Catania.n CDO Orientale: Focus sul mercatoimmobiliare
Mar11

Catania.n CDO Orientale: Focus sul mercatoimmobiliare

   Focus dunque sul mercato immobiliare. Secondo quanto sottolinea Gianluca Landolina, Managing Director di Cellnex Italia: “Lo svolgimento dell’attività imprenditoriale implica spesso la fruizione di immobili la cui gestione e manutenzione non rientra nel core business dell’impresa. La cessione a terzi della proprietà di tali immobili può quindi rappresentare un’opportunità di finanziamento e di sviluppo industriale”. Il professore Claudio Cacciamani, Ordinario di Economia degli Intermediari Finanziari presso l’Università degli studi di Parma, aggiunge: “I beni immobili sono stati considerati, forse a torto, tra le principali fonti di insolvenza per le banche. Negli ultimi due anni, tuttavia, ci sono state profonde innovazioni. La prima è la politica di iniezione di liquidità della BCE, che rende necessario per le banche effettuare prestiti al fine di avere reddito. In questo, gli immobili consentono di ridurre l’assorbimento di capitale proprio delle banche nell’ottica degli obblighi di vigilanza. I prestiti garantiti da immobili, quindi, possono diventare appetibili al fine di effettuare impieghi redditizi a rischio attenuato. In secondo luogo, nel 2016 si è assistito all’introduzione di nuove tipologie di fondi immobiliari e delle SICAF, Società di Investimento a Capitale Fisso, vere e proprie società specializzate nell’acquisire e poi liquidare patrimoni e asset immobiliari di rilievo. Proprio le SICAF immobiliari possono essere l’elemento di svolta per il rilancio del comparto immobiliare”.  ...

Leggi tutto
Catania. Evento Giovani imprenditori Confindustria e Junior Achievement: oltre 500 studenti interessati
Mar11

Catania. Evento Giovani imprenditori Confindustria e Junior Achievement: oltre 500 studenti interessati

    A Catania la cultura d’impresa ritorna tra i banchi di scuola con nuove idee da raccontare e sperimentare insieme ai giovani imprenditori.  Parlerà la lingua dell’innovazione e delle nuove tecnologie la diciottesima edizione del progetto “L’impresa dei tuoi sogni” che prende il via lunedì 13 marzo all’hotel Sheraton (ore 8.30),  con l’incontro dal titolo “Giovani ed innovazione d’impresa”,   promosso  insieme a Junior Achievement, organismo animatore di “Impresa in azione”,  e  Rosa Digitale, movimento che incoraggia la parità di genere nell’ambito della tecnologia e dell’informatica.  Anche quest’anno, coordinati da Gianluca Costanzo, referente Education del Gruppo  Giovani di Confindustria Catania,  i  laboratori didattici organizzati in alcune scuole catanesi vedranno gli imprenditori lavorare al fianco degli studenti che saranno guidati nell’elaborazione di nuove idee di business.  Nel corso della giornata iniziale,  alla quale sono attesi oltre 300 studenti,  sarà il vicepresidente vicario del Gruppo, Salvo Messina, a fare il punto sui temi chiave dell’alleanza scuola-impresa nel mondo di oggi.  Interverranno anche Ornella Laneri (Presidente e Ceo di Four Points – Sheraton), Rosario Faraci (Professore di Economia dell’Università di Catania) e Ilenia Santoddi’ (Google Business  Group Catania).  L’incontro  si aprirà con i saluti di Antonello Biriaco, vicepresidente  di Confindustria Catania;  Silvio Ontario, presidente  dei Giovani Imprenditori di Sicindustria;   Valentina Scialfa, assessore alla Scuola del comune di Catania, Dario Faraone, referente territoriale di Junior Achievement Italia.   Le scuole partecipanti: “L’impresa dei tuoi sogni” Archimede; Cannizzaro; Cutelli; Fermi – Eredia; Ferraris (Acireale); Galilei; Vaccarini. “Impresa in Azione” Ferraris (Acireale);  Brunelleschi;  Capizzi; Galilei; Lombardo Radice; Karol Wojtyla; Pestalozzi; Fermi – Eredia; Majorana; Ferraris (S. Giovanni La Punta); Rizzo – Colajanni –  Pantano – Olivetti.  ...

Leggi tutto
Catania. Cercasi click che blocchi discriminazione. Uil indice concorso per studenti
Mar07

Catania. Cercasi click che blocchi discriminazione. Uil indice concorso per studenti

                Per affermare la cultura del rispetto, perché la battaglia contro le prevaricazioni e le “disparità di genere” non si limiti a una giornata-simbolo, domani – mercoledì 8 marzo – Uil e Uil Pari Opportunità con Uil Scuola presenteranno nell’auditorium del Politecnico del Mare “Duca degli Abruzzi” il concorso per studenti “Cercasi click che blocchi le discriminazioni”. Nell’istituto di viale Artale Alagona a Catania, la riunione avrà inizio alle 11.30. Contestualmente è in programma anche un’assemblea Uil Scuola per tutto il personale docente e ATA con la partecipazione di Rsu, Rsa e altri rappresentanti sindacali: all’ordine del giorno, fra l’altro, il punto sulla trattativa per il rinnovo del contratto di mobilità. Saranno presenti all’iniziativa il segretario generale della Uil etnea, Fortunato Parisi, la responsabile del Coordinamento Uil Pari Opportunità, Serena Vitale, il segretario territoriale Uil Scuola Salvo Mavica e la delegata Uil Scuola per le Pari Opportunità, Angela Pistorio.          Serena Vitale spiega contenuti e ragioni del concorso per studenti: “Questo premio, anche se lanciato l’8 marzo, vuole andare oltre le discriminazioni di cui le donne sono quotidianamente vittime. Anche solo con il click di uno smartphone si può affermare la cultura del rispetto per le donne, i diversamente abili, gli LGBT, gli immigrati, i senzatetto e i nomadi, ovunque essi si trovino. E’ un concorso riservato agli studenti perché la Uil ritiene che l’educazione alle pari opportunità si costruisce proprio tra i banchi di scuola. Per nulla casuale, poi, che la presentazione del bando avvenga nel corso di un’assemblea di lavoratori dell’Istruzione perché sono loro, con la loro passione e le loro competenze, a svolgere un ruolo insostituibile combattendo disvalori ancora troppo diffusi nelle nostre comunità”. La responsabile del Coordinamento Uil Pari Opportunità, infine, dichiara che “si cercherà di coinvolgere attivamente nell’iniziativa pure gli Istituti Penitenziari per i...

Leggi tutto
Imprese: a Catania al via la BIAT, Borsa innovazione e alta tecnologia
Mar02

Imprese: a Catania al via la BIAT, Borsa innovazione e alta tecnologia

A Catania fa tappa la terza edizione della ‘Biat’, la Borsa dell’Innovazione e dell’Alta Tecnologia. Due giornate di lavori, che prevedono una sessione plenaria a carattere istituzionale e una sezione tecnica sugli incentivi, sulla brevettazione e sulle forme di finanziamento previste per l’innovazione, in particolare per le start-up. La Biat nasce con la finalita’ di costruire un’offerta sistematica di opportunita’ di applicazione industriale di cui possono profittare imprenditori, sia italiani che stranieri. Attraverso questo format promozionale e’ possibile realizzare il matchmaking tra offerta e domanda commerciale e tecnologica, tra inventori (start up, imprese innovative, universita’, parchi tecnologici) e controparti straniere (grandi imprese, venture-capitalist). Sono oltre 111 i progetti innovativi delle imprese italiane provenienti dalle 4 Regioni Convergenza – ovvero, Campania, Puglia, Sicilia e Calabria, e appartenenti ai settori nano e biotecnologie, nuovi materiali, energie rinnovabili, ambiente, nautica, ICT e tecnologie per le smart communities – che verranno presentati, in questi due giorni. Sono 103 gli investitori esteri (grandi imprese, centri di ricerca interessati al trasferimento tecnologico, venture capitalist) selezionati dalla rete di uffici all’estero dell’Agenzia Ice, per un totale di oltre 1.500 incontri B2B. I Paesi di provenienza degli operatori esteri presenti a Catania sono Usa, Canada, Cina, Federazione Russa, Giappone, Francia, Regno Unito, Israele, Turchia, Svizzera, Emirati Arabi Uniti, Qatar, India, Brasile, Corea, Singapore, Svezia e Polonia. Per rafforzare la conoscenza della proprieta’ intellettuale verranno allestiti dei Desk nell’area riservata ai B2B, per assistere le imprese italiane sulle normative vigenti negli Usa, Russia, Cina e Turchia. Sara’ attivo anche un desk permanente dell’Uibm. A latere dell’evento di Catania, inoltre, una delegazione di 11 operatori esteri del settore dell’ITC ha visitato l’incubatore dell’Universita’ della Calabria a Rende che sta lanciando sui mercati esteri start-up e imprese innovative. “La Biat 2017 non solo rappresenta una delle iniziative di spicco del Piano Export Sud – ha sottolineato il direttore generale dell’Ice, Piergiorgio Borgogelli – ma incarna il forte investimento dell’Agenzia Ice nell’innovazione e nell’alta tecnologia. Siamo stati in grado, attraverso questa operazione, di valorizzare e mostrare ad operatori ed investitori esteri i segmenti d’eccellenza della tecnologia avanzata nel nostro Mezzogiorno. Un ulteriore passo avanti che si inserisce in una nuova strategia globale di ampio respiro che abbiamo elaborato per il made in Italy, puntando sulla multicanalita’ e sulle opportunita’ della digital economy e dell’industria 4.0”. “E’ un evento – aggiunge Borgogelli – che supporta e sostiene l’internazionalizzazione delle imprese italiane delle aree delle quattro regioni della Convergenza. Si tratta di una piattaforma aperta, di progetti di piccole aziende ad alto contenuto tecnologico, in cui facciamo incontrare grandi investitori selezionati con la nostra rete nel mondo per favorire lo scambio sia di...

Leggi tutto
Agrumi, a Catania un convegno nazionale
Feb20

Agrumi, a Catania un convegno nazionale

Si terrà domani, martedì 21 febbraio, ore 10, all’hotel Romano Palace di viale Kennedy, la conferenza stampa di presentazione del convegno nazionale, organizzato dalla Cia assieme a Confagricoltura e Copagri che sarà ospitato a Catania il prossimo 24 febbraio. All’incontro di domani verranno anticipati gli ospiti, gli interventi, le relazioni e le scelte che hanno portato i vertici nazionali a scegliere Catania per fare ripartire il confronto con il Ministero delle Politiche Agricole: affrontare la situazione del comparto agrumicolo, verificare le esigenze della filiera e stabilire le direttrici future. Alle criticità strutturali del settore espresse al tavolo ministeriale dello scorso novembre a esito del quale si attende ancora il Piano nazionale che individui precise azioni e adeguate risorse da destinarvi, si sono aggiunte gravi problematiche connesse al drammatico andamento climatico che ha interessato, in particolare, le regioni del sud Italia. Sono stati invitati a intervenire al convegno gli assessori e consiglieri delegati di Sicilia, Puglia, Basilicata e Calabria. Parteciperà anche il Sottosegretario di Stato Giuseppe Castiglione....

Leggi tutto
Catania. Successo del piano “Salvastabile” con ristrutturazione debito. Plauso Uil al commissario Giorgio Pace
Feb06

Catania. Successo del piano “Salvastabile” con ristrutturazione debito. Plauso Uil al commissario Giorgio Pace

“Un’imponente operazione di risanamento e rilancio, una buona notizia in una terra che ha bisogno di istituzioni culturali come lo Stabile”. Lo affermano i segretari generali di Uil e Uilcom Catania Fortunato Parisi e Giovanni Nicotra, insieme con il segretario provinciale UilCom Salvo Orlando, esprimendo “un plauso al commissario straordinario del Teatro Stabile di Catania, Giorgio Pace, e all’assessore regionale Anthony Barbagallo”. Gli esponenti di Uil e Uilcom aggiungono: “La ristrutturazione del debito, con il contestuale blocco di qualsiasi procedura di pignoramento, e la concessione di un finanziamento regionale di 4 milioni hanno risollevato le sorti dell’ente. Il piano “salvaStabile” prevede un limite alle spese che il Teatro potrà sostenere ogni anno, mai superiori all’ammontare dei contributi erogati dai soci e degli incassi. Finalmente, quindi, i lavoratori e gli artisti dello Stabile tirano un sospiro di sollievo, dopo mesi difficili vissuti con straordinaria dignità umana e professionale. Adesso, possono guardare al futuro con fiducia. E il Teatro Stabile sarà in grado di recuperare il suo ruolo di locomotiva sociale e culturale di un territorio che va ben oltre...

Leggi tutto
Catania. Campione nuovo direttore Federazione Coldiretti Catania-Messina
Feb03

Catania. Campione nuovo direttore Federazione Coldiretti Catania-Messina

  Dopo aver diretto la Coldiretti di Trapani, l’avvocato Giuseppe Campione, di Villafranca Sicula (Ag), e’ stato nominato direttore delle Federazioni di Catania e Messina. Prende il posto di Giuseppe Licursi. Campione ha diretto in passato anche le Federazioni di Agrigento, Palermo, Frosinone e Latina....

Leggi tutto
Catania. Sugil accertamenti per “Dehors” Fipe Confcommercio chiede chiarimenti al Sindaco
Gen30

Catania. Sugil accertamenti per “Dehors” Fipe Confcommercio chiede chiarimenti al Sindaco

  La FIPE – Federazione Italiana Pubblici Esercizi – del Sistema Confcommercio di Catania torna sul caso Dehors e lo fa con un esposto rivolto al Sindaco e all’assessore alle Attività produttive, al Questore, al Prefetto, al Procuratore della Repubblica e alle Forze dell’Ordine per chiedere chiarimenti sui criteri con cui si sta procedendo ai controlli sulle strutture esterne dei pubblici esercizi alfine di rilasciare o rinnovare l’autorizzazione. Da segnalazioni arrivate da molti operatori del campo della somministrazione, infatti, ad alcune attività vengono richiesti accertamenti tramite  il Corpo della Polizia, sezione Edilizia, e della Direzione Urbanistica, mentre, nei confronti di altri esercenti non viene disposto alcun tipo di controllo, procedendo anzi al rinnovo automatico dell’autorizzazione stessa. Un comportamento difforme a fronte di uguali fattispecie. “Ancora una volta – afferma Dario Pistorio, presidente provinciale e regionale FIPE Confcommercio – ci ritroviamo a chiedere chiarimenti perché non esiste un regolamento che disciplina la realizzazione delle strutture esterne di bar e ristoranti. E’ difficile per un esercente operare quando non ci sono norme precise a cui attenersi. Ma riteniamo sia altrettanto difficoltoso fare controlli se non ci sono regole da fare rispettare! La prima cosa che abbiamo chiesto all’assessore Lombardo al momento del suo insediamento – continua Pistorio – è stato un incontro proprio per affrontare il tema dehors, inutile dire che stiamo ancora aspettando. Tra le tante problematiche della categoria questa ha priorità su tutte perché queste strutture a corredo delle attività di somministrazione permettono la destagionalizzazione delle attività, con ricadute positive sull’occupazione, sul turismo e sull’economia del territorio”. Bar, ristoranti, pizzerie e tutte quelle attività dove c’è somministrazione di cibo e bevande possono dotarsi di uno strumento che, secondo precise regole e all’insegna di uguaglianza, ordine e decoro, consenta loro di allungare la stagione, così che dopo l’estate possano continuare a esercitare all’esterno dei locali l’attività di ristorazione. L’approvazione urgente del regolamento sui dehors, quindi, è di fondamentale importanza, per questo la FIPE negli anni ha lavorato a soluzioni di regolamento che ha suggerito all’amministrazione comunale. Purtroppo non si riesce ancora a sedersi attorno a un tavolo tecnico. “Restiamo in balia del libero arbitrio dei dirigenti comunali – commenta con amarezza Pistorio – , i quali interpretano le linee guida a loro piacimento sulla falsa riga di un regolamento fantasma, in quanto non ne esiste un altro. E nel frattempo le aziende chiudono”.    ...

Leggi tutto
Catania. Allagamenti nella zona industriale. Denuncia confcommercio
Gen23

Catania. Allagamenti nella zona industriale. Denuncia confcommercio

Argomenti trattati ogni anno, da oltre sei anni, ma nulla è cambiato. Lo scenario alla zona industriale di Catania è sempre lo stesso dopo le piogge torrenziali: strade allagate, canali di scolo ostruiti da detriti, buio pesto in tutta la zona, sistema telefonico e Internet in tilt. Nelle foto che accompagnano questa comunicazione, la situazione che hanno trovato gli operatori della zona industriale stamattina alle 6,30. Confcommercio Catania denuncia ancora una volta il pessimo stato in cui versa l’area industriale,  per mancanza di manutenzione e per scarsa cura da parte dell’ amministrazione di competenza, e le aggravanti causate dalle piogge che impediscono un normale svolgimento delle attività ai tanti operatori della zona, costretti ogni volta a guadare fiumi anzichè percorrere strade, a raccogliere acqua dentro e fuori le aziende anzichè dedicarsi al loro sviluppo, a combattere contro una burocrazia lenta e tortuosa che non supporta di certo la loro attività. Richieste di aiuto rimaste inascoltate per troppo tempo e una cattiva gestione che non porta alcun beneficio. “I canali pieni d’acqua davanti alla mia azienda – afferma Fabio Impellizzeri, riferimento per la Confcommercio della zona industriale di Catania – e i muri di contenimento stanno crollando causando l’occlusione definitiva del canale di raccolta, quello di fondamentale importanza per il Blocco Palma 2 e Giancada. Basti pensare che tutto questo poteva essere risolto con i lavori stanziati dalla Regione, peccato che l’Irsap ha inviato con 12 mesi di ritardo l’integrazione al progetto richiesta dall’assessorato al territorio e all’ambiente. Parliamo di oltre 1.500.000,00 euro. Nell’attesa ho versato all’Irsap 35 mila euro di oneri di urbanizzazione!”. Ha lavorato 10 anni in Tunisia Paolo Maggiore, imprenditore della zona industriale etnea,  e racconta: “Lo stabilimento era in una zona industriale nella periferia di Tunisi, vi assicuro che l’area era curata e non c’erano tutti i problemi di infrastrutture che abbiamo a Catania. Persino il Nord Africa è organizzato meglio di noi”. Non se la passa meglio Matteo Pitanza della Brumi che, come gli altri, stamattina è arrivato in azienda al buio e schivando pericoli lungo la strada, come la rotonda che dall’Ikea porta alla gran parte delle imprese della zona, era talmente ricoperta d’acqua da essere sparita alla vista. “Il canale limitrofo alla mia azienda – racconta ancora Pitanza – è esondato causando l’allagamento dell’area antistante alla fabbrica ma entrando anche all’interno del piano strada Piogge a parte le strade continuano a rimane al buio perché non vengono ripristinati gli impianti dopo i furti di cavi elettrici in più punti: “Abbiamo pagato la vigilanza privata quando ci siamo accorti che le botole erano state sollevate in preparazione dei furti -, continua Fabio Impellizzeri –...

Leggi tutto
Catania. Riparte il Piano Garanzia Giovani 2017. Invito alle aziende ad aderire
Gen18

Catania. Riparte il Piano Garanzia Giovani 2017. Invito alle aziende ad aderire

In vista dell’avvio del Piano Garanzia Giovani, Confcommercio Catania sta avviando la raccolta della manifestazione di interesse per le aziende che volessero attivare i tirocini formativi finanziabili dal Piano 2017. Il tirocinio potrà essere attivato per i giovani NEET (che non studiano, non lavorano e non sono impegnati in nessun percorso formativo) di età compresa tra i 18 ed i 29 anni, con una durata presumibilmente di 6 mesi (12 mesi nel caso di disabili o svantaggiati) e con l’erogazione di una indennità mensile che verrà stabilita dal nuovo bando. Considerata la positiva esperienza avuta con il piano Garanzia Giovani 2015, che ha permesso alle aziende che si sono rivolte alla Confcommercio di Catania di ospitare complessivamente oltre 1200 tirocinanti, si ricorda che il bando 2017 potrà prevedere il finanziamento di un numero limitato di tirocini formativi, pertanto, qualora vi fosse interesse, Confcommercio invita ad inviare al più presto il modulo di richiesta scaricabile dal sito www.confcommerciocatania.it alla mail silvia.carrara@confcommercio.ct.it oppure consegnarlo presso la sede di via Mandrà 8 o le delegazioni territoriali di Confcommercio. Info 095...

Leggi tutto
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com