Focus Tecnocasa Trapani. Mercato immobiliare verso la stabilità a Trapani. Forte recupero del settore turistico

E’ a Trapani che negli ultimi due anni in Sicilia il mercato immobiliare ha perso meno che nelle altre province, lasciando intravedere nel primo semestre del 2019 una sostanziale stabilizzazione. A fronte di un arretramento dei prezzi che è stato di ben il 4,8% a Catania, del 3,1% a Messina e del 2% a Palermo, i prezzi medi delle case di Trapani e provincia sono arretrati, infatti, di solo lo 0,9%. E nel prime semestre di quest’anno dello 0,3%. E’ questo il dato più significativo del focus Tecnocasa sul mercato immobiliare svoltosi oggi mercoledì a Trapani che significativamente ha come titolo “Trapani. Il mercato verso la stabilità. In crescita periferie e borgate. Vivace il settore delle locazioni”. La variazione percentuale dei prezzi nelle principali città italiane evidenzia come il calo generalizzato negli ultimi mesi si è andato attenuando facendo addirittura spuntare il segno positivo in alcune città come: Bologna (+5,6%), Firenze (+1,8%), Milano (+5,7%), Verona (+1,2%). Negli ultimi due anni i prezzi hanno ricominciato a crescere in modo significativo a Bologna (+21,8%) e Milano (+17.4%). Segno della inversione di tendenza che il mercato immobiliare, dopo le tosature degli anni scorsi, sta registrando negli ultimi mesi.

                Per ritornare ai prezzi medi di Trapani fatto 100 il valore del 2009 oggi si acquista a 44,4 mentre nella media dei capoluoghi lo stesso valore è a 59,5. La tipologia dove, a Trapani, si registra un incremento dei prezzi è il signorile nuovo con +2,1% mentre nelle altre tipologia si è fermata la decrescita tranne nel signorile usato dove ancora oggi si registra un decremento dell’1,7%.  La tipologia più richiesta a Trapani, cosi come del resto in tutta la Sicilia, è il trilocale con il 51% delle preferenze. Tipologia che risulta anche essere la più offerta con il 32,1%. La disponibilità di spesa media si concentra nella fascia fino a 119 mila euro (75,3%) seguita dalla fascia 120-169 mila euro (19,6%).

                Contrariamente al resto d’Italia, ma un po’ anche alla Sicilia, i tempi di vendita a Trapani però si allungano passando dai 179 giorni del 2015 al 208 giorni del 2019. Il numero delle compravendite di Trapani città, segno di un certo risveglio del mercato, si attestano nel 2018 a 554 unità contro le 648 del 2011 ma in leggera e costante crescita rispetto agli anni scorsi. Da registrare però un rallentamento nel I semestre di quest’anno pari all’11,1%. Rallentamento meno marcato in provincia con -2,4% con 1148 compravendite. Nel 2018 il numero delle compravendite, pari a 2.344 è stato il risultato di una crescita constante negli ultimi anni arrivando da vicino alla vetta del 2011 che è stata di 2.623. Da registrare anche una crescita dei prezzi nelle periferie e nelle borgate e una certa vivacità nel settore delle locazioni.

                Un discorso a parte merita il mercato turistico e soprattutto il turistico mare della provincia di Trapani. Fatto 100 il valore del 2014, dopo le rocambolesche quotazioni degli anni scorsi, il valore di un immobile turistico-mare in provincia di Trapani è oggi pari a 101,7. Un dato molto interessante se si considera che lo stesso valore medio a livello nazionale è 87,1. In pratica i prezzi di questo segmento del mercato immobiliare a partire dal 2016, momento di maggiore calo, hanno ricominciato a crescere e ciò mentre a livello nazionali i prezzi sono ancora in fase calante stabile. E in provincia di Trapani si arriva a prezzi anche molto alti come ad esempio a Scopello dove si può comprare anche a 3.300 euro al metro quadro.

Andrea Naselli

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com