Caporalato, nel siracusano i carabinieri hanno intensificato controlli
Ago07

Caporalato, nel siracusano i carabinieri hanno intensificato controlli

In questo ambito sono state effettuate oltre 30 ispezioni, il doppio rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, nel corso delle quali sono state verificate oltre 260 posizioni lavorative, il 110% in piu’ rispetto ai primi sette mesi del 2017, quasi 40 delle quali sono risultate essere irregolari (il 35% in piu’ rispetto a quelle registrate fino a luglio 2017). Anche in questo ambito sono state sospese 11 aziende con l’elevazione di sanzioni per oltre 120mila euro (piu’ del doppio rispetto all’anno precedente sia per le attivita’ sospese che per l’ammontare complessivo delle sanzioni). L’azione di contrasto al fenomeno del caporalato si e’ sviluppata anche sotto altri profili con particolare riguardo ai controlli su strada attraverso i quali e’ stato verificato che chi fosse alla guida dei veicoli con a bordo persone destinate ad offrire la propria manodopera per impieghi nelle aziende agricole, fossero soggetti regolarmente autorizzati ad effettuare quel tipo di attivita’ di trasporto persone. Nel corso di questi servizi, specificamente predisposti anche per tutelare la sicurezza della circolazione stradale, oltre all’identificazione degli occupanti, alla verifica che il numero di persone trasportate fosse conforme alla omologazione dei veicoli, sono anche state elevate contravvenzioni a norma del Codice della Strada soprattutto per il mancato uso delle cinture di sicurezza ed, in alcuni casi, per la mancata revisione degli stessi mezzi circolanti. Assolutamente di rilievo, per i risultati conseguiti, e’ stata anche l’attivita’ di monitoraggio delle aree dove cittadini, soprattutto di origine extracomunitaria, hanno trovato ricovero estemporaneo per poi essere impiegati nei lavori di raccolta di generi ortofrutticoli. I servizi appositamente predisposti anche in aderenza alle determinazioni assunte in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e Sicurezza Pubblica presieduto dal Prefetto, Giuseppe Castaldo, per prevenire il verificarsi di condizioni su cui il fenomeno del caporalato possa facilmente attecchire ed anche manifestazioni di degrado ambientale, hanno consentito ai Carabinieri di individuare, nella zona di Cassibile, dapprima una tendopoli di fortuna con la presenza di quasi 40 persone che abitavano in condizioni assolutamente problematiche riparandosi in tende e baracche costruite in modo del tutto precario, e, pochi giorni dopo, di intervenire all’interno di un insediamento abusivo costituito complessivamente da oltre 50 baracche in legno e lamiera che alloggiavano oltre un centinaio di persone, anche in questo caso di origine extracomunitaria. Per quest’ultimo sito si provvedera’ nei prossimi giorni a bonificare l’area trovando una adeguata sistemazione alloggiativa a coloro che ancora frequentano quel sito....

Leggi tutto
Mafia: legali Savalle “Nulla a che spartire con Messina Denaro”
Ago02

Mafia: legali Savalle “Nulla a che spartire con Messina Denaro”

“Il nostro assistito non ha nulla a che spartire col mafioso Matteo Messina Denaro ne’ e’ mai stato consapevolmente contiguo a mafia e mafiosi di cui non hai mai cercato appoggio o sostegno ne’ esplicito ne’ implicito, per alcunche'”. E’ quanto affermano in una nota i legali dell’imprenditore e fiscalisca Giovanni Savalle, gli avvocati Francesco Messina e Antonino Carmcio, che sottolineano “l’estraneita’ di Savalle alle contestazioni e ai pesanti sospetti sollevati”. “Savalle – continuano – non ha intrattenuto ne’ intrattiene alcuna relazione con patrimoni di illecita o illegale formazione o provenienza. E riguardo ai vecchi procedimenti per i quali viene chiamato in causa, non puo’ non rilevarsi come, in gran parte, si tratti di questioni ormai definite. Savalle resta a disposizione degli organi inquirenti ai quali dara’ piena collaborazione e ogni necessario chiarimento ai fini dell’indagine in corso. Ma poiche’ ogni provvedimento di prevenzione e’ basato sul sospetto investigativo, attendiamo fiduciosi lo sviluppo del procedimento, certi della buona fede e della legittima condotta del nostro assistito che attende con ansia che la giustizia faccia celermente il proprio corso affinche’ dubbi e sospetti avanzati sulla sua persona e integrita’, siano fugati pienamente dalla magistratura giudicante”, concludono i legali....

Leggi tutto
Imprese: Albanese “Senza infrastrutture impossibile competere”
Ago02

Imprese: Albanese “Senza infrastrutture impossibile competere”

“Nessuna impresa siciliana potra’ essere davvero competitiva senza infrastrutture adeguate. E’ per questo che al presidente della Regione, Nello Musumeci, chiediamo di dotare l’Isola di un master plan della logistica, frutto di un processo di programmazione condiviso, che definisca una strategia di medio e lungo periodo per lo sviluppo dell’Isola”. Lo afferma il vicepresidente vicario di Sicindustria, Alessandro Albanese, in vista della visita del ministro per il Sud, Barbara Lezzi, che domani sara’ a Palermo. “Siamo consapevoli – aggiunge Albanese – che il problema non e’ rappresentato dalle risorse, che ci sono, ma dalla qualita’ della progettazione che troppo spesso e’ stata assente. Finora si sono preferiti interventi spot a politiche di sviluppo concrete. La Sicilia deve certificare e rendicontare una spesa di oltre 700 milioni di fondi Po Fers 2014-2020 entro il 31 dicembre e la fetta piu’ rilevante e’ rappresentata da infrastrutture ferroviarie e autostradali. Non e’ un caso che, proprio in occasione del nostro ultimo consiglio generale, abbiamo affrontato il tema degli investimenti nell’Isola con Rfi, una grande impresa che puo’ dare un contributo fondamentale allo sviluppo e alla valorizzazione del territorio. L’obiettivo condiviso e’ quello di fare della Sicilia la piattaforma d’Europa e per riuscirci e’ necessario agire affinche’ il sistema logistico regionale risponda alle sfide derivanti dalle politiche europee e nazionali”, conclude Albanese....

Leggi tutto
PSR: Bando Agriturismo, 45% di contributi a fondo perduto
Lug31

PSR: Bando Agriturismo, 45% di contributi a fondo perduto

«Vogliamo dare un’ulteriore boccata d’ossigeno al comparto turistico dell’agricoltura siciliana in crescita negli ultimi anni e incoraggiare i giovani a tornare nelle campagne e a mettere a profitto la loro creativi-tà». Così il presidente della regione Siciliana Nello Musumeci, in riferimento alla pubblicazione del “bando agriturismo” che prevede un nuovo stanziamento di 25 milioni di euro e un contributo del 45 per cento a fondo perduto per realizzare e migliorare agriturismi, strutture per attività ricreative, sportive, cul-turali, ristorazione, fattorie didattiche per attività rieducative e terapeutiche e vendita dei prodotti aziendali, compresa l’attivazione di servizi di e-commerce. Proprio per la molteplicità degli interventi consentiti, si tratta di una delle misure più attese del Programma di Sviluppo Rurale. Le domande potranno essere presentate on-line dal 20 settembre al 20 dicembre 2018. «L’agriturismo – sottolinea Musumeci – piace se è vario, originale, rispettoso del contesto ambientale e culturale. Per questo ho disposto che nei prossimi giorni il personale della Regione vada in giro nelle aziende agritu-ristiche per accertare casi di abusivismo e di bassa qualità dei servizi. La ricreazione è finita anche per gli speculatori». Continua quindi a ritmo serrato l’attuazione del Programma di sviluppo rurale, dopo la recente pubblicazione della gra-duatoria provvisoria delle domande ritenute ammissibili a valere sulla misura 6.4.a, destinata ad agriturismi, strutture ricettive e attività extra-agricole, che destinava già venticinque milioni di euro e un contributo del 75 per cento a fondo perduto, per un importo complessivo di duecento mila euro. Per l’assessore all’Agricoltura, Edy Bandiera: «L’importanza fondamentale del bando risiede nella diversificazione dell’attività agricola, che da un lato accresce la redditività e la dimensione economica delle nostre imprese e dall’altro, mediante la promozione dell’agriturismo, pre-serva e promuove il patrimonio edile...

Leggi tutto
Fipe Confcommercio Sicilia, il presidente Pistorio -“Assurdo escludere i pubblici esercizi da reintroduzione voucher”
Lug31

Fipe Confcommercio Sicilia, il presidente Pistorio -“Assurdo escludere i pubblici esercizi da reintroduzione voucher”

Il presidente di Fipe Confcommercio Sicilia Dario Pistorio critica la possibilità che il Governo reintroduca i voucher nel turismo escludendo i pubblici esercizi. “Una vera assurdità l’idea di reintrodurre i voucher nel settore turismo limitandone l’uso alle sole strutture ricettive. Se è vero che il voucher è uno strumento legale e tracciabile per regolamentare le prestazioni di lavoro occasionale, tutte le imprese che hanno a che fare con picchi di lavoro discontinui, improvvisi e difficilmente pianificabili devono poterne fare uso. Se si temono gli abusi, basta fare più controlli e sanzioni severe”. È categorico Dario Pistorio, e anche se per ora sono solo indiscrezioni, la categoria è fortemente preoccupata. “Siamo sempre alla storia dei figli e dei figliastri. Non si capisce perché i voucher non possano essere usati anche da tutte le altre aziende del settore turismo che applicano il contratto collettivo” prosegue Pistorio “Le imprese a vocazione turistica, e dunque non solo alberghi, ma anche ristoranti, stabilimenti balneari, locali da ballo e tutti i pubblici esercizi, devono rispondere allo stesso modo ad una domanda di lavoro caratterizzata da alta flessibilità e stagionalità. Non possono esserci differenze negli strumenti contrattuali consentiti”. Per il presidente della Fipe Sicilia se le indiscrezioni fossero confermate si creerebbe una situazione paradossale, incomprensibile nella logica e discriminante negli effetti. Oltre tutto sarebbe ingiusto negare la possibilità di accesso ai voucher all’intero settore dei pubblici esercizi per il timore di abusi. Gli abusi si contrastano con controlli più serrati e sanzioni più severe, non certo penalizzando gli imprenditori seri che rispettano le regole. Il timore dell’associazione di categoria è che il doppio intervento di restrizione sul lavoro a tempo determinato e di negazione dell’uso dei voucher comporti l’irrigidimento di un settore fondamentale del Made in Italy e del turismo. “Non dimentichiamo che le aziende della ristorazione sono la componente essenziale e maggioritaria del turismo, anche sotto il profilo della creazione di posti di lavoro stabili” conclude...

Leggi tutto
Siracusa. Innovazione Sasol, adAugusta la mobilità a emissioni zero
Lug30

Siracusa. Innovazione Sasol, adAugusta la mobilità a emissioni zero

Cambia il volto della fabbrica chimica. La prima  iniziativa del genere nella zona industriale. Solo auto elettriche  per spostarsi nello stabilimento, ed energia messa a disposizione per le auto elettriche  di tutti gli automobilisti . Una rivoluzione culturale ed ecosostenibile. Muoversi su quattro ruote per spostarsi tra gli impianti non è mai stato così sostenibile: Da oggi nel sito Sasol  Italy di Augusta si viaggia in modo ecologico, a emissioni zero e sfruttando l’energia prodotta dal nostro stabilimento. E’ il risultato del progetto “Fai un pieno di energia!”, grazie al quale sono arrivate le prime tre auto elettriche E-UP Volkswagen.  Ed entro un anno il numero di auto salirà a circa quaranta, sostituendo così l’intero parco autovetture dello stabilimento augustano. Le auto saranno a disposizione dello stabilimento e potranno essere utilizzate per gli spostamenti di lavoro principalmente all’interno, ma anche all’esterno. Ogni vettura ha un’autonomia di circa 250 chilometri, e può facilmente essere ricaricata in una delle circa quindici colonnine dislocate nell’ area dello stabilimento. Il vero punto di forza di questa innovazione è il tipo di alimentazione: l’energia erogata dalle colonnine e necessaria per la ricarica è, infatti, quella generata dall’impianto di cogenerazione di energia elettrica, il Turbogas di Sasol,  in funzione da due anni, che   utilizza il gas  naturale. Come solo gas naturale, ormai da molti anni, usa Sasol Augusta in tutti i suoi sistemi di combustione. Un progetto innovativo, primo nel suo genere in tutta l’area siracusana, che segna una tappa fondamentale di quel “Viaggio nella Sostenibilità” che Sasol ha intrapreso ormai da anni, con performance sempre migliori. “Con il progetto ‘Fai un pieno di energia!’ – ha commentato il Vice President Operations e Direttore del sito di Augusta, l’Ing. Sergio Corso – Sasol si fa pioniera di un forte cambiamento non solo dal punto di vista della sostenibilità ambientale, ma anche culturale. Il nuovo parco auto ad emissioni zero si inserisce nel solco dell’impegno costante nei confronti del territorio, confermato proprio dai numeri: gli impianti Sasol, certifica l’Arpa Sicilia, impattano solo per l’uno per cento rispetto all’intera area industriale del siracusano”. Anche in questo progetto, l’attenzione di Sasol non si è limitata al solo stabilimento, ma a tutta la collettività. Altre due colonnine multipresa sono infatti già state installate all’esterno del sito, a disposizione di chi debba acquistare energia per ricaricare la propria auto elettrica. “Essere i primi a sostituire tutte le tradizionali vetture a benzina con auto full electric – conclude il Managing Director Sasol Italy, l’Ing. Filippo Carletti – ci rende consapevoli e orgogliosi promotori di un cambiamento che speriamo possa avere ampia diffusione, sia all’interno del nostro stabilimento, sia su tutto il...

Leggi tutto
Salute e sanità, la parola ai siciliani. 13 gazebo nell’isola
Lug30

Salute e sanità, la parola ai siciliani. 13 gazebo nell’isola

 Tredici gazebo davanti ai principali ospedali siciliani per raccogliere l’opinione dei cittadini sulla sanità nell’isola sotto tutti gli aspetti, dalle liste d’attesa alle prestazioni erogate, dalla funzionalità dei pronto Soccorso fino ai pasti erogati in degenza. L’U.DI.CON “Unione per la Difesa dei Consumatori” regionale, sta lanciando un imponente campagna in tutta la Sicilia. Verranno raccolte le segnalazioni spontanee dei cittadini e verranno proposte schede/questionario su alcuni grandi temi legati al mondo della sanità. Si tratterà di ,un questionario in tredici domande che affronterà vari temi fra cui: L’efficienza delle aree di emergenza; Le condizioni igienico-sanitarie degli ospedali; I tempi di attesa per le visite specialistiche; La qualità dei pasti fornite dagli ospedali; Eventuali presunti danni per malasanità; I viaggi della speranza. Si tratta solo della prima fase della campagna U.Di.Con. sulla sanità. Martedì’ 31 luglio le postazioni per raccogliere le opinioni dei siciliani e far compilare le schede ai cittadini, saranno nei seguenti ospedali: PALERMO Ospedale Cervello, Ospedale Villa Sofia, Ospedale Civico, Ospedale dei Bambini, Ospedale Cimino (Termini Imerese), Ospedale Partinico, Ospedale Ingrassia MESSINA Ospedale Sant’Agata di Militello, Ospedale Papardo, Policlinico di Messina CATANIA Ospedale Cannizzaro, Ospedale Garibaldi e Policlinico Vittorio Emanuele “Per noi  si tratta di una battaglia di civiltà – dice il segretario regionale U.Di.Con Pietro Feroce – perché troppo spesso in questa terra il sistema sanitario regionale non è stato all’altezza di fornire servizi sanitari adeguati. I dati che raccoglieremo verranno elaborati e presenteremo all’assessore regionale alla sanità un dossier sulla base del quale si potrò avviare un miglioramento del servizio  sanitario, uno spunto di importante riflessione e al tempo stesso di denuncia sociale ma mirata ad ottenere un risultato per tutti” “L’iniziativa che parte il 31 luglio dalla Sicilia – dice il Presidente nazionale Denis Nesci – sarà estesa a molte regioni italiane, il lavoro che ne verrà fuori per noi sarà un punto di partenza, tanté che è nostra intenzione alla fine creare un corposo libro bianco della sanità, da consegnare al Ministro della Salute. Si parte dalla Sicilia anche perchè in questa regione è in corso la rimodulazione della rete ospedaliera e le nostre strutture territoriali siciliane hanno ricevuto numerose proteste e segnalazioni di scelte che andrebbero riviste, di ospedali il cui futuro non appare chiaro. Vogliamo partire dalla conoscenza della situazione attuale, da una fotografia che possa essere utile a tutti per far crescere una sanità che ha bisogno di...

Leggi tutto
Blue Sea Land 2018, riunione operativa alla Farnesina
Lug26

Blue Sea Land 2018, riunione operativa alla Farnesina

  Ieri mattina a Roma, il Presidente del Distretto della Pesca e Crescita Blu, Nino Carlino, ha partecipato, presso la Farnesina, ad una riunione operativa per l’organizzazione della prossima edizione, la settima, dell’Expo Blue Sea Land, che si svolgerà dal 4 al 7 ottobre a Mazara del Vallo. La delegazione siciliana, composta, oltre che dal Presidente Carlino, dall’Assessore alle Attività Produttive della Regione Siciliana, on. Girolamo Turano, dal Direttore del Dipartimento Pesca della Regione Siciliana, Dott. Dario Cartabellotta e dal Sindaco della Città di Mazara del Vallo, on. Nicola Cristaldi, ha incontrato l’Amb. Vincenzo De Luca, Direttore Generale per la Cooperazione del Sistema Paese, ed il Ministro Plenipotenziario Mario Vattani, Coordinatore UE–Asia Pacifico Direzione Generale per la Mondializzazione e le Questioni Globali. Dall’incontro è emerso un impegno fattivo da parte di tutti per la buona riuscita della manifestazione ideata dal compianto Presidente Giovanni Tumbiolo. Il Presidente Carlino ed il Direttore Cartabellotta dopo aver partecipato ad un convegno sugli investimenti sostenibili nell’agroalimentare hanno incontrato l’Amb. Giorgio Marrapodi, Direttore Generale per la Cooperazione e Sviluppo del MAECI e la Direzione dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo. Successivamente Carlino ha incontrato il Direttore Generale della Pesca del Ministero per le Politiche Agricole Alimentari e Forestali (MIPAAF), dott. Riccardo Rigillo. La giornata si è conclusa con l’incontro con l’Amb. Umberto Vattani, decano di Blue Sea Land, Presidente della Venice International University. L’Expo Blue Sea Land è organizzato dal Distretto della Pesca e Crescita Blu e dal suo organismo esecutivo per i servizi, il Centro di Competenza Distrettuale, ed in collaborazione della Regione Siciliana, del Comune di Mazara del Vallo e l’importante malleva del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI). La settima edizione di Blue Sea Land sarà dedicata ai Cluster e alle buone pratiche della green, blue economy e della bio-economia. Blue Sea Land costituisce un formidabile laboratorio di diplomazia economica, sociale, scientifica e culturale ed è un’importante piattaforma per la valorizzazione delle eccellenze, sapori e saperi, del mare e della...

Leggi tutto
Al via lo sblocco dei pagamenti delle misure a superficie del Psr
Lug26

Al via lo sblocco dei pagamenti delle misure a superficie del Psr

Si è tenuto oggi presso l’Assessorato regionale all’agricoltura il tavolo tecnico inerente i problemi legati al blocco dei pagamenti delle misure a superficie del PSR Sicilia. La Cia è soddisfatta dal lavoro portato avanti dal dirigente generale Carmelo Frittitta e da tutti i funzionari che hanno mantenuto l’impegno assunto durante il precedente appuntamento: si giunti ad una svolta nella risoluzione della maggior parte delle anomalie bloccanti e auspichiamo che per tutte le anomalie vengano al più presto presto trovate le soluzioni tecniche. “Le aziende ancora in attesa di percepire le somme che gli spettano ricevono oggi una notizia confortante – dichiara Rosa Giovanna Castagna, presidente CIA Sicilia – poiché il ritardo di tre anni ha causato problemi insormontabili. Il confronto instaurato attraverso il tavolo tecnico – continua Castagna – si è rivelato proficuo ed auspichiamo che il dialogo con l’amministrazione possa continuare nell’interesse generale degli agricoltori...

Leggi tutto
Rai: Vincenzo Morgante lascia azienda a fine settembre
Lug23

Rai: Vincenzo Morgante lascia azienda a fine settembre

La Rai conferma che Vincenzo Morgante, direttore della TgR, ha comunicato all’Azienda che cessera’ il suo rapporto di lavoro il 30 settembre 2018. Morgante ha ricoperto il ruolo di Direttore della TgR per oltre cinque anni: nominato nel 2013, e’ stato riconfermato dall’attuale Consiglio di Amministrazione....

Leggi tutto
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com