Catania. Aeroporto fontanarossa taglia traguardo 8 mln di passeggeri
Nov09

Catania. Aeroporto fontanarossa taglia traguardo 8 mln di passeggeri

L’Aeroporto di Catania ha raggiunto oggi la quota di 8 milioni di passeggeri transitati nel corso dell’anno. Nel solo mese di agosto sono stati 1.015.000 i passeggeri. Lo scalo nel primo semestre dell’anno ha anche registrato il miglior tasso di crescita fra tutti gli scali italiani. Per festeggiare il traguardo, Vueling ha donato donato all’8 milionesimo passeggero due...

Leggi tutto
Catania. Zona industriale, grido d’allarme delle imprese
Nov06

Catania. Zona industriale, grido d’allarme delle imprese

Le gravissime problematiche della zona industriale di Catania saranno al centro di un vertice convocato per martedì 7 novembre dal Prefetto di Catania Silvana Riccio, su richiesta del vice presidente vicario di Confindustria Catania, Antonello Biriaco. “L’ennesimo grido d’allarme lanciato dalle imprese è stato subito raccolto dal Prefetto,  che ringraziamo per l’attenzione e la sollecitudine che dimostra costantemente nei confronti delle istanze del territorio – spiega  il vice presidente degli industriali catanesi – .  Con grande rammarico,  siamo tornati a segnalare il grave disagio manifestato dai nostri imprenditori,  sempre più preoccupati per il degrado e l’abbandono in cui versa l’ area industriale e per l’assenza di passi avanti concreti nella direzione di quel processo di risanamento che avrebbe dovuto prendere avvio con  il Patto per Catania”. In ballo ci sono interventi per circa 11 milioni di euro inseriti alla voce “Riqualificazione strutturale per la sicurezza globale dell’area di Pantano D’Arci”,  rimasti per ora solo sulla carta.  E precisamente: Centro servizi integrato per le imprese destinato a Caserma dei Carabinieri (importo complessivo del progetto:  € 1.249.685,20);  riqualificazione della rete idrica potabile, industriale e telecontrollo (€ 4.159.833,72);  riqualificazione degli impianti di pubblica illuminazione  (€1.745.796,91); interventi sulla rete viaria (€ 2.303.716,80);  mitigazione del rischio idrogeologico  (€ 1.500.000,00). Peraltro,  la “Cabina di regia”, che avrebbe dovuto svolgere funzioni di monitoraggio sulla stato di avanzamento delle opere,  non si riunisce dallo scorso luglio e non si ha quindi alcuna contezza sullo stato dell’arte del programma. A preoccupare le imprese non è solo questa intollerabile fase di stallo,  ma l’assenza di un interlocutore amministrativo capace di affrontare con sistematicità i nodi irrisolti dell’area per garantire condizioni di vivibilità accettabili:  manutenzione delle strade,  sicurezza,  raccolta dei rifiuti, contrasto agli allagamenti, segnaletica. “E’ imbarazzante – aggiunge Biriaco  –  non saper  spiegare alle imprese,   che non chiedono interventi stellari,  ma solo normale amministrazione, come e perché gli enti preposti non siano riusciti negli anni a risolvere queste criticità.  In presenza del perdurare di simili condizioni,  c’è il sensibile rischio che nuovi investimenti possano prendere strade diverse.  Un apprezzamento va certamente rivolto agli sforzi dell’assessore comunale all’Urbanistica, Salvo Di Salvo, che di recente ha disposto alcuni interventi urgenti nell’area. Un atto di buona volontà che non può sostituire quell’azione concertata e complessiva tra tutti gli interlocutori competenti, necessaria al buon governo del territorio. Oggi siamo sfiduciati e delusi per le promesse non mantenute, ma non rassegnati. E per questo continueremo a mettere in campo tutto il nostro impegno e la nostra forza al fianco delle imprese che chiedono solo certezze per poter continuare a investire e generare occupazione e...

Leggi tutto
Catania. Ambiente, Focus di Confindustria sulla gestione rifiuti aziendali
Ott25

Catania. Ambiente, Focus di Confindustria sulla gestione rifiuti aziendali

Dal sistema di tracciabilità dei rifiuti pericolosi (Sistri), alle novità normative in tema di sottoprodotti, scarti industriali che vengono  reimpiegati nei cicli produttivi aziendali dando vita all’economia circolare,  con benefici in termini di abbattimento dei costi e vantaggi per l’ambiente. E ancora, criteri di esenzione e riduzione applicabili alla tassa sui rifiuti  e  focus sul contributo ambientale per gli imballaggi.  Questi alcuni degli argomenti  al centro del seminario organizzato oggi a Catania da  Confindustria e dal CONAI (Consorzio Nazionale Imballaggi).  “Un’ occasione importante – ha dichiarato il vicepresidente di Confindustria Catania, Antonello  Biriaco – per capire come affrontare una problematica sempre più difficile da risolvere.  La gestione dei rifiuti rappresenta una materia molto complessa per le nostre imprese costrette a subire una pressione fiscale elevatissima a fronte di servizi inefficienti. Emblematica in questo senso è la situazione della zona industriale di Catania.   All’amministrazione comunale gli imprenditori chiedono certezze,  individuazione delle competenze,  procedure snelle e soprattutto che i costi ambientali sostenuti dalle aziende non siano più gravati da insopportabili duplicazioni ma risultare concretamente parametrati al servizio che si ottiene in cambio”. All’incontro hanno partecipato Paolo Pipere,  esperto in materia ambientale e Concetta Dragonetto...

Leggi tutto
Catania. Traporti e logistica, “Anita” incontra le imprese del territorio
Ott19

Catania. Traporti e logistica, “Anita” incontra le imprese del territorio

Ha fatto tappa a Catania, ieri, nella sede di Confindustria, l’incontro itinerante con le imprese dell’autotrasporto, promosso da ANITA (Associazione nazionale imprese trasporti automobilistici), per un confronto sulle problematiche e sulle prospettive del settore. Fondata nel 1944, l’associazione dell’autotrasporto di Confindustria, rappresenta in Italia 1700 imprese, con 70mila occupati e un parco mezzi di 75mila veicoli che generano i due terzi dell’intero volume di traffico delle merci trasportate su strada. Presenti alla riunione il presidente Thomas Baumgartner, insieme ai vicepresidenti Sergio Bertani, Mario Di Martino Riccardo Morelli  e  Vincenzo Motta, il segretario generale dell’associazione, Giuseppina Della Pepa e il presidente della sezione Trasporti di Confindustria Catania, Angelo Di Martino.  Promozione della sostenibilità ambientale ed economica delle imprese, formazione e sicurezza, sostegno all’innovazione e alla produttività, sono le principali tematiche sulle quali si concentra l’impegno di ANITA al fianco delle aziende per supportare la crescita e la competitività settore....

Leggi tutto
Catania. Incontro Confcommercio giovani a Linguaglossa
Ott17

Catania. Incontro Confcommercio giovani a Linguaglossa

Ritorna l’appuntamento annuale promosso dai Giovani Imprenditori Confcommercio Catania: #destinazioneEtna – promozione del territorio e rilancio dell’economia e del turismo a partire dal nostro vulcano Linguaglossa, venerdì 20 ottobre, ore 9.30 Convento dei Padri Domenicani – Casa San Tommaso D’Aquino

Leggi tutto
Catania. Domani in Confindustria presentazione programma “Elite”
Ott11

Catania. Domani in Confindustria presentazione programma “Elite”

  Farà tappa a Catania,  domani, 12 ottobre, alle ore 10.00,  presso la sede di Confindustria (viale Vittorio Veneto, 109),  il roadshow di presentazione del progetto Elite di Borsa italiana.  Imprenditori e manager potranno conoscere le opportunità offerte dalla piattaforma internazionale di servizi creata da Borsa italiana in collaborazione con Confindustria,   dedicata alle imprese che vogliono realizzare progetti di crescita e di internazionalizzazione anche attraverso il ricorso al mercato dei capitali e agli strumenti di finanziamento alternativi al credito bancario. Sarà inoltre possibile conoscere nel dettaglio tutte le attività dello sportello Elite operativo a Catania nella sede Confindustria. I lavori dell’incontro, che saranno aperti dal vicepresidente vicario di Confindustria Catania, Antonello Biriaco prevedono gli interventi del vicepresidente di Sicindustria, Rosario Amarù, di Francesca Brunori, responsabile Credito e Finanza di Confindustria, Andrea Tessitore, responsabile del progetto Elite e Renato Montedoro, advisor di Fondimpresa. La  testimonianza aziendale sarà affidata Josephine Pace, direttore generale di Plastica Alfa (produzione di sistemi integrati per i settori agribusiness e trattamento delle acque), che è una delle sei aziende siciliane già entrate nel programma Elite.  ...

Leggi tutto
Catania. Attivo lo sportello Ircac
Ott09

Catania. Attivo lo sportello Ircac

Dall’inizio del mese di ottobre, lo Sportello decentrato di Catania dell’Ircac ha ripreso a funzionare con  nuova cadenza e nuovi orari. Per rispondere alle esigenze delle cooperative operanti nella Sicilia orientale l’Ircac ha deciso, infatti, di far presidiare lo Sportello ubicato presso la Camera di Commercio, in via Cappuccini 2 , per volte  alla settimana, nelle giornate di  mercoledì e venerdi. L’orario di apertura dello Sportello è dalle 10.30 alle 13.00 il martedì e dalle 9.00 alle 13.00 il venerdì. E’ possibile anche prendere un appuntamento inviando la richiesta alla responsabile dell’Ufficio Stampa, a cui è affidata la Consulenza Aziendale , all’indirizzo di posta elettronica...

Leggi tutto
Catania. Elettrodotto Paternò-Priolo, sbloccato iter autorizzativo
Ott05

Catania. Elettrodotto Paternò-Priolo, sbloccato iter autorizzativo

“Siamo soddisfatti perché giunge alle battute finali l’iter di un’opera che sarà strategica per le imprese e per il territorio della Sicilia orientale e non solo. Un risultato raggiunto dopo mesi di impegno profuso da tutto il sistema industriale siciliano”. Così il vicepresidente di Confindustria Catania, Antonello Biriaco, commenta la convocazione della Conferenza dei servizi presso il ministero dello Sviluppo economico, il prossimo 12 ottobre, che vedrà sul tavolo, dopo un travagliato percorso, il progetto definitivo di Terna relativo all’elettrodotto a 380 kv Paternò – Priolo. “Nei mesi scorsi – prosegue Biriaco – Sicindustria con il presidente Giuseppe Catanzaro si è impegnata con interventi anche molto duri per sostenere le imprese che vivono il dramma derivante dal blocco delle autorizzazioni anche di opere strategiche e necessarie per l’intero sistema produttivo. Al contempo noi abbiamo sollecitato il governatore Crocetta, insieme agli assessori regionali competenti, affinché si potesse imprimere una svolta alla realizzazione di questa importante infrastruttura, segnalando i gravi disagi subiti in particolare dalle imprese dell’area industriale di Pantano d’Arci proprio a causa di una rete elettrica ormai vetusta e inefficiente. Le continue microinterruzioni a danno dei cicli produttivi hanno infatti comportato per le nostre imprese un aggravio ingentissimo dei costi di produzione. Il rafforzamento delle rete elettrica, che finalmente si prospetta con la costruzione della nuova linea di trasmissione Paternò – Priolo, rimane quindi una priorità irrinunciabile per la competitività del nostro sistema produttivo, che potrà così trovare un nuovo...

Leggi tutto
Catania. Autorità portuale, asse Catania-Augusta per rilancio “Zes”
Ott03

Catania. Autorità portuale, asse Catania-Augusta per rilancio “Zes”

Il presidente dell’Autorità del sistema portuale della Sicilia orientale, Andrea Annunziata, ha incontrato questa mattina,  nella sede di Confindustria,  il vicepresidente vicario degli industriali catanesi Antonello Biriaco, insieme ad una folta rappresentanza di imprese associate. “Un’occasione importante – ha detto Biriaco – per avviare da subito una  grande sinergia con un’istituzione che avrà nei prossimi anni un ruolo di punta per lo sviluppo economico di tutto il sud-est della Sicilia.  Sfruttare la nuova centralità del Mediterraneo, con i porti di Catania, Siracusa e Augusta è alla nostra portata,  ma solo se sapremo giocare di squadra e non da solisti”.  Parole  d’ordine,  per Biriaco –  che per’altro rappresenterà gli industriali nell’organismo di partenariato della Risorsa Mare dell’Autorità portuale della Sicilia orientale,  insediatosi proprio nei giorni scorsi –    dovranno essere quindi specializzazione e complementarità: “Sviluppare le vocazioni naturali dei nostri approdi deve essere il nostro punto di forza. Il porto di Catania sta vivendo una rinascita importante con l’apertura alla città e con la nuova darsena commerciale, un’opera strategica che ha permesso di razionalizzare gli spazi disponibili. Ora dobbiamo aumentare l’appetibilità del nostro porto rispetto ai grandi flussi crocieristici nazionali e internazionali,   ma soprattutto aprirci al diportismo privato  di fascia alta, capace di apportare benefici economici consistenti a tutto il territorio”. La partita più attuale e impegnativa, però,  per  Biriaco,  riguarda l’istituzione in Sicilia delle zone economiche speciali.  L’obiettivo principale delle Zes, per le quali in governo ha già stanziato 200 milioni di euro nel prossimo triennio, è quello di attirare nuovi investimenti nelle aree portuali del Sud,  attraverso un mix di incentivi fiscali, creditizi e semplificazioni burocratiche. “Abbiamo già avuto modo di sottolineare, proprio  in occasione dell’incontro con il ministro per la Coesione territoriale, Claudio De Vincenti, la nostra attenzione verso i vantaggi offerti da questi nuovi incentivi previsti dal decreto “Resto al Sud” – ha proseguito Biriaco -.   “Abbiamo una carta da giocare bene e in tempi rapidi anche per il nostro territorio,   che ora deve puntare  ad un progetto di zona economica speciale che sia moltiplicatore di investimenti ma anche volano per la rigenerazione urbana”. “La fascia orientale della Sicilia deve diventare l’area portuale più appetibile  e sicura di tutto il Mediterraneo” – ha spiegato il presidente Annunziata -. “Il  raddoppio del canale di Suez può significare per noi un aumento dei flussi di container dagli attuali 100 mila ad 1 milione”. Un’ opportunità da cogliere, questa, mettendo in campo una “sinergia strategica tra attori istituzionali e categorie produttive”.  Sintonia di vedute anche  sul progetto di zona economica speciale della Sicilia orientale che,  secondo  Annunziata, “deve  estendersi in maniera significativa dalle aree portuali all’entroterra dell’Isola e sarà fondamentale per garantire...

Leggi tutto
Catania. Sbarca in città il servizio dell’app Glovo
Ott03

Catania. Sbarca in città il servizio dell’app Glovo

Glovo, l’app di anything delivery che consente agli utenti di acquistare e ricevere tutte le tipologie di prodotto da qualsiasi ristorante e negozio presente in città, a inizio ottobre arriva a Catania. La startup, nata in Spagna nel 2015 e approdata in Italia un anno e mezzo fa, ha introdotto nel mercato un modo nuovo di soddisfare i bisogni quotidiani. Tramite l’app di Glovo è possibile ordinare qualsiasi prodotto: non solo pranzo e cena, ma anche la spesa, articoli da regalo, fiori e molto altro. In mezzora al massimo l’ordine viene consegnato al cliente da un glover (uno dei corrieri di Glovo), che può essere seguito sull’app in tutte le fasi del processo, dalla presa in carico, al ritiro, fino all’arrivo a destinazione. Con Glovo tutto è a portata di clic, dovunque ci si trovi in città. A Milano e Roma Glovo ha già conquistato 100.000 utenti, grazie alla sua rete di oltre 1.000 partner e 2.000 glover, e al continuo investimento in contenuti di qualità e funzionalità all’avanguardia. Il successo ricontrato finora porta così la startup a compiere un ulteriore passo avanti. Dopo il lancio del servizio a Roma a giugno 2017, riprende l’espansione italiana di Glovo, ora alla volta della Sicilia. I catanesi saranno i primi fortunati a godere del servizio, da oggi nella zona del centro e tra una settimana anche in molte altre aree della città. All’interno dell’app sarà possibile scegliere tra i prodotti di oltre 50 ristoranti e negozi di Catania; e l’offerta verrà arricchita costantemente, sia per soddisfare la varietà di desideri degli utenti sia per favorire gli imprenditori locali, che potranno beneficiare di una nuova fonte di guadagno entrando a far parte della rete di partner. Naturalmente, Glovo porterà a Catania anche McDelivery, il servizio di consegne a domicilio di McDonald’s, che cura in esclusiva in Italia. La flotta di glover a Catania ne conta già 60 e, settimana dopo settimana, diventerà sempre più numerosa. Glovo, infatti, vuole essere pronta a soddisfare le richieste di tutti i cittadini e, nei prossimi mesi, sarà quindi costante la ricerca di nuovi corrieri desiderosi di collaborare in sella alla loro bici o al loro motorino. “Volevamo che il processo di espansione iniziasse in Sicilia, in quanto amiamo questo territorio e crediamo tantissimo nelle sue potenzialità. Tutto sta rispondendo alla grande e non vediamo l’ora di sfrecciare con i nostri zaini gialli a servizio dei cittadini catanesi. Ci sarà da divertirsi!” ha dichiarato Matteo Pichi – Country Manager di Glovo Italia. Glovo offre a tutti i catanesi una prima consegna gratis: basterà inserire il codice AMUNÌ all’interno della sezione dedicata ai codici promo e procedere poi...

Leggi tutto
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com