Catania. Concerto di beneficenza Avsi
Nov29

Catania. Concerto di beneficenza Avsi

    Si inaugura la Campagna Tende 2016/2017 di Fondazione AVSI, l’Associazione volontari per il servizio internazionale, socia di Compagnia delle Opere, dal titolo “#RifugiatiMigranti. Al lavoro per cambiare passo” a sostegno di otto progetti diversi che dall’Africa, passando per il Medio Oriente, fino all’Italia, si occupano di rifugiati, migranti e sfollati. Per sostenere la campagna è stato organizzato il 3 dicembre 2016 alle ore 20, al museo diocesano di Catania, via Etnea 8, un Concerto di canti tradizionali che prevede l’esibizione del gruppo vocale e strumentale “Ethnovoice”, del coro “Freedom” e del polistrumentista Salvo Tomasello. Alla serata parteciperà Lucia Castelli, missionaria in Libano, che farà una breve testimonianza della sua esperienza. “Anche quest’anno CdO sostiene le attività di Avsi promuovendole tra i propri associati – spiega il direttore di Compagnia delle Opere Sicilia Orientale, Cristina Scuderi – Siamo da sempre vicini alle iniziative messe in cantiere dall’associazione e siamo pronti a dare il nostro sostegno anche per la nuova campagna”. Gli otto progetti di educazione, contrasto alla violenza, formazione lavoro, cure sanitarie, accoglienza si terranno in Costa d’Avorio dove sarà avviato il progetto “Maestri artigiani” per promuovere la formazione lavorativa degli artigiani e migliorare le loro condizioni di vita, con un’attenzione particolare alle persone malate di AIDS. In Siria si darà vita a “Ospedali aperti” per potenziare alcuni ospedali privati non profit e assicurare cure mediche anche ai più poveri. In  Burundi si avvia “Mai più violate” per assistere e sostenere le donne vittime di violenza e promuovere la prevenzione della violenza famigliare. In Ucraina l’Avsi propone “Con gli orfani della guerra” per aiutare orfani e famiglie a superare situazioni di emergenza e le divisioni che il conflitto ha generato. In Kenya “Scuole di lavoro” intende insegnare a lavorare rispondendo alle esigenze del mercato. Inoltre in Libano e Giordania “Sfida educativa” si pone l’obiettivo di educare e proteggere le persone vulnerabili di età diverse colpite dalla crisi mediorientale. Due i progetti per l’Italia. Il primo è “Pronta accoglienza” per sostenere l’Hub come luogo di accoglienza, orientamento eaccoglienza di profughi in transito a Milano, con particolare attenzione a donne, bambini e minori non accompagnati. Il secondo è “Borse di lavoro”, per offrire la possibilità di imparare una professione e quindi di entrare nel mondo del lavoro. Protagonisti del concerto saranno Ethno Voice, un gruppo amatoriale che si occupa di musica popolare di varie tradizioni, e più diffusamente della tradizione siciliana. Ma il lavoro più sistematico è certamente la ricostruzione della Novena del Natale siciliana. La formazione attuale è: Antonio Cagni, voce, voce recitante, mandolino, percussioni; Marina Marino, voce; Chiara Abbate, voce; Daniele Ferri, voce e armonica; Alessandro Costa, voce e chitarra acustica; Tommaso Faro, voce e chitarra; Lucia Finocchiaro, voce e...

Leggi tutto
Catania. Cassa Edile al fianco di Riscossione Sicilia
Nov28

Catania. Cassa Edile al fianco di Riscossione Sicilia

«Le imprese sane sosterranno e supporteranno con tutti gli strumenti a loro disposizione l’operato di Riscossione Sicilia sul fronte del contrasto ai fenomeni criminali, con l’obiettivo di far emergere la parte virtuosa della società civile e professionale, ormai stanca di dinamiche che inquinano il mercato e la libera concorrenza». Queste le parole del Comitato di presidenza della Cassa edile di Catania – rappresentato dal presidente di Ance Catania Giuseppe Piana e dal segretario Fillea Cgil Giovanni Pistorio – rivolte all’amministratore unico di Riscossione Sicilia Antonio Fiumefreddo, durante l’incontro avvenuto stamattina (28 novembre 2016) presso la sede dell’Agenzia a Catania. Un momento di confronto che ha posto le basi per un’interlocuzione propositiva sulle questioni relative alla regolarità contributiva delle imprese della filiera edile del capoluogo etneo: «Forniremo tutto l’appoggio necessario affinché venga fatta una distinzione tra le realtà produttive che rispettano, a fatica, tutti gli adempimenti – hanno ribadito Piana e Pistorio – e quelle che scelgono di ricorrere a scorciatoie. Per questo motivo siamo venuti di persona a testimoniare il nostro impegno in tal senso, proprio per dare seguito alle dichiarazioni di denuncia fatte da Fiumefreddo e raccolte dal quotidiano La Sicilia». «Il compito dell’Agenzia di riscossione – ha sottolineato Fiumefreddo – è anche quello di andare incontro alle imprese che operano rispettando la legge, aiutandole soprattutto nei momenti di difficoltà. Dobbiamo tenere un atteggiamento diverso rispetto a quelle attività che di “imprenditoriale” non hanno nulla, che vengono costituite con capitali e proventi illeciti, che evadono le tasse e che di fatto sono concorrenti sleali dell’impresa sana: la vera linfa vitale per lo sviluppo economico e sociale del territorio». All’incontro era presente anche il deputato Ars Marco Forzese che ha salutato con favore l’iniziativa sottolineandone la valenza civile. «Parlerò dell’incontro di oggi al prefetto e ai componenti della Commissione antimafia – ha concluso Fiumefreddo – per testimoniare come ci sia sul territorio un’associazione di categoria che ha la volontà e l’interesse di operare nella legalità e nella trasparenza». «Il nostro obiettivo – ha puntualizzato ancora Giuseppe Piana – è quello di fugare ogni dubbio circa la regolarità della posizione delle imprese: la città di Catania prossimamente sarà oggetto di una serie di importanti appalti strategici per lo sviluppo, noi vogliamo essere preparati per far sì che tutto possa andare a buon fine nel pieno rispetto delle regole. Si tratta di un’occasione concreta che potrebbe far ripartire la filiera edile catanese dopo anni di stagnazione: vogliamo essere pronti e collaborativi, diventando garanti di un sistema...

Leggi tutto
Catania. Convegno organizzata da Cia e “Donne in campo” sul Psr
Nov28

Catania. Convegno organizzata da Cia e “Donne in campo” sul Psr

Le opportunità per le donne in agricoltura sarà il tema che verrà affrontato domani, martedì 29 novembre alle 10, al Borghetto Europa di Catania, nel corso del seminario “Psr e fattorie didattiche”, organizzato dalla Cia Catania e dall’Associazione Donne in Campo. I lavori saranno introdotti da Rosa Giovanna Castagna, presidente regionale Cia e da Giuseppe Di Silvestro, presidente Cia di Catania e Messina. All’incontro parteciperanno, tra gli altri, Nicolò Amoroso, responsabile dell’Ufficio Tecnico Cia e Antonino Sirna dirigente dell’Ispettorato provinciale Agricoltura di Catania. Interverranno Gea Turco, presidente Donne in Campo Sicilia, Antonella Greco presidente Donne in Campo Calabria, Laura Bargione e Daniela Di Garbo, Premio De@terra. Concluderà i lavori Cinzia Pagni vice presidente vicario Cia nazionale.   Note sul Psr   Le somme assegnate, nell’ambito della programmazione delle risorse FEASR, per il periodo 2014-2020, alla Regione Siciliana sono di 2.212.747.000 di euro con un incremento di oltre 27 milioni rispetto alla dotazione del PSR Sicilia 2007-2013, e costituiscono la maggiore dotazione finanziaria assegnata tra le regioni italiane a livello nazionale. Per il periodo 2014-2020 sono stati individuati tre obiettivi strategici di lungo periodo (art. 4 Reg. 1305/2013): competitività del settore agricolo, gestione sostenibile delle risorse naturali sviluppo equilibrato dei territori rurali La nuova programmazione è basata su sei “priorità di intervento”. Viene abbandonata quindi la vecchia struttura, articolata in 4 Assi e 33 Misure, considerata troppo rigida e poco funzionale all’attribuzione di risorse a sostegno aree di intervento diverse da quelle per cui erano...

Leggi tutto
Catania. Incontro assessore Lombardo e Confcommercio sulle misure per terziario di mercato
Nov22

Catania. Incontro assessore Lombardo e Confcommercio sulle misure per terziario di mercato

L’assessore alle attività produttive del Comune di Catania Nuccio Lombardo è stato ricevuto dai vertici dell’Associazione Commercianti di Catania presso la loro storica sede di via Mandrà nel corso di un incontro voluto dai commercianti per mettere a punto una strategia di intervento a favore del terziario di mercato. Dopo momenti di grande tensione con il precedente assessore e con la stessa amministrazione Bianco, l’incontro con Lombardo si è svolto in un clima di distensione, con l’auspicio di poter recuperare il tempo perduto. A tal proposito il presidente provinciale di Confcommercio Riccardo Galimberti ha chiesto subito all’assessore Lombardo di prendere un impegno nei confronti degli imprenditori “Gli argomenti da affrontare sarebbero tanti – ha esordito Galimberti – e tutti collegati a far crescere l’appeal della città rispetto a coloro che vogliono scommettersi in essa. Visto che l’amministrazione si avvia verso l’ultimo suo anno di attività le chiediamo di non vanificare quanto fatto dalle passate amministrazioni e, soprattutto, dai tecnici della nostra associazione, che, ascoltando le istanze del mondo imprenditoriale, hanno studiato e messo a punto decine di soluzioni che oggi le proponiamo e la invitiamo ad attenzionare. Proposte che riguardano la città, ovviamente, volte ad ottimizzare la circolazione stradale, a riorganizzare le aree mercatali, a risolvere la questione dei dehors, a creare nuovi parcheggi e tanto altro. Suggerimenti che vengono in aiuto non solo del comparto del commercio, messo in ginocchio dalla crisi, ma anche del settore turismo. Risorse di cui Catania potrebbe e dovrebbe vivere con ricadute positive sull’economia del territorio. In tal senso siamo disponibili ad offrire il nostro bagaglio di conoscenze tecniche e la massima collaborazione”. Il commercio cittadino deve recuperare competitività rispetto ai nuovi format commerciali e necessità di soluzioni efficaci e veloci che possono, però, essere realizzate solo se gli attori in causa sapranno procedere in maniera coordinata. “Occorre una inversione di tendenza – ha sottolineato il presidente dei commercianti catanesi Giovanni Saguto – in ordine al modus operandi. Con l’amministrazione Bianco vorremmo concludere positivamente la fase amministrativa che ci aspetta. Riuscire a realizzare alcuni regolamenti sarebbe per Catania un fatto storico e che dovrebbe rendere orgogliosi ciascuno di noi. In tal senso il dialogo tra le parti, amministrazione e commercianti, deve essere costante e soprattutto preventivo rispetto alle decisioni da prendere. Siamo convinti che con l’assessore Lombardo si possa superare il deficit di comunicazione che ha di fatto causato sin ora un blocco dell’attività amministrativa”. L’incontro è servito a mettere sul tappeto alcune questioni che per Confcommercio rappresentano da sempre precondizioni per alimentare l’economia cittadina. Regolamento parcheggi pertinenziali, piano commerciale, parcheggi interrati, trasporto pubblico locale, regolamento dehors sono stati i temi sui quali...

Leggi tutto
Catania. Confindustria: internazionalizzazione imprese. Workshop Simest
Nov21

Catania. Confindustria: internazionalizzazione imprese. Workshop Simest

Studi di fattibilita’, programmi di inserimento sui mercati extra Ue, partecipazione a fiere, patrimonializzazione delle Pmi esportatrici e programmi di assistenza tecnica. Queste le principali attivita’ finanziabili grazie agli strumenti agevolativi gestiti da Simest (Gruppo Cassa Depositi e Prestiti), che saranno illustrati domani nel corso di un workshop che si svolgera’ a partire dalle 9.30 nella sede di Confindustria Catania, in viale Vittorio Veneto 109. Dopo i saluti del vice presidente vicario di Confindustria Catania, Antonello Biriaco, interverranno per Simest Elisabetta Fatigati (Servizio Finanza Agevolata) e Maria Luisa Cardinale (Account Manager Area Sud) che approfondiranno nel dettaglio le novita’ legislative del decreto Mise del 7 settembre 2016 che hanno reso i finanziamenti erogati da Simest a valere sul fondo 394/81 piu’ competitivi e maggiormente accessibili alle imprese....

Leggi tutto
Catania. Dal 23 novembre riapre sportello Ircac presso la Cciia
Nov21

Catania. Dal 23 novembre riapre sportello Ircac presso la Cciia

  Dal  prossimo 23 novembre riprende a pieno regime l’attività dello Sportello decentrato dell’Ircac di Catania. Alle riapertura, fissata per le ore 10.30, parteciperanno il commissario straordinario dell’Ircac Antonio Carullo e quello della camera di commercio di catania Roberto Rizzo, il direttore generale dell’Ircac Minì ed il segretario generale dell’ente camerale Pagliaro e i rappresentanti presidenti delle centrali cooperative Agci, Confcooperative,  Legacoop, Unicoop ed Unci. Lo Sportello, che ha sede presso la Camera di Commercio della città etnea in via Cappuccini 2,  sarà funzionante di norma il martedì  dalle 900 alle 13.00 (secondo un calendario che sarà pubblicato sul sito www.ircac.it) fornendo così un importante servizio alle cooperative non solo della provincia  di Catania ma di tutta la Sicilia orientale , evitando alle imprese di dovere necessariamente recarsi presso la sede centrale  dell’Ircac a Palermo per avere informazioni o consegnare documenti. “Abbiamo voluto riprendere l’attività – sottolinea il commissario straordinario dell’Ircac Antonio Carullo – nella convinzione che la politica di decentramento dell’Istituto abbia costituito negli anni passati e continui ad essere un elemento essenziale per il sostegno al mondo della cooperazione. Sono numerosissime le cooperative della Sicilia orientale che già si rivolgono all’Ircac ricevendo risposte positive per l’accesso al credito. Ma noi crediamo che si possa e si debba fare di più per questo territorio così importante e vivace dal punto di vista imprenditoriale. Ecco perché lo Sportello riprenderà a funzionare, come sempre in raccordo con le Centrali cooperative”. “ Lo Sportello- spiega il direttore generale dell’Ircac,  Vincenzo Minì – riaprirà ogni 15 giorni fino alla fine dell’anno per poi  funzionare settimanalmente con il nuovo anno.  Per il nostro Istituto è un impegno importante che intendiamo mettere a servizio della nostra utenza”. In questi anni nel territorio di catania sono state finanziate centinaia di imprese cooperative , oltre novanta delle quali sono cooperative di nuova costituzione che hanno ottenuto dall’Ircac il credito di esercizio per lo start-up di impresa, senza la presentazione di garanzie reali ma con una semplice fideiussione personale e al tasso annuo di interesse dello 0,30%. Uno strumento che ha consentito a molti giovani di rendere concreto il proprio progetto imprenditoriale , offrendo  anche una risposta occupazionale in un momento in cui , in tutta la Sicilia, i dati della disoccupazione giovanile continuano ad essere purtroppo poco rassicuranti. L’Ircac svolge così con crescente efficaci il proprio ruolo di sostegno ad un settore, quello cooperativistico, che meglio di altri sta attraversando gli anni di questa perdurante crisi...

Leggi tutto
Catania. Sicurezza sul lavoro, incontro dell’Aias
Nov15

Catania. Sicurezza sul lavoro, incontro dell’Aias

Perché è importante parlare di formazione di salute e sicurezza sul luogo di lavoro? Parte da questo quesito l’incontro dal titolo “Sicurezza sul lavoro? Si formi chi può!” organizzato da Aias Sicilia (Associazione italiana fra gli addetti alla sicurezza), in programma venerdì 18 novembre 2016 a partire dalle ore 9 al Palazzo della Cultura di via Vittorio Emanuele 121, a Catania. L’Aias lavora da sempre a tutela dei professionisti siciliani. L’associazione, presieduta da Sebastiano Trapani, di recente eletto Componente del Consiglio Direttivo & Ufficio di Presidenza AIAS a livello nazionale, si muove su tutta l’Isola. “Oggi, viviamo in un mondo interconnesso, dove l’informazione viaggia alla velocità della luce e in modo sincrono. Il Formatore della Sicurezza se vuole sopravvivere deve comprendere le regole del gioco. – afferma Sebastiano Trapani che aprirà il convegno – Il lavoratore è informato, esigente e consapevole del suo ruolo all’interno del contesto. Non è un sub alterno nei confronti del sistema, ama testare la sicurezza, ha voglia di intrecciare relazioni sociali, ricercare emozioni e coinvolgimento. Se riusciremo ad instillare un’idea giusta e condivisibile, costruendo una conversazione attorno alla salute e sicurezza, se centreremo il cuore dei lavoratori, lasciando un segno indelebile, saranno loro stessi a diffondere l’eco del messaggio”. Al tavolo dei relatori ci saranno Marco Consoli Magnano di San Lio, vice sindaco di Catania; Rosario Di Stefano, direttore Spresal-Asp Ct; Antonio Leonardi, componente del Coordinamento delle Regioni e del GdL Formazione Rspp, Direttore area tutela e sicurezza sul lavoro dell’Asp Catania; Elisa Gerbino, coordinatore del GdL Ciip Scuola; Sebastiano Calleri, responsabile nazionale sicurezza Cgil; Salvatore Lizzio, direttore responsabile U.O. sicurezza impianti e macchine Asp Catania; Antonio Gulisano, Rspp- Università degli Studi di Catania; Santo Saluzzo, vice comandante provinciale Vigili del Fuoco di Catania; Santo De Luca, responsabile U.O. controllo e vigilanza Spresal-Asp 3 Catania;  Monica Cicci, owner Naiché servizi per l’impresa srl; Marco Emmanuele, owner Plasso srl; Ernesto Ramistella, coordinatore nazionale AProMel...

Leggi tutto
Catania. Uil: Alfio Avellino nuovo segretario provinciale Uiltec
Nov15

Catania. Uil: Alfio Avellino nuovo segretario provinciale Uiltec

Alfio Avellino, 55 anni, e’ il nuovo segretario provinciale della Uiltec di Catania, l’organizzazione dei lavoratori Uil dei settori Tessile, Energia e Chimica. Eletto dal Consiglio territoriale Uiltec, Avellino prende il posto di Giovanni Santagati. La vertenza Pfizer, a tutela dei livelli occupazionali e delle professionalita’ presenti nello stabilimento catanese, e la battaglia contro il caro-tariffe energetiche – “le piu’ care, le piu’ penalizzanti, d’Italia”, ha esclamato Avellino – sono state al centro dell’intervento del neosegretario. La Uiltec, pero’, e’ anche il sindacato di riferimento delle aziende partecipate cittadine e Alfio Avellino ha ricordato come la sua organizzazione “condivida con la Uil etnea, guidata da Fortunato Parisi, le preoccupazioni per la svolta sempre annunciata, mai concretamente avviata, nelle societa’ del Comune di Catania”. Alla riunione dell’Esecutivo Uiltec hanno preso parte il segretario nazionale Paolo Pirani con la segretaria organizzativa Rosaria Pucci, il segretario regionale Emanuele Sorrentino e la segretaria organizzativa Grazia Mazze’, il segretario generale della Uil di Catania Fortunato Parisi. La nuova Segreteria territoriale Uiltec, oltre che da Alfio Avellino, e’ composta da Anna Longo, Antonino Barbagallo, Salvatore Musumeci e dal responsabile organizzativo Domenico D’Antone....

Leggi tutto
Catania. Confapi firma accordo con Cgil, Cisl, Uil
Nov07

Catania. Confapi firma accordo con Cgil, Cisl, Uil

Gli accordi interconfederali sulla rappresentanza e la detassazione dei premi di produttivita’, gia’ sottoscritti a livello nazionale lo scorso 26 luglio saranno siglati anche a livello locale tra il vicepresidente nazionale di Confapi, Francesco Napoli, con delega per la Sicilia, i segretari provinciali Giacomo Rota per la Cgil, Fortunato Parisi per la Uil e Maurizio Attanasio in rappresentanza della Cisl. Le finalita’ degli accordi e le prossime iniziative di Confapi Sicilia saranno illustrate nel corso di una conferenza stampa che si terra’ domani, alle 17, nella sala “Mico Geraci” della Uil, in Via Antonino di Sangiuliano 365, a Catania....

Leggi tutto
Catania. “Pulire Mediterraneo”, a Etnafiere la filiera delle imprese di pulizia
Nov07

Catania. “Pulire Mediterraneo”, a Etnafiere la filiera delle imprese di pulizia

  La filiera italiana della pulizia professionale è in fermento per una nuova realtà fieristica, punto di riferimento unico per il Sud Italia e il bacino del Mediterraneo. Non a caso si chiama Pulire Mediterraneo ed è in programma dal 12 al 15 novembre ad Etnafiere, centro fieristico di Etnapolis. Diverse le istituzioni che stanno accogliendo con favore ed orgoglio la scelta siciliana di Afidamp, promotore della Fiera e delle esposizioni del network “PULIRE” negli Emirati Arabi, Australia, India, Russia, Sud Africa, Spagna, Iran, Verona. Aperta agli operatori del settore, fabbricanti e distributori italiani di macchine, prodotti e attrezzi per la pulizia professionale e l’igiene degli ambienti e ai consumatori, Pulire Mediterraneo sarà una  quattro giorni di full immersion tra le eccellenze del settore del cleaning e un’occasione di aggiornamento  per  addetti ai lavori e  professionisti, non solo del mondo del pulito ma anche di quello ricettivo e ricettivo-assistenziale e della...

Leggi tutto
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com