Trapani. Nasce la sezione “Economia del mare” di Sicindustria
Apr18

Trapani. Nasce la sezione “Economia del mare” di Sicindustria

Nasce in Sicindustria Trapani la sezione “Economia del mare”, che metterà insieme tutte le aziende che trasportano le proprie merci via mare e per le quali, quindi, una infrastruttura come il porto è di vitale importanza. “L’economia trapanese – afferma il presidente di Sicindustria Trapani, Gregory Bongiorno – è trainata da alcuni settori specifici, quali il marmo, l’agroalimentare e l’enologico che mai potrebbero contare sui numeri che hanno senza la vicinanza di un porto. È per questo che abbiamo chiesto all’ingegnere Rocco Ricevuto di dar vita a una nuova sezione dedicata proprio all’economia del mare e, al contempo, non possiamo che plaudire al progetto di allungamento della banchina Garibaldi proposto, nelle scorse settimane, dal presidente dell’Autorità Portuale di Sistema, Pasqualino Monti”. Un progetto che, a detta di qualcuno, potrebbe creare difficoltà di manovra alle navi nello specchio acqueo portuale. “Si tratta di contestazioni – aggiunge Bongiorno – da non prendere come una bocciatura del progetto, ma piuttosto come stimolo per approfondire le analisi e verificarne la fondatezza. Per fugare infatti ogni dubbio sullo spazio di manovra si potrebbe commissionare uno studio di manovrabilità, come peraltro si è fatto in altri porti d’Italia”. Il progetto in discussione prevede un allungamento della banchina Garibaldi che passerebbe dagli attuali 140 a 300 metri. In questo modo sarebbe possibile far attraccare le moderne navi da crociera e quindi incrementare il traffico navale. “Mi auguro – conclude il leader degli industriali trapanesi – che, al più presto, sia avviata ogni verifica tecnica necessaria e che, in caso di esito positivo, si proceda con i lavori. È questo l’invito che come Sicindustria facciamo al presidente Pasqualino Monti, al quale desidero esprimere il mio plauso per il grande lavoro condotto, in maniera decisa e alacremente, oltre che con indiscussa competenza, fin dal giorno del suo insediamento”....

Leggi tutto

Trapani. Massiccia adesione allo sciopero dei lavoratori dell’Agenzia delle Entrate a Trapani

Oltre il 60 per cento dei lavoratori dell’Agenzia delle Entrate dislocati negli uffici della provincia di Trapani hanno aderito allo sciopero nazionale proclamato per oggi da Cgil Fp, Cisl Fp, Uilpa, Unsa e Flp, per ottenere l’immediata definizione ed erogazione dei Fondi 2016 e 2017. Un gruppo dei lavoratori in sciopero stamattina ha tenuto un sit in davanti la sede dell’Agenzia di Trapani di via Francesco Manzo, insieme ai rappresentanti sindacali Gioacchina Catanzaro segretario generale Uilpa Trapani, Salvatore Armato, coordinatore Uilpa Entrate Trapani, Michele Binaggia, coordinatore regionale Agenzia Entrate Cisl Fp, Gaspare Damiano Rsu Agenzia Entrate Cgil Fp Trapani, Angelo Di Via coordinatore provinciale Unsa Confsal e Maria Donata Montalto coordinatore provinciale Fpl. “La protesta – affermano i rappresentanti delle organizzazioni sindacali –  ha preso il via lo scorso 4 marzo, giorno in cui l’Agenzia ha inspiegabilmente messo in discussione una parte storica e consolidata del salario accessorio del personale, i Fondi 2016 e 2017. Come se non bastasse quanto già successo – aggiungono -, nel pomeriggio di ieri è pervenuta dall’Agenzia una convocazione per la mattinata di oggi con un ordine del giorno limitato solo al Fondo 2016 che è, non solo tardiva, ma che non risponde in alcun modo a tutti i temi posti nella vertenza, chiarendo in modo inequivocabile che i nodi sul 2017 e gli anni a venire non sono stati sciolti e che quindi permangono tutte le criticità denunciate. Come sulle progressioni economiche 2019, più volte da noi sollecitate, e non inserite nell’Ordine del giorno”. “Insomma – concludono – un tentativo maldestro per tentare di limitare la partecipazione del personale allo sciopero e far credere che tutto sia sistemato. Ma non è cosi, per cui la nostra decisione di scioperare”. Gli uffici dell’Agenzia delle Entrate della provincia sono rimasti chiusi al...

Leggi tutto
Trapani. Confindustria; domani focus Ice su Vini siciliani
Mar27

Trapani. Confindustria; domani focus Ice su Vini siciliani

Si terrà domani, alle 9, a Trapani, presso la sede di Sicindustria (via Mafalda di Savoia, 26) il workshop “Focus vini Sicilia”, organizzato da ICE–Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, nell’ambito del Piano Export Sud 2 e in collaborazione con Sicindustria/Een. Obiettivo del seminario, destinato a piccole e medie imprese, cooperative, start-up, consorzi e reti di impresa delle Regioni cosiddette meno sviluppate, è quello di fornire alle aziende informazioni sui trend di consumo dei mercati cinese e canadese grazie a collegamenti in streaming con gli uffici ICE di Pechino e di Montreal, ma anche analizzare altri mercati di sbocco rilevanti per il prodotto siciliano e capire come affrontarli in maniera vincente. Marco Bertagni, esperto del settore vinicolo, iscritto alla Faculty ICE, modererà la giornata e fornirà strumenti utili per confrontarsi al meglio con i mercati internazionali. Il Focus prevede anche la testimonianza di Roberta Urso, delegata regionale dell’associazione Donne del vino, e di Lilly Ferro Fazio, export director di Fazio...

Leggi tutto
Trapani. Alunni di Alcamo a Banca Iccrea a Roma con i vertici della Don Rizzo
Mar25

Trapani. Alunni di Alcamo a Banca Iccrea a Roma con i vertici della Don Rizzo

Gli alunni dell’istituto tecnico “Girolamo Caruso” di Alcamo, ospiti di Banca Don Rizzo, hanno visitato la sede romana del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea. Accompagnati dalla dirigente scolastica Vincenza Mione e da un’insegnante, i ragazzi hanno visitato i locali della sala operativa tesoreria e mercati. La classe ha mostrato il progetto di simulazione di Borsa che li ha visti impegnati in sessioni di laboratori pratici  sul funzionamento dei mercati finanziari mentre i responsabili del comparto finanza di Iccrea hanno illustrato ai giovani ospiti le attività sviluppate da una Banca di rilevanza sistemica e come la finanza e i suoi mercati si ripercuotono nella vita di tutti giorni. “Banca Don Rizzo è sempre vicina al suo territorio – ha detto il presidente di Banca Don Rizzo, Sergio Amenta – e l’incontro con gli studenti di Alcamo, cittadina dove la Banca opera, non è altro che un ulteriore tassello di un percorso di sostegno, vicinanza e collaborazione con la società civile, anima dell’attività dell’istituto di credito. I giovani studenti di oggi dovranno a breve entrare nel circuito del lavoro e misurarsi con realtà complesse che hanno una ricaduta sulla vita di tutti i giorni. Il tempo dedicato a questi giovani è il nostro investimento e contributo alla crescita di futuri operatori, soci e cittadini...

Leggi tutto
Trapani. Giovedì 28 workshop “Focus vini Sicilia”
Mar21

Trapani. Giovedì 28 workshop “Focus vini Sicilia”

C’è tempo fino a lunedì 25 per iscriversi al workshop “Focus vini Sicilia” che si terrà giovedì 28, alle 9, a Trapani, presso la sede di Sicindustria (via Mafalda di Savoia, 26). Organizzato da ICE–Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, nell’ambito del Piano Export Sud 2 e in collaborazione con Sicindustria/Een, l’incontro è destinato a piccole e medie imprese, cooperative, start-up, consorzi e reti di impresa delle Regioni cosiddette meno sviluppate. Obiettivo del seminario è quello di fornire alle aziende informazioni sui trend di consumo dei mercati cinese e canadese grazie a collegamenti in streaming con gli uffici ICE di Pechino e di Montreal, ma anche analizzare altri mercati di sbocco rilevanti per il prodotto siciliano e capire come affrontarli in maniera vincente. Un esperto del settore vinicolo, iscritto alla Faculty ICE, modererà la giornata e fornirà strumenti utili per confrontarsi al meglio con i mercati internazionali. Il Focus prevede anche la testimonianza diretta di due donne dell’Associazione donne del Vino Sicilia, Roberta Urso, responsabile pr e comunicazione delle Cantine Settesoli, e di Lilly Ferro Fazio, export director di Fazio Wines....

Leggi tutto
Flixbus arriva  Trapani e Alcamo
Feb27

Flixbus arriva Trapani e Alcamo

Sulla scia del successo riscosso in Sicilia in questi primi mesi, FlixBus, leader europeo della mobilità in autobus, istituisce due nuove fermate a Trapani e Alcamo, completando così l’integrazione di tutte le province siciliane nel proprio network. Da domenica 3 marzo, chi deve spostarsi in Italia per motivi di lavoro, studio o semplicemente svago dalle due città, potrà raggiungere cinque destinazioni italiane con un solo biglietto, usufruendo di un servizio innovativo, economico e sostenibile che dall’arrivo nell’Isola a dicembre, ha conquistato un numero crescente di giovani (e non solo) Siciliani. Da Trapani e Alcamo verso la Calabria e alcune delle principali città universitarie Chi parte da Trapani e Alcamo potrà raggiungere innanzitutto Villa San Giovanni, nodo strategico in Calabria della rete FlixBus da cui partire alla volta di circa 50 città in tutta Italia. Quindi, sono raggiungibili quattro fra le principali città universitarie d’Italia, Firenze, Parma, Milano e Torino, che oltre ad essere mete ideali per una settimana di vacanza alla scoperta del patrimonio nazionale, si preannunciano mete gettonate soprattutto fra i fuorisede siciliani. Tutte le corse sono prenotabili online, via app e nelle 400 agenzie viaggi sul territorio. A Trapani gli autobus partono da Piazzale Papa Giovanni Paolo II, ad Alcamo da Piazza Della Repubblica. A bordo, Wi-Fi, prese elettriche, sedili reclinabili e toilette. FlixBus in Sicilia: un territorio su cui continuare a investire Dal suo arrivo in Sicilia, avvenuto lo scorso dicembre, FlixBus ha continuato a investire sulla regione, con il duplice obiettivo di ampliare le opportunità di viaggio dei Siciliani e incentivare al tempo stesso l’arrivo dei visitatori con la possibilità di ricadute positive a livello di turismo locale. Oltre a Palermo, Catania, Messina, Agrigento, Caltanissetta, Enna, Ragusa e Trapani, collegate con alcuni dei maggiori centri italiani come Milano, Roma, Firenze, Torino e Venezia, e 20 città in Calabria, quali Reggio Calabria, Lamezia Terme e Cosenza, FlixBus ha rivolto un’attenzione particolare anche a medi e piccoli centri come Milazzo, Lentini e Cefalù. Una decisione volta a creare mobilità in aree poco collegate dalle reti tradizionali e in linea con l’espansione perseguita in Europa, dove il 40% delle fermate FlixBus è in città con meno di 20.000...

Leggi tutto
Sicindustria Trapani: eletto direttivo sezione marmi
Gen28

Sicindustria Trapani: eletto direttivo sezione marmi

Eletta la squadra che per il prossimo biennio affianchera’ il neopresidente della sezione marmi di Sicindustria Trapani, Giovanni Castiglione. Salvatore Galati (Cava Galati) e’ il nuovo vice presidente. Gli altri componenti sono Stefano Bica (Bi.Mar Import Export); Giovanni Cassara’ (Castelmarmi); Francesco Casadei (Ducale Marmi) Francesco Pellegrino (Pellegrino Group); Vito Pellegrino (Sud Marmi); Vito Accardo (Universal Marmi); Giuseppe Vinci (Vinci Giuseppe & C snc). Export e infrastrutture al centro del programma del nuovo presidente della sezione marmo di Sicindustria Trapani, Giovanni Castiglione (Perla Marmi). “Il marmo – ha detto Castiglione – non puo’ e non deve essere soltanto emergenza ma, oggi piu’ che mai, e’ necessaria una programmazione e una pianificazione che ne comporti il rilancio a livello mondiale. Sara’ un lavoro di squadra che mettera’ le aziende del settore nelle condizioni di poter stringere rapporti commerciali con nuovi Paesi. Non soltanto Arabia Saudita, Emirati Arabi e altri Stati dell’Asia Sud Occidentale ma, grazie alla promozione attraverso partecipazione a fiere e l’organizzazione di incoming, il nostro marmo sara’ conosciuto anche da altri operatori commerciali che ne promuoveranno la vendita in nuovi mercati”. “I progetti di recupero ambientale – ha concluso il presidente Castiglione – saranno al centro delle azioni che questa nuova governance mettera’ in campo con il governo regionale per consentire agli imprenditori del settore marmo non soltanto di corrispondere il relativo contributo, ma di adoperarsi per la realizzazione degli stessi. Porre sul tavolo la questione ambientale portera’, inoltre, un consenso generale sulle concessioni delle cave perche’ i Comuni potranno trarre sviluppo ulteriore dallo sfruttamento dei propri giacimenti attraverso la conversione dei siti in attrazioni del territorio”....

Leggi tutto
Trapani. Airgest, Fit Cisl “La Regione passi ai fatti”
Gen14

Trapani. Airgest, Fit Cisl “La Regione passi ai fatti”

“E’ora di passare dalle parole ai fatti per rilanciare lo scalo, tutelare i posti di lavoro e fermare la crisi del settore economico e turistico del territorio. L’immobilismo politico sul rilancio della stazione aeroportuale di Trapani è inaccettabile. La Regione siciliana socio di maggioranza Airgest, non può più perdere tempo sulla fusione con l’aeroporto di Palermo, così come i sindaci della provincia che, al di là delle belle parole non hanno, ad oggi, fatto nulla di concreto per intervenire. Da un anno si parla di rilancio ma di fatto nulla è cambiato”. Ad affermarlo sono Rosanna Grimaudo responsabile del presidio Fit Cisl di Trapani e Manlio Viscardi componente coordinamento trasporto aereo regionale Fit Cisl, a margine dell’incontro sul futuro dei 70 lavoratori dell’aeroporto di Birgi (senza contare l’indotto), fra i sindacati di categoria e l’amministratore delegato Airgest Spa Paolo Angius. “Abbiamo discusso della turnazione del personale considerata la disomogeneità della concentrazione dei voli che impongono molte più risorse nel pomeriggio rispetto alla mattina. E intanto arriva qualche buona notizia, a fine dicembre l’aerostazione ha avuto la certificazione di aeroporto che consente di avere le carte in regola per operare e domani è prevista la riunione della commissione nominata dalla Regione che dovrà scegliere il direttore generale di Airgest”. Grimaudo e Viscardi aggiungono “le difficoltà dello scalo trapanese che vanno avanti ormai da troppo tempo, hanno già generato una crisi del settore economico e turistico della provincia e rischia di provocare anche una grave crisi sociale legata al futuro dei lavoratori che operano nello scalo”. La prossima riunione si terrà dopo la nomina del direttore generale e dell’amministratore delegato. Sul futuro degli aeroporti siciliani interviene anche il segretario generale Fit Cisl Sicilia Dionisio Giordano. “Sul sistema aeroportuale in Sicilia è bene che il governo regionale giunga al più presto ad una decisione sia sul futuro dello scalo di Birgi sia su quelli Lampedusa, Pantelleria e Comiso. Se l’idea è quella di fare due grande hub in Sicilia, uno occidentale con capofila Falcone e Borsellino e uno orientale con capofila Fontanarossa, invece di andare avanti solo con annunci, si proceda con appositi confronti con i soggetti interessati compresi i sindacati”.  Giordano conclude “il governo regionale deve insistere con il governo nazionale sul tema della continuità territoriale per avere tariffe aeree calmierate, ma allo stesso tempo deve agire al più presto per creare un sistema aeroportuale che nell’individuare Palermo e Catania come due grandi hub, valorizzi anche tutti gli scali esistenti tutelando il personale”....

Leggi tutto
Trapani. Airgest: nominata la commissione per la scelta del direttore generale
Dic14

Trapani. Airgest: nominata la commissione per la scelta del direttore generale

Questa mattina, a conclusione del consiglio di amministrazione di Airgest, nel tradizionale rito degli auguri ai dipendenti, il presidente della società di gestione Paolo Angius ha annunciato la nomina, da parte della Regione siciliana, dei membri della commissione per la scelta del nuovo direttore generale dell’aeroporto Vincenzo Florio di Trapani Bigi. «Il nome del nuovo manager potrebbe essere comunicato entro il 15 gennaio – ha commentato Angius -. Auspico, inoltre, che il comune di Marsala, nella propria qualità di capofila, possa con l’aiuto della Regione, senza ulteriori indugi dare impulso all’ultima parte di gara, per l’assegnazione dei lotti restanti, per la promozione territoriale e contribuire a generare così nuove presenze turistiche». Insieme al consigliere di amministrazione Saverio Caruso e a Gerlando Piro, presidente del collegio sindacale, il presidente di Airgest, Paolo Angius ha consegnato una targa alla consigliera dimissionaria Elena Ferraro. «La dottoressa Ferraro è stata una presenza autorevole e appassionata per l’aeroporto Vincenzo Florio – ha affermato il presidente Angius -. Con lei sono stati nove mesi di lavoro positivo e intenso. Ha svolto una funzione importante di coesione con il territorio e con le istituzioni». «È stato un onore lavorare con questo cda – ha sottolineato la consigliera uscente Elena Ferraro – nell’ottica dello sviluppo dello scalo e nell’interesse del mio territorio. Ringrazio tutti i sindaci con cui ho attivamente collaborato, ogni singolo dipendente, il collegio sindacale e i colleghi del cda, in particolare il presidente Angius perché la sua gestione condivisa con tutto il cda, ha evidenziato serietà e trasparenza oltre che grande esperienza e professionalità. Il mio impegno in questa provincia continuerà in maniera più incisiva e con lo stile che mi...

Leggi tutto
Trapani. I trapanesi Pellegrino e Puma  eletti nel coordinamento nazionale Unicredit
Dic07

Trapani. I trapanesi Pellegrino e Puma eletti nel coordinamento nazionale Unicredit

I trapanesi Laura Pellegrino e Leonardo Puma sono stati eletti rispettivamente nel coordinamento nazionale di gruppo e del coordinamento nazionale di banca Unicredit. La nomina è giunta in occasione dell’assemblea congressuale Uilca Gruppo Unicredit che si è conclusa oggi nella sala conferenze  dell’hotel Ambasciatori di Rimini al termine di tre giorni di lavori. Laura Pellegrino è segretario generale Uilca Trapani, mentre Leonardo Puma fa parte del consiglio territoriale Uilca...

Leggi tutto
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com