Ragusa. Tariffe Siae e Scf, sconti per le imprese grazie alle convenzioni con la Cna
Feb07

Ragusa. Tariffe Siae e Scf, sconti per le imprese grazie alle convenzioni con la Cna

La Cna ha rinnovato la convenzione con la Siae anche per il 2019 per permettere a tutte le imprese che usano musica d’ambiente nello svolgimento della loro attività (commercianti, artigiani, pubblici esercizi, centri fitness, trasporti e così via) di assolvere al pagamento dei diritti d’autore con sconti significativi. Le imprese interessate a questo adempimento e che possono usufruire degli sconti riservati agli associati Cna sono tutte quelle che utilizzano musica d’ambiente in questi settori: esercizi commerciali e artigiani (ad esempio acconciatori): riduzione 25%; bar – ristoranti: riduzione 15%; alberghi e villaggi turistici: riduzione 15%; campeggi: riduzione 15%; centri fitness: riduzione 10%; trattenimenti musicali senza ballo (già concertini): riduzione 10%; settore trasporto persone: riduzione 40%. Il pagamento delle tariffe Siae va effettuato entro il 28 febbraio 2019. E’ stata rinnovata anche la convenzione per il pagamento dei diritti discografici dovuti a Scf, il consorzio fonografici, che sono dovuti sempre per la diffusione di musica d’ambiente nelle attività aperte al pubblico. Lo sconto per gli associati Cna è del 15%. Il pagamento, in alcuni casi come per acconciatori e pubblici esercizi, è contestuale al pagamento Siae e rispetta la stessa scadenza. Per chi sottoscrive per la prima volta la licenza Scf il termine di pagamento è il 30 aprile 2018. Per informazioni, per avere il modello di pagamento cartaceo da presentare alla Siae e le informazioni su Scf, le imprese possono rivolgersi agli uffici della Cna territoriale di Ragusa, via Psaumida 38. Per informazioni è possibile anche contattare gli uffici telefonicamente allo...

Leggi tutto
Ragusa. UniCredit dona computer al Liceo E. Fermi
Feb05

Ragusa. UniCredit dona computer al Liceo E. Fermi

Sono stati consegnati questa mattina 5 personal computer donati da UniCredit al Liceo E. Fermi di Ragusa Alla cerimonia di consegna erano presenti Francesco Musarra, Dirigente scolastico del Liceo E. Fermi e Calogero Sgarito dell’Area Retail Ragusa di UniCredit. Le apparecchiature informatiche consegnate dalla banca sono state rigenerate attraverso procedure che garantiscono una seconda vita ai computer aziendali favorendo un minor impatto ambientale. La consegna dei computer al Liceo E. Fermi di Ragusa da parte di UniCredit si inserisce nel concorso “Start-up your life Edizione 2018” a cui hanno partecipato circa 150 scuole aderenti all’omonimo programma lanciato da UniCredit nell’ambito dell’iniziativa “Alternanza Scuola Lavoro” del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca con l’obiettivo di aumentare la consapevolezza finanziaria e incoraggiare lo spirito imprenditoriale nelle scuole.  Sono state riconosciute menzioni speciali a dieci istituti in Italia ai quali sono stati donati cinque personal computer. In Sicilia è stato premiato il Liceo E. Fermi di Ragusa. Nell’ambito dell’iniziativa “Alternanza Scuola Lavoro” del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, UniCredit ha lanciato un proprio programma per aumentare la consapevolezza finanziaria e incoraggiare lo spirito imprenditoriale nelle scuole. Il programma Start-up your life di UniCredit è articolato su un percorso triennale e copre il fabbisogno di Alternanza Scuola Lavoro per tutte le tipologie di scuole; offre opportunità di apprendimento attraverso una innovativa piattaforma online, momenti in aula con l’assistenza di tutor della Banca e di tutor delle Scuole e sviluppo di attività progettuali. Vengono affrontati i temi dell’educazione bancaria e finanziaria, della monetica e degli strumenti di pagamento, dello sviluppo dell’attività d’impresa e dell’orientamento per affrontare il mercato del lavoro....

Leggi tutto
Ragusa. Associazione Nazionale Commercialisti martedì direttivo a Ragusa
Gen28

Ragusa. Associazione Nazionale Commercialisti martedì direttivo a Ragusa

Un altro appuntamento nell’ambito degli eventi formativi programmati per il 2019 dall’Associazione Nazionale Commercialisti di Ragusa è in programma per martedì 29 gennaio. Dalle 9 alle 13, nella sala convegni del Libero consorzio comunale, a palazzo di viale del Fante, la dottoressa Giuseppina Spanò relazionerà su “Srl e Srls: caratteristiche, regole di funzionamento, note operative”. L’apertura dei lavori è in programma subito dopo la registrazione dei partecipanti che prenderà il via intorno alle 8,30. Molto interessanti i temi che saranno trattati e che riguardano la normativa generale di riferimento e la forma societaria unipersonale. Ma non solo. Focus sull’approvazione del bilancio di esercizio nella forma unipersonale e senza riunione dei soci, utili d’esercizio: fac simile di verbale di distribuzione all’unico socio o ai soci; trattamento fiscale dei dividendi ai soci e obblighi fiscali in capo alla società. La dottoressa Spanò si occuperà altresì di illustrare i termini di deducibilità del compenso all’amministratore ed eventuali imposte anticipate da calcolare oltre al trattamento civilistico e fiscale delle perdite d’esercizio. In primo piano anche il ripianamento delle perdite con rinuncia dei soci ai propri crediti, lo scioglimento e la messa in liquidazione anche senza l’intervento del notaio, l’accollo dei debiti societari per velocizzare la fase di liquidazione societaria, la quota in successione vale a dire una forma di Srl per una iniziativa commerciale. “Il corso – spiega il presidente di Anc Ragusa, Rosa Anna Paolino – è valido ai fini della formazione continua dei dottori commercialisti e degli esperti contabili. Si tratta di un appuntamento che merita come sempre grande attenzione da parte di tutti i colleghi per un approfondimento su tematiche di rilievo che i nostri studi si trovano periodicamente a dovere affrontare. Ed è quindi opportuno avere sempre a disposizione gli strumenti adeguati per fornire ai nostri assistiti le risposte più corrette ed...

Leggi tutto
Ragusa. Cna di Vittoria, focus su turismo e commercio
Gen28

Ragusa. Cna di Vittoria, focus su turismo e commercio

  La sede comunale della Cna di Vittoria ha ospitato una riunione del settore Turismo e Commercio. Erano presenti alcuni titolari e rappresentanti delle diverse attività che caratterizzano il comparto: bed and breakfast, Ncc e taxi, professionisti del settore vinicolo, eccellenze dell’agroalimentare. La Cna era rappresentata dal presidente territoriale di Ragusa Giuseppe Santocono, dal presidente comunale Rocco Candiano, dal responsabile organizzativo cittadino Giorgio Stracquadanio e dal funzionario responsabile di Cna turismo e commercio Alessandro Dimartino. Parecchi i temi trattati nel corso della riunione, tra questi la necessità di un confronto interno ad un settore giovane ma interessante, funzionale e strategico per il rilancio economico del territorio ipparino. Gli operatori, nei loro interventi, hanno messo in rilievo le diverse potenzialità del comparto e le sue criticità. Inoltre, hanno stilato e condiviso una programma con alcuni punti che una delegazione andrà a consegnare la prossima settimana ai commissari straordinari. “Perché è opportuno e doveroso – dicono Candiano e Stracquadanio – avviare su questi temi un confronto con chi attualmente sta amministrando la città  per ridare slancio e fiducia a quelle persone, a quei cittadini, che avviano imprese che puntano a qualificare e valorizzare le numerose eccellenze culturali gastronomiche e ricettive presenti a Vittoria”. Il presidente territoriale Santocono e il funzionario Dimartino hanno ribadito l’impegno della Cna ragusana nell’ambito turistico portando avanti il progetto nazionale della “Conoscenza del territorio” attraverso le esperienze, le tradizioni, la valorizzazione e la tutela ambientale delle numerose risorse naturali presenti in provincia di Ragusa e nel contempo hanno voluto ricordare alle numerose istituzioni operanti nell’area iblea che la promozione del territorio non può più essere un’enunciazione di principio ma deve diventare pratica attiva partendo dal recupero urbano e dallo sviluppo sostenibile del...

Leggi tutto
Ragusa. “Resto al Sud”, venerdì incontro con esperti di Invitalia e della Bapr
Gen23

Ragusa. “Resto al Sud”, venerdì incontro con esperti di Invitalia e della Bapr

Dare testimonianza ai giovani e ai meno giovani che intendono avviare il percorso dell’autoimprenditorialità sul fatto che in cooperazione (intesa sia come forma societaria che come forma di aggregazione in generale) si può fare, si può restare al Sud. E’ questo il tema trainante dell’iniziativa in programma venerdì 25 gennaio alle 15.30 nella sala conferenze dell’assessorato Sviluppo economico del Comune di Ragusa (zona artigianale, viale on. Corrado Diquattro). L’appuntamento è promosso da Confcooperative Ragusa con il consorzio “La città solidale” e da Invitalia che gestisce l’incentivo “Resto al Sud” per favorire la nascita di nuove imprese nelle regioni meridionali. Patrocina l’evento il Comune di Ragusa con il contributo della Banca Agricola Popolare di Ragusa. Dopo i saluti di benvenuto di Gianni Gulino, presidente Confcooperative Ragusa, di Giovanna Licitra, assessore comunale allo Sviluppo economico, e di Simone Digrandi, consulente Politiche giovanili del Comune, ci saranno gli interventi di Aurelio Guccione, presidente del consorzio “La città solidale”, che parlerà dei servizi alle imprese da parte della rete consortile “Città solidale” e di Rosaria D’Arrigo di Invitalia che invece illustrerà i contenuti della misura “Resto al Sud”, illustrando gli incentivi per fare impresa. Interverrà poi Emanuele Occhipinti, dell’ufficio Crediti speciali della Bapr, che entrerà nel dettaglio de “Il finanziamento bancario nella misura Resto al Sud”. “Il consorzio La Città solidale – spiega Aurelio Guccione – è un ente accreditato da Invitalia per offrire consulenza e servizi sulla misura in questione. E’ opportuno sottolineare che il finanziamento copre il 100% delle spese ammissibili e consiste in un contributo a fondo perduto pari al 35% dell’investimento complessivo o in un finanziamento bancario pari al 65% dell’investimento complessivo, garantito dal fondo di garanzia per le Pmi. Gli interessi del finanziamento sono interamente coperti da un contributo in conto interessi. Inoltre, è utile chiarire che Resto al Sud è un incentivo a sportello: le domande vengono esaminate senza graduatorie in base all’ordine cronologico di arrivo”. Tra gli altri interventi in scaletta quello di Salvo Scribano, formatore aziendale, che si soffermerà sulla nascita di “Un’Academy per formare giovani imprenditori e talenti”. Nel corso del pomeriggio ci sarà anche l’opportunità di ascoltare delle testimonianze da parte di rappresentanti di cooperative alla stregua di leve per lo sviluppo locale. E’ previsto anche un dibattito con interventi e domande dei...

Leggi tutto
Ragusa. “IO resto al Sud”, un incontro a Ragusa
Gen16

Ragusa. “IO resto al Sud”, un incontro a Ragusa

Un incentivo per sostenere la nascita di nuove attività imprenditoriali avviate da giovani under 36 nelle regioni del Mezzogiorno. È questo il senso di “Resto al Sud” che, nel 2019, presenta una grande novità: si allarga la platea dei destinatari e si innalza l’età per accedere all’incentivo gestito da Invitalia per favorire la nascita di nuove imprese nel Sud. I finanziamenti potranno essere richiesti anche dai liberi professionisti e dagli under 46 (il limite attuale è fino a 36 anni non compiuti). E’ il senso dell’incontro, che gode del patrocinio del Comune di Ragusa, con il contributo della Banca Agricola Popolare di Ragusa, in programma venerdì 25 gennaio, promosso da Confcooperative Ragusa con il consorzio “La Città solidale”, ente accreditato da Invitalia per offrire consulenza e servizi su Resto al Sud, all’assessorato Sviluppo economico del Comune di Ragusa (sala conferenze, zona artigianale, viale on. Corrado Diquattro). L’appuntamento prenderà il via alle 15,30 con i saluti del vicesindaco Giovanna Licitra e vedrà la presenza della funzionaria di Invitalia che illustrerà la misura con le recenti novità oltre che del responsabile credito della Bapr assieme ai rappresentanti del mondo della cooperazione. Inoltre, ci sarà la possibilità di ascoltare testimonianze specifiche. “L’agevolazione – sottolinea il presidente provinciale Confcooperative Ragusa, Gianni Gulino – consiste in un contributo fino a 50mila euro a fondo perduto ed è gestita da Invitalia con una dotazione di 1,25 miliardi a valere sul Fondo di sviluppo e coesione. Il tipo di finanziamento continuerà a coprire il 100% delle spese, mediante un contributo a fondo perduto pari al 35% dell’investimento complessivo e un prestito bancario pari al 65%, garantito dal Fondo di Garanzia per le Pmi. Noi, naturalmente, stiamo sposando le possibilità fornite da questo incentivo con le caratteristiche proprie del mondo della cooperazione che può far leva sulla crescita e sullo sviluppo come da più parti auspicato. Ricordo che con il bando Resto al Sud 2019 possono essere avviate iniziative imprenditoriali per la produzione di beni in vari settori”. Le spese che possono essere finanziate vanno dagli interventi di ristrutturazione o manutenzione straordinaria di beni immobili per un massimo del 30% del programma di spesa a macchinari, impianti e attrezzature nuove. E ancora, software gestionali (anche in cloud) e servizi per le tecnologie, l’informazione e la telecomunicazione (Tic), altre spese utili all’avvio dell’attività (materie prime, materiali di consumo, utenze e canoni di locazione, garanzie assicurative, ecc.) per un massimo del 20% del programma di spesa. L’appuntamento del 25 gennaio fornirà tutti gli strumenti utili per arrivare a formalizzare la partecipazione al bando da parte di chi è...

Leggi tutto
Ragusa. Zona industriale nel mirino della criminalità
Gen09

Ragusa. Zona industriale nel mirino della criminalità

  Ancora un furto, l’altra notte, alla zona industriale di Ragusa. E, per l’ennesima volta, è stato preso di mira il bar pizzeria Savini di proprietà di Daniele Leggio, noto imprenditore molto presente in città, la cui attività è situata proprio al centro dell’area industriale, in prossimità della strada parecchio transitata che conduce a Marina di Ragusa. Le modalità, seppur ancora al vaglio degli inquirenti, fanno rilevare uno studio preliminare da parte dei soliti ignoti prima di passare all’azione e mettere in atto il piano criminoso. “L’obiettivo – dice il presidente del centro commerciale naturale Isole Iblee, Gianni Corallo, che lancia l’allarme – era di fare razzia di ogni genere di prodotti facilmente rivendibili. E purtroppo i delinquenti sono riusciti a concretizzarlo visto che in un batter d’occhio hanno arraffato ogni cosa, dai tabacchi, ai “gratta e vinci”. E, ovviamente, non hanno risparmiato tutto quanto si trovava in cassa. A questo, purtroppo, va aggiunto il danno perpetrato agli infissi che i ladri hanno scardinato con violenza inaudita al fine di aprirsi la strada all’interno del locale. Il tutto è avvenuto in piena notte, poco dopo le 4, ed in un lasso di tempo brevissimo”. La stessa attività era stata presa di mira qualche anno fa allorquando i malviventi utilizzarono un’auto come “testa d’ariete”, sfondando ed abbattendo la porta principale d’ingresso come nella sequenza di un film di Hollywood. Anche in quella occasione i danni furono ingenti. “Non è più possibile – prosegue Corallo a nome di tutti gli associati di Isole Iblee – continuare a lavorare e fare impresa in simili condizioni. Esprimiamo i sentimenti di più sentita solidarietà al titolare Daniele Leggio, che tra l’altro è componente del nostro Consiglio di amministrazione, solidarietà arrivata anche da numerose altre aziende socie e comuni clienti che, appresa la notizia, hanno manifestato il loro rincrescimento ai titolari Daniele Leggio e alla moglie Eleonora per il grave danno subito. Non possiamo che rimanere stupefatti per quanto accaduto a fronte del reiterarsi di azioni criminose che la dicono lunga sul disagio e sul degrado che le attività insediate nella zona industriale si trovano costrette a fronteggiare. Speriamo che l’impianto di videosorveglianza attivato lo scorso 5 maggio 2015 riesca a fornire agli organi investigativi i necessari ed ulteriori elementi al fine di ricostruire le responsabilità. Qualcuno sostiene che forse l’impianto di videosorveglianza non sia funzionante. Stiamo verificando tramite l’Irsap la fondatezza di tali voci, malgrado sia l’ex Asi sia il nuovo ente ad oggi non ci hanno dato riscontro. Sarebbe molto grave, ove tali voci venissero confermate, la posizione dell’Irsap”. E il presidente Corallo prosegue: “Sulle varie criticità esistenti nell’area è stata chiesto un...

Leggi tutto

Ragusa. Ance “Con modifica legge 13\2015b Ars rimette in moto la rigenerazione urbana”

 ANCE Ragusa apprezza l’approvazione da parte del Parlamento regionale della norma che modifica la legge regionale 13/2015 in materia di Centri Storici e che permetterà di poter intervenire sui volumi non qualificati e non di pregio rimettendo in moto una parte del Comparto delle Costruzioni. “Finalmente dopo quasi tre anni l’Assemblea regionale ritorna sui suoi passi e rimette in moto la rigenerazione urbana dei nostri Centri Storici creando, così, occasioni ed opportunità di lavoro per le nostre Imprese e le maestranze edili. Noi di ANCE, oramai da circa un ventennio, chiediamo alla Politica strumenti per poter riqualificare il nostro vetusto patrimonio edilizio che, lo ricordiamo è altamente energivoro e scarsamente sicuro in materia sismica, ed oggi ci sentiamo di poter affermare che la modifica approvata va nella direzione da noi sostenuta: blocco del consumo di nuovo suolo e valorizzazione del Centro storico. La nuova norma, che interviene allorquando si concretizza l’inerzia della Pubblica Amministrazione, prevede una procedura che garantisce la tutela del patrimonio storico di pregio attraverso l’emanazione dei pareri della Conferenza dei Servizi, alla quale partecipa la Sovrintendenza, del Consiglio Comunale e, quindi, dell’Assessorato competente…in sintesi una norma di buon senso che aiuta il rilancio dei nostri Centri Storici sotto il controllo degli Organi deputati alla tutela del territorio.”...

Leggi tutto
Ragusa. Tutte le novità del Psr illustrate dall’assessore regionale dell’Agricoltura Edy Bandiera agli operatori settore
Dic17

Ragusa. Tutte le novità del Psr illustrate dall’assessore regionale dell’Agricoltura Edy Bandiera agli operatori settore

L’assessore all’Agricoltura della Regione Sicilia e l’on. Orazio Ragusa, presidente della commissione Attività produttive all’Ars, hanno incontrato, sabato mattina, una delegazione di imprenditori del comparto agricolo. Il confronto si è tenuto nei locali dell’azienda Econatura a Marina di Ragusa. Al centro della riunione gli aspetti legati al Psr e alle numerose misure in fase di completamento con l’emanazione dei decreti. In particolare i bandi riguardanti la 4.2, già attuati, tant’è che le prime erogazioni di fondi si sono registrate anche nei confronti di aziende del Ragusano. Per quanto riguarda, invece, la 4.1, la stessa risulta essere in fase di completamento, visto l’iter abbastanza complicato. E’ stato spiegato che tra gennaio e febbraio saranno chiusi tutti i passaggi e saranno emanati i decreti per le aziende in possesso dei requisiti. L’obiettivo è fornire una boccata d’ossigeno agli operatori di un comparto sempre più alle prese con una serie di difficoltà difficili da lenire. L’assessore Bandiera ha, quindi, assicurato che tutti gli adempimenti di carattere burocratico sono stati espletati e che l’iter concernente la nuova programmazione è finalmente entrato nel vivo. Inoltre, è stato precisato che attraverso la rimodulazione dei fondi comunitari si sta cercando di definire nuove soluzioni per far sì che, oltre ai fondi stanziati, se ne ottengano altri, aumentando il budget complessivo. Questo significa che le aziende potranno utilmente concorrere ad accedere ai vari finanziamenti compresi nelle misure messe a bando così da fornire le dovute risposte a chi attende da tempo. L’on. Ragusa ha così commentato l’intervento dell’assessore Bandiera: “Il Governo Musumeci si è trovato costretto a raccogliere i cocci di una programmazione, quella fatta dal precedente esecutivo, che non era mai partita per tutta una serie di ragioni. E quindi è stato indispensabile trovare delle soluzioni, anzi ricominciare quasi da zero. Ora, però, siamo al dunque. E lo stesso esponente del Governo regionale ha spiegato che intende garantire delle immediate risposte agli agricoltori riempiendo, finalmente, di contenuti le misure di un Psr che, fino a questo momento, non è riuscito a rispondere come avrebbe dovuto alle necessità di rilancio di un comparto che aveva bisogno di aiuti a più livelli. Sono certo che quella avviata sarà la strada giusta e ringrazio l’assessore Bandiera per avere accolto il mio invito di un confronto con gli operatori economici del nostro territorio”. Nella fase conclusiva del suo intervento, tra l’altro, l’assessore regionale Bandiera ha comunicato che sta lavorando alla definizione del disciplinare del marchio di qualità Qs garantito dalla Regione Sicilia e che sarà riconosciuto da tutti i Paesi membri dell’Ue. A partire dal prossimo anno, questo marchio rappresenterà un vero e proprio strumento in più per gli operatori...

Leggi tutto
Ragusa. Un giorno con un imprenditore. Sicindustria apre le porte agli studenti
Dic05

Ragusa. Un giorno con un imprenditore. Sicindustria apre le porte agli studenti

Un attestato di “addetto antincendio rischio medio” e un giorno di lavoro retribuito al fianco di un imprenditore. Si è tenuta stamattina la cerimonia conclusiva del progetto sostenuto dai Giovani Imprenditori di Sicindustria Ragusa guidati da Daniele Leucata, sponsorizzato da Manpower e rivolto a 30 studenti dell’istituto tecnico “Galileo Ferraris” di Ragusa. Nello specifico il percorso formativo ha avuto una durata di 20 ore con lezioni d’aula e prove pratiche che hanno consentito ai ragazzi di conseguire sia un attestato di partecipazione rilasciato da Manpower e Sicindustria Ragusa, sia un attestato legale di “addetto antincendio rischio medio”, spendibile presso le aziende in caso di assunzione post diploma. “Conclusa l’attività d’aula – spiega Leonardo Licitra, presidente di Sicindustria Ragusa – è stata effettuata una verifica formale dell’apprendimento e ai primi 11 della graduatoria di merito è stata offerta l’opportunità di trascorrere ‘Un giorno di lavoro retribuito con un imprenditore’ in alcune aziende selezionate da Sicindustria Ragusa, che hanno aderito al progetto anticipando i relativi costi”. “L’obiettivo – sottolinea Leucata – è quello di creare una osmosi costante tra mondo dell’impresa e mondo della formazione. I giovani sono la principale risposta alla crisi e occorre creare le condizioni affinché scelgano di restare e investire in Sicilia e non siano invece costretti a lasciarla in cerca di una...

Leggi tutto
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com