Catania. Bancarotta fraudolenta, GDF esegue 3 misure cautelari

Sono finiti in manette Catia Maria Caruso, 34 anni, Biagio Caruso, 25 anni, e Giuseppe Guglielmino, 42 anni. I primi due ritenuti formali amministratori, l’ultimo amministratore di fatto della “Geo Ambiente Srl”, societa’ di Belpasso (Ct) operante nella raccolta dei rifiuti. Nelle indagini e’ coinvolto anche un commercialista, accusato di aver falsamente attestato, nell’ambito della procedura per accedere al concordato preventivo, l’ammontare dei debiti tributari della societa’. In esecuzione del medesimo provvedimento, le Fiamme Gialle stanno procedendo, in queste ore, al sequestro preventivo, nei confronti dei tre principali indagati, di 2,6 milioni di euro, pari all’ammontare delle somme che, secondo l’accusa, sarebbero state distratte. La vicenda ha preso le mosse nel marzo 2014, con la dichiarazione da parte del Tribunale di Catania dello stato di insolvenza della societa’, oggi in amministrazione straordinaria, con debiti accertati per oltre 40 milioni di euro, di cui 31 nei confronti dell’Erario. Le indagini hanno permesso di appurare che la societa’, per effetto delle ingenti perdite accumulate, non avrebbe dovuto piu’ operare gia’ dal 2008. Numerose sarebbero invece le operazioni effettuate a partire da tale anno che, in base agli accertamenti svolti, avrebbero contribuito ad aggravare lo stato di dissesto aziendale....

Leggi tutto
Confagricoltura – Anga Catania. Giosue Arcoria nuovo presidente provinciale dei giovani imprenditori agricoli
Giu30

Confagricoltura – Anga Catania. Giosue Arcoria nuovo presidente provinciale dei giovani imprenditori agricoli

Giosuè Arcoria è il nuovo presidente provinciale dell’Associazione Nazionale Giovani Agricoltori di Catania. Arcoria, 36 anni, imprenditore agrumicolo di Biancavilla, guida insieme al padre e al fratello l’Azienda agricola Arcoria, un‘impresa modello nel campo della coltivazione biologica degli agrumi, fornitrice di arance rosse siciliane per i McCafé  della McDonald’s. Giousè Arcoria è stato eletto all’unanimità dal consiglio direttivo provinciale di Anga, riunitosi stamattina nella sede di Confagricoltura Catania, e si avvarrà della collaborazione dei vice presidente, Alfio Cavalli (past president) e Giovanni Bonfiglio. L’assemblea dei soci, tenutasi contemporaneamente al consiglio direttivo, ha eletto i consiglieri provinciali Anga: Enza Milazzo, Giuseppe Borzì, Salvatore Massimino e Fabio Caruso. “Sono onorato della fiducia accordatami dai colleghi giovani imprenditori; insieme a loro porterò avanti le istanze del mondo agricolo catanese”, ha dichiarato il neo presidente Arcoria. “L’agricoltura, lo dicono i dati diffusi dall’Istat di recente, sta trainando la ripresa del Sud Italia ed in questa ripresa c’è sicuramente il merito dei giovani imprenditori agricoli che stanno ammodernando aziende e metodi di produzione – ha continuato Arcoria – bisogna proseguire su questa strada per far si che lo sviluppo del nostro settore non sia episodico ma strutturale”. “Auguro buon lavoro al nuovo presidente di Anga Catania e al consiglio direttivo”, ha dichiarato il presidente di Confagricoltura Catania, Giovanni Selvaggi.  “L’Anga è il motore dell’innovazione della nostra confederazione e sono certo che i nostri giovani imprenditori sapranno ben interpretare la richiesta di rappresentanza qualificata che arriva dal comparto agricolo”, ha concluso Selvaggi....

Leggi tutto
Catania. Giuseppe Piana eletto presidente di ANCE Catania
Giu27

Catania. Giuseppe Piana eletto presidente di ANCE Catania

ANCE Catania ha un nuovo presidente. L’assemblea delle imprese costruttrici aderenti all’associazione etnea ha eletto alla carica l’ing. Giuseppe Piana, che subentra così all’ing. Nicola Colombrita. Piana, in anni recenti, ha presieduto altri enti del sistema bilaterale dell’edilizia, il CPT e l’Ente Scuola. Specializzato in Restauro monumentale, amministra l’impresa di famiglia, la M.E.G.A.RES., giunta alla quarta generazione, occupandosi specificamente del settore Lavori pubblici. Il neo-eletto presidente dei costruttori catanesi ha ringraziato per il lavoro svolto l’uscente Colombrita “al quale si deve tra le tante battaglie vinte quella per la classificazione antisismica degli edifici: un importante risultato, che a breve grazie a un intervento legislativo del ministro Delrio riequilibrerà i valori del mercato immobiliare”. L’ing. Piana intende rilanciare ANCE Catania avviando ad esempio una serie di incontri per individuare le idee e i progetti più sentiti dagli associati, con l’obiettivo di tornare ad incrementare il numero delle imprese aderenti. “Di qui a breve” ha spiegato il nuovo presidente, “i cantieri per circa 700.000.000,00 euro che dovranno essere appaltati grazie alla firma del Patto per Catania del premier Renzi con il sindaco Bianco, e ancora gli interventi che riguarderanno l’allungamento della pista dell’aeroporto di Fontanarossa, con il conseguente interramento della ferrovia, potranno dare nuovo vigore al comparto edile catanese che ormai è in sofferenza da troppo tempo. Il “Build Action”, il tavolo del quale sono stato il coordinatore di concerto con gli ordini degli ingegneri e degli architetti, dei geometri e del sindacato, coadiuverà lo sforzo del sindaco Bianco al fine che vengano perseguite le tempistiche preventivate”. La profonda ristrutturazione che sta interessando Confindustria Sicilia riguarderà anche ANCE Catania: “cercheremo con il nuovo direttivo di dare il massimo dei servizi agli associati contenendo i costi e valorizzando le figure professionali cresciute all’interno del nostro sistema associativo”, ha detto Piana. Nella stessa seduta sono stati rinnovati anche gli organi sociali: vicepresidenti sono il geom. Rosario Fresta e l’ing. Marcello La Rosa, tesoriere il geom. Gaetano Fichera, mentre nel consiglio direttivo sono il geom. Sergio Bosco, l’ing. Nicola Colombrita, il geom. Salvatore Ferlito, l’ing. Salvo Messina e il dott. Gaetano Vecchio.  ...

Leggi tutto
Catania. Pronta al via Prima edizione Milo Fest 2016
Giu27

Catania. Pronta al via Prima edizione Milo Fest 2016

Musica, danza, intrattenimento. E grandi nomi del panorama artistico italiano. Sarà presentata lunedì 27 giugno 2016 alle ore 16, nell’aula consiliare del Comune di Milo (CT), la prima edizione della rassegna Milo Fest 2016, patrocinata dal Comune del paese etneo, sotto la direzione ed il coordinamento artistico di Marco Grimaldi, vice presidente dell’Associazione culturale Milo Fest, presieduta da Francesco Scardaci. Dieci appuntamenti si snoderanno a partire dal 16 luglio e fino al 17 settembre. Tre dei dieci eventi in programma saranno sotto la direzione artistica del maestro Franco Battiato, inseriti nella rassegna Incontri d’Estate che andrà in scena per la prima volta in Sicilia con un nuovo format ideato e realizzato appositamente per  Milo Fest 2016 dal grande artista “milese” di adozione. Tre incontri con importanti nomi del panorama musicale italiano. Sarà lo stesso Franco Battiato a svelare i dettagli della rassegna raccontando cosa accadrà negli appuntamenti previsti citando gli artisti che hanno accolto il suo invito e si esibiranno al Teatro Lucio Dalla di Milo.   Alla conferenza stampa prenderanno parte Franco Battiato, il sindaco di Milo, Alfio Cosentino, l’assessore regionale al Turismo, Sport e Spettacolo Anthony Barbagallo, il giornalista e presentatore Salvo La Rosa, il direttore artistico Marco Grimaldi ed altri artisti coinvolti nella kermesse.   “Con Milo Fest 2016, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Milo, l’Associazione Milo Fest inizia un percorso di rilancio del Teatro Lucio Dalla che fino ad oggi non ha mai ospitato un vero Festival – sottolinea il direttore artistico Marco Grimaldi – Il programma della prima edizione di Milo Fest è improntato sulla eterogeneità. Abbiamo infatti voluto abbracciare un po’ tutti i generi di spettacolo dalla Commedia Musicale al Tango Argentino, dal genere hip hop alle straordinarie serate di Incontri d’Estate che nascono da un’idea e sotto la direzione artistica del M° Franco Battiato e che riserveranno straordinarie sorprese musicali al pubblico che affollerà il Teatro Lucio Dalla. E’ prevista anche una puntata del MERAVIGLIOSO TOUR, il nuovo show di Salvo La Rosa che allieterà la serata con tanti straordinari ospiti tra i quali ricordiamo Massimo Lopez, I Soldi Spicci e Giuseppe Castiglia. Presenti in cartellone anche Il Gatto Blu ed un appuntamento con il teatro classico. Il progetto è improntato sulla elevatissima qualità artistica e ciononostante siamo riusciti a mantenere i prezzi dei biglietti al di sotto della media ed in generale saranno molto più bassi di quelli praticati nei teatri dell’hinterland”.   “Anche quest’anno il Comune di Milo, nell’ambito di una più ampia rassegna di manifestazioni che andranno a comporre  il proprio cartellone per l’estate,  ha voluto rimarcare il legame forte che lo unisce alla musica. – spiega il...

Leggi tutto
Catania. Tmc promuove il nuovo volo diretto Mosca-Catania  
Giu20

Catania. Tmc promuove il nuovo volo diretto Mosca-Catania  

Gli auspici dei mesi scorsi si sono trasformati in realtà e i collegamenti aerei diretti tra Sicilia e Russia sono ripresi. Ieri, infatti, è stato effettuato il nuovo volo Mosca-Catania che collegherà settimanalmente tutte le domeniche fino al 2 ottobre Fontanarossa all’Aeroporto Domodedovo della capitale russa. La rotta, inaugurata domenica 12 giugno, è operata con Airbus 321 della compagnia russa Yamal mentre la gestione commerciale è affidata al tour operator russo Spasskiye Vorota. “Si tratta di un segnale molto importante – sottolinea Alfio La Ferla, responsabile commerciale della TMC e grande esperto di mercato turistico russo, che ha curato gli aspetti tecnico-logistici e procedurali della programmazione aerea – soprattutto considerando che da qualche anno il mercato russo soffre tantissimo anche a causa della debolezza oramai cronica del rublo e dell’economia russa. Il fatto che gli operatori russi ritornino a investire sulla destinazione Sicilia rappresenta un momento di svolta che gli operatori e le istituzioni locali dovrebbero cogliere e valorizzare. Bisognerebbe tornare a investire sui mercati di lingua russa ed essere presenti nelle fiere e nei workshop di quei Paesi, attività che ad esempio nell’ultimo anno è stata completamente assente”. Il programma prevede 16 arrivi per un totale di circa 2.400 turisti russi che realizzeranno circa 25.000 presenze turistiche. Le destinazioni saranno principalmente le località di Catania, Taormina, Siracusa e Ragusa, con presenze fino a Cefalù. Tra i target turistici: il mare, ovviamente, ma anche storia, cultura, enogastronomia e percorsi naturalistici. “Ma il ruolo più importante – aggiunge La Ferla – lo giocherà la maniera in cui gli operatori siciliani si porranno nei confronti del mercato russo che nel frattempo è uscito fortemente modificato dalla crisi e che pone oggi nuove esigenze e richiede una nuova e maggiore qualità dei servizi, dentro e fuori gli hotel”. Del resto già all’Open Day per l’inaugurazione del Torre Artale di qualche settimana fa, Mikhail Kolombet, console generale della Federazione Russa a Palermo, aveva ribadito che “i russi continuano a scegliere la Sicilia, nonostante il poco favorevole cambio del rublo, confermando che strutture come Torre Artale possono creare nuove motivazioni e sollecitazioni per una vacanza in...

Leggi tutto
Catania. Architetti su fondi Ue “concertazione preliminare per efficacia bandi”
Giu13

Catania. Architetti su fondi Ue “concertazione preliminare per efficacia bandi”

“Le principali criticità nella gestione dei fondi europei risiedono in larga parte sulla mancanza di una sinergia tra gli attori coinvolti nel processo di progettazione degli interventi, come i professionisti, le amministrazioni, i ricercatori e gli imprenditori. Il ciclo di seminari che inauguriamo oggi, “Gli Architetti in Europa”, organizzato da Ordine e Fondazione degli Architetti di Catania, nasce con l’obiettivo di colmare questo gap – ha sottolineato la presidente della Fondazione Paola Pennisi – La nostra iniziativa, nei diversi incontri che si svolgeranno, cercherà di fare piena luce sugli aspetti tecnici e burocratici che sottintendono la gestione dei bandi». Dello stesso tenore le dichiarazioni del vicepresidente dell’Ordine etneo Salvo Fiorito che, dopo aver portato i saluti del presidente Giuseppe Scannella, ha aperto ieri (11 giugno) i lavori a Palazzo della Cultura: «La programmazione 2014-2020 punta soprattutto all’innovazione e all’inclusione sociale; ci sono molti aspetti su cui i professionisti, e gli architetti in particolare, possono dire la loro. Occorre intercettare e interpretare le effettive esigenze del territorio e cercare di trasmetterle alla politica, con l’obiettivo di rendere più efficace l’attuazione dei bandi. In questo scenario – ha concluso – è fondamentale il dialogo con l’Assemblea Regionale Siciliana che svolge un ruolo di collegamento tra la società civile e le istituzioni di governo». All’incontro di apertura erano presenti il vicepresidente vicario dell’Ars Antonio Venturino e il presidente della Commissione Ars Attività Ue Concetta Raia, che hanno delineato il quadro istituzionale entro cui si muove la programmazione europea: «In primo luogo bisogna intervenire sui tempi di attuazione – ha commentato Venturino – ancora oggi soffriamo una condizione di ritardo rispetto alle altre regioni, poi bisogna puntare sulla comunicazione e sulla trasparenza dei rapporti tra chi effettua la programmazione e chi sarà chiamato a gestire i finanziamenti. Allo stato attuale manca un rapporto diretto tra le parti in causa, implicando una sottoutilizzazione delle risorse. Auspico che si possa arrivare a un documento di sintesi che sia espressione delle istanze della categoria, affinché gli uffici della programmazione europea possano utilizzare la competenza professionale per tutta la linea degli interventi strategici e non solamente su un singolo progetto». «La programmazione dei finanziamenti ancora non è partita – ha sottolineato Concetta Raia – bisogna intervenire per abbreviare i tempi di esecuzione: ad oggi si impiegano in media tre anni per chiudere il ciclo di finanziamento di un progetto. La Commissione che presiedo svolge attività di stimolo alla decisione politica, anche attraverso le audizioni dei portatori d’interesse. Esistono già i partenariati sociali, ma credo che su determinati aspetti gli architetti possano essere un referente specializzato». Ha portato i saluti dell’Ordine Ingegneri di Catania il segretario Alfio Grassi – il quale ha sottolineato...

Leggi tutto
Hub delle tecnologie 2016: oggi a Catania sulla sicurezza aeroportuale
Giu08

Hub delle tecnologie 2016: oggi a Catania sulla sicurezza aeroportuale

HUB DELLE TECNOLOGIE 2016 FOCUS SU SICUREZZA AEROPORTUALE E MODELLI DI INTEGRAZIONE TRA EUROPA E ISLAM   Ritorna in Sicilia l’HUB delle Tecnologie incentrato sulla “Convergenza tra Safety e Sicurezza Fisica, Logica ed Organizzativa”. Si terrà a Catania, giovedì 9 giugno 2016 a partire dalle ore 9, all’Hotel Nettuno sul Lungomare Ruggero di Lauria 121, accreditato al Consiglio Nazionale degli Ingegneri, e organizzato da S News, in collaborazione con Aias (Associazione professionale Italiana Ambiente e Sicurezza). S News è una testata cartacea, testata on line (http://www.snewsonline.com) e web tv il cui obiettivo è di dare informazione per far crescere la cultura ed il business della sicurezza in Italia, e non solo, spaziando dalla Security, alla Safety ai Services, quindi ai servizi di Vigilanza e Trasporto Valori.   Si parlerà nello specifico di sicurezza aeroportuale, videosorveglianza e privacy, modelli d’integrazione tra Stati Europei e Comunità Musulmana, fibra ottica, PSIM, controllo accessi, con testimonianze e best practice su “Safety & Security: un modello d’integrazione per un’azienda energetica globale”, ma ci saranno anche approfondimenti sul ruolo strategico della formazione nel settore della sicurezza e le prospettive future di semplificazione e regolamentazione. Spazio poi al networking ed alle demo live da parte delle aziende, per una convergenza tra tecnologie, soluzioni, sistemi e processi. Coinvolgente sarà quindi la dinamicità sul fronte del networking, peculiarità tipica dell’HUB delle Tecnologie, innovativo ed interattivo format di S News, nel quale informazione, formazione e demo live di prodotti e soluzioni si integrano e convergono.   “Si parla molto di sicurezza, perché se ne sente il bisogno. – spiega Monica Bertolo, Direttore S News – I dati parlano chiaro: dai furti nelle abitazioni in costante aumento agli assalti ai portavalori sulle strade, dai problemi legati ai flussi migratori a quelli del terrorismo, dai cyberattacchi alle morti sul lavoro. Molte, e sempre più, le sfide alle quali siamo chiamati a far fronte. Ma per dare risposte valide, si deve sempre partire dall’analisi del rischio, che deve essere affrontata in modo scientifico e manageriale, perché solo con una corretta cultura della prevenzione, si potrà arrivare ad una fattiva cultura della sicurezza, che non può prescindere dalla convergenza tra safety e sicurezza fisica, logica ed organizzativa. Questo è l’HUB delle Tecnologie, momento di confronto, analisi e studio, punto di incontro per costruire un proficuo dialogo tra professionisti ed aziende, tra pubblico e privato, per arrivare alla condivisione delle pratiche migliori, individuando così le migliori soluzioni, i sistemi ed i processi maggiormente idonei a garantire la sicurezza di oggi e di domani”. Il coordinatore Aias Sicilia, Sebastiano Trapani, aggiunge: “Un saldatore in carne e ossa costa in media 25 dollari l’ora contro gli...

Leggi tutto
Catania. Bianco alla vigilia insediamento aerea metropolitana “Grande rigenerazione urbana”
Giu06

Catania. Bianco alla vigilia insediamento aerea metropolitana “Grande rigenerazione urbana”

“Grazie al Patto per Catania siamo alla vigilia di una grande rigenerazione urbana per la nostra citta’”. Lo ha detto il sindaco Enzo Bianco concludendo, nell’auditorium dell’Ente Scuola Edile, il confronto con le organizzazioni sindacali dei lavoratori delle costruzioni Fillea-Cgil, Filca-Cisl e Feneal-Uil. Bianco ha ricordato che mercoledi’ prossimo a Palazzo Minoriti si insediera’ come primo sindaco della citta’ metropolitana di Catania, la piu’ grande citta’ italiana non capoluogo di regione. “Una citta’ – ha detto – in cui la crisi e’ molto piu’ pesante che non sui capoluoghi, che possono contare magari su dieci, quindici, ventimila dipendenti regionali. Noi abbiamo invece un’economia che si basa sull’industria, sul commercio. Per questo il ‘Patto per Catania’, che prevede un investimento di 790 milioni di euro, rappresenta un’occasione unica. Le opere inserite le abbiamo selezionate con molta attenzione, scegliendo quelle che potevano essere realizzate in tempi brevi e che avevano la maggiore ricaduta sul mondo produttivo”. “Le aree in cui investiamo – ha aggiunto Bianco – sono quella delle Infrastrutture, a cominciare dalla superstrada a quattro corsie che consentira’ il collegamento stradale diretto tra Catania e l’Etna, una risorsa straordinaria per il turismo. Le fognature ci consentiranno poi di avere un mare pulitissimo che attragga turisti. Per l’Ambiente ci occuperemo anche della sicurezza dei canali, in particolare della Zona industriale dove lavoreremo pure per risolvere i problemi di sicurezza e rifare strade e illuminazione. Investiremo poi sulla cultura, con ricadute sul turismo, completando le strutture museali. E ci saranno anche interventi che riguardano il trasporto pubblico locale e la mobilita’ sostenibile oltre che le politiche sociali”....

Leggi tutto
Catania. Entra nel vivo il progetto CLARA
Giu06

Catania. Entra nel vivo il progetto CLARA

    Continuano secondo il programma stabilito, le attività del progetto di ricerca e sperimentazione CLARA (CLoud plAtform and smart underground imaging for natural Risk Assessment), che nasce con l’obiettivo di sviluppare tecnologie Cloud e mobile, integrate in una piattaforma partecipativa open data, per il coinvolgimento attivo della popolazione ai rischi e alle emergenze connessi al dissesto idrogeologico. Finanziato dal MIUR, nell’ambito del bando “Smart Cities Nazionali”, CLARA coinvolge numerosi partner tra cui l’Università come la Kore di Enna e l’Università di Catania, Enti di ricerca di rilevanza nazionale come il CNR (ISTC-IMAA-IREA) e l’Istituto Nazionale di Oceanografia ed un nutrito gruppo di imprese ad alto contenuto tecnologico. A dimostrazione della grande valenza sociale e scientifica del progetto, CLARA è stato scelto recentemente dal Ministero dell’Ambiente per rappresentare l’Italia in ambito “smart cities”, alla quarta edizione del CSITF – China (Shanghai) International Technology Fair. L’evento è stata un’ottima occasione per gli esponenti del partnerariato per presentare i risultati di ricerca ed allacciare importanti relazioni. Entro pochi mesi è previsto lo starting per la fase di sperimentazione del progetto, quando ad essere coinvolte saranno i territori dell’ex provincia di Enna e i Comuni di Ferrara e Matera. Proprio per coordinare le imminenti attività e stabilire i prossimi passaggi operativi, tutti i partner si incontreranno a Catania, nella sede dell’azienda coordinatrice Etna HiTech (Viale Africa 31), giovedì 9 giugno, dalle 10....

Leggi tutto
Catania. Incontro in Confindustria con il consigliere commerciale dell’ambasciata del Pakistan
Mag23

Catania. Incontro in Confindustria con il consigliere commerciale dell’ambasciata del Pakistan

Le opportunità di business e di collaborazione economica con il Paese asiatico saranno i temi al centro della visita del consigliere commerciale dell’Ambasciata del Pakistan in Italia,  Farid Ahmad Tarar,  che domani, 24 maggio, alle ore 11.30, presso la sede di Confindustria Catania, incontrerà  le imprese associate.  Tra i settori segnalati quali possibili ambiti di cooperazione  tra le imprese dei rispettivi Paesi  figurano i  comparti  farmaceutico e ospedaliero,  energia,  infrastrutture e lapideo....

Leggi tutto
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com