Fit Cisl, Uil trasporti e Fiadel su governance Rap: “Servono figure di alto profilo”
Apr20

Fit Cisl, Uil trasporti e Fiadel su governance Rap: “Servono figure di alto profilo”

    “Pur non volendo assumere un ruolo che compete esclusivamente all’Amministrazione Comunale, invitiamo il Sindaco Orlando a proseguire con la indicazione di figure di alto profilo e non di una ‘testa di cartone’ per la nomina del nuovo CdA di Rap per il bene del futuro dell’Azienda e dei suoi lavoratori. Bisogna proseguire con una figura che sia immediatamente in grado di dotare l’azienda di un direttore generale e di un serio progetto di sviluppo industriale per migliorare il servizio pubblico di un’azienda pubblica”. Cosi i segretari regionali della Fit Cisl, della Uiltrasporti e della Fiadel, Dionisio Giordano, Pietro Caleca e Giuseppe Badagliacca intervengono sulle indiscrezioni che in queste ore si susseguono sulla individuazione del nuovo CdA dell’azienda di Piazzetta Cairoli.  “Da oltre 7 mesi l’azienda è guidata dal Collegio Sindacale che, come previsto dal Codice civile, può compiere solo atti di ordinaria amministrazione. Al contrario le problematiche che attanagliano la Rap hanno indotto lo stesso Collegio ad assumere decisioni complesse e con pienezza di poteri a tutela dell’azienda e dei servizi per la collettività: avvio del secondo step di raccolta differenziata, equilibrio economico-finanziario, TMB e discarica di Bellolampo”. “Tutti temi che saranno certamente affrontati nel corso dell’incontro al quale parteciperemo che si terrà a Villa Niscemi il 26 aprile alla presenza del Sindaco e dell’azienda, ai quali – concludono  Giordano, Caleca e Badagliacca –  aggiungeremo la richiesta di un nuovo contratto di servizio e di aumento del...

Leggi tutto
Catania. Agrumi, “Social farming”: venerdì 27 a Belpasso seminario informativo
Apr19

Catania. Agrumi, “Social farming”: venerdì 27 a Belpasso seminario informativo

Venerdì 27 aprile, dalle ore 9,30 alle ore 13,30, nell’Azienda Agrituristica Tenuta Giarretta, in Contrada Orfanelli – Barca dei Monaci snc, nel territorio di Belpasso (CT), si terrà il seminario formativo “Agricoltura Sociale e tecniche di Inclusione Sociale – Ambiti e opportunità di sviluppo dell’agricoltura sociale in Sicilia”. Il seminario, gratuito, è organizzato nell’ambito del Progetto “Social Farming. Agricoltura Sociale per la Filiera Agrumicola Siciliana 2.0”,realizzato dal Distretto Agrumi di Sicilia in collaborazione con Alta Scuola Arces con il contributo non condizionato di The Coca-Cola Foundation. Ad approfondire i temi dell’agricoltura sociale e delle tecniche di inclusione sociale interverranno: Salvatore Cacciola, sociologo e presidente Rete Fattorie Sociali Sicilia; Ivana Calabrese, agronomo e  presidente dell’Associazione Aurora Onlus di Palermo. Porteranno la loro testimonianza Claudia Cardillo, educatore professionale e presidente della cooperativa sociale Energ-etica di Catania; Angelo Villari,imprenditore turistico della Fattoria Sociale Villarè di Messina;Francesco Ancona, agronomo e rappresentante di Agrinova bio2000 di Acireale; Ivan Pinieri, rappresentante dell’Agri Resort Tenuta Giarretta di Belpasso/Motta S. Anastasia (CT); Gianni Samperi della Fattoria Fossa dell’Acqua di Acireale. «Non è un caso che nell’ambito del progetto Social Farming si tenga un seminario sull’inclusione sociale – spiega Federica Argentati, presidente del Distretto Agrumi di Sicilia -. L’obiettivo del progetto è infatti quello di favorire l’inclusione di categorie svantaggiate nel mercato del lavoro nella filiera agrumicola, sia attraverso corsi di formazione sia attraverso seminari formativi. Questi ultimi, aperti anche a tecnici e operatori della filiera, rappresentano un momento importante di confronto e di scambio di informazioni ed esperienze, ponendo l’attenzione su alcune tematiche cruciali per lo sviluppo del comparto agrumicolo in un’ottica sostenibile e inclusiva che può generare sviluppo per tutto il territorio». Per partecipare al seminario, rivolto prioritariamente a giovani, donne, soggetti svantaggiati, migranti, tecnici e imprenditori operanti nella filiera agrumicola siciliana, basta registrarsi sul sito web socialfarming.distrettoagrumidisicilia.it. Una volta registrati, i partecipanti potranno seguire i lavori anche via streaming. Grazie alla convenzione con la Federazione Regionale degli Ordini dei Dottori Agronomi e Forestali della Sicilia, la partecipazione in presenza al Seminario da parte dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali da diritto ai crediti formativi professionali (0,5 CFP attività formativa...

Leggi tutto
Filippo Amoroso è il nuovo presidente dello Skal International Palermo
Apr18

Filippo Amoroso è il nuovo presidente dello Skal International Palermo

È Filippo Amoroso il nuovo presidente dello Skal International Palermo. Lo ha eletto, come da statuto,  l’assemblea dei soci riunita nei giorni a Palermo al Grand Hotel Wagner. Il Professor Amoroso, presidente dell’Associazione Teatri Storici di Sicilia e ideatore del circuito dei progetti “Epicarmo” e “Stesicoro”, di distribuzione e produzione di spettacoli teatrali in Sicilia con il patrocinio dell’Assessorato al Turismo, subentra ad Elisabetta Calandrino, che ha mantenuto l’incarico per due mandati consecutivi e dunque, per statuto, non sarebbe stata più eleggibile. Candidatura di servizio alla presidenza per Toti Piscopo, già Past President di Skal Italia per i due bienni 2014 – 2018 la cui candidatura è stata fortemente voluta da alcuni membri del consiglio e Filippo Amoroso, la cui candidatura spontanea, inaspettata dal consiglio, è stata accolta senza procedere a votazioni, per volontà dal candidato Piscopo, che ha ritirato la sua dando fiducia alle volontà di impegno espresse da Amoroso. Eletti Vicepresidenti Elisabetta Calandrino e Toti Piscopo, Segretario Luca Mangano, Tesoriere Giorgio Giacalone. Inoltre sono stati nominati Consiglieri Giuseppe Cassarà, Vincenzo Ciceraro, Daniela Giardina e Giovanna Mammana Scelfo, Revisore dei conti Santi Mogavero. “Assumo l’incarico di questo prestigioso Club – ha detto il Prof. Amoroso – in continuità con l’eccellente lavoro svolto dall’ex presidente Elisabetta Calandrino e con i preziosi consigli di Toti Piscopo, con la volontà di apportare un forte contributo in un momento di crisi generale dell’Associazionismo e di forte cambiamento nel mondo del turismo, puntando ad individuare nuovi servizi, reti, contesti ed opportunità che diano nuova linfa al Club sulla base del percorso già da tempo avviato.”...

Leggi tutto
Palermo. Sabrina figuccia: “Amat, azienda allo sbaraglio e sull’orlo del fallimento”
Apr18

Palermo. Sabrina figuccia: “Amat, azienda allo sbaraglio e sull’orlo del fallimento”

  “Un’officina che doveva essere il fiore all’occhiello dell’Amat e che invece è una mega cattedrale nel deserto, il tram ormai malato terminale su cui l’accanimento terapeutico dimostra la schizofrenia dell’Amministrazione comunale”. Lo afferma Sabrina Figuccia, consigliere Udc del Comune di Palermo, che prosegue: “Stamattina, ho effettuato una visita ispettiva presso la sede dell’Amat di via Roccazzo, e il risultato è davvero desolante. Nel corso della visita, ho purtroppo constatato come l’officina, invece di essere uno dei punti nodali, era pressocchè deserta, considerato che molte riparazioni vengono appaltate all’esterno e pochissimi mezzi erano in lavorazione. Dall’esame di costi e ricavi, ancora una volta viene fuori come il tram sia ormai diventato il killer dell’azienda: soltanto di energia elettrica, ogni mese via Roccazzo paga una bolletta di migliaia di euro, mentre i ricavi da biglietti venduti e pubblicità sembrano essere quasi inesistenti. Ecco perché l’idea di insistere ancora sulle linee tranviarie appare francamente folle. Resta una nebulosa la gestione del personale, senza capo né coda, mentre spesso e volentieri cadono nel dimenticatoio le poche ma coraggiose denunce dei dipendenti vessati e costretti a subire angherie sul posto di lavoro. Ho chiesto di conoscere dettagliatamente ruoli e mansioni di tutti i dipendenti e con quali qualifiche professionali e livelli inquadramentali svolgano le proprie attività. Se vogliamo davvero salvare l’Amat dobbiamo uscire da una logica statalista, che chiede finanziamenti a pioggia, senza una concreta progettualità. L’Amat è una Spa con un unico socio, il Comune di Palermo, ma forse qualcuno lo ha dimenticato. É arrivato il momento di chiedersi perché non c’è mai stato nessun socio esterno e invece di rinviare responsabilità ai tagli regionali o ai cittadini incivili è il caso che ognuno guardi cosa non va in casa...

Leggi tutto
Messina. “Sistema Sanitario e Competitività: il ruolo degli operatori privati”: un convegno il 20 aprile
Apr17

Messina. “Sistema Sanitario e Competitività: il ruolo degli operatori privati”: un convegno il 20 aprile

Il prossimo 20 aprile, dalle ore 15 alle ore 18, presso la Sala dell’Accademia dei Pericolanti (Università di Messina – Piazza Pugliatti, 1), si terrà L’incontro sul tema “Sistema Sanitario e Competitività: il ruolo degli operatori privati”, organizzato da Sicindustria Messina, in collaborazione con il Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi di Messina. L’approfondimento è dedicato alle opportunità, per la Sanità e per gli Operatori economici della filiera,  derivanti dalla sempre maggiore interazione tra componente pubblica e privata del sistema salute. Il Sistema Sanitario Nazionale è attraversato da profonde dinamiche di cambiamento. In un contesto di risorse pubbliche sempre più limitate, il consolidarsi dei processi di esternalizzazione delle attività assistenziali poste in essere dalle aziende sanitarie pubbliche, unitamente al ricorso a capitali e organizzazioni del privato accreditato, rappresenta un’opzione sempre più significativa. Vi sono tutta una serie di fattori e strumenti, forme di collaborazione tra soggetti pubblici e privati, PPP per gli investimenti, Fondi integrativi e Mutue, Piani Formativi finanziati per l’aggiornamento di competenze e processi,  che,  elevando la qualità e la competitività degli operatori della filiera salute, incidono anche sulla qualificazione del sistema sanitario nel suo complesso. Su questi temi, dopo i saluti introduttivi del Rettore dell’Università di Messina, Salvatore Cuzzocrea, e del Presidente di Sicindustria Messina, Sebastiano D’Andrea, interverranno:  Barbara Cittadini, Coordinatore Gruppo Sanità Sicindustria e Presidente AIOP Sicilia; Marco Meneguzzo, Ordinario di Economia Aziendale Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”; Mauro Mottura,  Sales Manager Health & Benefits Willis Towers Watson; Luca Granata, referente SFC Sistemi Formativi Confindustria; Giorgio Tessitore, consigliere OBR Sicilia – Rete Fondimpresa. La moderazione dei lavori è affidata a Gustavo Barresi, Delegato Sanità Sicindustria Messina e Ordinario Dipartimento di Economia Università di Messina. Traccerà le conclusioni Ruggero Razza, Assessore alla Salute Regione...

Leggi tutto
Ragusa. Maltempo: Gennuso “Aiuti a imprese nel ragusano e sospensione tributi”
Apr16

Ragusa. Maltempo: Gennuso “Aiuti a imprese nel ragusano e sospensione tributi”

“Il comparto agricolo nel sud est della Sicilia non ha davvero pace. Il forte vento di scirocco che si e’ abbattuto tra giovedi’ e venerdi’, avrebbe provocato danni per una ventina di milioni di euro. Servono adesso interventi immediati”. Cosi’ il deputato dell’Ars, Pippo Gennuso, componente della Commissione Attivita’ produttive, alla luce dei danni causati dal maltempo ai produttori agricoli del Ragusano, ed in particolar modo a Vittoria. “Occorre rimodulare parte dei fondi Psr e fare un bando ad hoc in conto interessi per finanziare le aziende che hanno subito danni a causa dell’ennesima calamita’ naturale – aggiunge -. Da una prima quantificazione, si parla di 20 milioni di euro. Le aziende hanno bisogno dei soldi per ripristinare le strutture e le coperture delle serre in plastica”. Ma non e’ la sola proposta del deputato regionale. Gennuso chiede inoltre, la “sospensione del versamento dei contributi all’Inps e dei tributi a Riscossione Sicilia, almeno per i prossimi 5 anni, senza aggiungere gli interessi di mora”. “Bisogna accelerare questi provvedimenti altrimenti sara’ il default per centinaia di aziende con migliaia di famiglie che rimarranno senza alcun reddito”, conclude....

Leggi tutto
“Io resto al Sud”, a Catania hanno già aderito 50 micro imprese
Apr16

“Io resto al Sud”, a Catania hanno già aderito 50 micro imprese

Cinquanta micro aziende catanesi hanno aderito all’iniziativa ‘Resto al Sud’ il progetto destinato ai giovani che vogliono fare impresa, istituito con il Decreto Legge ‘Mezzogiorno’. Parte dal capoluogo etneo il road show sull’iniziativa a sostegno della nascita di nuove imprese avviate da giovani nelle regioni del Mezzogiorno, con fondi che possono coprire fino al 100% dell’investimento. L’obiettivo e’ quello di avviare iniziative imprenditoriali per la produzione di beni nei settori industria, artigianato, trasformazione di prodotti agricoli, pesca e acquacoltura, fornire servizi alle imprese e alle persone, investire sul turismo. Sono 97 gli enti accreditati da Invitalia e 206 le banche per offrire assistenza ai giovani meridionali. L’iniziativa e’ stata presentata dal sindaco Enzo Bianco e dall’ad di Invitalia Domenico Arcuri. “Negli ultimi anni le imprese sono tornate ad investire a Catania – ha detto il sindaco Enzo Bianco – c’e’ la St Microelectronics che e’ tornata ad assumere e a investire 280 milioni di euro. La stessa cosa sta facendo Enel con 3Sun con un altro investimento da 80 milioni di euro. A tutto questo si aggiungono gli investimenti pubblici per creare infrastrutture e aiutarci a sviluppare attivita’ imprenditoriali. Ho creduto molto in ‘Resto al Sud’ che significa aiutare i ragazzi siciliani e del Sud in generale a diventare imprenditori. Un aiuto concreto che da’ la possibilita’ di avere l’80% di quello che loro investono. Abbiamo creato uno sportello e’ una task force che cinque giorni alla settimana e’ pronta a ricevere le domande con il supporto di Invitalia. Gia’ 50 micro imprese catanesi sono state valutate assai positivamente”. Per l’ad di Invitalia Domenico Arcuri: “Resto al Sud e’ un’opportunita’ concreta per inventarsi un lavoro come oggi e’ sempre piu’ necessario fare, per inventarselo vicino casa propria senza dovere dare retta alle chimere o doversi spostare ed essere costretti a prendere un treno per andare via. C’e’ una dotazione finanziaria importante: nei primi tre mesi ci sono gia’ 7.600 proposte e sono gia’ nate 240 imprese e ogni giorno un giovane meridionale o un gruppo di giovani meridionali vede realizzato il sogno di fare impresa nella propria terra”. Possono presentare domanda i candidati dai 18 ai 35 anni residenti (o che si stanno per trasferire) in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia. Altro requisito richiesto e’ quello di non essere titolari di attivita’ di impresa in esercizio, ne’ beneficiari nell’ultimo triennio di misure a favore dell’autoimprenditorialita’. Sono ammesse ai finanziamenti sia le imprese individuali che le societa’ (anche in forma cooperativa), mentre sono esclusi i liberi professionisti e le attivita’ commerciali. La misura ‘Resto al Sud’ conta su uno uno stanziamento di fondi di oltre 1,12 miliardi...

Leggi tutto
Messina. Zona industriale, domani riapre tratto viario Giammoro-Milazzo
Apr16

Messina. Zona industriale, domani riapre tratto viario Giammoro-Milazzo

Riapre domani martedì 17 aprile alle ore 9 dal lato Messina il tratto di strada chiuso da un anno dell’asse viario Milazzo-Giammoro, al termine degli interventi di manutenzione stradale a cura dell’IRSAP, per una spesa di 22 mila euro. Saranno presenti, fra gli altri, i sindaci dei comuni di San Pier Niceto e Monforte San Giorgio, Luigi Pietro Calderone e Giuseppe Cannistrà, oltre che il responsabile Area Servizi Tecnici dell’IRSAP, ingegnere Carmelo Viavattene. Eseguiti i lavori di manutenzione stradale affidati ed eseguiti dall’impresa EDIL CENTRO di S. Marchetta con i fondi del Piano di interventi per le aree industriali assegnati all’IRSAP dal Dipartimento regionale Attività produttive relativi all’anno 2017, come anche il ripristino dell’asfalto dismesso a causa delle buche causate dalle forti piogge invernali. Portati a termine anche gli interventi di decespugliamento e rimozione dei rifiuti dalle discariche abusive, dove tonnellate di rifiuti solidi urbani sono accatastati frutto dei abbandoni da parte degli utenti. I lavori per consentire la riapertura dell’asse viario hanno contribuito a dare un colpo di acceleratore al progetto redatto a cura dell’IRSAP di ‘Riqualificazione e messa in sicurezza dell’asse viario dell’agglomerato industriale di Milazzo-Giammoro” e finanziato alla Città metropolitana di Messina, per 2,6 milioni di euro. Questi lavori potranno mettere fine alle problematiche di viabilità e sicurezza esistenti nella zona industriale di...

Leggi tutto
Palermo. Al Teatro Massimo dal 13 aprile “I puritani” di Bellini
Apr12

Palermo. Al Teatro Massimo dal 13 aprile “I puritani” di Bellini

Debuttano il 13 aprile alle 20.30 al Teatro Massimo I puritani di Vincenzo Bellini. Repliche fino al 19 aprile sotto la  direzione di Jader Bignamini, direttore residente dell’Orchestra Verdi di Milano, e nell’allestimento con regia, scene e costumi firmati da Pierluigi Pier’Alli, regia ripresa da Alberto Cavallotti. In occasione della prima del 13 aprile la protagonista Elvira sarà interpretata dalla palermitana Laura Giordano, che a giugno sarà di nuovo sul palcoscenico del Teatro Massimo per L’elisir d’amore di Donizetti, ruolo che a breve canterà anche a Macao; tra i suoi prossimi impegni Oscar in Un ballo in maschera a Parma e a Firenze . Il difficilissimo ruolo del perseguitato Arturo, uno dei più impor tanti banchi di prova per i tenori, sarà affidato allo spagnolo Celso Albelo, acclamato protagonista del repertorio belcantistico nei teatri più importanti, che al Teatro Massimo ha già cantato L’elisir d’amore e La fille du régiment. Lo sfortunato innamorato Riccardo sarà il baritono coreano Julian Kim mentre il basso Nicola Ulivieri canterà nel ruolo di Giorgio Walton. Con loro Anna Pennisi (Enrichetta), Roberto Lorenzi (Gualtiero Walton) e Antonello Ceron (Bruno). I puritani sono l’ultima opera di Bellini, composta a Parigi su libretto dell’esule Carlo Pepoli e rappresentata con grande successo al Théâtre Royal Italien di Parigi il 24 gennaio 1835. Pochi mesi dopo, il 23 settembre, Bellini moriva a Puteaux presso Parigi; il 26 dicembre 1835 I puritani debuttavano in Italia, eseguiti contemporaneamente al Teatro alla Scala di Milano, al Teatro Ducale di Parma e al Teatro Carolino di...

Leggi tutto
Messina. Eureka Funziona! Otto quinte classi di quattro istituti si sfidano a colpi di “invenzione”
Apr12

Messina. Eureka Funziona! Otto quinte classi di quattro istituti si sfidano a colpi di “invenzione”

    A staccare il biglietto per la festa nazionale di Lucca prevista per l’1 giugno è stato il plesso Unrra della scuola primaria Salvo D’Aqcuisto. I ragazzi della V classe hanno vinto con il loro “Sistema solare”. La commissione che ha esaminato gli otto progetti presentati nel salone della bandiere in realtà ha utilizzato parole di elogio per tutti i team ma ha preferito “Sistema solare” per la fantasia utilizzata dalla squadra. Adesso i vincitori parteciperanno alla festa nazionale. L’entusiasmo, tanto degli insegnati quanto degli studenti, era alle stelle. “Siamo soddisfatti- ha dichirato il presidente della delegazione messinese di Sicindustria Sebastiano D’Andrea di come abbiano risposto le scuole. Il progetto puntava a stimolare nei bambini la capacità di creare e inventare. E così è stato”. Veniva consegnato un kit di materiale e di strumenti con il quale i ragazzi dovevano costruire un giocattolo mobile che ieri hanno portato al Comune. Una sfida a colpi di invenzione. Ad essere coinvolte 8 quinte classi di 4 diversi istituti. Ben 162 i bambini di 4 scuole primarie di Messina che si sono cimentati nel progetto “Eureka Funziona!”, una sfida a colpi di idee e creatività, che ha coinvolto gli Istituti Comprensivi “Giuseppe Catalfamo”, “Salvo D’Acquisto”, “Santa Margherita” e del Collegio parificato “Sant’Ignazio”.I giocattoli in gara erano: “Eddy il robottino” per la V A dell’istituto Giuseppe Catalfamo; “Elitiro” per la V B dell’Istituto Giuseppe Catalfamo; “Il sistema solare” per il plesso Unrra della Salvo D’Acquisto (che ha vinto), “La piccola Vara” della V classe della sezione di Mili San Marco della Salvo D’Acquisto; “Play Golf” per la VA dell’istituto Sant’Ignazio, “La giostra dell’Amicizia” per la V B dell’Istituto Sant’Ignazio, “Il Fanny Boat” per la quinta classe di Galati Marina dell’Istituto Santa Margherita, “La Giostra delle altalene”, per la V classe della sezione di Santo Stefano Briga dell’Istituto di Santa Margherita. Coinvolgente, ma non semplice il lavoro della Giuria, composta, oltre che dal Presidente di Sicindustria Messina, dal  Prof. Giovanni Magliarditi, Vicepresidente AIF – Associazione per l’insegnamento della Fisica, dai Soci Ing. Sveva Arcovito, anche presidente del Gruppo Giovani Imprenditori, e dal Dott. Marco Testuzza, di “Raffineria di Milazzo”.  “Eureka! Funziona!”, più che una gara, è un’iniziativa didattica che punta all’acquisizione di conoscenze e competenze tramite autoapprendimento e sperimentazione. Un’iniziativa promossa a livello nazionale da Federmeccanica – la Federazione Confindustria dell’Industria Metalmeccanica, patrocinata dal MIUR, il ministero dell’Istruzione e della ricerca scientifica e attuata a livello territoriale da Sicindustria Messina, con il supporto dell’Ufficio Scolastico Provinciale. Si tratta di una gara di costruzioni tecnologiche nella quale i bambini hanno il compito di ideare, progettare e costruire un vero e proprio giocattolo, a partire...

Leggi tutto
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com