista di almeno 4/5 chilometri consentira’ l’atterraggio di voli cargo e jumbo per le merci ed i turisti. Previsto anche un centro di manutenzione dei velivoli, con una stazione di rimessaggio e autofficina degli aerei, unico in Italia, e, ovviamente, tutte le infrastrutture viarie di collegamento con l’aeroporto di Catania. “Il costo previsto, che oscilla tra 1-1,5 miliardi di euro sara’ coperto esclusivamente da capitali privati”, e’ stato puntualizzato. “Una staordinaria opera che – e’ stato evidenziato -, al netto della manodopera per la realizzazione dei lavori, dovrebbe dare occupazione a piu’ di 2 mila persone. Un eccezionale volano di sviluppo per l’intera Sicilia, e finalmente anche per l’entroterra, che naviga agli ultimi posti nel settore turistico”....

Leggi tutto
Aeroporti, migliorare i collegamenti Palermo-Trapani. Incontro operativo Gesap-Airgest.
Apr08

Aeroporti, migliorare i collegamenti Palermo-Trapani. Incontro operativo Gesap-Airgest.

Migliorare i collegamenti tra gli aeroporti di Palermo e Trapani e incentivare la promozione anche turistica dei territori della Sicilia occidentale. Due temi che hanno riguardato il confronto tra Gesap e Airgest, le societa’ di gestione degli aeroporti di Palermo Falcone Borsellino e Trapani Birgi. All’incontro erano presenti il presidente e il direttore generale della Gesap, Tullio Giuffre’ e Natale Chieppa, e il presidente dell’Airgest, Paolo Angius. Le due societa’ di gestione si sono impegnate a trovare soluzioni operative con l’obiettivo di facilitare la mobilita’ dei viaggiatori in caso di voli dirottati da Palermo a Trapani e viceversa, coinvolgendo anche le societa’ di rent a car che operano nei due aeroporti. “C’e’ l’esigenza di un confronto su argomenti che riguardano il benessere dei passeggeri dei due aeroporti – ha detto Giuffre’ -. Entreremo nel merito di questi temi consentendo il confronto delle esperienze tra i nostri settori...

Leggi tutto
Aeroporti: la Sac di Catania compra scalo di Comiso
Apr04

Aeroporti: la Sac di Catania compra scalo di Comiso

L’aeroporto ‘Fontanarossa’ di Catania ha comprato lo scalo di Comiso ‘Pio La Torre’, in provincia di Ragusa. La Sac, societa’ che gestisce l’aeroporto etneo ha acquisito il 100% di Intersac, societa’ che ha oltre il 65% di Soaco, proprietaria del ‘Pio La Torre’. Lo ha reso noto il presidente della Camera di commercio del Sud Est Sicilia, Pietro Agen, a margine del convegno ‘Il trasporto aereo nell’Europa delle Regioni: la rete aeroportuale della Sicilia”, organizzato dal centro studi Demetra in collaborazione con la Sac. “Ho una buona notizia – ha detto il presidente della Camera di commercio Sud-Est Sicilia – la Sac ha acquisito l’intero pacchetto azionario di Intersac. Un passo avanti per la rete aeroportuale. Un’operazione trasparente, un passo per crescere”. “Viviamo un momento di cambiamento epocale – ha aggiunto Agen – non ci facciamo colonizzare, ma stiamo soltanto facendo squadra: o cogliamo queste opportunita’ o siamo condannati alla marginalita’. Il collegamento tra gli scali e’ vitale perche’ la situazione e’ pessima”. “Questa e’ un’occasione – ha sostenuto Agen – e io ho avuto la fortuna di trovare una governance dell’aeroporto e soci coesi”. Nel sistema dei trasporti aerei, ha osservato Agen, “tutti vanno verso l’opzione di cessione del pacchetto di maggioranza”. E la Sicilia, ha sottolineato, “non cresce senza investimenti”. Mentre, ha concluso il presidente della Camera di commercio Sud-Est Sicilia “il sistema aeroportuale del Sud-Est puo’ diventare la Fiat dell’Isola” creando “posti di lavoro con i cantieri che saranno aperti”....

Leggi tutto
L’azienda messinese “Caronte&Tourist” collegherà Francia e Irlanda
Mar28

L’azienda messinese “Caronte&Tourist” collegherà Francia e Irlanda

L’azienda messinese Caronte e Tourist rafforza la propria flotta grazie ad un finanziamento da 34 milioni di euro, erogato da Banco BPM e garantito da SACE SIMEST (Gruppo CDP). La compagnia di navigazione privata attiva nel settore del trasporto marittimo di medio e corto raggio potra’ cosi’ acquistare un traghetto adibito al trasporto di veicoli su gomma e persone – che verra’ utilizzata da Irish Ferries per collegamenti fra l’Irlanda e la Francia. L’intervento del Polo SACE SIMEST e di Banco BPM permettera’ all’azienda messinese di ampliare la propria flotta guardando anche a tratte estere o internazionali. “L’acquisizione definitiva della Cartour Epsilon – ha dichiarato Rino Famiani, Amministratore Delegato di Caronte & Tourist – e’ un’ulteriore azione di consolidamento della flotta del Gruppo Caronte & Tourist, che si conferma una delle realta’ meridionali di maggior prospettiva nel mercato dello shipping”. Caronte & Tourist e’ una compagnia di navigazione privata, nata del 2003 dalla fusione delle due storiche societa’ di trasporti marittimi, la calabrese Caronte e la siciliana Tourist Ferry Boat, attive nel trasporto marittimo di medio e corto raggio. Nel corso degli ultimi anni il Gruppo ha ampliato la propria dimensione attraverso un processo di crescita, culminato nel recente ingresso nel capitale sociale del fondo internazionale Basalt Infrastructure Partners, specializzato sulle infrastrutture a livello globale e in particolare su energia, trasporti e utility. La partnership di carattere finanziario e industriale siglata con il Gruppo siciliano prevede un piano industriale che portera’ a un rinnovamento della flotta navale, con particolare attenzione alla sostenibilita’ ambientale....

Leggi tutto
Aeroporti: nel 2018 passeggeri +5,8%, Napoli +15,8%, Palermo +14,7%
Mar28

Aeroporti: nel 2018 passeggeri +5,8%, Napoli +15,8%, Palermo +14,7%

Continua il trend positivo di crescita del traffico aereo in Italia. Nel 2018 i passeggeri sono aumentati del 5,8% rispetto all’anno precedente e sono stati 184.810.849. L’aeroporto principale si conferma quello di Roma Fiumicino registrando quasi 43 milioni di passeggeri, con una crescita del 5% e con la quota del 23,2% del totale del traffico. Sul portale dell’ENAC, e’ disponibile da oggi la pubblicazione Dati di Traffico 2018. Questa la graduatoria dei primi 10 aeroporti per numero di passeggeri: 1. Roma Fiumicino, 42.896.831, +5%; 2. Milano Malpensa, 24.561.735, +11,5%; 3. Bergamo, 12.827.267, +4,9%; 4. Venezia, 11.092.525, +7,9%; 5. Napoli, 9.903.551, +15,8%; 6. Catania, 9.815.313, +8,7%; 7. Milano Linate, 9.187.120, -3,3%; 8. Bologna, 8.489.382, +3,8%; 9. Palermo, 6.601.472, +14,7%; 10. Roma Ciampino, 5.812.451, -0,7%. “Il trasporto aereo vale gia’ oggi quasi il 4% del Pil. E sappiamo quanto sia grande l’effetto moltiplicatore degli investimenti in questo comparto – commenta il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli -. Soltanto coniugando servizi di qualita’ e una sempre maggiore attenzione alla sicurezza, riusciremo a intercettare i nuovi flussi di traffico. Il nostro Paese ha una fortissima vocazione turistica che va ulteriormente esaltata con una rete efficiente di scali aeroportuali e un impegno dei concessionari a potenziare sempre piu’ le prestazioni degli asset in gestione”. “ENAC, in tal senso, gioca un ruolo decisivo e puo’ aiutare il trasporto aereo a ripensarsi nell’ottica di una sempre maggiore intermodalita’ ed efficienza logistica. Obiettivi primari per il mio ministero che punta a una valorizzazione massima, sotto ogni punto di vista, dei nostri splendidi territori”, aggiunge il ministro. “I dati di traffico del 2018 testimoniano ancora una volta quanto sia importante la crescita del settore e quanto il mercato italiano susciti un forte interesse nel panorama internazionale, caratterizzato da una forte competitivita’ – evidenzia il presidente dell’ENAC Nicola Zaccheo -. Lo sviluppo del comparto ha un peso fondamentale anche sull’economia nazionale, con importanti ricadute occupazionali dirette e indirette sul territorio. L’aumento dei passeggeri e del numero dei movimenti deve sempre essere coniugato, oltre che con la sicurezza, intesa come safety e come security, con la tutela dei diritti del passeggero e con la qualita’ dei servizi offerti dalle compagnie aeree e dagli aeroporti”. “Questi importanti risultati confermano che la crescita del traffico aereo in Italia procede a ritmi anche piu’ sostenuti rispetto ad altri Stati membri dell’Unione europea – sottolinea il direttore generale dell’ENAC, Alessio Quaranta -. Partendo da questo trend positivo e considerando anche le stime che prevedono che nel 2035 il nostro Paese accogliera’ complessivamente oltre 300 milioni di passeggeri, rivolgo un appello a tutti i protagonisti del settore affinche’ con una strategia condivisa,...

Leggi tutto
Fs, nel 2018 ricavi +30% a quota 12,1 mld
Mar26

Fs, nel 2018 ricavi +30% a quota 12,1 mld

Ferrovie dello Stato Italiane chiude l’esercizio 2018 con ricavi operativi superano per la prima volta nella storia del Gruppo i 10 miliardi, con un incremento complessivo di 2.785 milioni (+30% rispetto al 2017), e si attestano a 12,1 miliardi. L’Ebitda del Gruppo cresce attestandosi a 2,5 miliardi con un Ebitda margin del 20,5%, mentre l’Ebit si attesta 714 milioni nel 2018 pari a un Ebit margin del 5,9%.  Il risultato netto raggiunge i 559 milioni, con un incremento dell’1,3% in valore assoluto rispetto al risultato 2017 (552 milioni), incremento che supera il 30% se nel confronto si tengono presenti i valori depurati dalle operazioni non ricorrenti. Il Gruppo ha realizzato, in particolare nella seconda parte del 2018, un volume di investimenti tecnici pari a 7,5 miliardi (dei quali ben il 98% sul territorio nazionale). Il Gruppo rafforza ulteriormente il suo elevato livello di solidità finanziaria, con mezzi propri che a fine 2018 sfiorano i 41,8 miliardi (+3,1 miliardi sul 2017). La posizione finanziaria netta, che si attesta a 6,7 miliardi, migliora di 618 milioni rispetto al 31 dicembre...

Leggi tutto
Aeroporti: assemblea soci Sac conferma percorso privatizzazione
Mar26

Aeroporti: assemblea soci Sac conferma percorso privatizzazione

L’Assemblea dei soci della SAC, societa’ di gestione dell’aeroporto Fontanarossa di Catania, riunita stamani con il Consiglio di amministrazione, ha confermato l’intento di proseguire il processo di privatizzazione dello scalo. “Il percorso piu’ volte illustrato su grandi linee – si legge in una nota – oggi fa un passo avanti, con la scelta della modalita’ di cessione delle quote da parte dei soci”. Tra le varie possibilita’ presentate all’assemblea dall’amministratore delegato Nico Torrisi e’ stata preferita quella del trade sale (cioe’ la cessione a un partner privato selezionato con procedura ad evidenza pubblica). “Ipotesi, questa, vista favorevolmente da tutti i soci, previe le opportune verifiche ai fini di un approfondimento legislativo. L’indirizzo e’ quindi tracciato”, spiega la nota. All’Assemblea erano presenti i rappresentanti di tutti i soci: Pietro Agen (Presidente della Camera di Commercio del SudEst Sicilia), Salvo Pogliese, (sindaco di Catania e della Citta’ metropolitana), Carmela Floreno (Commissario del Libero Consorzio Comunale Siracusa) e Giovanni Perino (Irsap). Presente al completo anche il Consiglio di Amministrazione, composto dalla presidente Daniela Baglieri, dall’amministratore delegato Nico Torrisi e dai consiglieri Rosario Dibennardo Daniela La Porta, e Giovanni Vinci. Hanno partecipato anche i membri del Collegio sindacale. “Come Camera di commercio siamo sempre stati favorevoli alla privatizzazione, in primis perche’ apporta capitali al territorio e da’ rilancio all’intera Sicilia orientale e secondariamente perche’ tende a stabilizzare una governance che altrimenti e’ costantemente soggetta a evoluzioni di carattere politico ed elettorale – dichiara Pietro Agen -. La nostra Camera di Commercio ha dato disponibilita’ a vendere una quota della propria partecipazione fino a un massimo del 70%, e io ho mandato di procedere in questo senso”. Piu’ prudente Giovanni Perino, rappresentante di Irsap: “Siamo favorevoli al processo di privatizzazione – dice – ma, ovviamente, occorrera’ un confronto con la Regione alla quale l’ente che rappresento deve rispondere”. Sulla stessa linea d’onda la consigliera Carmela Florena (Libero consorzio Siracusa) che ha evidenziato la volonta’ di procedere con la privatizzazione, previa valutazione di alcuni elementi ancora da approfondire. Di strada obbligata ha parlato il sindaco Salvo Pogliese. “Innanzitutto – afferma – plaudo ai grandi risultati raggiunti dalla governance dell’aeroporto di Catania negli ultimi anni. Lo scalo cresce da tutti i punti di vista e proprio per questo necessita di investimenti aggiuntivi che in questo momento i soci non sono in condizioni di poter garantire. Credo che la privatizzazione, portata avanti con trasparenza e salvaguardia degli interessi del territorio, sia una strada coerente con quanto fatto in altri grandi aeroporti”....

Leggi tutto
Aeroporti, Toninelli: “Vendere le quote penso sia un grosso errore”
Mar26

Aeroporti, Toninelli: “Vendere le quote penso sia un grosso errore”

No alla privatizzazione degli aeroporti siciliani, piuttosto un modello di gestione unitaria con le sei infrastrutture che facciano rete tra loro. Una proposta emersa oggi pomeriggio nel corso del convegno “Aeroporti e aerei per la Sicilia”, promosso dal Movimento Cinque Stelle. All’incontro, che si è svolto nel Palazzo della Cultura, hanno preso parte il direttore generale dell’Enac, Alessio Quaranta, il ministro per le Infrastrutture e i Trasporti, Danilo Toninelli, il sottosegretario per i Rapporti con il Parlamento, Vincenzo Santangelo, il prefetto Claudio Sammartino e il sindaco Salvo Pogliese. Presente il deputato nazionale Luciano Cantone e una nutrita rappresentanza di parlamentari regionali del Movimento, tra i quali il capogruppo Francesco Cappello che ha introdotto il convegno (moderato dal giornalista Mario Barresi) e le deputate Stefania Campo e Valentina Palmeri, che hanno illustrato la proposta di legge del M5S per un nuovo modello di gestione aeroportuale. “Il processo di privatizzazione – ha spiegato Campo – non è del tutto corretto e c’è una norma nascosta nei quattro collegati alla Finanziaria regionale con la quale si chiede ai proprietari pubblici di società aeroportuali la vendita entro 90 giorni delle azioni, pena la decurtazione dei trasferimenti regionali. Perché indurre gli enti pubblici a vendere le quote? Noi proponiamo invece – ha proseguito Campo – mettere in rete sinergica tra loro i sei aeroporti siciliani, in una crescita integrata e con possibili specializzazioni. Sarà la nostra unica porta d’ingresso per superare l’isolamento  e restare autonomi dalle pressioni delle grandi compagnie internazionali, in una visione diversa, trasparente e lineare. Aprire le porte della Sicilia significa innescare politiche di sviluppo che tendano principalmente ad aumentare i flussi fino a farli raddoppiare, con costi decisamente più bassi”. “Una rete aeroportuale pubblica e una gestione unica regionale – ha sottolineato la deputata Valentina Palmeri – può meglio garantire, rispetto all’attuale sistema aeroportuale, dove aeroporti tra loro vicini spesso si fanno una concorrenza selvaggia a discapito dei piccoli aeroporti, obiettivi di sostenibilità ambientale, contrasto agli sprechi e una moderna ed efficiente modalità di trasporto, perfettamente integrata con il territorio e le sue vocazioni, ed in grado di favorire un armonico e sostenibile processo di crescita economica, sociale e turistica, in una logica di sistema”. Il ministro Toninelli, oggi in visita in Sicilia per dare avvio a diversi cantieri di opere pubbliche, ha sottolineato fortemente la necessità di “tornare a fare investimenti buoni in opere utili”. A proposito del trasporto aereo, ha detto, “la Sicilia ha un margine di crescita straordinaria e bisogna cogliere ogni possibilità di crescita e di sviluppo. Adesso è finito il tempo dei ritardi ed è finito il tempo in cui i concessionari decidevano le condizioni...

Leggi tutto
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com