Il mercato immobiliare a Palermo tira ma crisi economica e famiglie mono reddito ne frenano la crescita  Intervista a Giovani Battista Galizzi, consulente di rete Tecnocasa
Giu05

Il mercato immobiliare a Palermo tira ma crisi economica e famiglie mono reddito ne frenano la crescita Intervista a Giovani Battista Galizzi, consulente di rete Tecnocasa

  A Palermo il mercato immobiliare ha ripreso a girare ma il trend viene frenato dalle numerose famiglie monoreddito che vorrebbero affacciarsi all’acquisto ma hanno maggiori  difficoltà ad accendere un mutuo. E’ questa in sostanza la situazione che viene evidenziata dalle tantissime agenzie Tecnocasa sparse nel capoluogo siciliano. Ed è con questa fotografia dell’esistente che il consulente di rete Tecnocasa Giovan Battista Galizzi fa il punto della situazione del mercato immobiliare palermitano in occasione della Fiera del Mediterraneo dove il gruppo immobiliare ha un proprio stand. Quali sono i quartieri dove si misura maggiormente questo disagio delle famiglie monoreddito? “Sicuramente nelle zone popolari ma ancor di più avvertiamo il problema nelle semi-periferie. E’ in queste zone, infatti, che avvertiamo l’incremento delle richieste ma con tutte le difficoltà legate al fatto di una maggiore presenza di famiglie monoreddito”. Quali problemi maggiormente incontrano le famiglie mono reddito nel chiedere un mutuo? “Sicuramente le banche sono più prudenti e i tempi di erogazione si allungano ma anche problemi legati all’ammontare del mutuo che la banca è disposta a dare nel caso di famiglia monoreddito. Un ammontare che spesso non corrisponde alle aspettative della famiglia in base alla pezzatura dell’appartamento di cui necessita”. In quali parti della città si registra maggiormente questo problema? “A Sud, a Romagnolo, Guadagna e Bonagia. A Nord a Pallavicino, San Lorenzo, Partanna, Sferracavallo”. Quali sono, invece i quartieri che vanno meglio? “Un po’ in tutti i quartieri si registra un andamento positivo rispetto al passato”. Quali vanno meno bene? “Quelli dove si registrano deficit infrastrutturali registriamo un rallentamento”. Quali sono le infrastrutture che influiscono di più nell’andamento del mercato? “Sicuramente i parcheggi, il verde e il trasporto”. Il tram ha agevolato? “In alcuni casi si. Ma il grande vantaggio noi lo prevediamo con l’ultimazione dell’anello ferroviario. Soprattutto la linea verso  l’aeroporto che comporterà una valorizzazione di quartieri come Strasburgo, San Lorenzo, De Gasperi. Inoltre voglio osservare che abbiamo notato un trend molto positivo nei quartieri Noce, Serradifalco ed Emiro”. E i prezzi? “Basta dire che in tutta la semi-periferia non si compra oggi più di 1.200 euro al mq. In quartieri residenziali come, ad esempio, Don Bosco oggi si compra a 1500-1.700 euro al mq quando prima della crisi si comprava tra i 2.000 e i 2.500 al mq”.  ...

Leggi tutto
Riparte il mercato delle locazioni, canoni in rialzo
Giu05

Riparte il mercato delle locazioni, canoni in rialzo

Nel 2017 i canoni di locazione delle grandi città  sono in aumento: +3,6% per i monolocali, +3,0 per i bilocali e +2,7% per i trilocali. Su tutte le tipologie si vede un segnale positivo, attribuibile prevalentemente ad una diminuzione dell’offerta e ad una migliore qualità della stessa. Tra le città che hanno registrato l’aumento dei canoni più elevato ci sono Bologna (+9,0%, +9,6% e +7,4%) e Milano (+5,9%, +5,8% e +5,4%). Tra le motivazioni la riduzione dell’offerta sul mercato (soprattutto in quelle realtà dove sta crescendo il fenomeno degli affitti turistici) e la migliore qualità della stessa. Infatti i potenziali locatari sono sempre più esigenti nella ricerca dell’immobile e si evidenzia una maggiore facilità di affitto per le soluzioni di “qualità”, ovvero ben arredate, posizionate in zone servite e luminose. Cresce l’interesse per gli immobili arredati o parzialmente arredati. La presenza del riscaldamento autonomo è apprezzata perché consente una riduzione dei costi condominiali. I proprietari stanno recependo questa esigenza e la qualità dell’offerta abitativa in locazione è in miglioramento. Abbastanza invariata, nell’anno, la distribuzione della motivazione della ricerca della casa in affitto: il 56,8% cerca la casa principale, il 37,2% lo fa per motivi legati al lavoro e il 6,0% per motivi legati allo studio. In lieve aumento la componente lavorativa e in ribasso la percentuale di chi ricerca la casa in affitto per scelta abitativa. Anche in questo anno tra coloro che hanno alimentato la domanda di immobili in affitto si registrano numerosi casi di persone che non riescono ad accedere al mercato del credito, primi fra tutti i giovani, i monoreddito; a questi si aggiungono poi gli studenti e i lavoratori fuori sede. Il ribasso dei prezzi immobiliari e i mutui più vantaggiosi stanno spingendo coloro che hanno la possibilità verso l’acquisto della casa. Una conseguenza di quanto detto sopra è la crescita del contratto a canone transitorio che passa da 13,7% del 2016 a 16,9% nel 2017.  Anche il canone concordato è in aumento portandosi a 27,3%   trovando consensi tra proprietari ed inquilini.   L’analisi demografica di coloro che cercano casa in affitto ha evidenziato che il 42,9% ha un’età compresa tra 18 e 34 anni, il 41,9% è rappresentato da single. Le tipologie più affittate sono i bilocali (40,1%), a seguire il trilocale (35%).   Canoni medi mensili Città Monolocale Bilocale Trilocale Bari 290 400 500 Bologna 440 530 640 Firenze 500 630 720 Genova 240 330 400 Milano 570 770 990 Napoli 360 520 670 Palermo 280 370 470 Roma 560 730 900 Torino 260 370 470 Verona 350 460 530   Variazione percentuale dei canoni di locazione nel 2017 Città Monolocali Bilocale Trilocale...

Leggi tutto
Affitti, Palermo e Catania quartiere per quartiere. Palermo capitale della cultura fa decollare il mercato degli affitti brevi
Giu05

Affitti, Palermo e Catania quartiere per quartiere. Palermo capitale della cultura fa decollare il mercato degli affitti brevi

Le compravendite ad uso investimento realizzate dalle agenzie del Gruppo Tecnocasa negli ultimi anni sono in aumento, sia nella componente da mettere a reddito sia in quella da destinare a casa vacanza. Questo a testimonianza di come l’asset “immobile” stia tornando ad essere nuovamente interessante grazie ai prezzi più convenienti e ai rendimenti annui lordi ottenibili. Tra coloro che acquistano per investimento molti stanno optando per l’affitto turistico o per la creazione di casa vacanza o b&b. Il fenomeno sta interessando sia le località turistiche (alla luce dell’interesse che gli stranieri stanno esprimendo nei confronti di numerose località di mare e lago) e sia le grandi città il cui mercato si sta dimostrando particolarmente vivace. Negli ultimi anni ad esempio a Napoli e Verona gli acquisti ad uso investimento hanno fatto un notevole balzo in avanti. E tra le metropoli analizzate le zone centrali e quelle ad alta attrattività turistica hanno attirato questo tipo di investimento.   Ma che sta succedendo in Sicilia nel mercato degli affitti. Anche nell’isola il mercato è in movimento e i prezzi dei canoni tendono al rialzo rispetto a periodi precedenti in quasi tutte le città siciliane (come si può notare dalle tabelle dei vari quartieri cittadini esposte sotto a cura dell’Ufficio studi Tecnocasa). Ma all’interno di questo mercato che spinge all’insù vi sono dei alcuni quartieri che, nelle varie città siciliane, detengono il palmares degli affitti. A Partire dalla tipologia del monolocale dove il canone medio più alto pari a 350 euro mensile si registra nei seguenti quartieri: Imbriani a Catania; Corso dei Mille-Messina Marine, Università-Montegrappa, Belgio-Strasbrurgo-Nebrodi, Notarbartolo-Leopaldi-Sperlinga per la città di Palermo. Sulla tipologia del bilocale i canoni medi più alti a Catania, pari a 450 euro, si registra nel quartiere Lungomare-Ognina e Trento. Mentre a Palermo, sempre su 450 euro, nei quartieri: Terrasanta, Belgio-Strasgurgo-Nebrodi e Notarbartolo-Leopardi-Sperlinga. Per quanto riguarda la tipologia del trilocale  il canone più alto a Catania si registra nel quartiere Trento pari a 550 euro mensili. Su Palermo invece i quartieri che toccano la stessa punta di prezzo sono: Libertà-Politeama, Borgo Nuovo, Passo di Rigano, Belgio-Strasburgo-Nebrodi, Mondello-Addaura, Notarbarlo-Leopardi-Sperlinga. Ma la punta massima per questa tipologia abitativa nella città di Palermo si raggiunge nella zona di Via Restivo con 600 euro mensili. Inoltre, da segnalare, per la provincia di Palermo, la particolare performance di prezzo del comune di Capaci, con 300 euro per il monolocale, 450 € per il bilocale e addirittura 500 € per il trilocale. I prezzi più alti della provincia di Palermo. PALERMO Nel Centro Storico si rileva un aumento delle richieste e delle compravendite. Queste avvengono per importi non superiori a 100 mila € e...

Leggi tutto

Con Kiron Partner il consulente è.. di famiglia

    kiron partner spa , tramite i suoi consulenti del credito ed assicurativi, ha istituito la figura del “consulente della famiglia”,dando la possibilità a quelle persone che decidono di acquistare casa, non solo di potere acceder al mutuo, finalizzato all’acquisto, alla ristrutturazione o al consolidamento dei debiti, ma anche di dare una protezione assicurativa  a tutela del proprio nucleo familiare.  Ma che tipo di consulenza presta al cliente il Consulente della famiglia? Lo abbiamo chiesto al consulente senior Kiron Massimo Amato “Grazie ai prodotti di CF Assicurazioni, oggi chiunque a prescindere che abbia contratto un mutuo o meno, può fare una polizza vita, con la specifica di polizze a capitale costante premi bloccati , in modo da potere garantire un futuro sereno ai propri cari”. Qual è la gamma di prodotti offerti? “La gamma dei prodotti a tutela della famiglia è ampia, e va a coprire tutte le esigenze, dalla perdita impiego per i dipendenti, alla riduzione del reddito per gli autonomi e liberi professionisti”. Quali i rischi che coprono le polizze? “Le nostre polizze coprono il caso in cui si verifichi la possibilità di una invalidità da infortunio o da malattia” Vi sono altre coperture previste? “Altre coperture riguardano le  cosiddette long term care , ovvero cure ospedaliere, con dei rimborsi in caso di ricoveri e visite specialistiche”. Ci sono categorie di lavoratori che necessitano di polizze particolari? “Si in realtà le forze dell’ordine o coloro che esercitano un lavoro in cui si sta armati; per questa categoria abbiamo creato una polizza che si chiama Proteggi reddito forze armate”. Che altri tipi di polizze potete offrire? “Copriamo sia il ramo vita, quindi con polizze personali, che il ramo danni, con polizze alle persone, agli appartamenti ma anche ai condomini, abbiamo ben 22 polizze a catalogo del ramo danni e 6 del ramo vita”. Insomma una consulenza ad ampio raggio. “L’obiettivo dei consulenti kiron  oggi è quello di proteggere e tutelare tutti i componenti del nucleo familiare”. E per quanto riguarda specificatamente l’immobile, di quali polizze disponete? “Polizze ad hoc anche sull’immobile, dall’incendio e scoppio, al terremoto per finire con delle coperture assicurative in caso di danni all’immobile, danni idrici, elettrici,danni al contenuto  o qualsiasi tipo di danno per il quale è previsto l’intervento di un artigiano”. Mi faccia un esempio, nel caso in cui un cliente che ha stipulato una polizza con voi dovesse perdere il lavoro, che indennizzi avrebbe? “La perdita del lavoro per “giustificato motivo oggettivo”che generi  lo stato di disoccupazione continuata per 6 mesi. Rimborso della rata forfettaria assicurata , 8 rate per sinistro con il massimo di 3 volte per la durata 10 anni;...

Leggi tutto
Stand di Tecnocasa alla Fiera del Mediterraneo, consulenza immobiliare, assicurativa e finanziaria per le famiglie
Mag23

Stand di Tecnocasa alla Fiera del Mediterraneo, consulenza immobiliare, assicurativa e finanziaria per le famiglie

Tante le novità che il Gruppo Tecnocasa presenterà anche quest’anno ai visitatori della Fiera della Mediterraneo che si terrà a Palermo dal 26 maggio al 10 giugno prossimi. Presso lo stand di vetro (di circa 40 metri quadri), che si trova di fronte al padiglione 20 della Fiera, i visitatori potranno trovare un servizio accoglienza con consulenti e agenti Tecnocasa, Kiron, Tecnorete  (tutte aziende del Gruppo) che  garantendo una presenza continua di un nutrito gruppo di consulenti per turno di 6unità che potranno arrivare a una dozzina nei momenti di punta. Insomma, un dispiegamento di forze del Gruppo Tecnocasa a Palermo per stare con le famiglie e tra le famiglie. Lo stand, infatti, sarà occasione di incontro anche tra famiglie con la distribuzione di gadget vari anche per i bambini. La novità di quest’anno è che lo stand sarà allestito come se fosse una vetrina di una grande agenzia immobiliare e ogni singola agenzia proporrà un immobile in vetrina che sarà una vera interessante occasione per le famiglie interessate per Palermo e provincia. In pratica si avrà una vetrina in rappresentanza del portafoglio immobili delle agenzie del Gruppo su Palermo e provincia e Trapani. Una occasione da non perdere sia per chi cerca una casa per abitarci ma anche per coloro che vorranno approfittare delle favorevoli occasioni di mercato per realizzare un investimento immobiliare. Il Gruppo Tecnocasa, infatti, tra Palermo e provincia può contare su un portafoglio di incarichi di pari a 1000 unità immobiliari, di cui oltre 600 solo per la città di Palermo. Ma le famiglie che visiteranno lo stand Tecnocasa, oltre al servizio di vendita immobiliare, potranno contare su numerosi altri servizi di consulenza nel campo finanziario (come mutui, prestiti personali) e assicurativo (sia nel ramo vita, che nel ramo famiglia che per la protezione della casa). “Insomma, Afferma il consulente dell’area Sicilia Giovan Battista Galizzi, una consulenza a 360 gradi attorno alla casa e alla famiglia in linea con la mission del Gruppo a livello...

Leggi tutto

Ritira il bonus biglietto Fiera in ogni agenzia Tecnocasa

  Tra le novità di quest’anno della partecipazione di Tecnocasa alla Fiera del Mediterraneo il bonus biglietto ingresso. Infatti, ritirando Il Periodico Mensile di informazione immobiliare del gruppo Tecnocasa con tutte le offerte di Palermo e provincia presso una delle qualsiasi agenzie, si potrà pagare il biglietto di ingresso a soli 0,50 euro al posto di 2,50 euro. La rivista è il buono sconto da esibire all’ingresso della Fiera con una tiratura di oltre 100 mila copie  e quindi in un quantitativo largamente sufficiente per tutte le richieste.  Quindi gli interessati potranno ritirare la rivista con il bonus biglietto ma avranno, in questo modo, anche la possibilità di consultare le offerte immobiliari di Palermo e provincia contenute nell’opuscolo e successivamente, recandosi allo stand Tecnocasa, di consultare un consulente sia per le proprie necessità di acquisto\vendita immobiliare che per le esigenze di tipo assicurativo e...

Leggi tutto
Intervista a Giovan Battista Galizzi, consulente di rete Tecnocasa Palermo
Mag23

Intervista a Giovan Battista Galizzi, consulente di rete Tecnocasa Palermo

  Immobili, croce e delizia delle famiglie italiane! E’ il momento buono per comprare? E per fare un mutuo? Come sarà il prossimo futuro? E a Palermo, come stanno andando le cose nel mercato immobiliare?. Quali sono le occasioni giuste? E in quali quartieri? Tutte domande che ogni famiglia si pone e che fanno del mercato immobiliare un centro di attenzione un po’ per tutti. Abbiamo cercato di porre un po’ di queste domande a Giovanni Battista Galizzi, consulente di rete Tecnocasa, il quale, assieme ai molti suoi colleghi, sarà presente presso lo stand Tecnocasa della Fiera del Mediterraneo che aprirà i battenti sabato 26 maggio. “Il mercato immobiliare in questo momento è stabile. Nel senso che, dopo il calo dei prezzi registrato negli anni passati, adesso le quotazioni degli immobili sono stabili”. Non si è registrato un recupero dei prezzi degli immobili? “I prezzi sono stabili. La ripresa è nel numero di transazioni concluse”. Ma rispetto al periodo ante-crisi, quale è la situazione del livello dei prezzi? “Rispetto a quel periodo il calo registrato è attorno al 30-40% del valore degli immobili”. Nel 2017 come sono andate le cose su Palermo? “5108 compravendite residenziali esclusi locali commerciali e terreni Quali sono i quartieri in crescita dal punto di vista dei prezzi o delle transazioni? Ma in linea di massima possiamo dire che tutti i quartieri di Palermo sono in crescita e si è registrato un incremento delle transazioni. Le banche hanno dato credito e molti si sono incoraggiati a cercare casa. A partire dai giovani e dalle giovani coppie ma anche il quarantenne che negli anni passati non si affacciava al mercato immobiliare per i prezzi alti”. E in provincia di Palermo? “Il palermitano tende a riaffacciarsi in provincia. Dove in particolare? “Terrasini, Balestrate  Cefalù, termini imerese  Bagheria Villabate Ficarazzi isola delle femmine e capaci dove siamo presenti come gruppo e dove svilupperemo le nostre agenzie affiliate, e  soprattutto dove sono presenti anche immobili turistici che richiamano investitori stranieri. Quali sono i quartieri di Palermo con prospettive interessanti? “Tutto l’asse di via Libertà ad esempio. In questa zona, con il calo dei prezzi che si è registrato in questi anni, si può ritornare a comprare a prezzi interessanti. Una zona che prima per molti era off-limits per i prezzi alti, ora si può comprare anche a 2 mila euro mq”. E in centro storico? “Nei palazzi importanti oggi si compra a 2 mila euro mq. In tutto il resto si va dai 600 ai 1.500 al...

Leggi tutto

Mutui, nel 2017 in Sicilia erogati quasi 2 mld di cui 600 mln solo a Palermo

  L’anno d’oro per la ripresa dei mutui, anche in Sicilia, è stato indubbiamente il 2015. Nel 4° trimestre di quell’anno sono stati erogati nella sola provincia di Palermo ben 213 mln di euro con un incremento del 128,5% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente. Da quel momento in poi, esaurita la fase della grande stagione delle surroghe,  il boom ha esaurito il suo effetto dirompente e le erogazioni in termini percentuali sono calate sia nel 2016 che nel 2017. Ma in valore assoluto gli importi erogati si sono mantenuti certamente a un buon livello oscillando tra i 151 milioni del primo trimestre 2017 sino a 144 milioni del quarto trimestre dello stesso anno.  In tutta la Sicilia le famiglie siciliane nel 2017 hanno ricevuto erogazioni per 1.987 milioni di euro. Volumi che rappresentano il 4,17% del totale nazionale. Nella sola provincia di Palermo le erogazione dell’intero 2017 sono ammontate a 600,7 milioni di euro. L’importo medio del mutuo in Sicilia, secondo l’elaborazione, compiuta dall’ufficio studi del Gruppo Tecnocasa,  dei dati provenienti dalle agenzie di mediazione creditizia Kiron, società del Gruppo, l’importo medio finanziato è ammontato a 105.200 euro, in aumento rispetto a quanto rilevato durante lo stesso trimestre dell’anno precedente, quando il ticket medio ammontava a 104.400 euro. Infine, secondo sempre gli stessi dati, in media, chi sottoscrive un mutuo in Sicilia viene fiananziato di circa il 6% in meno rispetto alla media nazionale.  Ma comunque stiano le cose, il mercato dei mutui, in questa stagione, è sempre molto vivace poiché in questo momento vi sono diversi elementi che spingono verso le erogazioni. Da una parte, a seguito della politica monetaria della Bce, le banche si ritrovano una notevole disponibilità liquida che possono impiegare nell’erogazione dei mutui e dall’altra i prezzi bassi del mercato rispetto ad alcuni anni fa unitamente alla parziale uscita dalla crisi economica che ha consentito a molti di riaffacciarsi sul mercato immobiliare.  Ma adesso, con la fine graduale della politica monetaria espansiva della Bce, prevista per la fine di quest’anno, coloro che hanno intenzione di contrarre un mutuo ritornano a farsi la fatidica domanda: mutuo a tasso fisso o variabile? Per rispondere a questa domanda e ad altre ancora i consulenti della Kiron del Gruppo Tecnocasa saranno presenti allo stand Tecnocasa della fiera del Mediterraneo dal 26 maggio al 10...

Leggi tutto
Tecnocasa, oltre l’immobiliare c’è il finanziario e l’assicurativo. Tante le novità in questi settori
Mag23

Tecnocasa, oltre l’immobiliare c’è il finanziario e l’assicurativo. Tante le novità in questi settori

  Immobiliare e oltre. E’ questa la direttrice che negli ultimi anni ha assunto la mission del Gruppo Tecnocasa in Italia. Ed è su questa direttrice che sono cresciuti parallelamente i settori finanziari e assicurativo del Gruppo. Partendo dalla consulenza per l’erogazione dei mutui la Kiron partners ha portato oggi la batteria di prodotti finanziari ed assicurativi a diventare una offerta in grado di rispondere alle esigenze dei propri clienti a 360 gradi. Nel campo finanziario ai mutui si sono aggiunti i prestiti personali ed altri prodotti finanziari in un primo momento destinati alla sola clientela Tecnocasa ma ora estesi ad una amplia platea di richiedenti. In campo assicurativo  la compagnia del Gruppo, CF Assicurazioni, è in grado di fornire diverse polizze ad hoc per le famiglie e per la casa. E così si hanno polizze che garantiscono la perdita dell’impiego, molto utili soprattutto quando si contrae un mutuo, polizze vita e polizze danni legate all’immobile. Inoltre, nell’obiettivo di fornire al cliente un pacchetto completo, è  stata apprestata una polizza “Incendio mutuo premium TC” obbligatoria quando si contrae un mutuo e che Kiron riesce a fornire a condizioni concorrenziali rispetto alle banche. Una novità assoluta è la polizza “TC welfare” dedicata a tutti i collaboratori di Tecnocasa in Italia che sono circa 12.000. L’iniziativa si presenta come una sorta di welfare aziendale e riassume sia aspetti da fondo pensione che della polizza sanitaria. “La previdenza pubblica, il cosiddetto Welfare state””, ha detto recentemente il presidente e fondatore del Gruppo Tecnocasa Oreste Pasquali, “è in progressiva, continua e preoccupante regressione. E proprio i più giovani, i professionisti, gli imprenditori, sono quelli che maggiormente risentiranno di tale irreversibile situazione. Ho chiesto personalmente al management di CF Assicurazioni di predisporre il miglior programma possibile di welfare integrativo con finalità di protezione, completo conveniente, dedicato ai collaboratori di tutte le società del Gruppo...

Leggi tutto
Kiron, un mutuo al 100% del valore dell’immobile. Intervista al consulente senior Massimo Amato
Mag23

Kiron, un mutuo al 100% del valore dell’immobile. Intervista al consulente senior Massimo Amato

  All’inizio era solo consulenza per l’erogazione dei mutui. Adesso l’attività di  Kiron partners  SPA del Gruppo Tecnocasa si è progressivamente allargata ampliando l’offerta nel settore finanziario e creando una società ad hoc, la CF Assicurazioni, nel settore assicurativo. In provincia di Palermo la Kiron può oggi contare su 4 agenzie tra Palermo e provincia più una a Marsala  che segue tutta la provincia di Trapani. Le agenzie Kiron, forti della convenzione con 20 banche nazionali e 2 banche siciliane, riescono ad erogare ai propri clienti un mutuo che può arrivare al 100% del valore dell’immobile. Un ulteriore incentivo per quanti pensano di comprare casa in questo momento. Al Dott.Massimo Amato consulente  Senior Manager Kiron per la rete palermitana chiediamo come sta andando il mercato dei mutui in questo momento a Palermo e provincia. “Sta andando bene perché continuiamo ad erogare. Per le giovani coppie è certamente un forte incentivo all’acquisto poter prendere un mutuo trentennale al 100% del valore dell’immobile”. Oggi forse più dei mesi scorsi torna la fatidica domanda: fisso o variale? Le che dice? “Attualmente stiamo lavorando molto col tasso fisso. E’ chiaro che i tassi più bassi di così difficilmente potranno arrivare nel futuro.  La convenienza con il tasso fisso rispetto al variabile si nota soprattutto con un mutuo attorno ai 100 mila euro. Più basso è il mutuo più la forbice tra fisso e variabile è stretta”. Quali sono i vostri tempi per l’erogazione? “Noi possiamo garantire la delibera entro 20 giorni e l’erogazione entro un mese e mezzo”. Qual è il taglio medio? “Attorno a 105 mila euro, in aumento rispetto agli anni scorsi”. Chi chiede maggiormente un mutuo? “Le coppie che si sposano e poi i quarantenni che negli anni scorsi non potevano permettersi l’acquisto per i prezzi troppo alti”. Quanto è la rata a tasso fisso di 100 mila euro in 30 anni? “Si può arrivare anche a 380 euro al mese” Previsioni per il futuro dei mutui? “Per come sta andando il mercato pensiamo che resti calmo ancora per un  paio di anni”. Quali sono i tassi applicati per il fisso? “Con un finanziamento al 100% del valore dell’immobile si va attorno al 2,50% con un finanziamento attorno all’80% si arriva al 2,10%”. Cosa sente di poter consigliare a chi si appresta a comprar casa e a contrarre un mutuo? “ il nostro consiglio è sempre quello di fare una consulenza preventiva, in modo che si possa avere idea del proprio potere di acquisto, storicamente siamo sempre stati in grado di offrire ai nostri clienti un voucher mutuo, quindi una predelibera reddituale che consenta al cliente di potere approcciarsi all’acquisto...

Leggi tutto
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com