Commercio, in Sicilia i sindacati proclamano cinque giornate di sciopero per i festivi
Apr17

Commercio, in Sicilia i sindacati proclamano cinque giornate di sciopero per i festivi

I sindacati Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil hanno proclamato lo sciopero regionale del commercio per le giornate del 21 aprile, 22 aprile, 25 aprile, 1 maggio e 2 giugno. I lavoratori incroceranno le braccia per otto ore per l’intero turno di lavoro. La protesta nasce dopo “gli evidenti passi indietro compiuti dall’attuale governo, rispetto a quanto annunciato in campagna elettorale, relativamente a un tangibile e concreto intervento correttivo sull’attuale sistema legislativo che norma le aperture domenicali e festive”. I segretari regionali delle tre sigle, Monja Caiolo, Mimma Calabrò e Marianna Flauto spiegano che alla base dello sciopero c’è la volontà “di garantire a tutte le lavoratrici e ai lavoratori del settore il diritto al riposo festivo nel rispetto di un giusto significato e valore delle festività del nostro Paese”. I sindacati ricordano che “le norme contrattuali vigenti in materia esplicitamente demandano al libero arbitrio di ogni lavoratrice e lavoratore del settore commercio, che volontariamente possono decidere di prestare la propria opera lavorativa nelle giornate festive. E in molteplici sentenze della Cassazione viene rafforzato il principio di libertà di adesione alla richiesta di prestazioni lavorative nelle giornate festive”. I sindacati ribadiscono di essere “fermamente convinti che la liberalizzazione, introdotta nel 2012, non ha prodotto un incisivo aumento dei consumi, ma in realtà ha solo distribuito i fatturati su sette giorni anziché su sei, contribuendo in tal modo a peggiorare le condizioni lavorative degli addetti del settore e incrementando unicamente instabilità e precarietà nel settore dell’occupazione”. I sindacati ricordano quindi ai lavoratori in servizio durante i festivi quelli che sono i loro diritti: “Le ore di lavoro dovranno essere retribuite come lavoro straordinario festivo, ovvero con una erogazione pari al 130 per cento in aggiunta alla normale retribuzione. La prestazione lavorativa è basata esclusivamente sulla volontarietà sia per i full-time sia per i part-time. E qualora non dovessero prestare la propria attività, nessuna trattenuta e riduzione potrà essere effettuata in busta paga. Le ore di lavoro non effettuate non dovranno essere recuperate. Il riposo settimanale non potrà essere programmato in una giornata festiva se non fruito”....

Leggi tutto
“Sicilia en primeur”, presentata edizione 2019 con analisi Unicredit: nel 2018 Sicilia 4a per produzione vinicola e vini al top
Apr16

“Sicilia en primeur”, presentata edizione 2019 con analisi Unicredit: nel 2018 Sicilia 4a per produzione vinicola e vini al top

La Sicilia ha chiuso il 2018 in 4a posizione quanto a livelli di produzione vinicola, con quasi 5 milioni di ettolitri, corrispondenti al 10% della produzione nazionale. Sul fronte della qualità i vini della Sicilia si confermano al top: la gran parte del vino prodotto in regione (l’82,5% per la precisione, in crescita del 3% rispetto al 2017) è costituita da vini DOP (28%) o IGP (54%). Conseguenza diretta di tale situazione è l’ottima performance registrata dalla Regione in termini di  valore economico generato per il segmento dei vini certificati: la Sicilia, con 550 milioni,  si piazza in quarta posizione, superata solo da Veneto, Toscana e Piemonte. La Sicilia si colloca al primo posto in Italia per superficie dedicata alla coltivazione biologica della vite. In Regione la superficie di vigne a coltivazione biologica ha superato i 35.900 ettari, pari al 34% della superficie nazionale (d        ati al 31 dicembre 2017). Una regione, la Sicilia, che si conferma ai vertici nazionali per qualità della produzione e capacità di generare valore. Questa è, in sintesi, la fotografia del mondo del vino in Sicilia contenuta nell’Industry Book 2019, lo studio che UniCredit conduce annualmente su tendenze, dinamiche competitive e prospettive di sviluppo e crescita del variegato comparto vitivinicolo nazionale, presentato oggi a Palermo. “L’edizione 2019 dell’Industry Book sul Vino – ha sottolineato Salvatore Malandrino, Regional Manager Sicilia di UniCredit – conferma l’immagine del settore vitivinicolo della Sicilia come un comparto d’eccellenza non solo per l’economia regionale, ma anche in ambito nazionale. UniCredit è fortemente impegnata nell’offrire alle aziende vitivinicole siciliane soluzioni reali per rispondere ad ogni esigenza lungo tutta la filiera produttiva e per sostenerle nel loro percorso di crescita ed innovazione. Concedere credito è certamente importante ma oggi non è più sufficiente. Con il nostro network internazionale siamo in grado di accompagnare le aziende vitivinicole all’estero, aiutarle a rafforzare il proprio business e ad inserirsi in nuovi mercati emergenti con ricerca di controparti, svolgere attività di formazione specialistica, fare accordi con player internazionali per il marketing online”. L’incontro odierno è stato l’occasione per presentare la XVI edizione di Sicilia en Primeur, l’annuale anteprima dei vini siciliani organizzata da Assovini Sicilia e in programma dal 6 al 10 maggio. Saranno 100 i giornalisti italiani e stranieri che parteciperanno all’annuale kermesse; a questi si aggiungono una decina di influencer internazionali e 5 Master of Wine, i consulenti appartenenti alla associazione più esclusiva di esperti di vino esistente al mondo. Questi ultimi guideranno i seminari tecnici in programma. L’evento arriva dopo Prowein e Vinitaly e chiude la serie degli appuntamenti cruciali per il vino siciliano. “Come ogni anno, la Sicilia del Vino svolge il...

Leggi tutto
Confesercenti Fiba Sicilia: ok alla riforma concessioni marittime
Apr15

Confesercenti Fiba Sicilia: ok alla riforma concessioni marittime

Più sicurezza per i bagnanti, più controllo del territorio, più certezza per le imprese e più occupazione. Il decreto sulle nuove linee guida per il rilascio delle concessioni demaniali marittime emanato dall’assessorato regionale al Territorio e Ambiente piace agli imprenditori di settore: tra i vantaggi la semplificazione delle procedure e la riduzione da 100 metri a 25 della distanza minima fra le concessioni di nuova previsione e una di minimo 10 metri nei casi in cui risulti ridotta la dimensione della spiaggia. Un apprezzamento in tal senso arriva da Confesercenti Fiba Sicilia che sottolinea la celerità con la quale arriva il provvedimento, frutto di un intenso lavoro di concertazione tra Assessorato e associazioni di categoria. Molto importante risulta la semplificazione delle procedure e la migliore fruizione dei litorali a vantaggio del rafforzamento dell’offerta turistica siciliana. “Condividiamo l’approccio dell’assessore Cordaro – afferma Salvo Basile, coordinatore regionale di Assoturismo Confesercenti Sicilia – che ha espresso anche la volontà di affrontare in tempi rapidi la questione dell’attuazione in Sicilia dell’ultima legge finanziaria nazionale, la 145/2018, per il mantenimento in vita delle concessioni marittime demaniali in essere fino al 2033. Un provvedimento che darebbe più certezza agli imprenditori”. Per Alessandro Cilano, presidente regionale di Fiba Confesercenti, la riforma delle concessioni demaniali marittime “migliora enormemente il lavoro del settore, perché dà maggiori certezze alle imprese e la possibilità di un maggiore controllo del territorio (riducendo le distanze tra una concessione e l’altra) senza togliere spazi e fruizione gratuita ai bagnanti. Adesso il privato può offrire maggiori servizi a pagamento, garantendo ad esempio docce e salvataggio, e quindi può avere anche la possibilità di fare nuove assunzioni”....

Leggi tutto
Agroalimentare: vino, Coldiretti, in 10 anni export in cina +548%
Apr05

Agroalimentare: vino, Coldiretti, in 10 anni export in cina +548%

Sono cresciute del 548% le esportazioni di vino Made in Italy in Cina negli ultimi dieci anni, segnale di un crescente apprezzamento dei prodotti italiani da parte del gigante asiatico. E’ quanto emerge da un’analisi di Coldiretti su dati Istat, in occasione del primo accordo firmato alla vigilia del Vinitaly dalla Coldiretti nella propria sede di Palazzo Rospigliosi con le autorita’ della popolosa provincia di Guizhou nell’ambito della Via della Seta, la partnership fra Cina e Italia avviata a Roma durante la visita del presidente cinese Xi Jinping. “La Cina rappresenta un mercato di grande potenzialita’ per il settore agroalimentare e i prodotti e la qualita’ italiane hanno importanti possibilita’ di sviluppo. Costruiamo insieme al nuova Via della Seta”, ha spiegato il vice governatore della provincia Lu Yongzheng a una rappresentanza di imprese vitivinicole arrivate da ogni parte d’Italia. L’intesa riguarda la promozione del Made in Italy nell’ambito dell’expo internazionale sulle bevande alcoliche che si svolge a settembre nel Guizhou, con l’impegno a una collaborazione bilaterale legata al vino e ai liquori. E proprio ai nuovi trend del mondo del vino, dalla produzione ai consumi, con una particolare attenzione all’internazionalizzazione e alla sostenibilita’, ma anche curiosita’ con la presentazione di indagini, ricerche ed esposizioni mirate, Coldiretti dedichera’ una serie di appuntamenti in occasione del Vinitaly....

Leggi tutto
Igea Banca, Confcommercio Catania e Cofiac: firmata convenzione per migilorare accesso al credito
Apr05

Igea Banca, Confcommercio Catania e Cofiac: firmata convenzione per migilorare accesso al credito

Igea Banca, Confcommercio Catania ed il consorzio fidi di emanazione associativa Cofiac, hanno firmato una partnership strategica finalizzata a favorire l’accesso al credito delle Imprese siciliane aderenti all’Associazione. Tale accordo consentirà agli Associati di poter richiedere finanziamenti dedicati alla categoria rivolgendosi direttamente ai propri consulenti di fiducia che potranno illustrare l’offerta della Banca, le misure di finanza agevolata, promosse dalla Regione Sicilia o da altri Enti, e gli strumenti di mitigazione del rischio messi a disposizione dal Confidi. La piattaforma telematica di Igea Banca abilita lo scambio di informazioni qualificate tra il soggetto aggregatore (l’associazione), il confidi garante e l’Istituto di credito consentendo all’Esercente di ottenere risposte certe ed in tempi brevi. Attraverso tale strumento sarà possibile rendere i processi di erogazione del credito più rapidi, meno burocraticizzati e maggiormente in grado di valorizzare i punti di forza dell’impresa. La nuova piattaforma sarà presentata martedì 9 aprile alle ore 10, presso la sede di Confcommercio Catania dai vertici di Igea Banca, dal presidente di Confcommercio Catania Riccardo Galimberti e dal presidente del consiglio di amministrazione Cofiac Pietro Agen....

Leggi tutto
Conad: logistica, in Sicilia previsti investimenti per 12 mln
Mar21

Conad: logistica, in Sicilia previsti investimenti per 12 mln

Un investimento di 12 milioni di euro per potenziare gli asset logistici. L’obiettivo di Conad Sicilia e’ una logistica d’avanguardia in grado di gestire flussi, merci ed esigenze della rete di negozi di proprieta’ dei soci. Conad Sicilia e’ leader di insegna nell’Isola con una quota del 15.5% e del 21% nella vendita dei prodotti a marchio dell’insegna, superando con quest’ultima di oltre 10 punti percentuali i competitor siciliani. Attualmente ha un network composto da 7 siti logistici per quasi 67.000 mq di superfici per alimentare secco, a temperatura controllata e surgelati. Il tutto articolato su 2 poli: Palermo (che include i Centri distribuzione dell’area Carini – Capaci – Partinico) e Modica (che include i Centri distribuzione di Modica e Ispica). A Catania ha sede il deposito primario per il flusso dei surgelati. Grazie ai nuovi investimenti, il network sfiorera’ una superficie di 90.000 mq con una capacita’ di servizio di oltre il 40% in piu’ e importanti ricadute sul tessuto economico, generate dall’indotto. Attualmente sono oltre 300 i posti di lavoro nell’indotto dei depositi e si arriva a 500 se si considerano anche i trasportatori. “Il settore distributivo in Sicilia – spiega Vittorio Troia, direttore generale CFO di Conad Sicilia – sta vivendo una fase di grande trasformazione. La Gdo ha dovuto fare i conti con un importante calo dei consumi, in particolar modo di quelli alimentari, e con un ulteriore impoverimento del carrello della spesa. E in un contesto economico come quello siciliano che fa sempre piu’ fatica a riprendersi, numerosi player della distribuzione siciliana non hanno retto e sono stati travolti dalla crisi economica. In questo difficile contesto, Conad Sicilia con i suoi 181 soci imprenditori siciliani continua a crescere, rafforzando la sua leadership nella regione e soprattutto ad investire sul territorio, dimostrando la forza del modello cooperativo per la crescita dell’impresa siciliana. Gli elementi chiave del nostro successo sono: la centralita’ del socio imprenditore – basata su una strategia che ha come motore di sviluppo l’uomo e l’impresa familiare associata -, la competitivita’ dell’offerta garantita dal rapporto qualita’-convenienza, lo sviluppo dei prodotti a marchio Conad, la grande attenzione ai freschi e il forte legame con il territorio, confermato dagli oltre 300 fornitori locali, costantemente presenti nei nostri banchi e scaffali. Una formula commerciale che integrata con la nostra identita’ cooperativa, fondata su principi di mutualita’, di solidarieta’ e di partecipazione dei nostri soci, risulta sempre vincente”. L’investimento arriva a completamento di un piano ambizioso iniziato alla fine del 2017 con la rivisitazione dei flussi e l’armonizzazione delle rotazioni nei due grandi poli logistici di Conad Sicilia. Il secondo step, che si e’ concluso a fine...

Leggi tutto
La catena Cash&Curry Altasfera Sicilia lancia online servizio e-commerce
Mar21

La catena Cash&Curry Altasfera Sicilia lancia online servizio e-commerce

Da oggi, 21 marzo 2019, fare la spesa presso gli store Altasfera di Ragusa e Siracusa sarà ancora più facile e veloce, in pochi click. Basterà infatti collegarsi al sito www.altasferasicilia.it  registrarsi inserendo i propri dati personali e la partita iva e scegliere i prodotti desiderati, tutti garantiti, freschi, convenienti e di qualità. Una volta conclusa la procedura d’acquisto basterà scegliere il giorno e l’orario in cui si preferisce ricevere la spesa comodamente nella propria azienda o all’indirizzo indicato, o altrimenti optare per il ritiro in negozio. Per i titolari d’impresa si risparmierà dunque tempo e si potrà ordinare i vari prodotti evitando di lasciare sforniti i propri magazzini senza riuscire a soddisfare i clienti. I punti vendita Altasfera Sicilia assicurano un vastissimo assortimento di prodotti alimentari con migliaia di referenze in grado di soddisfare le esigenze di aziende e professionisti del settore ho.re.ca. e non solo. Il servizio innovativo di spesa on-line è stato progettato da ReStore, azienda leader nel settore dell’e-commerce, e sarà attivo da oggi 21 marzo per i punti vendita di Ragusa e Siracusa ma permetterà di raggiungere in maniera capillare anche le località più piccole delle rispettive provincie assicurando la consegna dei prodotti. In particolare, per la provincia di Ragusa il servizio on-line coprirà anche le località di Scoglitti, Scicli, Vittoria, Pozzallo, Modica, Comiso, Monterosso, Chiaramonte e Giarratana (ad esclusione di San Giacomo) mentre per quanto riguarda la città di Siracusa, il servizio di consegna si estenderà anche ad Augusta, Priolo ed Avola (ad esclusione di Noto, Rosolini e Palazzolo). Con questa digitalizzazione imponente, l’obiettivo di Altasfera Sicilia è quello di facilitare la consegna agli esercenti di hotel, bar, ristoranti ed altre imprese che possono così evitare il trasporto di prodotti in zone distanti. E lo potranno fare semplicemente attraverso il proprio pc, cellulare o tablet. Il nuovo e-commerce rappresenta un vantaggio esclusivo che consentirà ad Altasfera Sicilia di raggiungere i consumatori in maniera diretta, valorizzando ancora di più le caratteristiche di qualità dei prodotti a marchio proprio. “Passione, dinamismo, innovazione, insieme all’attenzione al territorio, ai produttori e alle eccellenze locali, sono da anni i punti di forza che rendono Altasfera Sicilia la soluzione ideale per gli acquisti dei professionisti essendo la nostra una catena cash & carry innovativa e dinamica – dichiara  Concetta Lo Magno, responsabile marketing Ergon società consortile – Abbiamo deciso di fornire ai nostri clienti un’esperienza digital completa come quella dell’e-commerce che permetterà di acquistare i prodotti che si desiderano anche semplicemente utilizzando il proprio smartphone”. Fare la spesa online con Altasfera Sicilia sarà un’esperienza digitale a 360°, un servizio innovativo tra i primi in Sicilia, in una terra in...

Leggi tutto
Commercio, vendite al dettaglio in crescita
Mar07

Commercio, vendite al dettaglio in crescita

A gennaio l’Istat stima, per le vendite al dettaglio, un aumento congiunturale dello 0,5% in valore e dello 0,6% in volume. La crescita complessiva è dovuta soprattutto all’andamento dei beni alimentari (+1,0% in valore e +1,1% in volume), mentre si registra una dinamica più moderata per quelli non alimentari (+0,1% in valore, +0,2% in volume). Nel trimestre novembre 2018-gennaio 2019 le vendite al dettaglio registrano un contenuto aumento, rispetto ai tre mesi precedenti, dello 0,1% in valore e dello 0,2% in volume. Le vendite di beni alimentari crescono dello 0,1% in valore e dello 0,3% in volume, mentre quelle di beni non alimentari sono stazionarie in valore e aumentano dello 0,3% in volume. Su base annua, le vendite al dettaglio aumentano dell’1,3% in valore e dell’1,5% in volume. Risultano in crescita sia i beni alimentari (+2,3% in valore e +1,9% in volume) sia, in misura minore, quelli non alimentari (+0,5% in valore e +1,2% in volume). Per quanto riguarda le vendite di beni non alimentari, gli aumenti tendenziali maggiori riguardano Calzature e articoli in cuoio e da viaggio (+2,3%) ed Elettrodomestici, radio, tv e registratori (+2,2%). Le flessioni più marcate si registrano per Cartoleria, libri, giornali e riviste (-1,6%) e Prodotti farmaceutici ( 1,2%). Sempre a livello tendenziale, il valore delle vendite al dettaglio registra un aumento per la grande distribuzione (+2,8%) e una flessione per le imprese operanti su piccole superfici (-0,8%). In forte crescita il commercio elettronico (+13,3%). Secondo l’Istat, quindi, la grande distribuzione registra a gennaio l’aumento tendenziale più elevato da marzo 2018, mese quest’ultimo condizionato dall’effetto positivo delle festività Pasquali. Diversamente, le piccole superfici si caratterizzano per una flessione tendenziale, dovuta al calo delle vendite di prodotti non alimentari. Le vendite online tornano a crescere in modo decisamente sostenuto a gennaio dopo la battuta d’arresto registrata nel mese di...

Leggi tutto
Al via domani a Catania 13a Expo Pubblicità
Mar07

Al via domani a Catania 13a Expo Pubblicità

Al via domani la tredicesima edizione di Expo della Pubblicità – tecnologie per la stampa, gadget pubblicitario e comunicazione visiva. A questi tre settori è dedicata la manifestazione regionale organizzata da Expo Mediterraneo del Sistema Confcommercio Imprese per l’Italia di Catania più importante del Sud Italia riservata agli operatori del settore. Nella nuova sede del Centro Commerciale all’Ingrosso della Città di Catania, zona Bicocca, il padiglione C.1 è pronto ad ospitare in un’area di 6.000 mq 80 aziende espositrici provenienti da tutta Italia. I 200 stand sono stati progettati dallo staff di Expo Mediterraneo con una concezione avveniristica: allestimenti funzionali e accattivanti nello stesso tempo, creati per essere il naturale punto di incontro tra le aziende e i clienti, tra luci a led, monitor e tanta tecnologia proprio come richiede una fiera che fonda la sua mission sulla trasmissione di un messaggio tramite l’immagine. E che sia un gadget o una fotografia, la stampa cartacea o la grafica web, un carattere o un colore, un video o un cartellone pubblicitario l’importante è trasmettere qualcosa, arrivare al destinatario, attirare l’attenzione, comunicare. Tutto ciò fà Expo della Pubblictà per tre giorni, da venerdi 8 marzo a domenica 10. Grazie anche a una serie di appuntamenti nella grande Area Eventi a cura di esperti e professionisti del settore. In calendario 16 incontri con il Corel specialist Italia Roberto Capuozzo;  l’esperto di serigrafia Angelo Barzaghi fondatore dell’Accademia Serigrafia; Enrico Restani,  National Business Development  Mgr Canon Italia; Luca Mangano, Google Trusted Photographer. L’evento di apertura, promosso dal gruppo Terziario Donna Confcommercio Catania, sarà dedicato a tutte le donne: l’8 marzo, dopo il taglio del nastro, “Business Style: comunicare attraverso  l’immagine”, appuntamento con Alessia Russo, giornalista, fashion editor, personal shopper e personal stylist. Inoltre, negli stand delle aziende espositrici tutti giorni dimostrazioni live, presentazione di nuovi prodotti, aggiornamenti sulle ultime tecnologie fanno di Expo della Pubblicità un grande laboratorio creativo. Per concludere, domenica 10 marzo, “Brand in passerella” sfilata di alcune aziende espositrici                                                                                         a cura della Sicily Models Agency e presentata da Astrid Darcy con i capi di abbigliamento e i gadget stampati durante i giorni di fiera....

Leggi tutto
Palermo, studio confcommercio “Meno negozi, più bar e ristoranti”
Mar06

Palermo, studio confcommercio “Meno negozi, più bar e ristoranti”

A Palermo nel 2008 in centro citta’ c’erano 1.043 esercizi commerciali e 6.018 non in centro, nel 2018 sono scesi a 699 in centro e a 5.566 non in centro. Alberghi, bar e ristoranti nel 2008 erano 267 in centro e 1.635 non in centro, nel 2018 si e’ passati a 430 in centro e a 2.065 non in centro. Sono alcuni dei dati, relativi a Palermo, che emergono dallo studio su imprese e citta’ realizzato da Confconfcommercio Imprese per l’Italia con l’Osservatorio sulla demografia delle imprese nelle citta’ italiane che ha il compito di monitorare nel tempo l’andamento degli esercizi commerciali e di altre attivita’ per cogliere i cambiamenti della rete comunale di servizi al consumatore e, conseguentemente, anche per neutralizzare eventuali patologie. Con il contributo di Si.Camera – Agenzia delle Camere di commercio – e’ stata condotta un’analisi di 120 comuni, di cui 110 capoluoghi di provincia e 10 comuni non capoluoghi piu’ popolosi (escluse le citta’ di Milano, Napoli e Roma perche’ essendo multicentriche non e’ possibile la distinzione tra centro storico e non centro storico). In dettaglio, e’ stato analizzato l’andamento dello stock: degli esercizi al dettaglio di 13 categorie merceologiche, tra cui alimentari, rivendite tabacchi, farmacie, carburanti, computer, telefonia, libri, giocattoli, tessili, abbigliamento, ferramenta, mobili, commercio ambulante; degli alberghi e delle attivita’ di ristorazione. Sempre a Palermo, nello stesso periodo 2008-2018 i numeri piu’ o meno sono immutati per i negozi di prodotti alimentari e bevande, tabacchi e apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni, mentre sul fronte degli articoli culturali e ricreativi in esercizi specializzati si passa dai 58 in centro e 426 non in centro del 2008 ai 38 in centro e 369 non in centro del 2018, dunque, una flessione. “Nelle dinamiche della demografia d’impresa – commenta la presidente di Confcommercio, Patrizia Di Dio – c’e’ chi avanza e chi recede, in una logica di sana competizione tra citta’ e territori il cui successo si basa sulla capacita’ attrattiva determinata da due beni sempre piu’ preziosi: lavoro e qualita’ della vita”. “Questo e’ un binomio che non deve venire a mancare – aggiunge la presidente Di Dio – per una citta’ attrattiva ma adeguata opportunita’ di impresa e di lavoro devono camminare assieme alla qualita’. Dai dati notiamo che in centro c’e’ una pressione impattante per la citta’ di Palermo sul fronte delle attivita’ legate al ‘food’. Se da un lato si creano opportunita’ e posti di lavoro, dall’altro lato, dobbiamo dare un ordine a questo sviluppo”. “Non possiamo pensare – sottolinea Patrizia Di Dio – che il centro diventi ‘food’, ristorazione e movida, ma dobbiamo creare quel mix armonico per garantire...

Leggi tutto
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com