Enna. Opportunità business a Singapore, seminario alla Cciia
Lug03

Enna. Opportunità business a Singapore, seminario alla Cciia

Singapore: Nuove Opportunita’ di Business per le Imprese Siciliane nella Citta’-Stato Asiatica, è questo il tema del seminario in programma domani alle 9.00 alla Camera di Commercio di Palermo e Enna. Tutti i numeri e i settori in cui è possibile alimentare un circuito di business saranno analizzati nel corso dell’incontro, organizzato in collaborazione con la Camera di Commercio Italiana a Singapore e la societa’ di consulenza Hawksford. Singapore ha una popolazione di circa 5.6 milioni abitanti e si trova in una posizione strategica all’ interno dell’area ASEAN che conta 650 milioni di abitanti di età media inferiore ai 35 anni. La citta’-Stato  è riuscita in poco più di 50 anni a passare da un reddito pro-capite di 300 dollari a uno di 60mila, il terzo al mondo dopo Lussemburgo e Qatar. Secondo la World Bank Singapore rappresenta il secondo Paese al Mondo per facilita’ di fare business. Singapore e’ in grado di offrire garanzie senza pari nella regione (e non solo) in termini di stabilità del sistema normativo, trasparenza, efficenza fiscale e apertura all’attività di impresa Infrastrutture, lusso e medicale sono tra i settori che offrono maggiori potenzialità per le aziende italiane. Oltre a questi, il settore agroalimentare ha visto uno interessante sviluppo verso un’ economia come Singapore che importa il 90% del proprio fabbisogno. Da un punto di vista fiscale Singapore offre un sistema efficente e molto vantaggioso per imprese e individui. La tassazione societaria e’ pari al 17% mentre quella individuale va dallo 0% al 22% per redditi superiori a 200Mila Euro....

Leggi tutto
Enna. Convegno Federconsumatori su green economy
Lug02

Enna. Convegno Federconsumatori su green economy

Si è svolto questa mattina, nella Sala Convegni dell’Ospedale Umberto I di Enna, l’incontro organizzato dalla sezione ennese di Federconsumatori dal titolo “Il ruolo del Terzo Settore nella Green Economy“. Presenti all’incontro, oltre alla presidente di Federconsumatori Enna avv. Enza Maria Bartoli, anche il presidente regionale e quello nazionale dell’associazione, Alfio La Rosa ed Emilio Viafora. Hanno partecipato alla discussione il dott. Giuseppe Stella del Dipartimento Prevenzione e Salute dell’Asp di Enna, il dott. Daniele Parascino, direttore dell’ARPA di Enna, il dott. Massimo Primavera, direttore di Coldiretti Enna, il dott. Fabio Varelli, presidente dell’Ordine dei Dottori Agronomi di Enna, e il dott. Franz Scavuzzo, presidente del circolo Erei di Legambiente.   Al centro del convegno sono stati temi importanti per la difesa dell’ambiente: il trattamento dei rifiuti, l’agricoltura sostenibile, la limitazione dello sfruttamento delle risorse non rinnovabili e la promozione delle energie rinnovabili.   La posizione di Federconsumatori su tutti questi temi è chiara e netta: bisogna fare un passo indietro, ripensare l’economia basata sul consumo sfrenato delle risorse e promuovere l’economia circolare. Quell’economia, cioè, che non conosce rifiuti perché tutto nasce per essere riciclato a fine vita. Ma non solo: è necessario anche puntare sulla decarbonizzazione dell’energia per ridurre le conseguenze dei cambiamenti climatici e, infine, ripulire l’agricoltura dall’eccessivo uso della chimica.   “Il sistema lineare della nostra economia è in crisi – spiega la Bartoli – ma il lato positivo è che ci sono punti in cui si può intervenire. Deve nascere una nuova scuola di pensiero su sostenibilità e giustizia, chimica verde, energie rinnovabili riciclo ed economie locali“. Anche per questo Federconsumatori, insieme a Legambiente, Coldiretti e altre associazioni ha proposto uno stop all’uso del glifosato (un erbicida ormai riconosciuto come molto pericoloso per la salute umana e per l’ambiente) in agricoltura e sul verde pubblico.   “Convegni come questo di oggi ad Enna – spiega Alfio La Rosa – servono anche per fare il punto sulle varie posizioni in merito all’economia circolare e al rispetto dell’ambiente. Registriamo con piacere che Federconsumatori non è sola nel portare avanti queste battaglie“. Gli fa eco, infine, il presidente nazionale Emilio Viafora: “La nostra associazione nasce per difendere i consumatori, ma anche per promuovere stili di consumo più sani per l’ambiente, la salute e l’economia. Se cambieremo modo di consumare – conclude Viafora – raggiungeremo l’obbiettivo di avere un impatto sull’ambiente minore, una salute più forte ed una economia più giusta in cui i lavoratori non vengono...

Leggi tutto
Nel primo trimestre gettito fiscale 97,4 mld (+0,5%)
Mag06

Nel primo trimestre gettito fiscale 97,4 mld (+0,5%)

Nel periodo gennaio-marzo 2019, le entrate tributarie erariali accertate in base al criterio della competenza giuridica ammontano a 97.480 milioni di euro, segnando un incremento di 477 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (+0,5%). Il dato risulta condizionato dalla variazione negativa del 2,3%, registrata nel trascorso mese di febbraio, determinata dall’andamento dei versamenti dell’imposta sostitutiva sui risultati delle gestioni individuali di portafoglio (-655 milioni di euro) e dell’imposta sostitutiva dovuta sulle forme pensionistiche complementari ed individuali (-712 milioni di euro). Lo rende noto il ministero dell’Economia e delle Finanze. Il mese di marzo, comunque, registra maggiori entrate pari a 253 milioni di euro (+0,8%) rispetto allo stesso mese dello scorso anno. Le imposte dirette risultano pari a 53.858 milioni di euro, con una diminuzione di 614 milioni di euro (-1,1%) rispetto al medesimo periodo del 2018. Il gettito IRPEF mostra una crescita del 3,1% (+1.521 milioni di euro) che riflette l’andamento delle ritenute IRPEF sui lavoratori del settore privato (+871 milioni di euro, pari a +3,8%) e sui dipendenti del settore pubblico (+929 milioni di euro, pari a +4,3%). Tra le altre imposte dirette si segnala la riduzione dell’imposta sostitutiva sui redditi e delle ritenute sugli interessi e altri redditi di capitale (-530 milioni di euro, pari a -30,5%), dell’imposta sostitutiva sui redditi da capitale e sulle plusvalenze (-684 milioni di euro, pari a -96,6%) che rispecchia le performance negative dei mercati nel corso del 2018. Anche l’imposta sostitutiva sul valore dell’attivo dei fondi pensione mostra una diminuzione di 775 milioni di euro che riflette i risultati negativi dei rendimenti medi ottenuti nel 2018 dalle diverse tipologie di forme pensionistiche complementari. Le imposte indirette, che ammontano a 43.622 milioni di euro, registrano una variazione positiva di 1.091 milioni di euro (+2,6%). Il risultato è legato all’andamento del gettito dell’IVA (+1.147 milioni di euro, pari a +4,7%) e, in particolare, alla componente di prelievo sugli scambi interni che registra un incremento di 1.259 milioni di euro, mentre diminuisce il prelievo sulle importazioni (-112 milioni di euro, pari a -3,2%). L’imposta sulle assicurazioni segna un incremento di 18 milioni di euro, mostrano invece andamenti negativi sia l’imposta di bollo (-158 milioni di euro) sia l’imposta di registro (-53 milioni di euro). Nel primo trimestre dell’anno, le entrate dai giochi ammontano a 3.940 milioni di euro (+5,9%). Le entrate tributarie erariali derivanti dall’attività di accertamento e controllo si attestano a 2.076 milioni (+107 milioni di euro, pari a +5,4%) di cui: 989 milioni di euro (-72 milioni di euro) sono affluiti dalle imposte dirette e 1.087 milioni di euro (+179 milioni di euro) dalle imposte...

Leggi tutto
Enna. Due mln per ponte su fiume Troina
Gen10

Enna. Due mln per ponte su fiume Troina

“Dopo vent’anni di attesa potra’ essere finalmente realizzato il ponte sull’attuale attraversamento a guado del fiume Troina, nell’Ennese, e con esso le opere di contenimento sulle rive. Si tratta di una struttura strategica che serve a scongiurare il rischio di lasciare isolati interi nuclei familiari e di provocare danni alle numerose aziende agricole della zona”. Lo dice il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, dopo la decisione del governo regionale di destinare quasi due milioni di euro al Comune montano della provincia di Enna. “L’intervento di mitigazione del rischio idraulico consentira’ di chiudere per sempre una lunghissima stagione di disagi e di rischi, dovuti all’apertura delle saracinesche della diga Ancipa in caso di innalzamento del livello dell’acqua contenuta e che trova il suo sbocco naturale proprio sul fiume”, osserva Palazzo d’Orleans in una nota. “Il Comune di Troina ha redatto il progetto esecutivo e gia’ entro qualche mese l’Ufficio contro il dissesto idrogeologico, guidato dallo stesso presidente Musumeci, potrebbe affidare i lavori”, si legge nella nota....

Leggi tutto
Enna. 1° Congresso provinciale Federconsumatori: al centro acqua. rifiuti e informazione consumatori
Ott15

Enna. 1° Congresso provinciale Federconsumatori: al centro acqua. rifiuti e informazione consumatori

Si è svolto oggi il 1° Congresso Provinciale di Federconsumatori Enna, che ha dato il via agli appuntamenti congressuali provinciali che interesseranno l’associazione di tutela dei consumatori in tutta la Sicilia fino a metà novembre. Presente all’appuntamento, oltre alla Presidente di Federconsumatori Enna Enza Bartoli e ai delegati ennesi dell’associazione, anche il Presidente di Federconsumatori Sicilia Alfio La Rosa. Nel corso dei lavori Enza Bartoli ha fatto il punto della situazione sui problemi dei consumatori in Provincia di Enna e sulle attività di Federconsumatori in loro favore. Al termine dei lavori congressuali, è stato eletto il nuovo direttivo che ha confermato Enza Bartoli nel ruolo di Presidente. “Tra i grandi problemi che i consumatori di Enna ci rappresentano costantemente – spiega la Bartoli – ci sono sicuramente l’acqua e i rifiuti. In numerosi comuni del comprensorio ennese questi due servizi pubblici mostrano problemi seri, che vanno risolti nel più breve tempo possibile. Il caso dell’acqua non potabile a Troina è solo uno degli esempi di malagestione dei beni comuni che potremmo fare in questo territorio”. Oltre a focalizzarsi sui problemi attuali dei consumatori di Enna e Provincia, la sezione territoriale di Federconsumatori cerca anche di guardare al futuro e di diffondere la cultura del consumo informato e responsabile: il cosiddetto “empowerment del consumatore“. Ad esempio, tramite il progetto “Territorio-Ambiente-Prodotti locali“ che vedrà impegnata Federconsumatori Enna nelle scuole della Provincia per una serie di iniziative formative rivolte agli studenti della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria. Ai futuri consumatori ennesi Federconsumatori illustrerà come riconoscere i prodotti agricoli di qualità e a filiera corta, cosa sono le certificazioni alimentari, come evitare gli sprechi alimentari e come fare scelte più sostenibili quando si fa la spesa alimentare. “Ringrazio Enza Bartoli per il lavoro svolto fino a oggi in Federconsumatori Enna – dichiara il presidente regionale Alfio La Rosa – e per quello che ancora farà nei prossimi anni. La nostra associazione di tutela dei consumatori è fatta di una realtà nazionale, di quelle regionali e infine di quelle locali. Il lavoro di tutte queste realtà è prezioso al fine di raggiungere il nostro obiettivo primario: informare, tutelare e difendere quando è il caso il...

Leggi tutto

Enna. Stati generali Uil Pubblica amministrazione

La distribuzione dei carichi di lavoro, l’applicazione delle norme legislative in tema di sicurezza e benessere sui posti di lavoro e il riconoscimento del rimborso delle missioni compiute dal personale. Queste le principali tematiche discusse nell’ambito del vertice di tutti i coordinatori provinciali della Uil Pubblica Amministrazione Entrate Sicilia, svoltosi ad Enna alla presenza del coordinatore regionale Giovanni Di Pisa e del segretario generale della UILPA Sicilia Alfonso Farruggia. Un incontro che, oltre a fare il punto sulle vertenze in corso, è servito a tracciare linee ed interventi in previsione delle prossime elezioni per il rinnovo delle rsu che, nella scorsa tornata, hanno visto la Uil Pubblica Amministrazione vincente in tutte le province siciliane. Al centro dell’attenzione, per il sindacato, le criticità e i disagi dei lavoratori del fisco, a partire dalla mancata interlocuzione con l’amministrazione, più volte richiamata dalla UILPA a “tenere in considerazione i dettami costituzionali, tralasciando le interpretazioni unilaterali che creano confusione al personale”. Tra tutte le vertenze in atto, quella dei rimborsi ai dipendenti che effettuano missioni occupa un posto prioritario, poiché si lega alla tutela del rispetto della privacy. “L’amministrazione – spiega Di Pisa – ha invitato i dipendenti ad effettuare i pagamenti con bancomat o carta di credito in nome della tracciabilità; in alternativa, chiede spiegazioni sul pagamento effettuato in contanti, come previsto dalla Legge di stabilità del 2016: così facendo, però, si viola la segretezza delle informazioni personali”. “Invitiamo i lavoratori – conclude Farruggia – a rivendicare, attraverso tutti i mezzi leciti e legali a disposizione, i propri diritti: ogni forma di timore reverenziale va messa da...

Leggi tutto

Enna. Zootecnia, Scanavino (Cia): “Proponiamo la creazione di una filiera italiana per fornire maggiori garanzie al consumatore”

  “Stiamo facendo un grande lavoro sulla produzione di animali nati e allevati in Italia. Un territorio come quello della Sicilia si presta in modo perfetto all’allevamento brado, semi brado e alla produzione di bovini da dare all’ingrasso. Noi abbiamo la dipendenza dall’estero che è esagerata poiché importiamo 8 milioni di animali l’anno, in particolare dalla Francia ma anche dai paesi dell’est Europa come la Polonia. Quindi produrre trecentomila vitelli autoctoni di produzione nazionale da ingrassare sul posto è un obiettivo raggiungibile. Certo, ci vogliono politiche di accompagnamento. Noi facciamo la parte degli imprenditori ma se il progetto diventa di interesse nazionale e territoriale e se la politica ci dà una mano è più facile raggiungere l’obiettivo. Da parte nostra abbiamo presentato un progetto di filiera al Ministero per l’avvio di questo percorso finalizzato alla produzione del vitello italiano da carne. Siamo in attesa che i bandi si aprano per potere presentare un progetto che prevede anche un intervento sulle strutture che valorizzi il lavoro di tutti i produttori agricoli della filiera, cosa che accade sempre più raramente”. Lo ha detto Dino Scanavino, presidente nazionale Cia Agricoltori italiani a margine della tavola rotonda “Aree interne zootecnia e sviluppo possibile: la filiera italiana”, organizzata dalla Cia che si è svolta oggi presso l’aula Giovanni Paolo II – Piazzale Abbazia ad Agira (En).                                                         “L’economia delle aree interne e montane – dichiara Rosa Giovanna Castagna, presidente regionale Cia Sicilia – si basa prevalentemente sul comparto agrozootecnico. Con il convegno di oggi la Cia ha voluto porre l’attenzione sulle problematiche irrisolte del settore e porre soprattutto l’attenzione sulla proposta di creazione di una filiera italiana della zootecnia da carne – ma anche di altri comparti – capace di fornire maggiori garanzie al consumatore e capace di garantire contestualmente una più dignitosa redditività alle aziende; ciò consentirebbe anche di continuare a presidiare territori ad alto rischio di spopolamento. Porremo anche l’accento – conclude Castagna – sull’ormai insostenibile situazione dell’AGEA e sull’imbarazzante “silenzio” del Ministero delle Politiche agricole di fronte al non funzionamento di un ente che sembra aver dimenticato quale sia la propria funzione”.                                                     Alla Tavola rotonda presieduta da Rosa Giovanna Castagna presidente regionale Cia Sicilia, sono intervenuti, tra gli altri, Maria Greco – Sindaco di Agira, Giovanni Trovati Presidente Provinciale Cia Enna, Graziano Scardino – Responsabile regionale Centro Assistenza Agricola Cia, Giuseppe Nasello – dirigente ispettorato agricoltura di...

Leggi tutto

Enna. Camere di Commercio Albanese situazione normalità a Enna”

Il presidente della Camera di Commercio di Palermo ed Enna, Alessandro Albanese, stamattina, a pochi giorni dal suo insediamento, insieme con il segretario generale, Guido Barcellona, ed i consiglieri Maurizio Prestifilippo, Giovanni Trovati e Cesare Arangio, ha incontrato i dipendenti e i pensionati dell’ente camerale ennese. “Ho trovato – afferma Albanese – un Ente dalle grandi potenzialita’. Ho rassicurato tutto il personale perche’ gia’ da questo mese potremo pagare stipendi e pensioni che non vengono erogati da sei mesi. L’obiettivo di questa presidenza e’, infatti, quello di ripristinare nel piu’ breve tempo possibile una situazione di normalita’, a partire proprio dalla tutela delle risorse umane, e consentire cosi’ alla Camera di Commercio di tornare a svolgere pienamente e serenamente il proprio ruolo sul territorio”....

Leggi tutto
Enna. L’azienda Proseme di Grottacalda premiata al concorso “La fabbrica del paesaggio”
Nov08

Enna. L’azienda Proseme di Grottacalda premiata al concorso “La fabbrica del paesaggio”

Vince l’attestato di “Lodevole” l’Azienda PROSEME di Grottacalda, presentata dal Club Unesco di Enna, al concorso La Fabbrica nel Paesaggio ed 2016, organizzato dalla FICLU -UNESCO  di Foligno. Alla cerimonia , che si è svolta  nel Salone di rappresentanza di Palazzo TRINCI a Foligno, era presente una nutrita rappresentanza del club ennese, guidata dalla presidente Marcella Tuttobene Virardi, e l’Amministratore delegato della Proseme, Roberto Angileri L’azienda Ennese, leader nella produzione di sementi di qualità, è stata selezionata tra 28 Aziende  Italiane ritenute meritevoli per aver rispettato il paesaggio nella ristrutturazione dell’Azienda La pergamena  il cui testo recita :  “ Interessante recupero di un episodio di ARCHEOLOGIA INDUSTRIALE ( una vecchia fabbrica di laterizi ) associato ad una coltivazione di tradizionale grano duro è stata consegnata dalla Presidente Nazionale  FICLU , Maria Paola Azzario ,dalla Presidente Europea  FEACU ,Daniela Popescu, da Gabriella Righi,Presidente Onoraria del club di Foligno ed ideatrice del Concorso. Apprezzato l’intervento dell’amministratore Angileri  rivolto agli ospiti intervenuti  ed ai Club per l’ UNESCO  d’Italia  sulle problematiche della coltura del Grano. La delegazione  del Club per l’UNESCO di Enna rappresentata da 18 soci ha confermato l’impegno del Club per  la promozione , tutela e diffusione del territorio con i suoi paesaggi ricchi di colture antiche quali il grano , i cereali, le mandorle e l’olio,  già protagonista lo scorso anno  nell’edizione 2015 con il Campo di ZAGARIA, vincitore del 1° Premio....

Leggi tutto
Enna. Inaugurazione rinnovata filiale Unicredit
Ott20

Enna. Inaugurazione rinnovata filiale Unicredit

  Accessibilità, trasparenza e innovazione. Sono questi i concetti chiave alla base del progetto di rinnovamento strutturale della filiale UniCredit di via Roma 367 ad Enna la cui inaugurazione, dopo i recenti lavori di ristrutturazione, è avvenuta oggi. Il restyling della filiale di Enna rappresenta una delle realizzazioni in Italia del progetto ‘Open’, il nuovo modello di servizio delle rete commerciale della banca. All’evento di inaugurazione hanno partecipato Sebastiano Musso, Regional Manager Sicilia di UniCredit, Fabio Lacagnina, Responsabile Area Commerciale Caltanissetta ed Enna, e Giovanna Randazzo, Direttore Distretto di Enna. Il ruolo delle filiali è centrale nel progetto ‘Open’ che prevede la massima integrazione tra tutti i canali della banca, da quelli tradizionali all’online banking e ai bancomat multifunzione, dal “mobile” alla consulenza in “remoto” tramite contact center o video room. “Open – ha spiegato Sebastiano Musso – rappresenta per noi un cambio di paradigma: un tempo si diceva ‘il cliente è della banca’, oggi ‘la banca è del cliente’. Ed è così: tutto ruota, infatti, attorno al cliente che, avendo a disposizione un’offerta multicanale perfettamente integrata, potrà scegliere la tipologia di interazione che preferisce con la banca. Il progetto è ambizioso: in tre anni il Gruppo opererà circa 1500 interventi, investendo 350 milioni di euro in questo nuovo modello, non solo nei nuovi layout delle agenzie e nelle dotazioni tecnologiche, ma anche e soprattutto nella formazione dei nostri colleghi, veri motori del cambiamento. Flessibilità è la parola chiave nel nuovo modo di lavorare in agenzia”.   “Sono 20 le persone che lavorano nell’agenzia, guidate dal Direttore di Distretto Giovanna Randazzo – ha osservato Fabio Lacagnina – Consulenti specializzati in investimenti e finanziamenti a privati e imprese che potranno anche erogare consulenza sia fuori sede, presso l’abitazione privata o la sede di lavoro del cliente, sia attraverso il servizio internet. I consulenti di agenzia, invece, seguiranno i clienti nelle transazioni complesse e nella consulenza sui prodotti di base in modo flessibile e limitando i tempi di attesa. L’operatività giornaliera sarà ampiamente supportata dalle più avanzate tecnologie, come gli atm e i chioschi evoluti e l’innovativa firma digitale, che permetterà di gestire i contratti facendo risparmiare tempi ai nostri clienti e carta per l’Ambiente”.     La rinnovata agenzia è dotata di un totem multifunzione con possibilità di accesso alla banca multicanale e di un’area self service esterna, aperta 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e con la disponibilità di 2 bancomat evoluti che, oltre alle consuete operazioni di prelievo e a quelle di versamento di contanti e assegni, consentono anche di accedere a diverse funzioni di pagamento. Gli ATM sono inoltre più semplici da utilizzare grazie alla grafica intuitiva e...

Leggi tutto
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com