Catania. Venerdì incontro in Confindustria su incentivi fiscali
Apr19

Catania. Venerdì incontro in Confindustria su incentivi fiscali

Agevolazioni fiscali e opportunità di investimento per le imprese.  Se ne discuterà il prossimo venerdì 21 aprile nel corso di un seminario di approfondimento che si svolgerà presso la sede di Confindustria Catania (Sala Ance  – Viale Vittorio Veneto 109),  a partire dalle ore 9.00. Saranno illustrate le modalità di fruizione delle principali misure di sostegno disponibili per gli investimenti produttivi: dall’iper e superammortamento, applicabili all’acquisto di beni strumentali e immateriali,  al credito di imposta per il Sud, un bonus fiscale destinato alle aziende meridionali (legge di Stabilità 2016 e Decreto Mezzogiorno 243/2016) per il quale,  proprio partire dal prossimo 27 aprile, l’Agenzia delle Entrate renderà disponibile sul proprio sito web la piattaforma telematica di accesso al beneficio. Il seminario dedicherà anche un focus ai bandi della programmazione europea,  Por Fesr Sicilia 2014-2020,  che dispone di una dotazione finanziaria di 4,5 miliardi di euro. Aprirà i lavori il vicepresidente di Confindustria Catania Antonello Biriaco. A seguire gli interventi di Massimo Sabatini, direttore delle Politiche regionali e della coesione territoriale di Confindustria, Santi Finocchiaro, presidente della sezione  Alimentari di Confindustria Catania, Giorgio  Sangiorgio, presidente dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Catania....

Leggi tutto
Catania. Confcommercio chiede un PRG e un Piano commerciale
Apr13

Catania. Confcommercio chiede un PRG e un Piano commerciale

  “A non capirlo è solo l’amministrazione Bianco, ma i PRG vanno fatti”.  I vertici dell’associazione commercianti di Catania chiedono, ancora una volta, a gran voce che l’amministrazione comunale di Catania rispetti le norme in vigore e doti la Città di un PRG, ma anche di un piano commerciale. “La nota della Regione è chiara – affermano Giovanni Saguto e Francesco Sorbello, rispettivamente presidente e vice direttore dell’associazione commercianti di Catania – nel sottolineare l’obbligo dei comuni alla revisione generale del PRG. Nell’oggetto e nel corpo della missiva del 7 aprile questo concetto è affermato senza possibilità di equivoco. Tra l’altro non è la prima volta che all’amministrazione Bianco è notificato questo obbligo di legge. La Regione, tra l’altro, rimprovera all’amministrazione Bianco di non aver evaso precedente nota con cui si chiedevano notizie sullo stato di procedura di revisione di un PRG, quello del 1969, definito oramai obsoleto. Occorre aggiungere che la revisione del PRG sarebbe una buona occasione per elaborare anche il piano di urbanistica commerciale sul quale attendiamo ancora la costituzione di un tavolo tecnico. Non si comprende questo tergiversare e nascondersi dietro un piano metropolitano difficile solo ad immaginarsi in questo momento. In ogni caso le norme vanno rispettate. ”. Per Confcommercio, pertanto, l’amministrazione è inadempiente e non sono convincenti le dichiarazioni dell’assessore all’urbanistica che afferma di aver avviato la pianificazione del territorio partendo da una variante del centro storico. “Una variante del centro storico fu presentata nel febbraio 2015 – dichiarano Sorbello e Saguto – ma quell’atto ebbe vita breve anche per effetto delle osservazioni critiche che Confcommercio ebbe a fare. Nel 2016, invece, ai sensi della l.r. 13/2015, l’amministrazione ha elaborato lo studio di dettaglio delle tipologie edilizie. Uno strumento che non può essere considerato una pianificazione organica del territorio e che si presentava privo di qualsivoglia visione strategica. Infatti, nelle aree di rifunzionalizzazione, ovvero gli ospedali da dismettere, non vi erano scelte strategiche e chiare. Venivano previste tutte le funzioni, dalla residenziale alla ricettiva alla direzionale e commerciale. Addirittura nell’ambito definito H3, quello del Vittorio Emanuele, la funzione di campus universitario, insieme a quella ricettiva e di intrattenimento e svago, avrebbe dovuto costituire una funzione esclusiva e caratterizzante in simbiosi con il polo universitario: veniva prevista, invece, anche la funzione residenziale. Insomma quella proposta permette di tutto e di più.  Nei tre comparti ospedalieri il 20% della cubatura esistente veniva così destinata a funzione residenziale: si tratta di circa 90 mila mc di residenziale. Fate voi i conti di cosa significa in termini di vani. Tutto ciò a fronte di ben 20 mila vani disabitati, così come dichiarato dall’amministrazione: in tale situazione prevedere...

Leggi tutto
Catania. “Guidiamo il turismo fa tappa a Trecastagni”
Apr11

Catania. “Guidiamo il turismo fa tappa a Trecastagni”

Ancora un altro successo per “Guidiamo il Turismo”, il progetto promosso dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confcommercio Catania, che ha fatto tappa nel Comune di Trecastagni: una passeggiata alla scoperta dei luoghi di particolare interesse naturalistico, artistico e architettonico della città, che non ha mancato di rivelare «zone e aree che possono essere ancor di più valorizzate, in un circuito di destinazione Etna, per la fruizione turistica integrata in tutto il territorio pedemontano», così come dichiarato dal Vice presedente del Gruppo, Mavie Fresco. L’intento è quello del rilancio turistico del territorio attraverso l’ospitalità diffusa, resa possibile da «una collaborazione tra pubblico e privato – auspicata dal Vice Sindaco Alfio Di Paola – arma vincente per uno sviluppo sul piano turistico e commerciale». Quella tra il Comune di Trecastagni e il Gruppo Giovani Imprenditori di Confcommercio, vuole infatti essere esempio concreto di sinergia: «La rinascita turistica, commerciale e culturale di Trecastagni trova suo fattore determinante nella realtà imprenditoriale, motivo per cui – afferma l’Assessore al Turismo, Raffaele Trovato – crediamo fortemente nella collaborazione con Confcommercio per dare nuovo slancio all’economia». Un progetto, quello promosso dai Giovani Imprenditori, felicemente sposato dalla cittadina etnea guidata dal Sindaco Giovanni Barbagallo, entusiasta nel «riscoprire borghi, beni culturali e ambientali che diventano fondamentali per creare un brand, per progettare e creare rete turistica. Conoscere i luoghi della nostra tradizione è fondamentale per arricchire noi stessi e renderci capaci di trasferirli». Una scommessa che vuole averla vinta contro l’immobilità generale: «Il Comune della provincia di Catania è da considerare un museo a cielo aperto di tradizioni, di sapori, di cultura e di arte, ma è necessario invertire la tendenza nel rapporto tra pubblico e privato. Se il pubblico riesce a creare sinergia, l’imprenditore sarà più sensibile ad investire sul territorio» rilancia Pietro Ambra, Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori. Fare rete, anche tra i comuni, si rende oggi indispensabile per una crescita pianificata e sostenibile che non dimentichi le nostre tradizioni anzi, ne faccia punto di...

Leggi tutto
Catania. Futurlab, incontro sui giovani e lavoro
Mar28

Catania. Futurlab, incontro sui giovani e lavoro

“I giovani e il lavoro: quale futuro” è il tema dell’incontro organizzato da Futurlab il prossimo 31 marzo presso il centro fieristico Le Ciminiere di Catania Scopo dell’iniziativa è individuare i principali ostacoli che si frappongono ad un esito positivo dell’ incontro tra domanda e offerta di lavoro e focalizzare l’attenzione sulle possibili soluzioni legate ad un ruolo centrale del mondo della scuola e sulle opportunità connesse al futuro mercato del lavoro al fine di intervenire sulle possibili cause della disoccupazione.   Dopo l’introduzione di Anna Maria Di Falco, dirigente scolastico Istituto “Turrisi Colonna”, e Antonio La Ferrara, presidente associazione “Futurlab – Costruiamo il futuro”, e i saluti delle autorità: Enzo Bianco, sindaco di Catania; Francesco Basile, Magnifico Rettore Università di Catania; Pietro Agen, presidente Confcommercio Sicilia; Antonello Biriaco, vice presidente vicario Confindustria Catania; si darà il via ai lavori moderati da Giuseppe Vecchio, ordinario diritto privato Università degli Studi di Catania, ai quali parteciperanno: Luigi Bobba, sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali; Antonio Scinicariello, dirigente tecnico MIUR; Bruno Caruso, ordinario diritto del lavoro Università degli Studi di Catania; Santino Scirè, presidenza nazionale ACLI; Francesco Tornatore, amministratore unico NTET; Concetta Vaccaro, responsabile per il Sud Italia di Idea Agenzia per il Lavoro. Appuntamento alle ore 9.00 per la registrazione dei partecipanti presso il Padiglione C-3 del  centro fieristico Le Ciminiere di Catania...

Leggi tutto
Catania. Adrano: presentato il progetto “Un viaggio inizia…” con il contributo di UniCredit
Mar27

Catania. Adrano: presentato il progetto “Un viaggio inizia…” con il contributo di UniCredit

E’ stato presentato ad Adrano il progetto “Un viaggio inizia…” realizzato dall’Associazione Cresciamo Insieme Onlus con il contributo di UniCredit. In dettaglio l’Associazione Cresciamo Insieme Onlus ha acquistato, grazie al contributo di UniCredit,  una cucina, gli arredi e dei condizionatori per la sede dove verranno realizzati dei percorsi di autonomia per soggetti disabili fisici, psichici e sensoriali. Alla presentazione sono intervenuti Giuseppe Strano e Marco Santangelo, referenti del progetto realizzato dall’Associazione e Riccardo Vinciguerra, responsabile UniCredit dell’Area Catania Provincia Ovest, che ha dichiarato: “La donazione della banca è finanziata da una carta di credito, la ‘UniCreditCard Flexia Classic E’, che raccoglie il 2 per mille di ogni spesa effettuata dai clienti, alimentando così un fondo che la Banca destina ad iniziative di solidarietà nel territorio. Dal 2011 ad oggi in Sicilia, attraverso questo normale prodotto bancario, la banca ha assegnato oltre 1 milione 100mila euro a 109 Onlus che operano nell’isola. Per UniCredit essere banca del territorio significa anche fornire un contributo concreto alle necessità delle comunità nelle quali la Banca opera supportando il mondo del volontariato. E in Sicilia questo mondo è fatto di tante realtà di assoluto...

Leggi tutto
Catania. Export Usa, 20 imprese al seminario Novaimpresa
Mar23

Catania. Export Usa, 20 imprese al seminario Novaimpresa

Opportunità unica per le 20 aziende agroalimentari siciliane che hanno partecipato al seminario di approfondimento tecnico sul tema “L’esportazione dei prodotti agroalimentari Siciliani negli Stati Uniti d’America”. L’incontro è stato organizzato da Nuovaimpresa, il servizio nato nel 1997 in seno alla Confcommercio di Catania e finalizzato alla creazione di nuove imprese, all’assistenza alla finanza agevolata delle Pmi della Sicilia e, dallo scorso anno, a fornire un supporto alla commercializzazione dei prodotti del nostro territorio con l’estero. L’incontro è stato aperto da Franz Cannizzo, responsabile di Nuovaimpresa e consulente di direzione ed organizzazione d’impresa, che durante la mattina ha avuto modo di offrire, d’intesa con gli altri relatori, Eugenio De Cristofaro, socio della World Professional Ltd USA, e Vincenzo Valenti, consulente commerciale, una panoramica dettagliata del panorama del mercato USA. In particolare, Eugenio De Cristofaro ha illustrato alle aziende presenti il sistema doganale Statunitense, nonchè le procedure e le autorizzazioni legali relative all’esportazione dell’agroalimentare siciliano negli USA, focalizzando l’attenzione dei partecipanti alla necessità di ottenere la certificazione della FDA (acronimo della Food and Drug Administration). Franz Cannizzo ha messo in evidenza la necessità di elaborare e condividere, dal punto di vista imprenditoriale, una strategia commerciale dei prodotti agroalimentari siciliani verso l’estero, in diversi mercati e in particolare verso gli Stati Uniti, al fine di poter garantire non solo la qualità ma anche la quantità necessaria per presentarsi ai buyer degli oltre 50 Stati federati, che rappresentano indubbiamente un mercato dalle grandi potenzialità per la nostra regione. “Necessario inoltre – ha sottolineato in conclusione Franz Cannizzo – agire con la giusta determinazione politica considerando che, ad esempio, in questo momento esiste un vero e proprio embargo USA per le carni siciliane e di tutte le regioni del Sud Italia in generale, a causa, secondo le fonti ufficiali, di una malattia infettiva diffusa tra i capi di bestiame, la vescicolare, che a mio parere somiglia più al risultato dell’azione di qualche lobby industriale nei confronti delle nostre produzioni. E’ paradossale, infatti, che possiamo lavorare le carni in Sicilia, purchè queste provengano dal resto d’Italia, in particolare dal nord del Paese o dalle altre regioni Europee, ma non da allevamenti siciliani. Da qui la necessità di intervenire subito per chiarire e risolvere questa situazione”. Le aziende agroalimentari siciliane potranno contattare Nuovaimpresa, presso Confcommercio (tel. 0957310711 selezione 7) per concordare un appuntamento e ricevere tutte le info necessarie per comprendere come impostare una strategia di esportazione commerciale negli...

Leggi tutto
Catania.Adrano: il 23 marzo presentazione del progetto “Un viaggio inizia…..”, con contributo Unicredit
Mar22

Catania.Adrano: il 23 marzo presentazione del progetto “Un viaggio inizia…..”, con contributo Unicredit

Giovedì 23 marzo alle ore 15,30 ad Adrano (CT) sarà presentato il progetto “Un viaggio inizia….”, realizzato dall’associazione CRESCIAMO INSIEME ONLUS con il contributo economico di UniCredit. Interverranno alla presentazione, che si svolgerà nella sede dell’associazione in via Dolei 18, Giuseppe Strano e Marco Santangelo, referenti del progetto per l’associazione CRESCIAMO INSIEME ONLUS, e Riccardo Vinciguerra, Responsabile Area Catania Provincia Ovest di UniCredit....

Leggi tutto
Catania. Nuovaimpresa assiste pmi per export in Usa
Mar21

Catania. Nuovaimpresa assiste pmi per export in Usa

Nei giorni scorsi si è presentata un’opportunità unica per le 20 aziende agroalimentari Siciliane che hanno partecipato al seminario di approfondimento tecnico relativo “L’esportazione dei prodotti agroalimentari Siciliani negli Stati Uniti d’America”. L’incontro è stato organizzato da Nuovaimpresa,il servizio nato nel 1997 in seno alla Confcommercio di Catania e finalizzato alla creazione di nuove imprese,l’assistenza alla finanza agevolata delle Pmi della regione e dallo scorso anno il supporto alla commercializzazione dei prodotti del nostro territorio con l’estero. L’incontro è stato aperto da Franz Cannizzo,responsabile di Nuovaimpresa e consulente di direzione ed organizzazione d’impresa che durante la mattina ha avuto modo di offrire,d’intesa con Eugenio De Cristofaro ed Vincenzo Valenti,una panoramica dettagliata del panorama del mercato USA. In particolare,Eugenio De Cristofaro,ha illustrato alle aziende presenti il sistema doganale Statunitense,nonchè le procedure e le autorizzazioni legali relative all’esportazione dell’agroalimentare Siciliano negli USA,focalizzando l’attenzione dei partecipanti alla necessità di ottenere la certificazione della FDA (acronimo della Food and Drug Administration). Franz Cannizzo ha messo in evidenza la necessità di elaborare e condividere,dal punto di vista imprenditoriale, una strategia commerciale dei prodotti agroalimentari Siciliani verso l’estero e in particolare verso gli Stati Uniti,al fine di garantire qualità,ma anche quantità,necessaria in oltre 50 Stati federati e che rappresentano un mercato dalle grandi potenzialità per la nostra regione. “Necessario inoltre – ha concluso Franz Cannizzo – agire con determinazione politica considerando che,ad esempio,in questo momento esiste un vero e proprio embargo USA per le carni Siciliane e di tutto il Sud Italia in generale,a causa,secondo le fonti ufficiali,di una malattia infettiva diffusa tra i capi di bestiame,la vescicolare,che a mio personalissimo parere,somiglia piu’ al risultato di qualche lobby industriale nei confronti dei nostri allevamenti.Da qui la necessità di intervenire...

Leggi tutto
Catania. Patto Catania: De Vincenti “Va avanti bene”
Mar13

Catania. Patto Catania: De Vincenti “Va avanti bene”

“Ci sono lavori che sono gia’ partiti, altri che stanno per partire, bandi che sono giá in fase di predisposizione. Il patto per Catania sta andando avanti bene”. Lo ha detto il ministro della Coesione territoriale e del Mezzogiorno, Claudio De Vincenti, a Catania, dove ha partecipato in Municipio ad un incontro con il sindaco Enzo Bianco. (ITALPRESS).

Leggi tutto
Catania.n CDO Orientale: Focus sul mercatoimmobiliare
Mar11

Catania.n CDO Orientale: Focus sul mercatoimmobiliare

   Focus dunque sul mercato immobiliare. Secondo quanto sottolinea Gianluca Landolina, Managing Director di Cellnex Italia: “Lo svolgimento dell’attività imprenditoriale implica spesso la fruizione di immobili la cui gestione e manutenzione non rientra nel core business dell’impresa. La cessione a terzi della proprietà di tali immobili può quindi rappresentare un’opportunità di finanziamento e di sviluppo industriale”. Il professore Claudio Cacciamani, Ordinario di Economia degli Intermediari Finanziari presso l’Università degli studi di Parma, aggiunge: “I beni immobili sono stati considerati, forse a torto, tra le principali fonti di insolvenza per le banche. Negli ultimi due anni, tuttavia, ci sono state profonde innovazioni. La prima è la politica di iniezione di liquidità della BCE, che rende necessario per le banche effettuare prestiti al fine di avere reddito. In questo, gli immobili consentono di ridurre l’assorbimento di capitale proprio delle banche nell’ottica degli obblighi di vigilanza. I prestiti garantiti da immobili, quindi, possono diventare appetibili al fine di effettuare impieghi redditizi a rischio attenuato. In secondo luogo, nel 2016 si è assistito all’introduzione di nuove tipologie di fondi immobiliari e delle SICAF, Società di Investimento a Capitale Fisso, vere e proprie società specializzate nell’acquisire e poi liquidare patrimoni e asset immobiliari di rilievo. Proprio le SICAF immobiliari possono essere l’elemento di svolta per il rilancio del comparto immobiliare”.  ...

Leggi tutto
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com