Regione: Corte dei conti, via libera a rendiconto Bilancio 2016
Lug19

Regione: Corte dei conti, via libera a rendiconto Bilancio 2016

Via libera della Corte dei Conti al rendiconto generale della Regione siciliana per l’esercizio finanziario 2016. Il giudizio di parificazione e’ stato emesso dalle Sezioni riunite di controllo, che hanno rigettato le richieste del procuratore generale d’appello, Pino Zingale. I giudici contabili hanno dichiarato “regolare il conto del bilancio” della Regione siciliana, “con esclusione della posta contabile riferita al ‘fondo perdite societa’ partecipate’ in relazione all’insufficiente accantonamento predisposto con riguardo ai dati relativi alla partecipata Ast – Azienda siciliana trasporti”....

Leggi tutto
Procura corte dei Conti chiede di nuovo irregolarità bilancio regionale
Lug19

Procura corte dei Conti chiede di nuovo irregolarità bilancio regionale

Il procuratore generale d’Appello della Corte dei Conti per la Sicilia Pino Zingale, in occasione del nuovo giudizio di parificazione sul Rendiconto generale della Regione Siciliana, ha chiesto per la seconda volta alle Sezioni riunite presiedute da Maurizio Graffeo di dichiarare l’irregolarita’ del rendiconto generale della Regione Siciliana. E’ stato anche chiesto che si verifichi e si accerti “l’effettivita’ delle coperture” dei residui attivi reimputati. Zingale ha sollevato anche la questione di legittimita’ costituzionale su alcune questioni tecniche contabili in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni. Tra le accuse mosse da Zingale c’e’ la gestione delle partecipate: “La Regione accogliendo il rilievo formulato da questa Procura Generale ha riconosciuto l’irregolarita’ del rendiconto generale sul punto e ha proceduto alla istituzione e valorizzazione del relativo fondo il quale, da un punto di vista puramente formale, puo’ considerarsi, allo stato degli atti, congruo. La composizione del fondo e’ basata sui risultati dei bilanci delle singole partecipate per le quali, pero’, non si hanno effettivi elementi valutativi sull’affidabilita’ e la regolarita’ dei relativi bilanci e in particolare sulla effettiva esigibilita’ dei crediti ivi rappresentati”. “A tal riguardo – ha sottolineato Zingale – non puo’ tuttavia non rilevarsi come l’apprezzamento della congruita’ di un simile fondo non possa trovarsi disgiunta dall’adempimento, pretermesso (omesso, ndr) dalla Regione, della redazione del bilancio consolidato che tenga conto anche delle proprie partecipate”. L’omissione di tale adempimento “incide in modo radicale sulla affidabilita’ e regolarita’ dell’intero rendiconto”, sottolinea il magistrato contabile. Rilievi sono stati sollevati anche sul fondo passivita’ rischi degli strumenti finanziari derivati, sul fondo contenzioso (“la Regione ha accolto il rilievo formulato sul punto e ha proceduto al relativo accantonamento per il quale tuttavia non sussistono concreti elementi di valutazione in ordine alla sua regolarita’ e congruita’”), sull’omesso accantonamento dei residui perenti al 31 dicembre 2016, sul fondo crediti di dubbia esigibilita’, sull’effettivita’ delle coperture e sui possibili effetti sul bilancio di previsione 2017....

Leggi tutto
Riscossione Sicilia, Fiumefreddo “Bilancio in attivo per 38 mln”
Lug19

Riscossione Sicilia, Fiumefreddo “Bilancio in attivo per 38 mln”

“Per incrementare la riscossione abbiamo implementato l’infrastruttura tecnologica, abbiamo molto investito su questo, anche cercando di stabilire un rapporto con Equitalia, abbiamo poi avviato una ristrutturazione interna delle risorse umane, abbiamo ristrutturato gli ambiti regionali e la politica degli immobili ma soprattutto abbiamo imposto una serie di procedure relative ad acquisto di beni e servizi, con grandi risparmi”. E’ quanto ha detto Antonio Fiumefreddo, amministratore unico di Riscossione Sicilia spa, nel corso dell’audizione in commissione parlamentare per l’attuazione del federalismo fiscale. “Abbiamo attivato una politica di risparmi molto severa e riorganizzato le attivita’”, ha aggiunto Fiumefreddo, “tutto questo ha portato degli incrementi molto importanti: dopo due anni di attivita’ abbiamo portato la riscossione a un miliardo e 100, un risultato importante ma ancora lontano dalla performance che dobbiamo avere. Il raddoppio della riscossione per la prima volta ha riportato in attivo la societa’, chiudiamo il bilancio con 38 milioni di attivo”....

Leggi tutto
Pubblicati dati Agea su avanzamento spesa Psr. Cracolici:”Sicilia tra le regioni virtuose”
Lug19

Pubblicati dati Agea su avanzamento spesa Psr. Cracolici:”Sicilia tra le regioni virtuose”

“Secondo i dati Agea sull’avanzamento della spesa del Psr, certificati al 30 giugno 2017, con il  13,67 %  la Sicilia si conferma tra le regioni più virtuose d’Italia, con un spesa certificata al di sopra della media nazionale che invece si attesta al 10%.” Lo dice in una nota l’assessore regionale all’Agricoltura Antonello Cracolici “ In questo momento la Sicilia è al sesto posto a livello nazionale, dopo Veneto (22,48%), Umbria (16,68 %), Trento (14,88 %), Sardegna (15,83 %), Calabria (14,33 %), e seconda tra le regioni del sud. Questi dati dimostrano l’efficacia del lavoro che abbiamo svolto in questi mesi assieme al dirigente generale Gaetano Cimò e a tutto il personale dell’Assessorato Agricoltura impegnato nella nuova programmazione. In poco più di un anno sono stati messi a bando più di 1 miliardo di euro di fondi del Psr. Abbiamo impresso una forte accelerazione che ha messo la Sicilia al sicuro dal rischio di disimpegno automatico- continua Cracolici. Uno dei nostri obiettivi principali era proprio quello di sfruttare al meglio le risorse europee del Psr per favorire investimenti e nuova occupazione, inserendo criteri nuovi per sostenere  le aziende che scommettono sul biologico e sui regimi di qualità certificata, sull’ innovazione,  l’aggregazione dei produttori e l’...

Leggi tutto
Sicilia: CNA, sabato assemblea regionale per rinnovo gruppi dirigenti
Lug19

Sicilia: CNA, sabato assemblea regionale per rinnovo gruppi dirigenti

Venerdì 21 luglio dalle ore 10,30 dei locali del San Paolo Palace Hotel di via Messina Marine a Palermo, si terrà l’Assemblea quadriennale elettiva della Cna Sicilia: la Confederazione nazionale dell’artigianato e della piccola e media impresa, dunque, è chiamata al rinnovo dei gruppi dirigenti regionali. I lavori saranno aperti dal presidente regionale uscente, Giuseppe Cascone. Interverrà il segretario nazionale della Cna Sergio Silvestrini. Nel corso dell’assemblea saranno “raccontate” alcune storie esemplari di artigiani siciliani che hanno creato realtà imprenditoriali di primo piano. Ai lavori sono stati invitati i rappresentanti delle istituzioni, delle forze sociali ed...

Leggi tutto
Siracusa. Fondi Ue: Venerdì l’incontro territoriale “Aiuti per investimenti alle imprese”
Lug19

Siracusa. Fondi Ue: Venerdì l’incontro territoriale “Aiuti per investimenti alle imprese”

Proseguono gli incontri territoriali “Innovazione e Imprese” del Po Fesr Sicilia 2014-2020. Venerdì 21 luglio, sarà la volta di Siracusa. Al centro dell’incontro, che si terrà alle 9.30 a Palazzo Vermexio, l’ Azione 3.1.1 del Programma operativo che prevede “Aiuti per investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili, e accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale”. Sono previsti gli interventi del dirigente generale del Dipartimento Attività Produttive, Alessandro Ferrara, e dei responsabili degli Uffici competenti per le operazioni (Uco) Elena Balsamo (Azione 3.1.1 _02_a), Dario Tornabene (Azione 3.1.1_02_b) e Maria Brisciana (Azione 3.1.1_03), che illustreranno gli incentivi alle imprese. I lavori saranno aperti dal sindaco di Siracusa Giancarlo Garozzo. In chiusura il keynote-speech dell’Assessore regionale alle Attività Produttive, Maria Lo Bello e l’intervento conclusivo del Presidente della Regione Rosario Crocetta. Modera i lavori il giornalista Carmelo Miduri. L’ incontro sarà anche trasmesso in diretta streaming sul nuovo portale EuroInfoSicilia (http://www.euroinfosicilia.it) L’Azione 3.1.1 del Po Fesr Sicilia intende promuovere forme di collaborazione duratura e strutturata tra gruppi di imprese organizzate su base territoriale, settoriale e di filiera. Gli aiuti concessi, in coerenza con la Strategia Regionale dell’Innovazione per la Specializzazione Intelligente (S3 Sicilia), dovranno essere finalizzati all’upgrade tecnologico nei settori produttivi tradizionali e riguarderanno la realizzazione di un “investimento iniziale” relativo alla creazione di un nuovo stabilimento, l’ampliamento della capacità di uno stabilimento esistente, la diversificazione della produzione per ottenere prodotti mai fabbricati precedentemente o un cambiamento “fondamentale” del processo produttivo.   Gli incontri territoriali proseguiranno il 24 luglio a Messina (Ambiente, rischio idrogeologico; Ot5 e Ot6), il 26 a Palermo (Agenda digitale; Ot2), il 28 a Trapani (Ricerca e Innovazione, Competitività delle PMI; Azioni 1.1.2, 1.1.3, 1.1.5, 3.1.1, 3.5.1), il 31 a Palermo (Ambiente, rischio idrogeologico; Ot5 e Ot6). Il 4 agosto è poi prevista a Caltanissetta un’iniziativa sull’internazionalizzazione delle imprese (Azioni 3.4.1 e 3.4.2), mentre a settembre gli incontri si terranno il 4 a Piazza Armerina (Enna), dove saranno illustrati gli interventi relativi a turismo e cultura (Ot6), e il 7 a Catania, dove saranno presentati il Piano regionale dei trasporti e gli interventi su Trasporti e infrastrutture (Ot4 e Ot7).  ...

Leggi tutto
A giugno prestiti +1,5% annuo
Lug18

A giugno prestiti +1,5% annuo

A fine giugno 2017 l’ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche in Italia, 1.805,5 miliardi di euro è nettamente superiore, di oltre 97 miliardi, all’ammontare complessivo della raccolta da clientela, 1.708,3 miliardi di euro. Lo rende noto l’Abi nel rapporto mensile. Dai dati di giugno 2017 emerge che i prestiti a famiglie e imprese sono in crescita su base annua dell’1,5%, rafforzando ulteriormente la dinamica complessiva del totale dei prestiti in essere. L’evidenza emerge dalle stime basate sui dati pubblicati dalla Banca d’Italia, relativi ai finanziamenti a famiglie e imprese (calcolati includendo i prestiti non rilevati nei bilanci bancari in quanto cartolarizzati e al netto delle variazioni delle consistenze non connesse con transazioni, ad esempio, variazioni dovute a fluttuazioni del cambio, ad aggiustamenti di valore o a riclassificazioni). Sulla base degli ultimi dati ufficiali, relativi a maggio 2017, si conferma la ripresa del mercato dei mutui. L’ammontare totale dei mutui in essere delle famiglie registra una variazione positiva di +2,5% rispetto a maggio 2016 (quando già si manifestavano segnali di miglioramento). Le sofferenze nette (cioè al netto delle svalutazioni e accantonamenti già effettuati dalle banche con proprie risorse) a maggio 2017 sono scese a 76,5 miliardi di euro, un valore in riduzione sia rispetto ai 77,4 miliardi del mese precedente (e toccando il valore più basso da maggio 2014), sia rispetto al dato di dicembre 2016 (86,8 miliardi). In particolare, rispetto al picco di 89 miliardi toccato a novembre 2015 si registra una riduzione delle sofferenze nette di quasi il 14%. Il rapporto sofferenze nette su impieghi totali si è ridotto a 4,38% a maggio 2017 (era 4,89% a fine 2016)....

Leggi tutto
Corecom Sicilia: insediato nuovo comitato, Astone nominata presidente
Lug18

Corecom Sicilia: insediato nuovo comitato, Astone nominata presidente

  Si e’ insediato, nell’ambito della prima convocazione, il nuovo Comitato per le Comunicazioni della Sicilia (Corecom). Alla presidenza del Comitato e’ stata designata Maria Annunziata Astone, professore ordinario di Diritto privato, avvocato, titolare della Cattedra di Diritto privato e Diritto dei consumi nel Dipartimento di Giurisprudenza dell’Universita’ degli studi di Messina. Gli altri componenti sono Alfredo Rizzo, consulente finanziario di Palermo; Quartararo Pellegrino, commercialista di Ribera; l’avvocato Giuseppe Di Stefano e l’avvocato praticante Antonio Vecce, entrambi di Palermo. Nominati dal presidente dell’Assemblea regionale siciliana, sentiti i gruppi parlamentari, i componenti assumono la carica per decreto del presidente della Regione siciliana. Il presidente dell’Ars designa altresi’ il presidente del Comitato tra i componenti nominati. Il Corecom e’ l’organo di governo, garanzia e controllo sul sistema delle comunicazioni in ambito regionale, ed e’ organo funzionale dell’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom)....

Leggi tutto
Intesa Sp: Export distetti Sud +6,1% nel I trimestre. In Sicilia +1,4%
Lug18

Intesa Sp: Export distetti Sud +6,1% nel I trimestre. In Sicilia +1,4%

Nel primo trimestre del 2017 l’export dei distretti del Mezzogiorno e’ tornato in territorio positivo registrando un progresso del 6,1% (pari a 103 milioni di euro aggiuntivi rispetto all’anno precedente), in linea con l’andamento altrettanto positivo dei distretti italiani. Il quadro congiunturale e’ tuttavia molto differenziato, con alcune regioni in forte crescita (Puglia in primis) e altre in difficolta’ (Campania e Sardegna). E’ quanto emerge dal Monitor dei Distretti del Mezzogiorno a cura della Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo. Un forte traino per la dinamica dell’area proviene dalle buone performance registrate sui mercati esteri dalle imprese distrettuali della Puglia che, grazie a un incremento dell’export del 15,1% (pari a 104 milioni di euro aggiuntivi rispetto al primo trimestre 2016), nel primo trimestre hanno ottenuto un valore delle vendite di quasi 800 milioni di euro. Le imprese pugliesi sono tornate in territorio positivo dopo un 2016 non brillante. In forte ripresa la Meccatronica del barese (+36,4% pari a 98 milioni di euro aggiuntivi rispetto al primo trimestre del 2016) e recuperano terreno anche l’Ortofrutta e conserve del foggiano e l’Olio e pasta del barese. In netta accelerazione le Calzature di Casarano e positivo anche l’export degli altri distretti del Sistema moda pugliese, il cui andamento risulta allineato all’andamento positivo dei distretti italiani del comparto. Rallenta il Mobile imbottito della Murgia pur rimanendo in territorio positivo, e registra ancora un regresso l’Ortofrutta del barese, distretto che segue una dinamica negativa dal 2015. Seguono un profilo positivo le esportazioni dell’Abruzzo (+3,3%), dove si assiste a un forte recupero dell’Abbigliamento sud-abruzzese dopo oltre un quinquennio di criticita’. Il brillante andamento dell’export dell’Abbigliamento sud-abruzzese, seguito dai Vini del Montepulciano d’Abruzzo e dal Mobilio abruzzese, e’ riuscito a compensare i cali di export subiti dall’Abbigliamento nord-abruzzese e dalla Pasta di Fara. Positiva anche la performance dei distretti della Sicilia (+1,4%), che ha potuto beneficiare del forte impulso dell’export dei Vini e liquori della Sicilia occidentale e dell’andamento positivo dell’Ortofrutta di Catania. Lievemente negativa invece la performance dell’export in Campania (-0,5%). I positivi contributi, in particolare, dell’Agricoltura della Piana del Sele e delle Calzature napoletane, oltre a quelli dell’Abbigliamento del napoletano e dell’Alimentare del napoletano, non sono riusciti a controbilanciare i cali di export subiti soprattutto dall’Alimentare di Avellino, dalla Concia di Solofra e dalle Conserve di Nocera. Il distretto delle Conserve arretra dopo un 2016 di forte crescita. Ancora forte regresso per i distretti della Sardegna (-14,2%), penalizzata dalla consistente flessione sui mercati esteri del Sughero di Calangianus e del Lattiero-caseario del sassarese. A livello di singoli distretti si evidenzia che nel primo trimestre dell’anno la Meccatronica pugliese e l’Agricoltura della Piana del...

Leggi tutto
Palermo. Concorso di progettazione per i tram, apprezzamento dall’Ordine degli ingegnieri
Lug18

Palermo. Concorso di progettazione per i tram, apprezzamento dall’Ordine degli ingegnieri

    Presentati stamattina dal comune di Palermo, in conferenza stampa a Palazzo delle Aquile, i concorsi internazionali di progettazione che saranno banditi a breve per l’ampliamento della rete tranviaria e per altre opere tra cui una greenway da Palermo a Monreale.   È intervenuto anche il presidente dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Palermo, Giovanni Margiotta, che ha definito “innovativo il metodo del concorso di progettazione, che pone Palermo all’avanguardia nella realizzazione di opere pubbliche dedicando attenzione anche al territorio in cui le opere dovranno sorgere”. “L’Ordine degli Ingegneri – ha ricordato Margiotta – ha avanzato critiche argomentate sul tram in via Libertà con spirito costruttivo, non di contrapposizione. Si è così aperto un dibattito pubblico che ha portato a nuove aperture da parte dell’Amministrazione, un fatto che abbiamo apprezzato moltissimo. Oggi possiamo dire con certezza che l’idea iniziale delle linee tranviarie come descritta negli strumenti di pianificazione non è un tabù, e che c’è spazio anche per soluzioni diverse. Adesso la parola passa ai professionisti che attraverso il concorso faranno le proposte progettuali. Noi restiamo disponibili a dare il nostro contributo sempre nell’ottica positiva del fare”.   Presenti alla conferenza stampa il sindaco Leoluca Orlando, l’assessore alla Rigenerazione urbanistica e urbana Emilio Arcuri, il capo dell’area Riqualificazione urbana e infrastrutture Mario Li Castri, il rettore dell’Università Fabrizio Micari, il presidente degli Architetti Franco Miceli e il presidente dei Commercialisti Fabrizio...

Leggi tutto
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com