Focus Tecnocasa Trapani. Intervista a Giuseppe Cusimano affiliato Tecnocasa: “Una provincia dal grande appeal e dai piccoli prezzi”

dav

Attivo nel Gruppo Tecnocasa dal 2011 nel ruolo di agente immobiliare. Inizia l’attività professionale a Palermo. Nel 2014 si trasferisce a Trapani dove, ad oggi, gestisce agenzie affiliate a lui direttamente collegate. E’ lui il punto di riferimento di Tecnocasa per il progetto di espansione della rete nella città di Trapani e nella Provincia. A Giuseppe Cusimano www.economiasicilia.com ha chiesto quali sono le linee di questa espansione della rete.

“L’analisi del mercato immobiliare di Trapani e provincia all’interno di Tecnocasa è partita alcuni anni fa. Già nel 2014 abbiamo rilevato le potenzialità di questo mercato unitamente alla scarsa presenza di agenzie immobiliari in genere, più specificatamente di agenzia professionali e della rete Tecnocasa in particolare. Nel 2014 abbiamo varato il progetto di apertura del secondo punto vendita sulla città di Trapani, progetto che è stato concretizzato con l’apertura dell’agenzia affiliata al Gruppo Tecnocasa con sede in Via Archi nel Maggio del 2015 e un terzo punto vendita nel 2017. Nel frattempo sono arrivati anche gli altri due punti della provincia di cui uno esisteva già nella città di Castellammare del Golfo. In 5 anni siamo riusciti a presenziare il territorio ma ora è arrivato il momento di espanderci in sintonia con i piani di espansione che Tecnocasa ha per la Sicilia. Abbiamo sempre creduto in questo territorio e i dati ci danno ragione”.

Quali sono i punti del mercato immobiliare di maggiore sviluppo?

“Sicuramente Trapani città ha il maggiore appeal. La vicinanza con le isole Egadi e i facili collegamenti ne fanno certamente un fattore di attrazione. Ma devo dire che anche le città di Alcamo, Marsala, Mazara del Vallo e Castellammare, sono delle cittadine dove il mercato immobiliare si muove parecchio. Penso ad esempio al mercato immobiliare turistico di Scopello che è di grande interesse sia per numero di compravendite che per il trend dei prezzi”.

Cosa rende il mercato immobiliare turistico così interessante?

“Sicuramente le bellezze naturalistiche del nostro territorio e ciò è confortato dal fatto che mentre i prezzi medi di questo mercato a livello nazionale sono scesi e di parecchio e continuano a scendere, in queste zone il turistico-mare cresce ed ha superato i livelli del 2014”.

Il settore dell’immobiliare turistico interessa solo le fasce costiere oppure, ad esempio, anche il centro storico di Trapani?

“Il centro storico di Trapani è certamente interessante per questa tipologia. C’è da tenere presente che l’immobile da ristrutturare si compra a 500 euro a mq e il prezzo può arrivare a 1000 nel caso dell’immobile già ristrutturato con punte anche un po’ più elevate per l’affaccio a mare. Ma anche per le vie Garibaldi, via Torrearsa e parte di Corso Vittorio”.

E gli investitori esteri?

“Questo è un dato certamente molto interessante per la zona di Scopello a Castellammare. Lì la quota dei compratori esteri può arrivare sino al 40% del totale. Ad acquistare sono: olandesi, tedeschi, inglesi ma anche cittadini della Repubblica Ceca e dei paesi slavi”.

Un dato che, su Trapani, risalta è il numero elevato di offerte di vendesi in centro. Come si spiega?

“Molti vendono per valutare un altro  acquisto in periferia e nelle borgate con caratteristiche diverse: esempio abitazione indipendente”.

Andrea Naselli

Autore: Andrea Naselli

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com