Trapani. “Lavoro al femminile: talento è professionalità”, un incontro Cisl e scuola
Mar22

Trapani. “Lavoro al femminile: talento è professionalità”, un incontro Cisl e scuola

Tenacia, talento, determinazione e forza d’animo. Sono le doti delle lavoratrici che ogni giorno si impegnano in settori professionali considerati prerogativa maschile come il comparto portuale, igiene ambientale, il marittimo e il settore elettrico. A loro sarà dedicato l’incontro con gli studenti delle quarte e quinte classi dell’Istituto comprensivo Giangiacomo Ciaccio Montalto di Trapani in via Tunisi, 37 “Lavoro al femminile: talento è professionalità”, organizzato dalla Cisl Palermo Trapani, Fit Cisl, Flaei Cisl e Cisl Scuola, e che si terrà il prossimo lunedì 26 marzo dalle ore 9,30 nell’aula magna della scuola. Obiettivo dell’incontro dunque, sarà quello di raccontare esperienze di lavoro di alcune figure professionali che solitamente si pensavano ‘al maschile’ e che oggi le donne svolgono nell’eccellenza con elevata professionalità. Ad aprire i lavori saranno i saluti di Amedeo Benigno segretario generale Fit Cisl Sicilia, Maria Caterina Peraino della segreteria regionale Flaei Cisl Sicilia, Vito Cassata segretario generale Cisl Scuola Palermo Trapani. Seguiranno le testimonianze delle lavoratrici a partire dalla dirigente scolastica dell’Istituto Antonina Filingeri, seguirà Silvia Bongiorno, una delle due donne imprenditrici del comparto di Igiene Ambientale della Sicilia, (amministratore unico dell’Agesp), sempre per il settore la parola passerà ad Antonella Ferrarella che presta servizio come operatore ambientale al comune di Erice presso la Energetika ambiente. Si passerà al settore marittimo con il Tenente di Vascello Francesca Godino (capo del Demanio capitaneria di porto di Trapani che andrà presto a dirigere da comandante dell’Ufficio marittimo del porto di Grado in Friuli Venezia Giulia); Antonella La Luppa, la portuale addetta alle operazioni portuali a Palermo; Marianna La Rosa comandante di una delle unità navali della Caronte & tourist Isole minori; Marianna Prinzivalli tecnico dell’unità operativa E-distribuzione e da qualche giorno referente del filone verifiche a Trapani, e infine Matilde Nocerino direttore delle Risorse umane di E-Distribuzione. Prevista anche la presenza del Comandante della Capitaneria di porto di Trapani Franco Maltese. A moderare sarà la responsabile del presidio Fit Cisl Trapani Rosanna Grimaudo e concluderà gli interventi il segretario Cisl Palermo Trapani Leonardo La Piana. Durante la mattina ci saranno anche esibizioni degli studenti con musica e brani dedicati a personaggi del mondo dell’eccellenza femminile, quali Rita Levi di Montalcini e l’attivista e blogger pakistanaMalala Yousafzai..  L’iniziativa mira anche ad illustrare alle studentesse e agli studenti, come e in che misura il mondo del lavoro sta cambiando garantendo pari opportunità e...

Leggi tutto
Trapani. Eugenio Tumbarello confermato segretario generale Uil Trapani
Mar15

Trapani. Eugenio Tumbarello confermato segretario generale Uil Trapani

Eugenio Tumbarello è stato rieletto all’unanimità segretario generale della Uil Trapani in occasione del 17esimo congresso territoriale “Rilancio e occupazione – Con eqUILibrio nella direzione giusta”. Sono stati eletti, inoltre, nella segreteria Vita Angileri, Mario D’Angelo e Giorgio Macaddino, Giuseppe Tumbarello. Tesoriere è stato nominato Tommaso Macaddino. Ai lavori congressuali hanno preso parte, tra gli altri, il segretario generale Uil Sicilia Claudio Barone e il segretario confederale Uil Domenico Proietti. “La proposta che la Uil ha portato ai lavori del suo congresso – afferma Tumbarello – è quella di realizzare in favore dei cittadini attraverso un momento aggregante e sinergico un apertura di credito per il lavoro, quel lavoro che manca, quel lavoro rispetto al quale bisogna stare tutti insieme, necessita coinvolgere le forze sane e coraggiose del territorio per potere colmare quelle difficoltà occupazionali che esistono e per potere realizzare il giusto rilancio di questa terra”. “Purtroppo – aggiunge – i dati relativi all’anno appena trascorso attestano un ulteriore forte aumento dei contratti temporanei e una conseguente riduzione dei quelli stabili; e ciò è dovuto principalmente all’elevato costo del lavoro. Per questa ragione noi riteniamo che nei prossimi anni bisognerà stimolare la buona occupazione attraverso incentivi strutturali, che ad oggi sono mancati. Per uscire dalla crisi, il cui prezzo più alto viene sempre fatto pagare ai lavoratori, occorre far ripartire gli investimenti, troppo spesso al palo, con progetti specifici e strutturali, e uno degli elementi determinanti perché ciò avvenga è, appunto, la riduzione del costo del lavoro. I segnali di ripresa che si sono registrati al Sud negli ultimi 2 anni sono il frutto di fattori legati anche alla chiusura dei cicli di programmazione dei fondi comunitari e quindi difficilmente si potranno presentare nel prossimo futuro con le stesse caratteristiche. Ma se la crescita del Sud negli ultimi due anni si è in qualche modo consolidata, la strada per recuperare il terreno perduto e per ridurre la forbice con il resto del Paese è ancora molto lunga, e per far ciò occorrono interventi che contengano misure coerenti tra loro e soluzioni innovative per dare speranza e futuro alle persone, partendo dalle giovani generazioni”. E conclude: “La Uil sostiene che, per la crescita e lo sviluppo del Sud, non occorrano politiche speciali, ma proposte economiche concrete di medio periodo valide per tutto il territorio nazionale che prevedano, però al loro interno, una maggiore intensità di risorse da destinare al...

Leggi tutto
Trapani. Al via corsi di formazione Confartigianato
Mar14

Trapani. Al via corsi di formazione Confartigianato

Prendono avvio i nuovi corsi di formazione professionale di Confartigianato Imprese presso le sedi di Trapani, Marsala, Castelvetrano e Pantelleria, e sono aperti a diverse tipologie di lavoratori. I corsi, alcuni dei quali teorico – pratici, forniscono abilitazioni o qualifiche obbligatorie per legge per lo svolgimento della professione di riferimento. Confartigianato Trapani pone quindi l’attenzione al tema della formazione, intesa non solo come aggiornamento professionale ma come vera e propria acquisizione di attitudini e competenze previste e valide per la normativa vigente. Negli ultimi anni gli obblighi introdotti dalla legge hanno inevitabilmente messo datori di lavoro e dipendenti nelle condizioni di ricevere aggiornamenti tecnici e tecnologici o di adeguarsi con le abilitazioni richieste: i corsi proposti da Confartigianato Trapani danno la possibilità agli addetti ai lavori di poter accrescere la professionalità personale o acquisire importanti nozioni I corsi, alcuni dei quali potranno essere effettuati comodamente da casa in formula FAD, sono: Corso Haccp: si rivolge a tutti i tipi di attività del comparto alimentare per la formazione degli alimentaristi e addetti e responsabili dell’industria alimentare Corso Carrelli Elevatori: prevede il rilascio della abilitazione alla guida (nuovo attestato di formazione o “patentino per muletto”) e rispetta pienamente le vigenti disposizioni previste dal nuovo accordo Stato – Regioni Corso Addetto ai Lavori Elettrici (Pes-Pav): si rivolge principalmente ad appaltatori di lavori elettrici e al personale tecnico con attività nel campo della manutenzione e dell’installazione elettrica di macchine ed impianti Corso Pimus Ponteggi: prevede il rilascio del documento operativo da mettere a disposizione degli addetti ai lavori riportante la concreta procedura di montaggio/smontaggio ed eventualmente trasformazione del...

Leggi tutto
Trapani. Edilizia scolastica, Cisl “70 progetti al palo”
Mar12

Trapani. Edilizia scolastica, Cisl “70 progetti al palo”

Settanta progetti per la ristrutturazione dei solai degli edifici, per la manutenzione straordinaria degli immobili, per l’eliminazione di barriere architettoniche, la messa in sicurezza, la realizzazione di nuovi plessi, la ristrutturazione di palestre di Trapani e della sua provincia, fermi per la mancanza dei progetti esecutivi o dei bandi di gara, impantanati nei meandri di una burocrazia lenta. Parte da qui la denuncia che sara’ portata avanti nei prossimi mesi dalla Cisl Palermo Trapani, insieme alla Cisl Scuola, alla Cisl Funzione Pubblica e agli edili della Filca. Gli obiettivi, sono elencati in un volantino che le tre federazioni distribuiranno in tutti gli uffici pubblici che si occupano del settore dell’edilizia scolastica, nelle stesse scuole, nei cantieri edili: “Restaurare il presente per garantire il futuro”; “Prevenzione e Sicurezza nelle nostre scuole, un dovere per le istituzioni, un impegno civile per il sindacato”; “Potenziare gli uffici tecnici degli Enti locali per progettare le opere e dare impulso all’economia dei territori”, sono gli slogan scelti dal sindacato. I dettagli sono stati resi noti stamani nel corso di una conferenza...

Leggi tutto
Trapani. Uiltucs Trapani. Mario D’Angelo confermato alla guida della categoria
Mar09

Trapani. Uiltucs Trapani. Mario D’Angelo confermato alla guida della categoria

Mario D’Angelo è stato confermato alla guida della Uiltucs Trapani, il sindacato di categoria che si occupa dei lavoratori dei settori del turismo, commercio e servizi, in occasione dell’11° congresso “Insieme per disegnare il futuro” che si è svolto nei locali della Uil Trapani. Sono stati chiamti, inoltre, a fare parte del consiglio territoriale Giampaolo Anselmi, Desio Ferro, Gaetano Cassisa, Paolo Ruggirello, Cecilia Romano, Pietro Catanese, Gianni Torregrossa, Enza Di Natale, Vito Curatolo, Alberto Fontana, Pietro Sammartano, Giovanni Catalano, Antonio Monaco, Rosalia Pellegrino, Emanuele Di Pietra, Brigida Colicchia Sanacore, Patrizia Genna. “Turismo, commercio e servizi – afferma D’Angelo – sono tre settori tra di loro strettamente legati e che in un territorio come il nostro dovrebbero trainarne l’intera economia. Nei fatti, purtroppo, questi settori sono duramente colpiti dalla crisi e da scelte politiche poco oculate o quanto meno non molto lungimiranti. L’impegno del sindacato è stato negli anni, e continuerà ad essere in futuro, al massimo per tutelare i lavoratori da noi rappresentati”. Hanno preso parte, tra gli altri, al congresso di ieri la segretaria generale Uiltucs Sicilia Marianna Flauto e il segretario generale Uil Trapani Eugenio...

Leggi tutto
Trapani. Porto, stato di agitazione dei 23 lavortori
Feb28

Trapani. Porto, stato di agitazione dei 23 lavortori

  Hanno proclamato lo stato di agitazione i sindacati Filt Cgil e Fit Cisl per i 23 lavoratori dell’Impresa Portuale SCS, che operano all’interno del porto di Trapani. Tutto dopo il nulla di fatto al tentativo di conciliazione resosi necessario a causa dell’avvio delle procedure di licenziamento per tutti i 23 dipendenti. L’impresa, nel mese di novembre, aveva stipulato un atto di affitto di ramo di azienda con la Europea Servizi Terminalistici Srl . “Un atto del quale, prima di tutto – spiegano Franco Colomba e Rosanna Grimaudo responsabili Filt Cigl e Fit Cisl Trapani  -,  i sindacati non sono stati avvisati nel tempo che prevede la legge, almeno venticinque giorni prima del trasferimento del ramo di azienda che è avvenuto il 27 novembre scorso. Noi lo abbiamo appreso addirittura tre giorni dopo, ma la Scs  è andata avanti con i licenziamenti contravvenendo a una serie di norme e di articoli, come quello del codice civile, che prevede la continuità del rapporto di lavoro in caso di cessione di rami di azienda (articolo 2112)”. Di fatto,  quindici lavoratori che si occupano delle operazioni portuali dovevano transitare direttamente alla Europa Servizi Terminalistici, mentre i restanti otto, alla società controllante della Scs, la Newcoop, “L’intento della Scs invece è quello di proseguire con i licenziamenti, e, con la minaccia di metterli in atto, consentire alle società Est e Newcoop che in realtà controllano con le quote societarie la Scs, di definire accordi individuali peggiorativi delle attuali condizioni contrattuali e normative . Pertanto abbiamo dovuto proclamare lo stato di agitazione e chiesto un incontro urgente all’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Occidentale al fine di giungere a una soluzione della vicenda che rischia di avere pesanti  ripercussioni di ordine pubblico, perché si tratta di lavoratori che gestiscono buona parte delle operazioni di carico e scarico merci dentro il porto di Trapani, e di ordine sociale per via della perdita di questi posti di lavoro”....

Leggi tutto
Trapani. Scongiurato il rischio di licenziamento  dei 102 lavoratori della Trapani Servizi
Feb27

Trapani. Scongiurato il rischio di licenziamento dei 102 lavoratori della Trapani Servizi

  E’ stato scongiurato il rischio di licenziamento per i 102 lavoratori della Trapani Servizi che si occupano dello spazzamento, raccolta e trasporti rifiuti in città. “L’azienda ha dato ascolto alle nostre richieste – spiegano i responsabili Fp Cgil, Fit Cisl e Uiltucs Trapani, Vincenzo Milazzo, Rosanna Grimaudo e Mario D’Angelo – ritirando la procedura avviata nei giorni scorsi. I lavoratori , a nostro avviso dovranno transitare alla Srr per poi passare alla Energetikambiente che dovrà occuparsi del servizio, ma ancora per varie lungaggini burocratiche il passaggio della gestione, che doveva avvenire entro il mese di febbraio, non è ancora avvenuto. Abbiamo inviato inoltre una richiesta di incontro urgente alla Srr Trapani Nord per discutere del passaggio dei lavoratori dalla Trapani Servizi alla Energetikambiente, insieme a tutte le parti coinvolte per accelerare i tempi. Questi lavoratori – concludono Milazzo, Grimaudo e D’Angelo – non possono restare ostaggio delle lungaggini burocratiche, servono tempi certi per la garanzia sia del futuro di questi lavoratori, sia della qualità del servizio in...

Leggi tutto
Trapani. Partanna, pubblicato il bando per l’assegnazione degli opifici comunali
Feb26

Trapani. Partanna, pubblicato il bando per l’assegnazione degli opifici comunali

Pubblicato il bando per l’assegnazione di opifici disponibili nel Piano per gli insediamenti produttivi (Pip) di c/da Magaggiari. Nell’avviso, predisposto dal Servizio Patrimonio, sono specificati i requisiti che ciascuna impresa dovrà possedere per partecipare alla procedura di assegnazione. Le domande, a firma del titolare o del legale rappresentante, dovranno pervenire al Comune entro il 19 marzo del 2018 compilando l’apposito modulo predisposto dall’ufficio tecnico. All’istanza dovranno essere allegati, fra l’altro, una relazione sull’attività svolta nell’ultimo biennio e su quella che s’intende svolgere nel nuovo insediamento con indicazioni sulla consistenza numerica della manodopera già impegnata e su quella che si presume di impegnare, nonché sulle caratteristiche dei principali macchinari che si intendono utilizzare del nuovo impianto. Le ditte interessate dovranno inoltre produrre una ulteriore relazione dalla quale risulti se il richiedente era già proprietario di aree poi espropriate per la realizzazione della zona Pip di c/da Magaggiari, se la presentazione della domanda di assegnazione è determinata dalla necessità di trasferire nella zona Pip strutture e/o impianti attualmente ricadenti nel centro urbano; quale capacità di sviluppo delle potenzialità produttive e dei livelli occupazionali e quale sostegno e/o aumento dell’indotto produttivo ed economico locale potrà, a giudizio del richiedente, determinare l’eventuale trasferimento della ditta nella nuova sede e infine il grado di inquinamento dell’impianto. Una superficie pari al 20 per cento di quella complessiva è riservata alle piccole e medie imprese industriali. La stessa percentuale si applica per le iniziative promosse dal consorzio o cooperative di artigiani. Una volta pervenute le domande l’ufficio tecnico comunale stilerà una graduatoria che avrà validità triennale e sarà utilizzata ogni qualvolta si renderanno disponibili opifici. Per informazioni gli interessati potranno rivolgersi al responsabile del Servizio Patrimonio presso l’ufficio tecnico comunale di via XX Settembre n.15, nelle giornate di lunedì, mercoledì e venerdì dalle 11,30 alle 13,30. «Con questo avviso – spiega il sindaco Nicolò Catania – diamo l’opportunità alle imprese artigiane di utilizzare le strutture comunali per avviare o proseguire in locali più idonei la propria attività offrendo un sostegno al comparto in un periodo in cui la congiuntura economica non è particolarmente favorevole». «Il bando è il frutto di un complesso lavoro – aggiunge l’assessore alle Attività produttive Angelo Burlgarello – attraverso il quale si intende ampliare una zona artigianale che sta dimostrando di funzionare e le cui ricadute occupazionali per il territorio sono fondamentali in tempi di...

Leggi tutto
Trapani. Uilm Trapani, Aldo Vaccaro nuovo segretario di categoria
Feb24

Trapani. Uilm Trapani, Aldo Vaccaro nuovo segretario di categoria

Aldo Vaccaro è il nuovo segretario generale della Uilm Trapani, il sindacato di categoria dei lavoratori metalmeccanici. E’ stato eletto oggi in occasione del congresso “Con il contratto più tutele, più occupazione, più sviluppo” che si è svolto nei locali della Uil Trapani. Sono stati eletti quali componenti della segreteria Roberto Giacalone, Antonio Anguzza, Onofrio Roberto Palermo, Giuseppe Tumbarello. “Lavoreremo proseguendo l’azione già intrapresa negli anni passati – afferma Vaccaro – provando a dare sempre il massimo impegno nella tutela dei nostri lavoratori, tenendo presenti le esigenze delle persone che operano nel comparto”. Presenti, tra gli altri, ai lavori odierni il segretario generale della Uil Trapani Eugenio Tumbarello, il presidente nazionale del Caf Uil Giovanni Angileri e il segretario generale Uilm Sicilia Silvio...

Leggi tutto
Trapani. Feneal Uil. Giuseppe Tumbarello confermato segretario di categoria
Feb23

Trapani. Feneal Uil. Giuseppe Tumbarello confermato segretario di categoria

Giuseppe Tumbarello è stato confermato segretario generale Feneal Uil Trapani in occasione del 17° Congresso territoriale di categoria “Lavoro sicuro e legale per il futuro del settore edile” che si è svolto oggi nei locali della Uil Trapani. Sono stati chiamati a far parte della segreteria  Giovanni Angileri, Sergio Buscaino, Nella Macaddino e Aldo Vaccaro. “La crisi – afferma – ha colpito duramente questo settore. I dati per la nostra provincia sono drammatici: in particolare, dal 2008 ad oggi gli addetti occupati nel comparto sono diminuiti di oltre 5.000 unità passando dalle  10.877 alle 5.173, così come le ore lavorate sono passate 8.542.503 del 2008 a 2.503.792 del 2013. Le imprese attive hanno registrato un calo del  40 per cento passando dalle 2.311 del 2008 alle 1292 del 2017, con conseguente calo della massa salariale che nello stesso periodo è diminuita di circa 50.000 milioni di euro. La politica e le istituzioni – aggiunge infine  Tumbarello – devono acquisire la consapevolezza che  l’occupazione ed il mantenimento dei livelli occupazionali  è una priorità assoluta, poiché il problema non è soltanto la salvaguardia del posto di lavoro, ma diventa indispensabile  la salvaguardia del valore del lavoro, della professionalità e competenza acquisita da ogni singolo lavoratore edile, che non va dispersa ma deve essere preservata ed utilizzata quando il settore si avvierà verso la ripresa”. Ai lavori di oggi hanno preso parte, tra gli altri, il presidente nazionale del Caf Uil Giovanni Angileri, il segretario generale Uil Trapani Eugenio Tumbarello, il segretario generale Feneal Uil Sicilia Francesco De Martino e il tesoriere nazionale Feneal Uil Enzo...

Leggi tutto
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com