Messina. Il made in Sicily alla conquista della GDO

 L’agroalimentare siciliano, da solo, vale il 5,3% del Pil nazionale e le quasi 8 mila imprese attive nel settore del Food & Beverage nell’Isola hanno fatto registrare, secondo l’Industry Book di UniCredit, una crescita del 73% delle esportazioni su base decennale. A giocare un ruolo importante sono i grandi player della distribuzione organizzata che, sempre più spesso, chiedono un prodotto di qualità e legato al territorio d’origine; una offerta distinta e che assicuri una grande attenzione alla sostenibilità, alla qualità, alla trasparenza e alla sicurezza. Di questo si è discusso oggi, a Messina, in occasione del workshop “GDO Chiavi in mano!”, organizzato da ICE Agenzia nell’ambito del Piano Export Sud 2, in collaborazione con Sicindustria, partner di Enterprise Europe Network, e rivolto in modo particolare alle aziende del settore agroalimentare e vini. Realizzato con il supporto tecnico di Wabel, società francese specializzata nella ricerca fornitori e nella gestione dei rapporti con la Gdo, l’incontro è servito a fare il punto sui cambiamenti in atto e sulle opportunità presenti per i prodotti italiani nel Private Label, ovvero i marchi che contrassegnano i beni vendibili unicamente all’interno di un gruppo o di una catena di distribuzione, sul mercato europeo del food & beverage; sui trend attuali seguiti dai buyer; e sull’assetto dei più importanti gruppi di acquisto e il miglior modo per approcciarli. “La formazione – commenta Ivo Blandina, presidente di Sicindustria Messina – è un driver fondamentale per la competitività ed è per questo che deve essere focalizzata sulla conoscenza delle dinamiche commerciali, delle tecniche di penetrazione dei mercati, delle strategie di marketing e comunicazione, delle certificazioni di prodotto e di processo, così come stiamo facendo con Ice”.
“Dopo il grande successo del format Obiettivo Gdo proposto in diverse tappe su tutto il territorio nazionale – afferma Eliana Zappalà dell’Ufficio Servizi Formativi di Ice Agenzia – abbiamo ritenuto strategico lanciare un nuovo ciclo di seminari di approfondimento della tematica. ‘GDO chiavi in mano!’ fornisce preziosi strumenti di analisi di diversi canali di accesso ai mercati esteri e di miglioramento del posizionamento competitivo. In un settore, quello del Food & Beverage, che cerca sempre più prodotti di nicchia che siano anche espressione del territorio, le aziende siciliane possono contribuire notevolmente ad accrescere la propria presenza nel mondo”.
Relatore della giornata è stato Aurelien Van Berten co-fondatore e chief operating officer di Wabel

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com