Asstra Sicilia “Ci attendiamo concretezze dal Governo regionale”
Dic17

Asstra Sicilia “Ci attendiamo concretezze dal Governo regionale”

“Vigileremo sul rispetto degli impegni presi dal governo regionale e dunque sul mantenimento del livello dei corrispettivi per gli oneri di servizio indispensabili al funzionamento del Trasporto Pubblico Locale in Sicilia, non solo per l’anno che volge ormai al termine ma anche per il triennio 2019-2021” Lo dichiara Claudio Iozzi, presidente di Asstra Sicilia, all’inizio della settimana che vedrà il governo della Regione impegnato nell’emanazione, da parte della giunta, dei documenti economico finanziari che andranno, subito dopo, al vaglio del Parlamento siciliano. “Siamo certi che gli impegni assunti dall’assessore Falcone durante l’assemblea Asstra tenuta il 30 novembre nella sede dell’Amt di Catania saranno mantenuti” – conclude Massimo La Rocca, segretario generale di Asstra Sicilia – “ma saremo, come sempre, pronti a denunciare e contrastare eventuali intoppi, rallentamenti o incidenti di percorso che possano mettere a rischio i servizi essenziali del Trasporto Pubblico Locale (TPL). Auspichiamo che non si arrivi all’esercizio provvisorio del bilancio regionale o che lo stesso, se inevitabile, preveda in ogni caso già  da subito i correttivi ai tagli previsti nell’ultimo triennale, viceversa sarebbe da considerare seriamente a rischio il futuro del settore. Ci attendiamo fatti concreti dopo le promesse”....

Leggi tutto
Fusione Crias-Ircac, M5S preenta interrogazione
Dic14

Fusione Crias-Ircac, M5S preenta interrogazione

La fusione di Crias e Ircac e la creazione dell’Istituto regionale per il credito agevolato (Irca), decisa con la legge di stabilita’ regionale, quale impatto avra’ sul piano occupazionale e locale? Che fine faranno le sedi territoriali esistenti dei due enti, qualcuna sara’ soppressa o saranno mantenute tutte? A chiederselo e’ il M5S, che ha presentato un’interrogazione parlamentare, primo firmatario Matteo Mangiacavallo, per chiedere al Governo regionale quali saranno sul piano societario gli effetti della fusione tra i due enti, confluiti nella neonata partecipata regionale, e in particolare per le sedi operative esistenti ad Agrigento e Messina in Sicilia. “La nuova Irca, infatti, ha sede a Palermo – dicono i deputati regionali del M5S Giovanni Di Caro e Matteo Mangiacavallo – e natura giuridica di ente economico dotato d personalita’ giuridica di diritto pubblico e subentrera’ in tutti i rapporti attivi e passivi degli enti incorporati (CRIAS e IRCAC). E a seguito della fusione, manterra’ il trattamento giuridico ed economico gia’ acquisito alla data di entrata in vigore della legge regionale”. “A Palermo – affermano – si trova la sede amministrativa e operativa dell’Ircac, mentre la Crias ha una sede amministrativa e operativa a Catania e altre sedi operative a Palermo, Messina e Agrigento”. “Ma qualcosa non quadra, perche’ – aggiungono – il regolamento di attuazione dell’Irca prevede la soppressione delle sedi operative di Messina ed Agrigento, rimandando a presunte scelte future l’apertura di altre sedi operative; mentre il decreto presidenziale dello scorso 29 novembre, che battezza la nuova Irca, oltre ad individuare a Palermo la sede legale e amministrativa e ad indicare il mantenimento di due sedi operative, a Palermo e Catania, stabilisce che ‘per lo svolgimento dell’attivita’ istituzionale possono essere istituite ulteriori sedi operative sul territorio regionale'”. Per Mangiacavallo e Di Caro si tratta di “un percorso non proprio lineare”. “Ci chiediamo – affermano gli esponenti del M5s – che senso abbia disporre la chiusura della sedi di Messina e Agrigento, come indica il regolamento della neonata Irca, salvo poi prevedere nel decreto presidenziale di istituzione delle neonata partecipata e aprire alla possibilita’ di crearne di nuove”. “Chiediamo al Governo regionale di dire chiaramente cosa intende fare – concludono – e se intende modificare la norma regolamentare alla luce di queste incongruenze che non vanno di certo nella direzione di rendere piu’ snella la nuova partecipata e come intende procedere in ordine alla riorganizzazione dell’attivita’ svolta, in particolare della sede agrigentina della defunta Crias”....

Leggi tutto
Carburanti, insegne dei 200 distributori EG spente lunedì
Dic14

Carburanti, insegne dei 200 distributori EG spente lunedì

Lunedì 17 dicembre le insegne dei gestori di carburante EG in Sicilia resteranno spente in vista dell’incontro che si terrà martedì e mercoledì a Roma tra azienda e sindacati di categoria. I gestori lamentano la mancata definizione nell’accordo proposto dall’azienda a luglio di alcune parti fondamentali a garanzia loro e a beneficio anche dei consumatori. L’iniziativa è stata decisa all’ultima riunione Faib ed è stata condivisa dalle altre sigle di categoria Fegica Cisl e Figisc Confcommercio. “I distributori resteranno aperti ma spegneranno le insegne per sottolineare la delicatezza del momento– dicono i presidenti Francesca Costa (Faib Confesercenti), Nino Munafò (Fegica Cisl) e Riccardo Di Benedetto (Figisc Confcommercio) – La Eg ha acquisito 1100 distributori Esso in tutta Italia, tra Liguria, Piemonte, Lombardia, Calabria e Sicilia garantendo il rispetto dell’accordo allora esistente. A luglio si è sottoscritto un nuovo accordo frutto di una trattativa intensa e complessa che prevedeva un approfondimento successivo su alcuni temi fondamentali per la categoria. Ci auguriamo che lunedì a Roma si possa trovare un punto d’incontro con l’azienda per definire tutte le parti dell’accordo e il rispetto dei punti già condivisi, evitando misure di protesta più forti che finirebbero per danneggiare tutti”. Sull’Isola i distributori EG sono circa 200 e danno lavoro a circa 700...

Leggi tutto
Confesercenti Sicilia, parrucche gratis alle pazienti oncologiche
Dic13

Confesercenti Sicilia, parrucche gratis alle pazienti oncologiche

Saranno realizzate e donate gratuitamente alle donne che ne faranno richiesta. Cento parrucche vengono messe a disposizione delle pazienti oncologiche da Assoacconciatori, la nuova categoria di Confesercenti Sicilia, parte integrante dell’area Produzione guidata da Nunzio Reina. L’iniziativa coinvolge decine di parrucchieri in tutta l’Isola e trova il suo punto di riferimento in Salvo lo Coco, acconciatore già pronto a ricevere ogni richiesta nel suo salone di bellezza di via Venero, a Monreale. “Le parrucche saranno disponibili a costo zero per chi lotta contra la malattia – dice Lo Coco – abbiamo deciso di partire in questo periodo perché sarà il nostro regalo di Natale a chi deve affrontare una situazione molto complessa, ma non può permettersi questa spesa”. Un’iniziativa di cui Nunzio Reina si era già fatto promotore in passato: “Ci tengo a ripeterla – dice – perché, nel nostro piccolo, possiamo dare una mano a chi attraversa un periodo buio della propria vita. Vogliamo essere vicini alle donne che combattono con la chemio il male del secolo, aiutarle ad avere uno stato d’animo positivo quando si guardano allo specchio. Ogni parrucca – sottolinea Reina – sarà realizzata ad hoc dai nostri esperti per soddisfare ogni esigenza di chi vi si...

Leggi tutto
Confeserfidi premiato al “Leadership forum”
Dic12

Confeserfidi premiato al “Leadership forum”

Si è appena conclusa l’edizione 2018 del Leadership Forum Awords che ha visto la partecipazione di più di 500 operatori del settore della consulenza del credito in rappresentanza di oltre 100 società leader di mercato. Anche quest’anno sono stati assegnati premi a personalità e aziende che si sono contraddistinti nel corso dell’anno. Confeserfidi è stata premiata nella categoria “Modelli di Business” per l’efficienza operativa e per l’ampia gamma di prodotti e servizi a valore aggiunto per le PMI. Confeserfidi, sottolinea Bartolo Mililli (A.D. Confeserfidi),  è una solida società finanziaria vigilata da Banca d’Italia, di dimensioni nazionali, che offre professionalmente alle micro, piccole e medie imprese e ai professionisti, consulenza e innovative e diversificate soluzioni finanziarie e servizi reali: dai finanziamenti agevolati, al microcredito, alle fideiussioni per tutte le necessità aziendali, alle attestazioni di capacità e solidità finanziaria, e ancora numerosi servizi come: moratorie, analisi dei costi bancari, business plan finanziari, consulenza per la pre-fattibilità dell’emissione dei minibond, rating di legalità etc. Confeserfidi, quindi, si propone come società finanziaria “one stop shop”, cioè  un unico interlocutore affidabile con tante soluzioni legate al mercato del credito. Inoltre, conclude l’AD Mililli, in questi ultimi anni abbiamo puntato sull’innovazione e sulla semplicità dei processi (grazie all’utilizzo di piattaforme digitali sempre più tecnologiche) e anche grazie all’efficiente organizzazione interna riusciamo a deliberare le varie richieste (time to yes)  in tempi molto celeri (massimo 2-3 giorni lavorativi) operando con facilità anche a distanza grazie alla dematerializzazione dei documenti e alla firma digitale remota....

Leggi tutto
Confartigianato si costituisce parte civile al fianco dell’imprenditore Piraino
Dic11

Confartigianato si costituisce parte civile al fianco dell’imprenditore Piraino

Confartigianato Imprese Palermo si costituisce parte civile al fianco di Giuseppe Piraino, l’imprenditore edile che ha avuto il coraggio di denunciare e ha incastrato la mafia riprendendo con una telecamera nascosta il volto del suo estorsore. Confartigianato non lascia e non ha mai lasciato da soli i propri associati. Prova ne è anche uno sportello antiracket inaugurato nella sede di via Emerico Amari n.11, a maggio di questo anno. “Confartigianato – dice il presidente provinciale Giuseppe Pezzati – si schiera con i buoni. Siamo per le imprese e per incentivare una cultura d’impresa che dia il coraggio di portare avanti le proprie logiche senza piegarsi. Non lasceremo da solo Piraino, neppure quando si spegneranno i riflettori sulla vicenda. Siamo e resteremo sempre al fianco dei nostri imprenditori”. “Seguiremo con coerenza il percorso che è stato avviato dal momento in cui Piraino ha deciso di denunciare i suoi aguzzini – dice l’avvocato di Giuseppe Piraino, Marcello Montalbano, nonché legale di Confartigianato Imprese Palermo – . Saremo presenti all’udienza preliminare chiedendo di essere ammessi come parte civile, con la richiesta dei danni morali e materiali. È un segno importante che Confartigianato Imprese, si schieri accanto a Piraino, sostenendolo anche nel processo. Piraino non deve essere lasciato solo. Il suo invito alla denuncia deve essere sostenuto perché è l’unica via percorribile da coloro che vogliono dare un contributo al recupero e alla crescita economica e un futuro diverso alle nuove generazioni”. È possibile rivolgersi allo sportello antiracket di Confartigianato imprese, telefonicamente, allo 091.6117587 per fissare un appuntamento, oppure recandosi direttamente nella sede di via Amari....

Leggi tutto
Federfarma Palermo, Tobia vonfermato presidente per terzo mandato
Dic11

Federfarma Palermo, Tobia vonfermato presidente per terzo mandato

Roberto Tobia, tesoriere nazionale di Federfarma, e’ stato confermato, per il terzo mandato, presidente di Federfarma Palermo. Confermati anche i vicepresidenti Maria Carmela Sorci, vicario, e Salvatore Cassisi, delegato delle farmacie rurali; il segretario Ivan Tortorici e il tesoriere Riccardo Listro. Il Consiglio direttivo e’ composto da Salvatore Angilella, Francesco Cannata, Giovanni Cirincione, Davide D’Alessandro, Salvatore Margiotta, Francesco Miraglia, Gigliola Pennino e Pietro Massimiliano Scardina. “Questo risultato – commenta Tobia – dimostra quanto la categoria condivida e sostenga la strada che finora abbiamo percorso in difesa dell’autonomia e dell’indipendenza della rete delle farmacie territoriali dagli interessi del capitale delle multinazionali e dai possibili speculatori, per affermare, se ce ne fosse ancora bisogno, il ruolo sociale della farmacia come pilastro indispensabile del Servizio sanitario nazionale, che svolgiamo anche attraverso campagne di screening gratuiti e iniziative di solidarieta’, con l’obiettivo di estendere il piu’ possibile a tutti l’insostituibile servizio di consulenza, assistenza e tutela della salute che il professionista del farmaco in farmacia sa garantire. La prima iniziativa del nuovo mandato sara’ una cena di beneficenza a favore di un progetto di prevenzione dell’Ail, l’Associazione italiana contro le leucemie, i linfomi e il mieloma, che si svolgera’, il 13 dicembre, alle 20,30, presso il Mondello Palace Hotel. Il ricavato servira’ a finanziare il progetto dell’Ail “Ematologia in rosa”, che si occupa di sostenere la ricerca scientifica e di migliorare e creare percorsi assistenziali per un’adeguata gestione delle problematiche ematologiche nelle donne in gravidanza e in eta’ fertile....

Leggi tutto
Rifiuti: Trentacoste (M5S) “Pessima gestione in Sicilia”
Dic10

Rifiuti: Trentacoste (M5S) “Pessima gestione in Sicilia”

“La chiusura della vasca B1 della discarica di Cozzo Vuturo e’ il logico risultato della fallimentare gestione dei rifiuti in Sicilia che risente, da un lato, della completa paralisi del governo regionale, dall’altro, della contraddizione di un presidente della Regione siciliana nella duplice veste di organo esecutivo del Piano dei Rifiuti – di cui avrebbe dovuto farsi carico per tempo – e di Commissario straordinario, chiamato a controllare se stesso”. Lo dice in una nota il senatore del Movimento 5 Stelle Fabrizio Trentacoste. “Per risolvere un problema divenuto ormai diffuso e cronico, con cicliche stagioni di crisi – continua Trentacoste – Musumeci preferisce puntare, ancora una volta, sulle discariche. In questo continuo stato emergenziale, ha previsto deroghe ad hoc e ampliamenti, senza alcuna valutazione delle conseguenze”. “Basti pensare che, nella discarica di Cozzo Vuturo (sito gia’ di per se inidoneo e che avrebbe dovuto essere accompagnato al post mortem, con la messa in sicurezza), a fronte dell’aumento esponenziale della superficie della discarica, non e’ stato previsto un ridimensionamento corretto delle vasche di raccolta del percolato, che si riversa in un territorio agricolo, con produzioni di eccellenza. Nessuna sensibilita’ ambientale, quasi – conclude – fossimo ancora negli anni ’60, quando non si pensava alla tutela dell’ambiente e alla salute dei cittadini”....

Leggi tutto
Pantelleria, “Troppi disservizi”, Regione convoca compagnia aerea DAT
Dic10

Pantelleria, “Troppi disservizi”, Regione convoca compagnia aerea DAT

“I disservizi aerei della compagnia aerea Dat stanno mettendo a dura prova le comunita’ delle isole minori siciliane, ne discuteremo con tutti gli attori in causa per rimuoverli definitivamente”. Lo afferma l’assessore alle Infrastrutture della Regione Siciliana, Marco Falcone, rendendo noto di aver convocato per il prossimo 18 dicembre alle 11, al Comune di Pantelleria alla presenza del sindaco e della giunta, un vertice con Dat e l’Enac. Ieri nell’aeroporto dell’isola si era tenuta una manifestazione di protesta contro i disagi dovuti alle troppe cancellazioni di voli e ai ritardi. La compagnia danese Dat detiene l’appalto per i collegamenti aerei in continuita’ territoriale con Pantelleria e Lampedusa. “Abbiamo voluto convocare il tavolo in loco per dare un ulteriore concreto segnale della vicinanza del Governo Musumeci alle isole minori”, conclude Falcone....

Leggi tutto
Sanità: siglato protocollo tra Aiop Sicilia e Ordine dei medici
Dic07

Sanità: siglato protocollo tra Aiop Sicilia e Ordine dei medici

Far crescere e migliorare la qualita’ del servizio sanitario regionale e territoriale, promuovere progetti di ricerca e formazione, sviluppare l’uso delle nuove tecnologie. Sono gli obiettivi di un protocollo d’intesa siglato a Palermo dai presidenti di Aiop Sicilia e Ordine dei medici, Marco Ferlazzo e Toti Amato. Presenti anche Silvana Montalbano, direttrice della sezione siciliana dell’Aiop, e Filippo Di Piazza, direttore della formazione dell’Ordine dei Medici di Palermo. “I centri ospedalieri privati si apriranno all’alternanza scuola-lavoro per gli studenti in uscita dalla scuola superiore – spiega Ferlazzo – Avremo pure la possibilita’ di aprirci agli studenti di medicina e scienze infermieristiche e a chi studia per far il tecnico di radiologia. Per gli atenei siciliani ci sara’ la possibilita’ di ampliare il numero di borse di studio per specializzandi. Stessa cosa per gli assegni di ricerca e i dottorati di ricerca. Lo stesso percorso si puo’ fare anche con altre facolta’ dipartimentali, e quindi, per esempio, con gli ingegneri gestionali e informatici, con economisti, infermieri e gli specialisti della riabilitazione”. Secondo Toti Amato, presidente dell’Ordine dei Medici di Palermo, “l’accordo e’ valido per tutta la Sicilia e punta a dare maggiore garanzia alla salute dei cittadini. Previsti anche programmi di ricerca e sviluppo in ambito sanitario, con particolare riguardo alla disciplina dell’anticorruzione ma anche progetti per l’accesso ai benefici previsti dal Piano Nazionale Impresa 4.0 e la collaborazione per la ricerca all’accesso a finanziamenti e contributi regionali, nazionali ed europei. L’Aiop e’ l’associazione di categoria piu’ rappresentativa del comparto dell’ospedalita’ privata. Le strutture associate sono 519 per un totale di 56.295 posti letto, distribuiti su tutto il territorio nazionale, con 70.000 unita’ di lavoro. In Sicilia la sede regionale rappresenta 54 strutture con 4.362 posti letto e 7.000 unita’ di forza lavoro. Le strutture private nel 2017 hanno erogato 187.394 prestazioni, rappresentando il 23,2 per cento del totale delle prestazioni operative in Sicilia. A fronte di una produzione complessiva di 510 milioni di euro, le case di cura hanno avuto riconosciuta la somma di 471 milioni di euro, stabilita dall’aggregato di spesa regionale, il cui tetto di spesa, secondo Aiop, e’ cristallizzato ormai da 10 anni allo stesso importo. Alle 389.000 impegnative raccolte nel 2017, le case di cura hanno assicurato 1.066.000 prestazioni ambulatoriali ai cittadini siciliani....

Leggi tutto
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com