Cioccolato di Modica verso registrazione marchio Igp
Apr21

Cioccolato di Modica verso registrazione marchio Igp

  “Con via libera dall’audizione di accertamento sul disciplinare di produzione con i rappresentanti di Ministero Politiche Agricole, Assessorato Regionale Agricoltura, istituzioni locali e produttori, si va verso la conclusione dell’iter di registrazione dell’Igp Cioccolato di Modica”. Cosi’ l’assessore regionale all’Agricoltura, Antonello Cracolici, in merito all’esito dell’audizione di accertamento sul disciplinare di produzione per la registrazione del marchio Igp Cioccolato di Modica. All’incontro, presso l’aula consiliare del Comune di Modica, coordinato dai rappresentanti del Ministero, in collaborazione con l’Assessorato regionale Agricoltura, rappresentato da Pietro Miosi, dirigente dell’Area 5 – Brand Sicilia e marketing territoriale, i funzionari del Ministero hanno dato lettura pubblica al disciplinare di produzione e sono state raccolte le osservazioni dei produttori. “Si tratta di un passaggio decisivo dell’iter – aggiunge Cracolici -. Alla lettura pubblica del disciplinare, seguira’ la pubblicazione in gazzetta ufficiale e dopo, 30 giorni di tempo per esprimere eventuali osservazioni di modifica e miglioramento. Allo scadere di questo termine il Ministero per le Politiche Agricole, con proprio decreto, inviera’ l’istanza a Bruxelles per la registrazione. Stiamo seguendo scrupolosamente tutti i passaggi dell’iter di registrazione per l’Igp Cioccolato di Modica. Favorire l’adesione ai regimi di qualita’ certificata rappresenta una priorita’ di questo assessorato. Abbiamo avviato politiche mirate per valorizzare i prodotti del made in Sicily e per rendere il nostro settore agroalimentare piu’ moderno, organizzato e competitivo sul fronte della qualita’, dell’export e dell’innovazione. Con 61 marchi riconosciuti – conclude l’assessore regionale all’Agricoltura, la Sicilia e’ al primo posto per numero di Dop e Igp. C’e’ una Sicilia delle eccellenze che ha dimostrato di essere all’altezza delle nuove sfide del mercato, trasformando il rapporto tra prodotto, identita’ e territorio in uno straordinario brand di successo. E’ da qui che bisogna partire per costruire un nuovo modello di sviluppo”....

Leggi tutto
Pasqua: Coldiretti “Boom prenotazioni in agriturismo Sicilia +30%”
Apr11

Pasqua: Coldiretti “Boom prenotazioni in agriturismo Sicilia +30%”

Le prenotazioni delle vacanze negli agriturismi siciliani rispetto al 2016 sono aumentate del 30 per cento. E’ la stima di Terranostra, l’associazione della Coldiretti, realizzata sulla base del monitoraggio nelle 9 province e supportata dai dati del traffico negli aeroporti siciliani. Le mete preferite dai vacanzieri stranieri che arrivano nell’Isola riguardano soprattutto, secondo Terranostra, le aree vicino al mare mentre gli italiani scelgono zone culturalmente ricche in modo da associare al soggiorno anche percorsi istruttivi. L’offerta delle circa 600 strutture sparse nella Regione, che legano campagna, mare, tradizioni e innovazioni garantiscono terapie alternative per rigenerarsi. “Questo incremento e’ anche dettato dalla qualita’ che gli agriturismi siciliani hanno raggiunto, su cui bisogna ancora lavorare – afferma il presidente regionale Terranostra, Roberto Caruana -. Negli ultimi anni grazie all’incremento dei controlli si e’ fatta una selezione e chi non rispetta i canoni va fuori dal sistema. Le migliaia di presenze in piu’ dimostrano anche che la nostra Regione e’ ormai una meta preferita, c’e’ una sorta di ‘dirottiamo in Sicilia’ che e’ determinata non solo dalla congiuntura internazionale ma anche dalla nostra capacita’ di ‘vendere’ il territorio. La tendenza di crescita per la vacanza verde – rileva ancora il presidente Terranostra – e’ spinta dai percorsi turistici legati all’enogastronomia dove si assaporano le molteplici tipicita’ del territorio che soprattutto nel periodo pasquale rappresentano un vero e proprio tesoro”....

Leggi tutto
Vinitaly. Pronte per l’iscrizione al Ministero 10 varietà di vitigni antichi siciliani
Apr11

Vinitaly. Pronte per l’iscrizione al Ministero 10 varietà di vitigni antichi siciliani

Dieci vitigni antichi di cui si erano perse le tracce, sono pronti per l’iscrizione al registro nazionale delle varietà presso il Ministero delle Politiche Agricole. Si tratta di un primo gruppo su 70 tipologie individuate grazie alla ricerca portata avanti dall’Assessorato Regionale all’Agricoltura, raccolta nel volume “Identità e ricchezza del vigneto siciliano” che è stato presentato oggi al Vinitaly, presso il padiglione Sicilia. La ricerca si concentra sulle specificità di 7 vitigni di interesse regionale, 13 di interesse locale, 12 minori, 70 varietà antiche e 13 cloni già regolarmente omologati. “ Si tratta di un’indagine unica nel suo genere, che abbiamo voluto presentare al Vinitaly – afferma l’assessore regionale all’Agricoltura Antonello Cracolici. Trasformare questo patrimonio documentale in uno strumento concreto a disposizione delle strategie di sviluppo del brand Sicilia, rappresenta la vera opportunità che deve vedere impegnati tutti i  protagonisti in campo. La Sicilia infatti si conferma come culla di biodiversità, prima tra le regioni italiane insieme alla Calabria. Le conoscenze acquisite permetteranno di  programmare non solo il miglioramento del patrimonio viticolo regionale ma anche di introdurre dei vitigni unici e sconosciuti, per la viticoltura siciliana di domani – continua Cracolici. Grazie ad un lungo lavoro durato più di  dieci anni,  questa ricerca ha ottenuto le basi scientifiche e i cloni necessari, per l’utilizzo di materiale vegetale sano e certificato che permetterà di incrementare la diffusione e la commercializzazione dei nostri vitigni autoctoni nel territorio regionale e lanciare una nuova sfida ai mercati internazionali.” Alla presentazione del volume è seguita una degustazione di vini prodotti da vitigni antichi. Gli eventi promossi da “Palcoscenico Sicilia”, lo spazio istituzionale allestito al Vinitaly dall’Assessorato Regionale Agricoltura e dall’Irvo, sono proseguiti con le degustazioni di vini dolci come il Passito di Pantelleria e il Malvasia delle Lipari e con il confronto tra i vini dell’ Etna e del Barolo. A chiudere le iniziative organizzate al Vinitaly dall’Assessorato Regionale Agricoltura, le degustazioni  dedicate ai vini sperimentali promosse dall’Irvo. Ecco i nomi dei vitigni che si andranno a iscrivere: 4 RAPPI; CATANESE BIANCA; INZOLIA NERA; LUCIGNOLA; ORISI; PRUNESTRA; RECUNO; RELIQUIA BIANCA; USIRIOTO;...

Leggi tutto
Controlli anti-contraffazioni: alleanza Consorzio Doc Sicilia e Prosecco Doc
Apr11

Controlli anti-contraffazioni: alleanza Consorzio Doc Sicilia e Prosecco Doc

Un’alleanza sull’asse Sicilia-Veneto tra il Co‎nsorzio di Tutela vini Doc Sicilia e il Consorzio Prosecco Doc. I due Consorzi hanno firmato al Vinitaly di Verona una convenzione per potenziare i controlli di qualità su tutto il territorio italiano e all’estero, e per contrastare con maggiore forza le contraffazioni ai danni dei vini a marchio Sicilia Doc e Prosecco Doc. L’accordo è stato firmato alle 15,30 – alla presenza del capo Dipartimento del ministero delle Politiche Agricole, Luca Bianchi-, dai vertici delle due Doc: il presidente del Consorzio Prosecco doc, Stefano Zanette, e il presidente del Co‎nsorzio di Tutela vini Doc Sicilia, Antonio Rallo. Presenti il direttore della Doc Sicilia, Maurizio Lunetta, e del Prosecco Doc, Luca Giavi.  Grazie a questa sinergia gli agenti vigilatori dei due Consorzi aumenteranno il numero di controlli che sarà esteso, di fatto, a tutte le regioni italiane, all’estero e sui siti di e-commerce.  “E’ un giorno importante per il Co‎nsorzio Doc Sicilia” dice il presidente Rallo. “L’alleanza con il Consorzio Prosecco Doc, che è il numero uno in Italia per volume di imbottigliato, ci consentirà di garantire ai consumatori controlli sempre più capillari. La Doc Sicilia cresce di anno in anno, e diventa sempre più elevato il rischio che ci sia chi tenta di utilizzare in modo improprio la nostra denominazione. In sinergia con il Consorzio Prosecco Doc mettiamo in pratica la nostra idea di fare sistema, dando priorità al rispetto delle regole del nostro disciplinare”. “Una delle priorità del Co‎nsorzio di Tutela vini Doc Sicilia è l’attività di vigilanza per garantire la difesa della qualità dei nostri vini” aggiunge il direttore Lunetta. “L’accordo con il Consorzio Prosecco Doc rafforza la nostra capacità di controllo, aumentando la copertura sul territorio e mettendo insieme la professionalità dei nostri agenti vigilatori che in questi anni sono riusciti a ottenere ottimi risultati nel controllo in Italia e...

Leggi tutto
Fondi Pac: Falcone “Con nostra proposta si bloccano 72 mln”
Apr10

Fondi Pac: Falcone “Con nostra proposta si bloccano 72 mln”

“La proposta di Forza Italia, approvata dalla commissione Bilancio dell’ARS, consente di finanziare cinquanta progetti per un valore complessivo di 72 milioni di euro in oltre quaranta comuni dell’Isola. Si tratta di opere che erano gia’ state deliberate in una precedente graduatoria, all’interno della misura sviluppo urbano sostenibile, riguardante progetti di riqualificazione urbana e di costruzione e di adeguamento dell’impiantistica sportiva. La proposta azzurra rientra nell’art 68 del ddl 1276, collegato alla finanziaria regionale”. Lo ha detto Marco Falcone, capogruppo di Forza Italia all’Ars. “Ancora una volta Forza Italia si contraddistingue per essere non solo un partito di opposizione, ma di pungolo e di proposte, molte delle quali vengono apprezzate favorevolmente – aggiunge Falcone -. L’approvazione della norma avra’ un’importante ricaduta nel territorio regionale sbloccando progetti fermi da tanti, troppi anni. L’incapacita’ del governo Crocetta-PD viene contrastata efficacemente dall’incisivita’ dell’azione di Forza Italia”....

Leggi tutto
Agricoltura. Cracolici: “via libera alla proroga fino al 30 Aprile per il bando OCM vino sugli investimenti”
Apr06

Agricoltura. Cracolici: “via libera alla proroga fino al 30 Aprile per il bando OCM vino sugli investimenti”

“Via libera alla proroga per il bando OCM vino sugli investimenti.”Lo dice in una nota l’assessore regionale all’Agricoltura Antonello Cracolici.“La Conferenza stato regioni che si è riunita oggi a Roma ha accolto la richiesta di proroga avanzata precedentemente dall’Assessorato Regionale Agricoltura. Inizialmente il ministero aveva fissato la data di scadenza per il 7 aprile. Nella seduta è stata data l’intesa al provvedimento di proroga fino al 30 aprile per la presentazione telematica delle domande di aiuto. Il provvedimento sarà trasmesso alla firma del Ministro e proseguirà l’iter per la sua adozione – continua Cracolici. Il bando da 13 milioni di euro prevede contributi fino al 50% per la realizzazione o l’ammodernamento di strutture aziendali, l’acquisto di attrezzature per l’imbottigliamento, la trasformazione e la conservazione dei prodotti vinicoli.”...

Leggi tutto
Mipaaf: pagati da Agea 140 mln per 53 mila domande
Apr05

Mipaaf: pagati da Agea 140 mln per 53 mila domande

L’ente pagatore Agea ha effettuato nella settimana corrente pagamenti per un valore complessivo di oltre 140 milioni di euro per 53 mila domande. Lo rende noto il ministero delle Politiche Agricole. In particolare, e’ stato emesso il secondo decreto di anticipo (75%) degli aiuti straordinari per la zootecnia nelle zone terremotate, nel quale sono rientrate le 1.670 domande registrate nel Sian a tutto il 30 marzo 2017. L’importo complessivo del decreto e’ di oltre 7,6 milioni di euro, che si aggiungono cosi’ ai circa 59 milioni di euro gia’ erogati in precedenza per lo sviluppo rurale delle zone colpite dal terremoto. Nel dettaglio, il pagamento e’ di oltre 900 mila euro per 235 domande in Abruzzo, quasi 3,9 milioni di euro per 912 domande nelle Marche, oltre 1,8 milioni di euro per 380 domande in Umbria e oltre 966 mila euro per 143 domande nel Lazio. E’ stato emesso inoltre il decreto n. 18 della Domanda Unica 2016, che ha coinvolto 41 mila aziende per un importo di oltre 67 milioni di euro ed ha interessato principalmente le domande oggetto di lavorazioni “Refresh”. Nel dettaglio, gli importi sono di oltre 35 milioni per quasi 18 mila domande in Puglia, oltre 24 milioni per piu’ di 20 mila domande in Sicilia e oltre 8 milioni per piu’ di 2.600 domande in altre regioni. Sono stati emessi infine tre decreti di pagamento in favore degli agricoltori delle Regioni Sardegna e Sicilia. Per la Regione Sardegna l’importo complessivo e’ di oltre 2,5 milioni per piu’ di 1.700 domande. Si tratta di premi della nuova programmazione relativi alla campagna 2015 della misura relativa a indennita’ a favore delle zone soggette a vincoli naturali o ad altri vincoli specifici. Per la Regione Sicilia l’importo complessivo e’ di oltre 63 milioni di euro per piu’ di 8.600 domande. Si tratta di premi relativi alle campagne 2015 e 2016, sia della vecchia che della nuova programmazione, delle misure relative a pagamenti agro-climatico-ambientali, agricoltura biologica e indennita’ a favore delle zone soggette a vincoli naturali o ad altri vincoli specifici....

Leggi tutto
Vinitaly: “Palcoscenico Sicilia per 152 aziende a Verona
Apr05

Vinitaly: “Palcoscenico Sicilia per 152 aziende a Verona

Tra racconto, biodiversita’, solidarieta’ e innovazione quest’anno al Vinitaly la Sicilia del vino si prepara a lanciare al mondo la sfida sul terreno della qualita’ e della sicurezza alimentare, attraverso i suoi vitigni autoctoni. “Palcoscenico Sicilia” e’ lo spazio istituzionale allestito al Vinitaly dall’Assessorato regionale Agricoltura e dall’Irvo dal 9 al 12 aprile, che ospitera’ 14 iniziative dedicate al vino e all’olio di Sicilia che sono state presentate a Palermo. “Il vino e’ l’ambasciatore della Sicilia che cambia – afferma l’assessore regionale all’Agricoltura, Antonello Cracolici -. Saranno 152 le aziende vinicole presenti, circa il 15% in piu’ rispetto allo scorso anno che hanno potuto partecipare anche grazie ai fondi stanziati dalla misura 3.2 del Psr sulla promozione; presenti anche 16 aziende olivicole che esporranno i loro prodotti al padiglione Sol. Nella preparazione degli eventi quest’anno abbiamo voluto costruire un filo invisibile che prova a raccontare la Sicilia che sta cambiando e lo faremo a partire dalla giornata di apertura del 9 aprile, alle 16, con lo scrittore Gaetano Savatteri, autore del libro ‘E’ ancora la Sicilia di una volta?’. In quell’occasione dimostreremo, attraverso i vini, che la nostra terra non e’ piu’ quella di una volta. Quest’anno al Vinitaly metteremo in mostra il meglio della nostra produzione enologica e racconteremo le tappe dello straordinario successo che stiamo registrando in questo settore”. “L’imbottigliato di vini con etichette Igt e Doc, in Sicilia, e’ in aumento”, sottolineano Maurizio Lunetta, direttore del Consorzio di tutela vini Doc Sicilia, e Antonio Rallo, presidente del Consorzio di Tutela vini Doc Sicilia. “Nel 2016 – aggiungono – abbiamo superato 1,7 milioni di ettolitri imbottigliati e le Doc crescono piu’ delle Igt. Questo conferma il ruolo di trascinatore che la Doc Sicilia ha verso le altre Doc territoriali. Al Vinitaly andiamo con la consapevolezza di essere tra le prime doc italiane per volume di imbottigliamento”. Quattro giornate di eventi: degustazioni con 36 etichette selezionate di Grillo, vini dell’Etna e Cerasuolo di Vittoria. Previsto un confronto tra i vini dell’Etna e i vini del Barolo. Non mancheranno anche i momenti dedicati ai vini dolci come Passito di Pantelleria, Malvasia e Marsala. E ancora vino e turismo con la presentazione del treno dei vini dell’Etna. Riconoscimenti alle startup del vino e dell’olio, premi agli ambasciatori del vino siciliano nel mondo e spazi riservati alla ricerca sui vitigni antichi con la presentazione del volume “Identita’ e ricchezza del vigneto in Sicilia”, oltre ad una degustazione di vini sperimentali promossa dall’Irvo. Ci sara’ spazio anche per la solidarieta’ con la presentazione dell’Olio della Pace, in collaborazione con Medici Senza Frontiere e le organizzazioni di produttori. Verra’ prodotto un olio con...

Leggi tutto
Pubblicata graduatoria definitiva OCM miele
Apr04

Pubblicata graduatoria definitiva OCM miele

“  Pubblicata la graduatoria definitiva del bando da 591 mila euro sulla campagna OCM Miele 2016/2017.”Lo dice in una nota l’assessore regionale all’Agricoltura Antonello Cracolici. “Cresce l’interesse per l’apicoltura in Sicilia. Nel bando dello scorso anno sono state presentate 78 richieste di finanziamento, mentre quest’anno il numero è salito a 118. Per queste ragioni gli uffici hanno già inoltrato al Ministero delle Politiche Agricole la richiesta per  incrementare la disponibilità finanziaria di questo bando, con la ripartizione di eventuali economie non utilizzate da altre regioni. Per favorire l’apicoltura metteremo a disposizione delle aziende interessate le aree del demanio forestale per la collocazione delle arnie – conclude Cracolici.” Con questo bando sono stati finanziati progetti per migliorare la capacità di allevamento  e commercializzazione del miele attraverso programmi  di assistenza tecnica alle aziende,  l’acquisto di arnie per favorire la transumanza e incrementare la popolazione e delle attrezzature per la lotta contro gli aggressori e le malattie dell’alveare, la copertura delle spese di analisi dei prodotti per l’apicoltura e dei farmaci veterinari e l’acquisto di sciami, api regine e strumenti per la sterilizzazione delle arnie...

Leggi tutto
Psr- Bando 4.1. Cracolici: “On line l’applicazione Web PSA. Fissati al 30 aprile i termini di caricamento informatico”
Apr04

Psr- Bando 4.1. Cracolici: “On line l’applicazione Web PSA. Fissati al 30 aprile i termini di caricamento informatico”

“ Da oggi è on line l’applicativo del PSA Web che consente il caricamento dei Piani di sviluppo aziendale per le imprese che partecipano al bando della sottomisura 4.1 del PSR 2014/2020.” Lo dice in una nota l’assessore regionale all’Agricoltura Antonello Cracolici.“Fermo restando che la data di scadenza per la presentazione delle domande di sostegno alla sottomisura 4.1 rimane confermata al 10 aprile. Con la messa on line dell’applicazione, l’Autorità di Gestione, per evitare che si possano creare problemi tecnici sull’applicativo, derivanti dalla concentrazione in pochi giorni dei caricamenti informatici, consentirà i caricamenti e il relativo rilascio dei Piani aziendali, entro il termine ultimo del 30 aprile, anziché del 10 aprile, come inizialmente previsto dal bando. Di conseguenza anche i termini ultimi della presentazione cartacea, sia delle domande che dei Piani di Sviluppo Aziendale, saranno slittati, tenuto conto della predetta...

Leggi tutto
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com