Lavoro: Tridico “Nativi precari al 24,7% nel Mezzogiorno”

“Negli ultimi anni e’ emersa una nuova categoria di persone vulnerabili nel Paese, che possiamo chiamare i ‘nativi precari’: giovani che non solo non studiano e non lavorano, i cosiddetti Neet, ma che vivono anche in famiglie dove nessun genitore e’ occupato e sono il 18,4% delle famiglie. Questa percentuale sale al 24.7% nel Mezzogiorno”. Lo ha detto il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, illustrando la relazione annuale dell’Istituto. “Nel 2018 a fronte di una crescita della domanda di lavoro prossima o superiore al 2% in quasi tutte le regioni del Centro Nord, particolarmente rilevante nel quadrilatero costituito da Nord-Est, dove si colloca tra il 2,5% e il 3% (questo dato esclude il Friuli Venezia Giulia), al Mezzogiorno si arriva al massimo all’1,1% (Campania), e per la Calabria e le Isole il dato e’ negativo, indicando un arretramento del volume della domanda di lavoro”, ha aggiunto Tridico. (ITALPRESS)

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com