Ragusa. Rg-Ct, dura presa di posizione della nuova presidenza  della Cna territoriale di Ragusa
Lug10

Ragusa. Rg-Ct, dura presa di posizione della nuova presidenza della Cna territoriale di Ragusa

  Ragusa-Catania, la nuova presidenza della Cna territoriale di Ragusa, che si è insediata ieri sera, ha voluto affrontare per prima cosa le tematiche riguardanti la realizzazione della grande opera infrastrutturale che, attesa da tempo, rischia di subire, ancora una volta, gravi ritardi a causa di intoppi procedurali dell’ultimora. In vista della seconda conferenza dei servizi in programma per lunedì 10 luglio, il presidente della Cna territoriale, Giuseppe Santocono, a nome dell’intera presidenza, ha inteso prendere una netta posizione sul delicato argomento: “Riteniamo che non sia più possibile scherzare con il fuoco. Tutte le autorità, tutti gli enti locali territoriali a qualsiasi titolo interessati o interferenti, tutti i politici che hanno l’opportunità di fornire il loro supporto alla tormentata causa di quest’opera, devono mettere il massimo impegno per riuscire ad arrivare all’avvio, finalmente, dei cantieri dopo che dal 1998 continuiamo a parlare di questa grande infrastruttura. Le nostre imprese – continua Santocono – più in generale il mondo economico della provincia di Ragusa ma anche le famiglie e tutti i cittadini della nostra area non riuscirebbero a comprendere i motivi che impedirebbero all’iter di potere arrivare celermente alla naturale conclusione dopo che, negli ultimi anni, sono stati compiuti parecchi e complicati passaggi prima di giungere a tale traguardo. Rimettere tutto in gioco per una serie di eccezioni, probabilmente fondate ma facilmente risolvibili, avrebbe il sapore dell’ennesima occasione perduta per la provincia di Ragusa. E tutti sappiamo, soprattutto in questa complicata fase storica, di non potercelo permettere. Ecco perché la Cna territoriale di Ragusa invita tutti coloro che hanno voce in capitolo di farla sentire sino in fondo e di fornire il proprio contributo per arrivare a tagliare il traguardo finale. Soltanto così possiamo sperare in un futuro migliore, a livello economico, per il nostro territorio. Abbiamo bisogno della Rg-Ct così come delle altre opere infrastrutturali che dovranno fornire una nuova dimensione all’intera area...

Leggi tutto
Ragusa. Protocollo di intesa traLa Cna territoriale e la Grtu Malta Chamber of Smes
Giu20

Ragusa. Protocollo di intesa traLa Cna territoriale e la Grtu Malta Chamber of Smes

  Sempre più attenzione al rafforzamento del rapporto di cooperazione internazionale. Questo il senso del protocollo d’intesa firmato dalla Cna territoriale di Ragusa, rappresentata dal presidente Giuseppe Santocono, con la Grtu Malta Chamber of Smes (associazione di piccole e medie imprese dell’isola di Malta), rappresentata dal presidente Paul Abela. E’ la naturale conclusione di un percorso avviato nei mesi scorsi, grazie ai rapporti coltivati dal vicepresidente provinciale Cna Ragusa, Maurizio Scalone, con delega all’internazionalizzazione, che hanno sempre più puntato a fare in modo che potessero essere sviluppati progetti speciali per la crescita di entrambi i territori, favorendo lo scambio commerciale tra le piccole e medie imprese. Ma cosa prevede il protocollo? Intanto, al fine di supportare le attività di esplorazione commerciale nei mercati di riferimento e di sviluppare contatti tra le imprese dei due territori, nelle rispettive sedi saranno istituiti uffici di supporto all’internazionalizzazione, le cui modalità di funzionamento saranno disciplinate da uno specifico atto. Gli uffici in questione rappresenteranno il punto di riferimento per tutte le imprese dei rispettivi territori interessate alle iniziative di cooperazione e saranno abilitati ad erogare i vari servizi, come, ad esempio: informazioni sulle principali agevolazioni finanziarie alle quali un’impresa può accedere per la promozione e la commercializzazione dei prodotti, l’insediamento o l’investimento all’estero, il credito commerciale; consulenza e assistenza sui programmi e sui bandi pubblici per l’internazionalizzazione; organizzazione di giornate di orientamento dedicate alle imprese dei rispettivi territori; incontro con le aziende a loro richiesta; consulenza e assistenza organizzativa per la partecipazione a mostre, fiere e workshop; organizzazione di eventi; e altro ancora. Il protocollo è stato sottoscritto alla presenza del presidente nazionale Cna, Daniele Vaccarino, del presidente regionale Cna Sicilia, Giuseppe Cascone, accompagnato dal segretario regionale, Mario Filippello, e dal segretario territoriale Cna Ragusa, Giovanni Brancati. “Si tratta di una intesa – sottolinea il presidente Santocono – che può aprire le porte a varie ipotesi di sviluppo e che, per questo motivo, deve essere valutata nella maniera più attenta. Oggi, l’internazionalizzazione è un processo imprescindibile per la crescita delle piccole e medie imprese soprattutto di alcuni settori”. Sia Cna che Grtu fanno parte dell’Ueapme, l’unione europea delle associazioni che rappresentano la piccola e media...

Leggi tutto
Ragusa. Sabato assemblea elettiva Cna provinciale
Giu12

Ragusa. Sabato assemblea elettiva Cna provinciale

          Ci sarà anche il presidente nazionale della Cna, Daniele Vaccarino, alla quindicesima assemblea elettiva territoriale della Cna di Ragusa in programma sabato 17 giugno. L’appuntamento provinciale dell’associazione di categoria si terrà a Poggio del Sole Resort, sulla strada provinciale per Marina di Ragusa, a partire dalle 9. Sarà l’occasione per fare il bilancio sulla stagione elettiva della Cna territoriale di Ragusa ma, soprattutto, per avviare un confronto ad ampio raggio sulle dinamiche da attuare per lo sviluppo e per focalizzare i segnali positivi che, anche a livello provinciale, sembra stiano facendo finalmente uscire il mondo delle piccole e medie imprese da una crisi durata parecchio. All’appuntamento saranno presenti, tra gli altri, il presidente regionale Cna Sicilia, Giuseppe Cascone, il segretario regionale, Mario Filippello, il presidente Cna territoriale Ragusa, Giuseppe Santocono, e il segretario territoriale, Giovanni Brancati. L’assemblea sarà utile per eleggere i nuovi quadri dirigenti dell’associazione in vista del prossimo quadriennio. Il tema dell’assemblea elettiva sarà “Connessi al cambiamento”, la stessa che ha caratterizzato tutti gli appuntamenti analoghi in ambito nazionale.      ...

Leggi tutto
Ragusa. Vittoria: Cna contesta schema Prg
Giu07

Ragusa. Vittoria: Cna contesta schema Prg

  La Cna comunale di Vittoria ha consegnato un documento, ieri pomeriggio, alla commissione consiliare Territorio e Ambiente avente a oggetto lo schema di massima del Prg. Nel documento, sono numerose le valutazioni avanzate dalla Cna comunale di cui è presidente Giuseppe La Terra con responsabile organizzativo Giorgio Stracquadanio. La lettura della relazione che accompagna le tavole del nuovo schema di massima (esitato positivamente dalla giunta comunale il 13 aprile 2017) ha spinto il gruppo di valutazione attivato dall’organizzazione di categoria a formulare alcune considerazioni. Dal rapporto redatto dai tecnici incaricati si evince come a Vittoria vi siano 34.793 abitazioni. Di queste soltanto 22.192 sono occupate. Siamo, quindi, di fronte ad una elevata componente di abitazioni, 12.601, non utilizzate o non occupate da residenti. Questo dato rappresenta un indicatore molto significativo del potenziale riuso del patrimonio fisso esistente nel comune. L’idea di recupero manifestata subisce, però, una rilevante quanto anomala mutazione. Infatti, nello stesso testo, si legge che “il Piano regolatore generale non può considerarsi come uno strumento rigido e non può solo limitarsi a valutare l’offerta esistente o residuale rispetto al precedente strumento urbanistico generale; per il nuovo Prg di Vittoria, anche a fronte dell’andamento demografico rassegnato, sono stati tenuti nel dovuto rilievo gli incrementi dimensionali indotti dagli interventi infrastrutturali ed economici programmati, primi fra tutti l’intervento di riconversione dell’ex base militare di Comiso trasformata in aeroporto civile, l‘autoporto, il porto di Scoglitti, ovvero infrastrutture ad alto valore di attrattore che rendono oggi il territorio di Vittoria espressione dell’incrocio di crescenti interessi e interventi di trasformazione”. In pochi capoversi, si passa dall’idea di “recupero”, al concetto del “non limitarsi all’esistente residuale” (12.601 abitazioni non occupate sono residuali?). Viene spiegato che “è possibile, pertanto, valutare in circa 18.000 gli abitanti da insediare (presenti e futuri) nelle aree di espansione che definiremo “aree risorsa” in applicazione del sistema perequativo posto a base del presente piano”. Secondo i tecnici che hanno redatto lo schema, Vittoria, grazie al valore attrattivo dell’asse infrastrutturale aeroporto di Comiso, autoporto di Vittoria e porto di Scoglitti, potrebbe crescere in modo consistente. “Vogliamo subito evidenziare – afferma la Cna comunale di Vittoria – che lo sviluppo e la relativa ricaduta nel territorio di queste tre strutture risulta essere ancora in uno stato ricco di ipotesi ma privo di certezze. Da tempo, e per tutta una serie di motivi, queste tre opere sono poco funzionali e non si intravede nel medio luogo termine una loro espansione. Pertanto, le valutazioni dei progettisti ci sembrano un po’ contraddittorie e un tantino sovradimensionate. Secondo noi quest’analisi, per alcuni versi discordante, serve, forse, a giustificare un’esigenza sia della vecchia amministrazione che dell’attuale:...

Leggi tutto
Ragusa. Esaurimento fondi Pac, Medi Care avvia procedura licenziamento per 15 addetti
Giu07

Ragusa. Esaurimento fondi Pac, Medi Care avvia procedura licenziamento per 15 addetti

La cooperativa Medi Care di Ragusa ha avviato una procedura di licenziamento collettivo per un complessivo esubero di 15 unità. A darne notizia il segretario generale della Fisascat Cisl Siracusa-Ragusa, Teresa Pintacorona, con il segretario territoriale cittadino, Salvatore Scannavino. “La scelta è stata giustificata – chiariscono i due sindacalisti della Fisascat – con il taglio dei servizi di assistenza domiciliare da parte del Comune di Ragusa dovuti all’esaurimento dei fondi Pac non più erogati dal ministero. Auspichiamo che, così come ventilato da alcune forze politiche i cui rappresentanti sono presenti in seno al Consiglio comunale cittadino, possano essere avviate al più presto le procedure per garantire un confronto su questa, così come su altre, delicate tematiche riguardanti l’occupazione in città e che la politica, più in generale, manifesti il proprio interessamento allo scopo di individuare delle soluzioni sostenibili, così come accaduto nei giorni addietro per la vicenda dell’Ipercoop di Ragusa e per la ventilata chiusura del punto vendita presente all’interno del Centro commerciale ibleo”. A questo riguardo, la Fisascat Cisl sottolinea che, proprio ieri sera, nei locali del sindacato, si è tenuta una riunione con una folta delegazione dei lavoratori dell’Ipercoop ovviamente molto preoccupati per gli sviluppi futuri della vertenza. “La riunione – chiarisce Scannavino che ha presieduto l’incontro – è risultata molto partecipata e, soprattutto, è servita a fornire una decisa indicazione di massima. Il personale dipendente dell’Ipercoop di Ragusa ha voglia di lavorare e non vuole sentire affatto parlare di ammortizzatori sociali. Chiedono, soltanto, serenità per loro e le famiglie. Per quanto riguarda il sindacato, quindi, ci adopereremo per fare in modo che questa dimensione possa essere il più possibile garantita”....

Leggi tutto
Ragusa. Unicredit: stipulata convenzione con Comune di Vittoria per servizio di Tesoreria
Mag29

Ragusa. Unicredit: stipulata convenzione con Comune di Vittoria per servizio di Tesoreria

È stata firmata la convenzione tra UniCredit e il Comune di Vittoria per la gestione del servizio di tesoreria dell’Ente. La convenzione affida così a UniCredit, che già svolge il servizio sin dal 2008, il ruolo di istituto tesoriere dell’amministrazione comunale sino al 2020. L’accordo è stato sottoscritto per UniCredit dal responsabile dell’Area Public Sector Sicilia, Giuseppe Consiglio, e per il Comune di Vittoria da Angelo Piccione della Centrale Unica di Committenza , alla presenza del Segretario Generale, Antonino Maria Fortuna. Il servizio di tesoreria del Comune di Vittoria viene svolto con il mandato informatico con firma digitale che consente di effettuare con modalità on line i trasferimenti degli ordinativi di pagamento e di riscossione fra l’Ente e la Banca, eliminando così l’operatività manuale del cartaceo. Questa modalità di trasmissione, già avviata da UniCredit in numerose amministrazioni pubbliche e scuole siciliane, assicura numerosi vantaggi: condizioni di certezza delle informazioni, continuità dei dati nel passaggio tra i diversi sistemi informativi, efficacia dei controlli e rapidità nell’esecuzione degli ordini che sono garantiti dalla firma digitale. Oggi UniCredit svolge complessivamente nella provincia di Ragusa 15 servizi di cassa e di tesoreria. La Banca svolge tali servizi per 4 Comuni (Ispica, Modica, Pozzallo e Vittoria), il Libero Consorzio Comune di Ragusa, 8 istituti di istruzione, 2 Aziende speciali.  ...

Leggi tutto
Ragusa. Sabato incontro tra assessore regionale Ambiente Croce e presidente nazionale Cna Costruzioni Rinaudo
Apr05

Ragusa. Sabato incontro tra assessore regionale Ambiente Croce e presidente nazionale Cna Costruzioni Rinaudo

Ci sarà anche l’assessore regionale del Territorio e dell’Ambiente, Maurizio Croce, al convegno promosso per sabato 8 aprile dalla Cna costruzioni a Ragusa. L’appuntamento, a partire dalle 9,30, si terrà nella sala conferenze Pippo Tumino di via Psaumida 38. A rendere ancora più accattivante l’incontro, aperto non solo agli addetti ai lavori, l’intervento del presidente nazionale Cna Costruzioni, Rinaldo Incerpi. Al centro dell’attenzione la trattazione del seguente tema: “Rigenerazione urbana, riqualificazione energetica e prevenzione antisismica. Le nuove frontiere dell’edilizia”. Sono stati invitati a partecipare i sindaci dell’area iblea e la deputazione nazionale e regionale. “Ci confronteremo – sottolinea Vittorio Schininà, responsabile organizzativo Cna Costruzioni – su una serie di problematiche che stanno mutando in maniera epocale il comparto. E si annuncia di assoluto interesse il confronto con l’assessore regionale a cui potremo sottoporre, in maniera sintetica, le richieste di un settore che continua ad accusare i colpi della crisi e che sta cercando disperatamente tutte le strade per uscirne. E’ però essenziale che un sostanziale aiuto possa arrivare dalle istituzioni, dalla Regione, dalle stazioni appaltanti. E in questo contesto potrà diventare molto interessante tutte le valutazioni che saranno fatte per l’occasione”. A seguire, sempre sabato, intorno alle 12, si terrà l’assemblea elettiva 2017 dell’articolazione di mestiere “Edilizia, lapidei ed altri materiali da costruzione” sul tema della stagione avviata dalla Cna territoriale di Ragusa: “Connessi al cambiamento”....

Leggi tutto
Ragusa. Ance, firmato contratto integrativo di settore
Mar13

Ragusa. Ance, firmato contratto integrativo di settore

ANCE Ragusa e FENEAL-FILCA-FILLEA Ragusa hanno siglato oggi (13 marzo 2017) il nuovo Contratto Collettivo Provinciale di Lavoro (CCPL), integrativo del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (CCNL), stipulato in Roma il 01.07.2014, che viene applicato a tutte le Imprese che svolgono le lavorazioni edili e per i loro dipendenti, siano tali lavorazioni eseguite in proprio o per conto di Enti Pubblici o per conto di terzi privati, indipendentemente dalla forma giuridica e dalla natura industriale, cooperativa o artigiana delle Imprese...

Leggi tutto
Ragusa. Revisione legale, se ne parla all’Ordine dei commercialisti
Dic14

Ragusa. Revisione legale, se ne parla all’Ordine dei commercialisti

  Revisione legale: obiettivi, pianificazione, verifiche periodiche e di inizio anno (circolarizzazioni e conta fisica di magazzino). E’ il tema tecnico che sarà trattato durante il prossimo appuntamento di approfondimento promosso dall’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Ragusa per venerdì 16 dicembre, a partire dalle 9, nella sede di via Nino Martoglio. A relazionare saranno Teresa Aragno e Gustavo Desana, entrambi dottori commercialisti. Al centro dell’attenzione la revisione legale con particolare riferimento agli obiettivi, ai principi generali e alle novità. Saranno affrontati, nello specifico, le questioni riguardanti: gli obiettivi della revisione e gli strumenti, i principi di revisione, l’indipendenza, le carte di lavoro, il controllo della qualità. Focus, poi, sulla pianificazione dell’attività di revisione con particolare riferimento al rischio di revisione, alla significatività e alla strategia generale comprendente il piano di revisione. La mattinata proseguirà con gli approfondimenti sulle verifiche della regolare tenuta della contabilità sociale e sulle circolarizzazioni e conta fisica di magazzino....

Leggi tutto
Ragusa. Utilizzare i fondi Ue per crescita pmi ed export. Un incontro in Confindustria
Dic12

Ragusa. Utilizzare i fondi Ue per crescita pmi ed export. Un incontro in Confindustria

“Sicilia2020: strumenti finanziari per lo sviluppo della Sicilia e per l’internazionalizzazione delle pmi”. Di questo si parlerà martedì 13 dicembre, alle 9,30, presso la sala Convegni di Confindustria Ragusa (Zona Industriale I Fase) in occasione dell’incontro organizzato dalla Piccola Industria di Sicindustria insieme con il Consorzio Coexport Sicilia, Confindustria Ragusa e Enterprise Europe Network, la rete europea per l’internazionalizzazione delle pmi di cui Sicindustria, e in collaborazione con l’assessorato regionale delle Attività produttive e le commissioni Bilancio e Attività produttive dell’Assemblea regionale siciliana. “La Regione siciliana – afferma il presidente della Piccola industria di Sicindustria, Giorgio Cappello – si appresta a rendere attuative le misure di intervento del Por Sicilia 2014-2020 di competenza dell’assessorato regionale delle Attività produttive, con riferimento agli obiettivi tematici ‘Ricerca & innovazione’ e ‘Rilancio della competitività delle imprese nei mercati esteri’. Si tratta di oltre un miliardo di euro che, se ben utilizzati, permetteranno alle nostre imprese di entrare a pieno titolo nel mondo dell’industria 4.0. È per questo che diventa indispensabile far conoscere alle aziende siciliane le opportunità offerte dalla nuova...

Leggi tutto
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com