Bcc Don Rizzo firma protocollo con Sicindustria per credito pmi
Giu19

Bcc Don Rizzo firma protocollo con Sicindustria per credito pmi

Banca Don Rizzo della Sicilia Occidentale tende una mano a micro, piccole e medie imprese associate a Sicindustria. E’ stato firmato da Nicola Colabella, vice presidente di Banca Don Rizzo e da Gregory Bongiorno, vice presidente di Sicindustria con delega per il credito, un accordo di collaborazione che consentirà alle imprese associate di usufruire di una serie di servizi specialistici utili al loro sviluppo e sostegno. In particolare, l’istituto di credito metterà a disposizione di micro, piccole e medie imprese, servizi specialistici, prodotti e linee di credito a breve, medio o lungo termine anche di natura agevolata o garantita. “In un momento di grande riordino del sistema bancario – ha detto Nicola Colabella, vice presidente di Banca Don Rizzo – il nostro istituto bancario conferma la sua vocazione cooperativistica ponendosi come una banca a servizio del territorio. Questa iniziativa vuole porsi come una mano tesa alle aziende, un modo di venire incontro alle loro esigenze e favorire il loro accesso al credito. Le nostre porte sono sempre aperte per le imprese che trovano, in un istituto bancario dalla lunga tradizione, un punto di riferimento per una consulenza, un supporto e un sostegno”. Il protocollo mette a disposizione delle imprese associate, oltre ad una serie di conti correnti dedicati, anche una gamma di prodotti che consentono di rispondere alle loro esigenze creditizie. Tra questi, ad esempio, il mutuo start-up che si rivolge a giovani imprenditori (fino a 40 anni di età) e mira a supportare l’idea imprenditoriale nella copertura degli investimenti materiali e immateriali e/o per la prima dotazione di capitale circolante ed esigenze di liquidità, finanziamenti per riqualificazione del patrimonio edilizio e la monetizzazione dell’incentivo fiscale, ma anche servizi e prodotti per le imprese che operano con l’estero: dal dopo incasso ai finanziamenti import ed anticipi export, dai crediti documentari al rilascio delle fideiussioni estere, nonché la possibilità di richiedere la garanzia SACE. E ancora la nuova Sabatini, una misura che sostiene le imprese che richiedono finanziamenti in nuovi beni strumentali, macchinari, impianti, attrezzature di fabbrica a uso produttivo e tecnologie digitali. La Banca, tramite partner qualificati, offre soluzioni per una rapida monetizzazione dei crediti fiscali vantati dalle pmi e inoltre si rende disponibile ad organizzare incontri specialistici in occasione dei quali mette a disposizione degli imprenditori i propri esperti. “Il problema dell’accesso al credito è molto sentito dalle nostre imprese e riuscire a trovare una banca che abbia una relazione diretta con il territorio è una conquista – ha dichiarato Gregory Bongiorno, vice presidente di Sicindustria-. L’aspetto più importante dell’accordo sottoscritto è, infatti, l’apertura di un canale preferenziale per le aziende associate per far sì che il muro...

Leggi tutto
Motori: accordo con Nissan, per Sibeg 110 Leaf e 8 colonnine ricarica
Giu13

Motori: accordo con Nissan, per Sibeg 110 Leaf e 8 colonnine ricarica

Nissan e Sibeg – imbottigliatore di Coca Cola per il mercato siciliano – accelerano la mobilita’ sostenibile in Sicilia, con un accordo che prevede la realizzazione di un ecosistema elettrico nella Regione Siciliana composto da veicoli e infrastrutture. Prende cosi’ il via la seconda fase del “Green Mobility Project”: 110 nuove Nissan LEAF 100% elettriche, che saranno utilizzate dai Sales Executive di Sibeg, e 8 nuove colonnine di ricarica rapida. L’iniziativa rientra nell’ambito della Nissan Intelligent Mobility, la roadmap strategica aziendale che si propone di ridefinire il modo in cui le auto sono guidate, alimentate e integrate nella societa’ per uno stile di vita piu’ sostenibile. Sibeg ha sottoscritto un accordo con ALD Automotive che, attraverso la formula E-go Noleggio a Lungo Termine, offre tutti i servizi e la gestione amministrativa delle auto. Attraverso la partnership con Enel X, la multinazionale del noleggio a lungo termine, offre soluzioni di mobilita’ integrata per la diffusione di una nuova mobilita’ senza pensieri e libera dalle emissioni. La collaborazione con Nissan permette inoltre di ampliare la rete di infrastrutture di Sibeg in tutta l’Isola, portandola cosi’ a 68 colonnine. Le nuove 8 postazioni di ricarica rapida, che consentono un “rifornimento” da zero all’80% in 40-60 minuti, si aggiungono alle 60, di cui 7 a ricarica veloce, gia’ installate da Sibeg in partnership con Enel. Grazie all’impegno di Sibeg, infatti, tutti i siciliani (quindi non solo i dipendenti dell’Azienda) possono utilizzare le colonnine di ricarica, che dal momento della loro installazione hanno totalizzato oltre 14.000 ricariche. “La presenza di nuove colonnine contribuira’ sicuramente all’ampliamento di un mercato, quello delle auto elettriche, in costante crescita”, si legge in una nota. Nel 2017 i veicoli elettrici immatricolati in Sicilia sono cresciuti del 135% rispetto all’anno precedente anche grazie al miglioramento della rete di ricarica: nel 2015, infatti, quando e’ partito il progetto, si contavano sul territorio siciliano solamente 3 colonnine, mentre oggi la Regione puo’ vantare 68 punti di ricarica grazie al “Green Mobility Project” di Sibeg. La nuova Nissan LEAF, il veicolo 100% elettrico piu’ venduto al mondo con oltre 320.000 clienti a livello globale, ha un’autonomia di percorrenza fino a 378 km (ciclo NEDC) ed e’ il primo veicolo Nissan a prevedere anche il nuovo ciclo di omologazione WLTP per un’autonomia fino a 389 km nel ciclo urbano e fino a 270 km nel ciclo combinato (citta’ e autostrada) con singola ricarica. La nuova Nissan LEAF e’ l’icona della “Nissan Intelligent Mobility”, la roadmap strategica che si propone di ridefinire il modo in cui i veicoli vengono guidati, alimentati e integrati nella societa’. Le nuove vetture elettriche sostituiscono le precedenti assegnate alla Field Force...

Leggi tutto
Imprese: Salerno (Sicindustria/Een) “Ecco le regole per avere successo nell’export”
Giu12

Imprese: Salerno (Sicindustria/Een) “Ecco le regole per avere successo nell’export”

Aumentare la propria visibilità sui social puntando su contenuti differenziati in base ai mercati target, pianificare la partecipazione a fiere internazionali, missioni, incoming, entrare e utilizzare al meglio la propria presenza sulle piattaforme e-commerce e sviluppare un follow up strategico post fiera. Si è parlato di questo stamattina presso la sede degli industriali siciliani in occasione del workshop “Come affrontare i mercati esteri attraverso la promozione digitale e la partecipazione a fiere” organizzato da Sicindustria/Enterprise Europe Network. Ad aprire i lavori è stato Nino Salerno, delegato all’internazionalizzazione di Sicindustria. Hanno partecipato: Giada Platania, Sicindustria/Enterprise Europe Network; Maurizio Tomalino, esperto in mercati internazionali; e Antonio Mercadante che da circa 20 anni assiste le imprese nella partecipazione alle fiere all’estero e nell’organizzazione di incoming e di incontri B2B. “Partecipare a una fiera – ha detto Salerno – sembra semplice, ma non lo è. C’è un attento lavoro di pianificazione e delle scadenze da rispettare per trasformare i contatti in contratti. Regole emerse oggi in maniera chiara e sulle quali Sicindustria, in qualità di partner di Enterprise Europe Network, sta lavorando per supportare le imprese che puntano sui mercati esteri”. Il prossimo appuntamento è previsto in Sicindustria, giovedì 28 giugno, per l’unica tappa italiana del roadshow internazionale di presentazione della piattaforma cinese...

Leggi tutto
Blutec: a Temini sarà prodotto mezzo commerciale a 3 ruote
Giu08

Blutec: a Temini sarà prodotto mezzo commerciale a 3 ruote

Blutec produrra’ nell’ex stabilimento Fiat di Termini Imerese 3-Ion, un nuovo cargo elettrico concepito per le consegne porta a porta. La produzione partira’ a inizio 2019. Il vano di carico puo’ trasportare fino a 70 chili mentre il telaio basculante con snodo meccanico brevettato consente una maggiore maneggevolezza del mezzo, permettendogli i caratteristici angoli “di piega” di uno scooter a due ruote. Tre ruote e freno di stazionamento regalano a 3-Ion una maggiore sicurezza durante le soste per carico e scarico. L’autonomia dichiarata e’ di 50 Km, la velocita’ massima raggiungibile e’ di 45 Km/h mentre i tempi di ricarica della batteria agli ioni di litio sono di 5 ore. I primi due esemplari sono “entrati in servizio” al Salone di Torino, presso il Parco del Valentino, per agevolare consegne e spostamenti dello staff all’interno dell’area dedicata....

Leggi tutto
Irsap, piattaforma informatica: gara aggiudicata da Rti guidato da “Arancia Ict srl” di Palermo
Giu08

Irsap, piattaforma informatica: gara aggiudicata da Rti guidato da “Arancia Ict srl” di Palermo

  Gestione delle istanze on line per l’assegnazione dei lotti destinati agli insediamenti produttivi, rilascio di nulla osta per via digitale, registro di protocollo giornaliero, servizi digitalizzati per i procedimenti amministrativi interni di delibere e determine. Sono alcune delle funzioni che svolgerà la piattaforma informatica che presto sarà implementata al servizio dell’IRSAP, Istituto regionale per lo sviluppo delle Attività produttive, per le imprese e gli insediamenti produttivi.  La commissione UREGA ha affidato l’appalto per la “Fornitura di un sistema informativo gestionale dei processi amministrativi interni e per la gestione automatizzata delle istanze”: ad aggiudicarsi la gara, a cui hanno partecipato quattro aziende con le rispettive offerte economiche, il raggruppamento temporaneo di imprese con la ditta ARANCIA ICT srl (Palermo) quale capogruppo, e la ditta INSIEL MERCATO SPA (Trieste) quale mandante, che ha presentato l’offerta economica con il maggiore ribasso pari al 3,559 per cento e quindi per un importo al netto di 189.000,25 euro (l’importo complessivo dell’appalto era di 201mila euro). La Commissione di Gara – costituita da componenti designati con sorteggio dall’UREGA di Palermo – al termine delle sedute pubbliche ha consegnato gli atti al responsabile del procedimento amministrativo per gli adempimenti successivi. Il progetto prevede la realizzazione di un portale di servizi alle imprese accessibile mediante il sito istituzionale dell’IRSAP, per offrire maggiore accessibilità e velocità nelle pratiche di rilascio di nulla osta e documenti finalizzati all’insediamento di attività produttive in linea con la mission dell’Ente. “La finalità è quella di migliorare l’offerta e velocizzare i servizi alle Imprese insediate o che intendono insediarsi negli agglomerati industriali di competenza dell’Ente, attraverso la gestione automatizzata delle istanze on line. Il portale, una volta operativo, dovrà consentire a tutti gli imprenditori, italiani ed esteri, di conoscere i servizi offerti dall’Ente, anche mediante la visualizzazione, su cartografie georeferenziate, di tutti gli immobili disponibili per la successiva assegnazione agli imprenditori che ne facciano richiesta – ha detto il commissario ad acta, Giovanni Perino -. Il sistema, inoltre, permetterà agli imprenditori di compilare digitalmente ed inviare direttamente le istanze di richiesta di immobili industriali mediante apposita modulistica semplificata con aiuti e delucidazioni sulla compilazione dei modelli di domanda in linea”....

Leggi tutto
Blutec: nuovo piano per Termini, Uilm “Ancora 3 incognite da sciiogliere”
Mag31

Blutec: nuovo piano per Termini, Uilm “Ancora 3 incognite da sciiogliere”

“Oggi Blutec ha presentato un nuovo piano industriale per Termini Imerese incentrato prevalentemente su produzioni elettriche del settore automotive, che assorbirebbe tutti i settecento lavoratori entro la fine del 2019. Ma la negoziazione con Invitalia e’ ancora in corso, in particolare sulle modalita’ di pagamento delle somme per cui e’ stata richiesta la restituzione”. Lo dicono Gianluca Ficco, segretario nazionale Uilm, responsabile del settore automotive, e Vincenzo Comella, segretario della Uilm di Palermo, al termine di un incontro tenutosi al ministero dello Sviluppo economico. “Purtroppo – commentano i sindacalisti della Uilm – si e’ trattato di un incontro interlocutorio. Abbiamo tre incognite da sciogliere: la soluzione positiva della discussione con Invitalia, la verifica della sostenibilita’ del piano industriale con un nuovo contratto di sviluppo, il riconoscimento degli ammortizzatori sociali anche nel 2019”. Prossimo incontro il 12 giugno....

Leggi tutto
Via ai progetti per il restyling delle zone industriali siciliane  di Ragusa, Siracusa, Enna e Agrigento
Mag30

Via ai progetti per il restyling delle zone industriali siciliane di Ragusa, Siracusa, Enna e Agrigento

Ragusa, Agrigento, Enna e Siracusa. Sono gli agglomerati industriali che nei prossimi mesi saranno interessati da importanti interventi di riqualificazione per migliorare lo stato delle strade e delle infrastrutture presenti negli agglomerati industriali. Sette in tutto i bandi aperti per l’affidamento degli appalti per riqualificare il sistema di viabilità interno e le infrastrutture delle zone industriali: 3 bandi riguardano l’agglomerato industriale di Modica-Pozzallo a Ragusa, 2 quello di Aragona-Favara ad Agrigento, 1 di Enna e 1 di Siracusa per una spesa complessiva dei lavori di 9 milioni e 415 mila euro. I bandi sono già stati pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana (n. 21 Parte II e III del 25 maggio 2018). Gli agglomerati di Ravanusa – Area del Salso e Aragona-Favara nell’agrigentino, Modica-Pozzallo nel ragusano, l’agglomerato ‘M’ di Lentini a Siracusa e Via Pasquasia ad Enna saranno interessati da cospicui interventi di restyling per migliorare le condizioni delle strade e delle vie d’accesso alle aree industriali per il miglioramento della vivibilità degli utenti dell’area e non solo. Nei progetti curati dall’IRSAP, Istituto Regionale per lo Sviluppo delle Attività Produttive, sono previsti, più in generale, interventi di irruvidimento e rifacimento del manto stradale, messa in sicurezza e adeguamento alle nuove norme sulle barriere di protezione, pavimentazione e segnaletica stradale verticale e orizzontale. Si tratta di interventi programmati con fondi del ‘Patto per lo sviluppo del Sud’ nell’ambito dei “Contributi agli investimenti e amministrazioni locali per la realizzazione dei progetti finanziati con le risorse del Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020 per gli interventi di infrastrutturazione e riqualificazione ambientale aree industriali” (ASI). L’affidamento avverrà mediante procedura aperta e con il criterio del miglior prezzo. “Lo sviluppo delle attività produttive passa anche dalla funzionalità delle aree industriali che servono le imprese insediate e il territorio circostante – ha detto l’Assessore regionale alle Attività produttive, Mimmo Turano – grazie agli interventi sulla viabilità e sulle infrastrutture finanziati dal Fondo di Sviluppo e Coesione – ‘Patto per il Sud’ sarà possibile rivitalizzare gli agglomerati industriali perché possano essere più fruibili oltre che maggiormente attrattivi per investimenti futuri e nuovi insediamenti produttivi”.  “I progetti di riqualificazione e messa in sicurezza della viabilità e delle infrastrutture messi a bando dall’IRSAP interessano i distretti industriali di Agrigento, Ragusa, Siracusa, Enna con alta densità di insediamenti produttivi, in aree che da tempo richiedono interventi di miglioramento strutturale e funzionale”, ha detto il Commissario ad acta IRSAP, Giovanni Perino. Ecco nel dettaglio i singoli progetti con gli importi destinati ai lavori: Riqualificazione, messa in esercizio e miglioramento funzionale della rete viaria dell’agglomerato industriale di Ravanusa – Area del Salso (AG) – AG001 (importo dei lavori 1.492.212). Riqualificazione e la messa in esercizio...

Leggi tutto
Ex Keller, Cisl , Fim e Fit  “si pensi al futuro dei lavoratori”
Mag25

Ex Keller, Cisl , Fim e Fit “si pensi al futuro dei lavoratori”

“Da troppi anni i circa 160 dipendenti ex Keller vivono nell’incertezza per via dei tanti progetti sfumati, e da più di sette mesi non percepiscono nemmeno la mobilità. La Regione si impegni per tutelare questi lavoratori rilanciando il settore del materiale rotabile, finora abbiamo assistito solo ad incontri senza soluzioni certe”.  A lanciare l’appello sono Ludovico Guercio segretario Fim Cisl Palermo Trapani e Stefano Ventimiglia Rappresentante Fim in Keller degli operai. “Viviamo nell’angoscia di un futuro assolutamente indefinito e incerto – spiega Ventimiglia – partecipiamo a tanti incontri ma ancora non c’è nessun piano di reindustrializzazione e per questo non si possono nemmeno chiedere gli ammortizzatori sociali”. Per gli ex operai da tempo si prospetta l’ipotesi di realizzare vagoni ferroviari, un accordo del 2015 aveva stabilito il passaggio a Trenitalia e Rfi di 105 lavoratori. Diversi incontri si terranno nelle prossime settimane, martedì a Roma fra il presidente della Regione Musumeci e il presidente di Trenitalia, mentre il 13 giugno a Palermo arriverà l’amministratore delegato di Rfi. “Siamo pronti a scendere in piazza se non ci saranno risposte, nemmeno dopo questi incontri. Dopo la firma del contratto di servizio con Ferrovie della scorsa settimana, la Regione dovrà acquistare più di 40 nuovi treni Alstom, si pensi a una soluzione che preveda l’inserimento degli ex Keller” spiegano Guercio e Ventimiglia. Dalla Federazione Trasporti della Cisl, la Fit, l’appello alla Regione, “Il governo regionale – Mimmo Perrone segretario Fit Cisl Ferrovie – deve prendere posizioni certe e ferme nei confronti di Trenitalia e Rfi, altrimenti la vertenza non potrà essere risolta. Faccia rispettare l’accordo del 2015 secondo il quale, in particolare,  Trenitalia doveva assumere 39 operai, ne ha richiamati solo 24, si proceda intanto con gli altri 15. All’interno del gruppo inoltre, manca il personale in diversi settori, si potrebbero dare riposte occupazionali e a tutti i lavoratori in attesa”. “A rischio – conclude Leonardo La Piana segretario Cisl Palermo Trapani  – oltre al futuro di 160 famiglie, anche quello di una intera area industriale, quella di Carini, fondamentale per il tessuto economico del palermitano, e del settore del materiale rotabile siciliano. Si riparta dal recupero della zona attraverso il riutilizzo delle aree cercando nuovi imprenditori interessati a investire. Così si potrebbero dare risposte agli operai in attesa e a un intero territorio colpito dalla crisi”....

Leggi tutto
Caso Montante: ex presidente Sicindustria trasferito in carcere
Mag24

Caso Montante: ex presidente Sicindustria trasferito in carcere

Inasprita la misura cautelare nei confronti dell’ex presidente di Sicindustria Antonello Montante. Questo pomeriggio gli uomini della Squadra Mobile lo hanno condotto nel carcere nisseno di Malaspina. Il provvedimento e’ stato emesso dal GIP su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia. L’arrestato e’ stato prelevato dall’abitazione di Serradifalco e condotto presso il carcere di Malaspina. “Le motivazioni che hanno indotto il GIP a inasprire la misura sono riconducibili alla grave condotta d’inquinamento di prove messa in atto dal Montante in occasione del suo arresto, avvenuto a Milano lo scorso 14 maggio. L’arrestato, infatti, nell’occasione, si barricava in casa per quasi due ore, non aprendo ai poliziotti e distruggendo documenti e circa ventiquattro pen drive”, si legge in una nota della polizia di stato di Caltanissetta. “Lo stesso tentava anche di disfarsi di altra documentazione che veniva pero’ rinvenuta e sequestrata dagli agenti della Squadra Mobile – continua la nota -. Parte della documentazione, infatti, e’ stata rinvenuta nel corso della minuziosa perquisizione, su di un pozzo luce su cui si affaccia il salone dell’abitazione di Montante. Alcune pen drive, dopo essere state messe in un sacchetto di plastica, erano state buttate dall’arrestato in un cortile adiacente al palazzo, ma anche queste erano state recuperate. Infine era stato recuperato anche uno zainetto, contenente altre pen drive e altra documentazione cartacea, del quale lo stesso si era disfatto nelle concitate fasi dell’arresto. Lo zainetto era stato recuperato sul balcone di un vicino di casa”. “Le gravi condotte che hanno indotto il giudice a inasprire la misura cautelare sono proseguite anche dopo l’arresto dell’indagato – spiegano gli investigatori -. Infatti, una volta condotto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione di Serradifalco, dopo l’interrogatorio di garanzia avvenuto lo scorso 15 maggio, il Montante Antonio Calogero, ha violato le prescrizioni impostegli dal Giudice con il provvedimento che ha disposto gli arresti domiciliari. I poliziotti della Squadra Mobile hanno, infatti, documentato che, all’interno della Villa, in questi giorni e’ stato consentito l’accesso a persone non autorizzate”....

Leggi tutto
Sicindustria: si autosospende il presidente Catanzaro
Mag22

Sicindustria: si autosospende il presidente Catanzaro

Il presidente di Sicindustria, Giuseppe Catanzaro, si autosospende dalla carica ricoperta all’interno dell’Associazione. “A seguito dell’avviso di garanzia ricevuto e in attesa di un chiarimento che riguarda la mia persona – afferma Catanzaro – ho, con decorrenza dalla data odierna, comunicato ai preposti organi dell’associazione la mia autosospensione dalla carica di presidente di Sicindustria. Come ho già detto – aggiunge Catanzaro – il mio obiettivo è adesso quello di fornire agli inquirenti ogni elemento utile per agevolare la ricostruzione della verità storica e assicurare, al contempo, serenità alle oltre 1.500 imprese e agli oltre 80 mila dipendenti che Confindustria rappresenta in Sicilia. Ringrazio il presidente Vincenzo Boccia per il sostegno e la fiducia che non ha mai fatto mancare alla Sicilia e tutti i colleghi per il lavoro svolto fin qui, nella certa convinzione che potremo riprendere l’impegno che abbiamo dispiegato in questi mesi per sostenere le nostre imprese associate”. La scorsa settimana, per le stesse motivazioni, il vicepresidente di Sicindustria, Rosario Amarù, si era già autosospeso da tutte le cariche ricoperte all’interno...

Leggi tutto
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com