Agrigento. A Licata inaugurata la Rassegna d’Arte Internazionale “I maestri del ‘900”
Apr24

Agrigento. A Licata inaugurata la Rassegna d’Arte Internazionale “I maestri del ‘900”

  Inaugurata oggi alle 17 a Palazzo Frangipane a Licata, dal presidente della Banca Popolare Sant’Angelo Salvatore Vitale e dal Direttore Generale, Ines Curella, la Rassegna d’Arte internazionale “I grandi maestri del ‘900”. All’inaugurazione hanno preso parte la curatrice della rassegna e direttore artistico Enza Prestino  e il presidente  dell’Associazione Culturale “Ribalta” Maurizio Mancuso che assieme alla Sant’Angelo ha organizzato la mostra, ma anche numerosi soci della Banca che ha sede a Licata e tantissimi cittadini  che non si sono fatti scappare il rilevante avvenimento culturale. Saranno esposte 27 opere provenienti da collezioni private. La Rassegna sarà fruibile dal 21 aprile al 19 maggio 2017 nelle ore di apertura degli uffici  8:30-13:00 /14:30-16:30. Eccezionalmente per il 25 aprile (festivo) la mostra sarà visitabile solo dalle 8.30 alle 13.00.   “L’arte è magia e”, ha sottolineato la curatrice Enza Prestino presentando la mostra, “magici sono gli autori che in questa rassegna vengono presentati. Sfogliando le pagine del catalogo si possono trovare opere dei maestri del ‘900 conosciuti ed apprezzati in tutto il mondo”. Si va dai maestri siciliani Renato Guttuso e Salvatore Fiume, a Francesco Gonzaga, Mino Maccari, Norberto, Ernesto Treccani, Remo Brindisi, Ugo Nespolo, Franz Borghese e Roberto Masi. A queste eccellenze italiane vengono affiancate le opere di Frank Hill, colosso dell’arte britannica, Manuel Quintanilla, padre dell’essenzialismo totale e un’opera di Roy Liechtstein, uno dei padri della Pop Art.   “La nostra Banca”, afferma il Presidente Salvatore Vitale, “pur in un contesto di crisi economica che la nostra società sta attraversando, non manca di stare accanto ad iniziative di cultura ed in particolare a quelle per la valorizzazione delle arti pittoriche a tal punto da far diventare sia Palazzo Petyx a Palermo che Palazzo Frangipane a Licata dei veri e propri poli culturali”.   La mostra, ospitata nella sala assembleare di Palazzo Frangipane, sede storica della Banca Popolare Sant’Angelo, rappresenta un ulteriore tassello dell’impegno della Banca sul versante culturale, non ultima la mostra sul maestro Bruno Caruso a Palazzo Petyx a Palermo, ed un ripetuto omaggio al defunto presidente della Banca Nicolò Curella che proprio da Licata ha mosso i primi passi della sua fortunata carriera di banchiere.   “La mostra che inauguriamo oggi”, sottolinea il direttore Generale della Banca Popolare Sant’Angelo Ines Curella, “è certamente un evento di inestimabile valore artistico  per la città di Licata e per noi un’occasione di incontro proficuo con i soci e i cittadini licatesi e un modo per rinnovare il nostro impegno a favore delle iniziative d’eccellenza che animano il nostro territorio”....

Leggi tutto
Uil Catania “In un anno +320% Cig in città
Apr22

Uil Catania “In un anno +320% Cig in città

“Nei primi tre mesi dell’anno a Catania la Cassa integrazione straordinaria si e’ triplicata. Piu’ 320,4 per cento rispetto allo stesso periodo del 2016. E’ un dato che allarma, perche’ rivela l’aumento di aziende in fase terminale. Tantissimi posti sono a rischio di estinzione”. E’ il commento del segretario generale della Uil etnea, Fortunato Parisi, al Terzo rapporto sulla Cassa Integrazione diffuso dal Servizio nazionale Uil Politiche del Lavoro e della Formazione. Stando allo studio della struttura di ricerca, guidata dal segretario confederale Guglielmo Loy, il piu’ 320,4 catanese non e’ neppure paragonabile alla media siciliana (+27,4 per cento) e addirittura risulta in controtendenza rispetto alla media nazionale, in flessione del 48.3 per cento: “Insomma – afferma Parisi – disagio occupazionale e sofferenza sociale nel nostro territorio sono piu’ acuti che nel resto del Paese”. Tra gennaio e marzo, la Cig nel suo complesso e’ calata dell’1.5 in Sicilia e addirittura del 38 per cento in Italia mentre a Catania e’ cresciuta del 41.3 per cento. Pesa, appunto, il ‘boom’ della Cigs. La Cassa ordinaria, invece, segna un meno 67.1 per cento: “Nulla da gioire per questa flessione – dice Fortunato Parisi – E’ solo il prodotto di un peggioramento dello stato di salute delle imprese, che scivolano in Cassa straordinaria. E meno male che la Cig c’e’. Nel primo trimestre 2017, infatti, ha consentito di salvare a Catania 2 mila 606 posti di lavoro”. Il Rapporto Uil analizza anche le variazioni regionali per settore produttivo. In Sicilia, Cassa integrazione in aumento del 47.8 nel commercio che da sempre ha un peso determinante nell’economia catanese: “Il malessere di questo comparto, dei suoi occupati, e’ sempre piu’ evidente – dichiara Fortunato Parisi – S’impone un ripensamento del modello di sviluppo, decisamente sbilanciato ormai da troppo tempo sulla grande distribuzione. Le istituzioni politiche cambino rotta, ma soprattutto norme. Noi, intanto, stiamo dalla parte dei lavoratori perche’ non restino a combattere a mani nude contro chi vorrebbe far pagare loro i guasti prodotti da altri”....

Leggi tutto
Palermo. Ance “Bene delibera su aree industriali dismesse”
Apr21

Palermo. Ance “Bene delibera su aree industriali dismesse”

“Siamo lieti che il Consiglio Comunale di Palermo, finalmente dopo quasi tre anni, approvando la delibera relativa all’utilizzo delle aree industriali dismesse, abbia portato a compimento un iter che Ance Palermo ha sostenuto fortemente fin dall’inizio”. Lo afferma il presidente dei costruttori palermitani, Fabio Sanfratello. “La nostra associazione, da tempo – continua il Presidente – persegue l’idea della riqualificazione delle aree dismesse e per questo, in passato, quando era assessore comunale Tullio Giuffre’ che ha avviato l’iter, abbiamo dato il nostro contributo di proposte e suggerimenti affinche’ questa delibera andasse in porto. Cio’ che ci preme ribadire, a questo punto, e’ che si trattera’ innanzitutto di bonificare aree che sono da anni fortemente inquinate e, quindi, di realizzare nuove costruzioni che diventeranno case per far fronte all’emergenza abitativa senza ulteriore consumo di suolo. L’approvazione di questo atto e’ un segno di grande civilta’ per la nostra citta’ – conclude Sanfratello – e ci auguriamo che tracci un solco che guardi oltre le imminenti elezioni amministrative, indicando la giusta strada da seguire”....

Leggi tutto
Catania. Venerdì incontro in Confindustria su incentivi fiscali
Apr19

Catania. Venerdì incontro in Confindustria su incentivi fiscali

Agevolazioni fiscali e opportunità di investimento per le imprese.  Se ne discuterà il prossimo venerdì 21 aprile nel corso di un seminario di approfondimento che si svolgerà presso la sede di Confindustria Catania (Sala Ance  – Viale Vittorio Veneto 109),  a partire dalle ore 9.00. Saranno illustrate le modalità di fruizione delle principali misure di sostegno disponibili per gli investimenti produttivi: dall’iper e superammortamento, applicabili all’acquisto di beni strumentali e immateriali,  al credito di imposta per il Sud, un bonus fiscale destinato alle aziende meridionali (legge di Stabilità 2016 e Decreto Mezzogiorno 243/2016) per il quale,  proprio partire dal prossimo 27 aprile, l’Agenzia delle Entrate renderà disponibile sul proprio sito web la piattaforma telematica di accesso al beneficio. Il seminario dedicherà anche un focus ai bandi della programmazione europea,  Por Fesr Sicilia 2014-2020,  che dispone di una dotazione finanziaria di 4,5 miliardi di euro. Aprirà i lavori il vicepresidente di Confindustria Catania Antonello Biriaco. A seguire gli interventi di Massimo Sabatini, direttore delle Politiche regionali e della coesione territoriale di Confindustria, Santi Finocchiaro, presidente della sezione  Alimentari di Confindustria Catania, Giorgio  Sangiorgio, presidente dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Catania....

Leggi tutto
Caltanissetta. Iannì responsabile settore auto Confcommercio
Apr13

Caltanissetta. Iannì responsabile settore auto Confcommercio

Il presidente di Confcommercio Caltanissetta, Massimo Mancuso, ha conferito l’incarico all’imprenditore nisseno Alessandro Ianni’ di organizzare il sindacato che raggruppa le imprese che operano nel settore dell’assistenza auto. Ianni’ nelle prossime settimane formera’ il nuovo quadro dirigente e indira’ le elezioni per costituire il sindacato. (ITALPRESS)

Leggi tutto
Catania. Confcommercio chiede un PRG e un Piano commerciale
Apr13

Catania. Confcommercio chiede un PRG e un Piano commerciale

  “A non capirlo è solo l’amministrazione Bianco, ma i PRG vanno fatti”.  I vertici dell’associazione commercianti di Catania chiedono, ancora una volta, a gran voce che l’amministrazione comunale di Catania rispetti le norme in vigore e doti la Città di un PRG, ma anche di un piano commerciale. “La nota della Regione è chiara – affermano Giovanni Saguto e Francesco Sorbello, rispettivamente presidente e vice direttore dell’associazione commercianti di Catania – nel sottolineare l’obbligo dei comuni alla revisione generale del PRG. Nell’oggetto e nel corpo della missiva del 7 aprile questo concetto è affermato senza possibilità di equivoco. Tra l’altro non è la prima volta che all’amministrazione Bianco è notificato questo obbligo di legge. La Regione, tra l’altro, rimprovera all’amministrazione Bianco di non aver evaso precedente nota con cui si chiedevano notizie sullo stato di procedura di revisione di un PRG, quello del 1969, definito oramai obsoleto. Occorre aggiungere che la revisione del PRG sarebbe una buona occasione per elaborare anche il piano di urbanistica commerciale sul quale attendiamo ancora la costituzione di un tavolo tecnico. Non si comprende questo tergiversare e nascondersi dietro un piano metropolitano difficile solo ad immaginarsi in questo momento. In ogni caso le norme vanno rispettate. ”. Per Confcommercio, pertanto, l’amministrazione è inadempiente e non sono convincenti le dichiarazioni dell’assessore all’urbanistica che afferma di aver avviato la pianificazione del territorio partendo da una variante del centro storico. “Una variante del centro storico fu presentata nel febbraio 2015 – dichiarano Sorbello e Saguto – ma quell’atto ebbe vita breve anche per effetto delle osservazioni critiche che Confcommercio ebbe a fare. Nel 2016, invece, ai sensi della l.r. 13/2015, l’amministrazione ha elaborato lo studio di dettaglio delle tipologie edilizie. Uno strumento che non può essere considerato una pianificazione organica del territorio e che si presentava privo di qualsivoglia visione strategica. Infatti, nelle aree di rifunzionalizzazione, ovvero gli ospedali da dismettere, non vi erano scelte strategiche e chiare. Venivano previste tutte le funzioni, dalla residenziale alla ricettiva alla direzionale e commerciale. Addirittura nell’ambito definito H3, quello del Vittorio Emanuele, la funzione di campus universitario, insieme a quella ricettiva e di intrattenimento e svago, avrebbe dovuto costituire una funzione esclusiva e caratterizzante in simbiosi con il polo universitario: veniva prevista, invece, anche la funzione residenziale. Insomma quella proposta permette di tutto e di più.  Nei tre comparti ospedalieri il 20% della cubatura esistente veniva così destinata a funzione residenziale: si tratta di circa 90 mila mc di residenziale. Fate voi i conti di cosa significa in termini di vani. Tutto ciò a fronte di ben 20 mila vani disabitati, così come dichiarato dall’amministrazione: in tale situazione prevedere...

Leggi tutto
Caltanissetta. Al via i lavori di ristrutturazione dell’ufficio periferico Irsap
Apr13

Caltanissetta. Al via i lavori di ristrutturazione dell’ufficio periferico Irsap

Avviati i lavori di manutenzione, adeguamento e ristrutturazione di alcuni locali del centro direzionale e ufficio periferico IRSAP di Caltanissetta per l’insediamento della ex sede operativa regionale (S.O.R.). L’appalto è stato affidato alla ditta IMPRESALV che ha sede a Favara per un importo complessivo di 185 mila euro. Gli interventi di ristrutturazione riguardano l’adeguamento della struttura inizialmente pensata come SOR, sede operativa regionale, ma successivamente soppressa, e saranno eseguiti nell’arco dei prossimi 4 mesi con consegna prevista entro il 3 agosto 2017. Il progetto è stato elaborato dall’ingegnere Carmelo Viavattene, vice direttore IRSAP, dal perito Angelo Bottaro e dal Responsabile unico del procedimento e direttore dei lavori, geometra Sergio Salonia. “La riorganizzazione dei Consorzi Asi negli uffici periferici IRSAP passa anche dalla ristrutturazione dei centri direzionali e dalla riqualificazione e adeguamento delle zone industriali – ha detto il Commissario straordinario IRSAP Sicilia, Maria Grazia Brandara -. Tutte le aree industriali saranno oggetto di riqualificazione e adeguamento con fondi del Patto per il Sud, fra cui anche la zona industriale di Caltanissetta, per la quale è previsto un progetto di riqualificazione delle infrastrutture e degli impianti della zona Nord e della zona Sud dell’agglomerato urbano industriale di Contrada...

Leggi tutto
Catania. “Guidiamo il turismo fa tappa a Trecastagni”
Apr11

Catania. “Guidiamo il turismo fa tappa a Trecastagni”

Ancora un altro successo per “Guidiamo il Turismo”, il progetto promosso dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confcommercio Catania, che ha fatto tappa nel Comune di Trecastagni: una passeggiata alla scoperta dei luoghi di particolare interesse naturalistico, artistico e architettonico della città, che non ha mancato di rivelare «zone e aree che possono essere ancor di più valorizzate, in un circuito di destinazione Etna, per la fruizione turistica integrata in tutto il territorio pedemontano», così come dichiarato dal Vice presedente del Gruppo, Mavie Fresco. L’intento è quello del rilancio turistico del territorio attraverso l’ospitalità diffusa, resa possibile da «una collaborazione tra pubblico e privato – auspicata dal Vice Sindaco Alfio Di Paola – arma vincente per uno sviluppo sul piano turistico e commerciale». Quella tra il Comune di Trecastagni e il Gruppo Giovani Imprenditori di Confcommercio, vuole infatti essere esempio concreto di sinergia: «La rinascita turistica, commerciale e culturale di Trecastagni trova suo fattore determinante nella realtà imprenditoriale, motivo per cui – afferma l’Assessore al Turismo, Raffaele Trovato – crediamo fortemente nella collaborazione con Confcommercio per dare nuovo slancio all’economia». Un progetto, quello promosso dai Giovani Imprenditori, felicemente sposato dalla cittadina etnea guidata dal Sindaco Giovanni Barbagallo, entusiasta nel «riscoprire borghi, beni culturali e ambientali che diventano fondamentali per creare un brand, per progettare e creare rete turistica. Conoscere i luoghi della nostra tradizione è fondamentale per arricchire noi stessi e renderci capaci di trasferirli». Una scommessa che vuole averla vinta contro l’immobilità generale: «Il Comune della provincia di Catania è da considerare un museo a cielo aperto di tradizioni, di sapori, di cultura e di arte, ma è necessario invertire la tendenza nel rapporto tra pubblico e privato. Se il pubblico riesce a creare sinergia, l’imprenditore sarà più sensibile ad investire sul territorio» rilancia Pietro Ambra, Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori. Fare rete, anche tra i comuni, si rende oggi indispensabile per una crescita pianificata e sostenibile che non dimentichi le nostre tradizioni anzi, ne faccia punto di...

Leggi tutto
Palermo. Irsap vende lotto per ampliamento azienda
Apr10

Palermo. Irsap vende lotto per ampliamento azienda

La macchina delle assegnazioni e delle vendite dei lotti e terreni industriali delle zone industriali amministrate dall’IRSAP, continua a camminare e portare fondi alle casse dei Consorzi ASI in liquidazione. E’ dei giorni scorsi la vendita di un terreno di oltre 2 mila mq nell’agglomerato industriale di Termini Imprese, dove è in atto un processo di riqualificazione della zona industriale, alla società “TECAM s.r.l.” con sede in via G. Ganci e L. Soletto, a Termini Imerese (Pa), che dal 2006 ad oggi è divenuta una realtà imprenditoriale punto di riferimento nel settore della vendita e delle riparazione dei veicoli industriali sull’intero panorama regionale, e che intende ampliare la sua attività. Il terreno  adiacente all’attività già esistente, servirà ad ampliare l’azienda stessa ed è stato acquistato per complessivi € 62.971,52 che andranno nelle casse del Consorzio ASI di Palermo in...

Leggi tutto
Trapani. Birgi,  Cisl e Fit “istituzioni locali e regionali puntino  sul rilancio dell’aeroporto Birgi”
Apr10

Trapani. Birgi,  Cisl e Fit “istituzioni locali e regionali puntino sul rilancio dell’aeroporto Birgi”

    “E’ chiaro che l’accordo di co marketing per l’aeroporto d Birgi è indispensabile per il territorio di Trapani, facciamo dunque appello per l’ennesima volta alle  istituzioni locali e regionali affinché evitino il rischio che la compagnia aerea Ryanair abbandoni lo scalo, questo  metterebbe in dubbio non solo il futuro dell’aeroporto ma anche i progetti di sviluppo di uno dei settori cruciali dell’economia trapanese, che è il turismo”. Ad affermarlo sono Mimmo Milazzo reggente Cisl Palermo Trapani e Rosanna Grimaudo responsabile Fit Cisl Trapani, intervenendo sulla questione del co-marketing fra i comuni, la società che gestisce l’aeroporto di Birgi e la compagnia aerea Ryanair. “Da tempo chiediamo alla Regione la giusta attenzione per lo scalo fulcro dello sviluppo del turismo e dell’economia del territorio, serve l’impegno di tutti insieme ai comuni per recuperare le risorse finanziarie necessarie e questo deve essere una priorità”.  Un problema dell’aeroporto rimane il suo collegamento con tessuto infrastrutturale trapanese. “Mancano tuttora collegamenti ottimali con la città di Marsala che sono stati effettuati solo per un periodo dalla azienda di autotrasporto della città e una valida rete ferroviaria che permetterebbe di far raggiungere agevolmente ai viaggiatori la parte meridionale della provincia e la città di Palermo. Appare oramai necessario inoltre che gli aeroporti delle due città della Sicilia occidentale, avvino una collaborazione fino alla creazione di un unico polo aeroportuale, che però può funzionare solo con un collegamento ferroviario veloce frequente e stabile tra i due scali. Di questo vogliamo discutere e non trovarci più a sollecitare interventi per evitare il rischio di crisi dell’infrastruttura” concludono Milazzo e...

Leggi tutto
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com