Alitalia, aperta procedura cassa integrazione
Mag25

Alitalia, aperta procedura cassa integrazione

Alitalia ha inviato ai sindacati, alle associazioni professionali, al ministero dello Sviluppo Economico, al ministero del Lavoro e al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti una lettera per l’apertura della procedura di cassa integrazione straordinaria (CIGS). La procedura sarà aperta per tutto il personale della compagnia, di terra e di volo, “con un’applicazione inizialmente limitata in proporzione alle necessità operative e di gestione dell’azienda. Nella fase attuale, per il personale di terra la CIGS avrà un impatto pari al costo di 828 unità – spiega Alitalia in una nota -. Per quanto riguarda il personale navigante, invece, la cassa integrazione sostituirà il regime di solidarietà precedentemente in vigore e nella fase attuale avrà un impatto pari al costo dello stesso numero di piloti e assistenti di volo: fino a 190 piloti e 340 assistenti di volo. Questa misura, necessaria nell’attuale situazione della Compagnia, si inserisce nel pacchetto di misure che Alitalia sta adottando al fine di ridurre tutte le voci di costo e rendere così l’azienda quanto più possibile economicamente sostenibile ed efficiente”. La compagnia avvierà in tempi molto rapidi la prevista consultazione con i sindacati “allo scopo di illustrare e discutere le modalità applicative della CIGS”....

Leggi tutto
Aeroporti: Giuffrida “Per Comiso e Trapani valga risoluzione insularità”
Mag18

Aeroporti: Giuffrida “Per Comiso e Trapani valga risoluzione insularità”

“La Commissione europea ha approvato nuove deroghe agli aiuti di Stato. I governi potranno cosi’ investire nei piccoli porti e aeroporti senza chiedere il permesso a Bruxelles perche’ l’obiettivo e’ stimolare gli investimenti. Una buona notizia per piu’ di 400 piccoli aeroporti europei. E per Comiso e Trapani?”. A porre il problema e’ Michela Giuffrida, membro della Commissione Sviluppo regionale del Parlamento europeo. “Al momento – spiega l’eurodeputata siciliana – gli aeroporti di Comiso e Trapani verrebbero esclusi da questa esenzione alle regole sugli aiuti di Stato perche’ le nuove norme valgono per gli aeroporti con un traffico viaggiatori inferiore ai 3 milioni l’anno – e’ proprio il caso dei due scali siciliani – ma non si applicano agli aeroporti situati a meno di 100 chilometri di distanza da altri grandi aeroporti. E in questo caso si tratta di Palermo e Catania. L’orientamento della Commissione europea, oggi concretizzato nel provvedimento, era gia’ noto e proprio per questo – precisa Giuffrida – a giugno dell’anno scorso avevo organizzato un incontro a Bruxelles, invitando i vertici societari degli scali aeroportuali di Catania, Palermo, Comiso e Trapani, tutti presenti, per un proficuo confronto con le Istituzioni europee e la rappresentanza italiana presso l’Unione Europea”. “Proprio in quella occasione – continua Giuffrida – e’ emersa l’assoluta urgenza di superare le condizioni imposte dalla Commissione europea con una richiesta di deroga giustificata dalla collocazione degli aeroporti di Trapani e Comiso in una ‘regione remota e insulare’. Infatti, secondo la Risoluzione sulla Condizione di insularita’ approvata a grande maggioranza dal Parlamento europeo, di cui sono stata relatrice, le Isole soffrono di svantaggi ambientali e strutturali che richiedono interventi specifici e un regime particolare rispetto alle altre regioni piu’ centrali”....

Leggi tutto
Fusione Anas- Cas, Fit Cisl: appello all’Ars per soggetto unico
Mag16

Fusione Anas- Cas, Fit Cisl: appello all’Ars per soggetto unico

“La fusione fra Anas e Cas non può essere più rinviata, la nascita di un soggetto efficiente che possa gestire, mantenere e progettare una rete autostradale moderna, è urgente. Così facciamo appello al Parlamento regionale affinché voti senza pregiudizi il testo che ne sancisce l’istituzione”. Ad affermarlo sono Amedeo Benigno segretario generale Fit Cisl Sicilia e Domenico Perrone segretario Fit Cisl Ferrovie, in vista del voto in aula all’Ars del prossimo 18 maggio. “E’ necessario dunque un nuovo soggetto gestore della rete autostradale siciliana che possa progettare i tratti di interconnessione mancanti e che sappia dotare l’Isola di servizi efficienti, magari inserendo un pedaggio sociale”. Intanto cresce la tensione al Cas per via dei continui ritardi nel pagamento degli stipendi dei 350 lavoratori. In questo quadro, quello di un progetto di Trasporto integrato che colleghi tutta la regione, fondamentali risultano i servizi ferroviari, ribadisce il sindacato. “Non è più rinviabile la firma del contratto di servizio tra Trenitalia e Regione , anche perché ci risulta che dal primo giugno, se ciò non avverrà, i servizi potrebbero essere a rischio dato che l’Azienda ha annunciato il blocco della circolazione dei treni nell’Isola, e quindi appare inutile discutere di nuove tratte se non ci sarà un servizio, il contratto deve essere la priorità”. Il testo, aggiungono dalla Federazione Trasporti e Ambiente della Cisl,  “ deve prevedere da parte della Regione un corposo piano di investimenti sul materiale rotabile per un trasporto finalmente adeguato alle esigenze degli utenti, e un impegno a partire dal 2020 sull’incremento dei corrispettivi finanziando ulteriori chilometri-treno passando dagli attuali 9  milioni e mezzo a circa 11, (per un finanziamento di 83 milioni di euro dal 2020 al 2026),  contenendo così l’aumento delle tariffe” concludono  Benigno e...

Leggi tutto
Anas: presentato piano riqualificazione SS113
Mag08

Anas: presentato piano riqualificazione SS113

“Basta emergenze. L’obiettivo del Piano dell’Anas e’ di superare la logica dell’intervento emergenziale e porre un rimedio duraturo ai fini della viabilita’, della sicurezza e del comfort di guida”. Lo ha detto il presidente di Anas, Gianni Vittorio Armani, all’auditorium comunale di Gioiosa Marea, in provincia di Messina, presentando il Piano di salvaguardia e riqualificazione della strada statale 113 “Settentrionale Sicula”. Il tratto compreso tra Patti e Acquedolci, di circa 47 chilometri, rappresenta la zona piu’ critica, dove negli anni si sono verificati vari fenomeni di dissesto che hanno comportato lunghe chiusure al traffico. “E’ un pezzo d’Italia spettacolare, a complessita’ geologica elevata. E’ una delle strade piu’ belle d’Italia sia per i motociclisti, sia per chiunque l’attraversi – ha aggiunto Armani -. Vogliamo cambiare la storia di questa strada. L’arteria si presenta con tutte le criticita’ di una strada costruita sul mare. Su 375 chilometri quasi 310 sono di competenza Anas e di rilevanza nazionale e vogliamo ripristinare le condizioni di viabilita’. Le istituzioni sono in grado di risolvere i problemi e di fare rete. In un territorio ambientalmente protetto, tutte le competenze devono essere messe insieme per fare un Piano che anticipi l’emergenza. Il rischio dissesto deve essere prevenuto”. “Entro il 2018 – ha sottolineato Armani – dobbiamo avere chiari gli obiettivi. Su fondi, intorno a 1 milione di euro, subito disponibili abbiamo avviato attivita’ di ricognizione tecnico manutentiva dell’infrastruttura”. Dal 2009 ad oggi per ripristinare la circolazione stradale, l’Anas ha speso 11 milioni, tra interventi di manutenzione straordinaria e quelli eseguiti in somma urgenza, e’ stato puntualizzato....

Leggi tutto
Alitalia, Lufthansa smentisce di essere interessata a rilevarla
Apr27

Alitalia, Lufthansa smentisce di essere interessata a rilevarla

(askanews) – ha smentito di voler rilevare Alitalia. “Non ci apprestiamo ad acquistare Alitalia”, ha affermato il direttore finanziario del vettore tedesco, Ulrik Svensson, nel corso della teleconferenza sui dati di bilancio in merito alle indiscrezioni di stampa che parlavano di un interessamento verso la compagnia tricolore. (fonte...

Leggi tutto
Anas: accordo quadro per inerventi manutenzione, 2 ml per la Sicilia
Apr20

Anas: accordo quadro per inerventi manutenzione, 2 ml per la Sicilia

  E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 45 un accordo quadro triennale per servizi di progettazione relativi a interventi di manutenzione programmata, con un unico operatore per ciascuno degli otto lotti in gara. L’importo complessivo e’ di 16 milioni di euro, due milioni per lotto. L’obiettivo dell’accordo quadro e’ garantire la progettazione esecutiva relativa ai lavori di manutenzione programmata di ponti, viadotti e gallerie. L’appalto e’ suddiviso in 8 lotti, uno per ciascuno delle nuove macro-aree di Anas: Area Nord-Ovest (lotto 1); Area Nord-Est (lotto 2); Area Centro (lotto 3); Area Adriatica (lotto 4); Area Tirrenica (lotto 5); Area Calabria (lotto 6); Area Sardegna (lotto 7) e Area Sicilia (lotto 8). Nell’ambito di ogni singolo lotto saranno attivati servizi di progettazione esecutiva di strutture o parti di strutture in cemento armato, acciaio o muratura, di interventi di adeguamento, o miglioramento sismico, di risanamento o riparazione locale. Sono oggetto di accordo quadro anche la progettazione esecutiva di interventi su gallerie, opere in alveo e fondazioni speciali. Le procedure di appalto sono state attivate mediante un accordo quadro “che garantisce la possibilita’ di avviare i lavori con la massima tempestivita’ nel momento in cui si manifesta il bisogno, senza dover espletare ogni volta una nuova gara di appalto, consentendo quindi risparmio di tempo, maggiore efficienza e qualita’”, spiega l’Anas in una nota. Le offerte digitali dovranno pervenire sul Portale Acquisti di ANAS https://acquisti.stradeanas.it, pena esclusione, entro le ore 12.00 del giorno 19 maggio 2017. Per informazioni dettagliate su tutti i bandi di gara e’ possibile consultare il sito internet www.stradeanas.it alla sezione appalti....

Leggi tutto
Al via la progettazione delle nuove linee del tram a Palermo
Apr05

Al via la progettazione delle nuove linee del tram a Palermo

Entra nel vivo la fase della progettazione delle nuove linee del tram di Palermo che in futuro serviranno la citta’ lungo tre nuovi assi: dalla stazione centrale allo ZEN e Mondello, verso Bonagia e lungo la costa. La Giunta comunale ha approvato la delibera che definisce l’iter e le modalita’ di realizzazione del progetto, affidando all’Area delle infrastrutture l’avvio delle procedura internazionale che permettera’ prima di definire il progetto nella sua interezza, comprensivo del percorso definitivo delle nuove linee, e poi di individuare il soggetto incaricato della materiale realizzazione dell’opera. L’atto ripercorre il percorso fin qui seguito dall’Amministrazione e che ha permesso di ottenere gia’ un finanziamento di 200 milioni di euro (inserito nel Patto per Palermo, ndr) per le prime tratte e da’ mandato all’area tecnica di predisporre un bando che, in due fasi, permettera’ di giungere al progetto finale. Il bando, che prevede il ricorso allo strumento del concorso internazionale, prevedera’ due fasi: la prima (di idee) permettera’ di selezionare un massimo di 5 concorrenti ammessi alla fase successiva (di progettazione). Durante la prima fase, i concorrenti dovranno proporre all’Amministrazione anche il tracciato migliore, che sara’ votato e deciso dalla Giunta, ferme restando le direttrici gia’ individuate dal Piano regolatore dal centro verso nord (Zen e Mondello), dal centro verso Ovest (Bonagia) e lungo la costa Ulteriori bandi, di cui uno per l’assistenza tecnico-giuridico-economica al Responsabile Unico del Procedimento e uno per l’affidamento della progettazione esecutiva e dell’appalto dei lavori. Il primo bando, quello per il concorso di idee e per la progettazione, sara’ pubblicato entro la prossima settimana dall’Area delle Infrastrutture. “Alla vigilia dell’incontro del Comitato di controllo e gestione del Patto per il Sud che si svolgera’ a Palermo nei prossimi giorni con il Ministro De Vincenti – afferma il vice sindaco e assessore alle Infrastrutture Emilio Arcuri – l’Amministrazione conferma la velocita’ e operativita’ nei propri uffici per dare attuazione al piano che prevede di dotare la citta’ di sempre piu’ numerose linee di tram”. Per il sindaco Leoluca Orlando “si delinea sempre piu’ l’idea della citta’ del futuro, nella quale, grazie anche ad un diffuso sistema di trasporto su rotaia a ridottissimo impatto ambientale, tutte le periferie saranno velocemente collegate al centro, ridisegnando la geografia degli spostamenti urbani e dei servizi in una ottica di sostenibilita’ e vivibilita’. Quel che e’ piu’ importante e’ che non stiamo piu’ parlando di ipotesi o desideri, ma di concreti interventi che vedranno la luce nei prossimi anni grazie agli stanziamenti gia’ ottenuti dall’Amministrazione”....

Leggi tutto
Aeroporti: Aeronautica trasferisce a Sac di Catania terreno di 9 ha
Apr05

Aeroporti: Aeronautica trasferisce a Sac di Catania terreno di 9 ha

L’Aeronautica Militare ha trasferito alla Sac un terreno di 9 ettari e diversi beni immobili militari. Si tratta di un lotto di terreno su cui si trovano una caserma adibita ad alloggio per gli avieri, magazzini e locali tecnici per un totale di circa 55 mila metri cubi che costituivano il comando etneo dell’Aeronautica Militare prima che venisse trasferito a Sigonella. Il terreno e’ costeggiato dai binari della ferrovia RFI che lambiscono l’area aeroportuale e, nel futuro, garantiranno il collegamento dell’aeroporto con il trasporto pubblico di superficie su rotaia. L’accordo fra Ministero della Difesa ed ENAC/SAC prevede, da parte della societa’ di gestione, opere di riallocazione di funzioni a favore dell’Aeronautica Militare. Alla firma dell’accordo, fra Aeronautica Militare, Enac, Agenzie del Demanio e SAC, erano presenti fra gli altri i rappresentanti del Ministero, del Comando aeroporto di Sigonella, Vincenzo Fusco, direttore Enac dell’Aeroporto di Catania; Cetty Santillo responsabile dell’Agenzia del Demanio; la presidente di SAC, Daniela Baglieri, che ha firmato l’acquisizione, e l’amministratore delegato Nico...

Leggi tutto
Benigno confermato segretario Fit Cisl Sicilia
Apr04

Benigno confermato segretario Fit Cisl Sicilia

  E’ Amedeo Benigno, 58 anni ferroviere,  il segretario generale Fit Cisl Sicilia riconfermato oggi durate i lavori dell’undicesimo congresso del sindacato dei Trasporti e Ambiente che si è svolto al Mondello palace di Palermo , alla presenza del segretario Cisl Sicilia Mimmo Milazzo e del segretario nazionale Fit Cisl Antonio Piras. Confermata anche la sua squadra composta da Cettina Arduino, Dionisio Giordano e Domenico Perrone.  I servizi ferroviari ancora carenti, infrastrutture stradali da potenziare e completare, il Trasporto pubblico locale da riorganizzare, impianti dei rifiuti da realizzare e migliorare, il ciclo integrato dei rifiuti da rivedere, sono stati fra gli argomenti principali. “Per il rilancio della Sicilia, occorre urgentemente un’attenta politica dei trasporti che si concretizza nel Piano dei trasporti della Sicilia, solo così si può innescare un circolo virtuoso che partendo dagli investimenti infrastrutturali generi crescita e occupazione” ha affermato Benigno aprendo i lavori. Un punto della situazione sul futuro del trasporto ferroviario, su strada, marittimo, sul rilancio dei porti e aeroporti e dei servizi di raccolta rifiuti, al centro del congresso che ha riunito i 73 delegati del sindacato giunti da tutta la Sicilia. Sono circa 400 i treni del trasporto regionale ancora insufficienti per le esigenze dei viaggiatori. “Esiste solo una condizione per un serio sviluppo del trasporto ferroviario regionale in Sicilia: la firma del contratto di servizio fra Regione e Trenitalia che deve prevedere da parte della Regione un corposo piano di investimenti sul materiale rotabile (circa 262 milioni di euro) in grado di dotare la Sicilia di un trasporto ferroviario...

Leggi tutto
Stretto: insediato Comitato, Ardizzone “Piano trasporti omogeneo”
Mar30

Stretto: insediato Comitato, Ardizzone “Piano trasporti omogeneo”

  Si e’ insediato oggi a Palazzo Campanella di Reggio Calabria il comitato tecnico della Conferenza permanente Interregionale per il Coordinamento delle Politiche nell’Area dello Stretto. “E’ stata la prima e al tempo stesso proficua riunione di questo organismo istituito per offrire un supporto tecnico-scientifico alla Conferenza. Si tratta del passaggio naturale dopo l’approvazione della legge fortemente voluta nella consapevolezza della necessita’ di uno strumento propulsivo che funga da raccordo tra le Regioni Calabria e Sicilia per lo sviluppo di una realta’ strategica quale l’Area dello Stretto, e che non risponda solo a logiche politiche, ma anche naturali, di vocazione del territorio”, ha dichiarato il consigliere regionale Domenico Battaglia. Nella qualita’ di presidente dell’organismo, aprendo i lavori odierni, Battaglia ha rimarcato “l’alto profilo professionale e tecnico dei componenti il Comitato. Tutti- e questo e’ di buon auspicio- si sono dichiarati pronti ed entusiasti di offrire quel contributo fattivo e specialistico, tra l’altro a titolo gratuito, per realizzare al meglio spirito e contenuti della Conferenza che ha nell’attivita’ conoscitiva, propulsiva, consultiva e di monitoraggio i suoi tratti i tratti piu’ qualificanti del suo...

Leggi tutto
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com