Calano i tempi di ricollocamento di quadri/dirigenti over 50 nel mercato del lavoro: 6 mesi   

 

Il tempo necessario al ricollocamento nel mondo del lavoro di quadri/dirigenti si è attestata, nei primi 9 mesi del 2019, intorno ai 5,7 mesi, stabile rispetto allo stesso periodo del 2018. Calano invece i tempi di ricollocamento per gli over 50 (6 mesi rispetto ai 7 del periodo gennaio-settembre 2018). E’ il risultato di un’analisi di Spinlight, società che opera da circa 10 anni nell’outplacement, sui dati dei primi 3 trimestri.

Dall’analisi di Spinlight inoltre risulta  che nei primi mesi del 2019 il 22% dei manager over 50 che hanno cambiato lavoro sono con un contratto a tempo determinato e hanno percepito  una retribuzione, per il 60% dei casi, uguale o più alta rispetto al lavoro precedente. I manager over 50 che invece hanno cambiato lavoro con un contratto a tempo indeterminato sono stati il 63%, con una retribuzione, per il 62% dei casi, uguale o più alta rispetto al lavoro precedente. Inoltre, il 5% si sono ricollocati a partita Iva e il 10% con iniziative imprenditoriali. I manager over 50 hanno cambiato lavoro soprattutto in questi settori: industria 36%, bancario/assicurativo 8%, altri servizi avanzati alle aziende, soprattutto nell’It, 34%. Le posizioni più facilitate alla ricollocazione sono state quelle commerciali e le funzioni in ambito digital.

L’analisi evidenzia infine che sono aumentate le ricerche di quadri e dirigenti dai 50 anni in su con competenze ed esperienze già consolidate (il 22% in più rispetto ai primi nove mesi del 2018). 

I motivi di questo aumento di richieste di  quadri/dirigenti over 50 sono: la capacità di entrare in corsa sui business, la maggiore affidabilità organizzativa e la flessibilità sui contratti e sulle proprie richieste retributive”, spiega Giulio Bertazzoli, A.D. di Spinlight. 

I risultati sopra delineati derivano da percorsi di outplacement taylor made, orientati alla generazione di opportunità in linea con la propria carriera, utilizzando il supporto di metodologie innovative e strumenti digitali oltre al grande impegno delle persone”, conclude Bertazzoli. 

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com