Pesca: Miceli (Pd) “Centinaio scappa da disastro Favignana. Convochi incontro”

“Il ministro Centinaio continua a scappare dal disastro Favignana, nel silenzio di Di Maio e del Movimento 5 stelle. Dopo una settimana continua l’assordante silenzio dei ministri sulla tonnara, di cui il Governo M5s-Lega ha decretato la sostanziale condanna a morte. Perche’ non viene convocata subito una riunione? La pratica viene lasciata al sottosegretario Manzato che si dimostra totalmente inadeguato e dice delle cose inesatte”. Lo dice in una nota il deputato del Partito democratico Carmelo Miceli. “Non si puo’ applicare – prosegue Miceli – un criterio di storicita’ a chi incolpevolmente non lo ha. Non si puo’ mandare in pesca al 20 di aprile, a stagione ormai compromessa, con un indiviso di 84 e poi ridurre la quota a vantaggio di altri, considerando storicamente acquisita la quota di indiviso di cui hanno beneficiato nel 2019 aziende sarde. Un criterio simile e’ un regalo ai soliti noti e non rispetta il basilare principio europeo che obbliga a garantire la sostenibilita’ economica delle aziende autorizzate alla pesca”.

“Ma cio’ che e’ ancora piu’ incomprensibile e dannoso – ha concluso Miceli – e’ che il Governo continui ad affrontare questa vicenda soltanto a mezzo stampa: se il Governo intende davvero trovare una soluzione, smetta di fare dichiarazioni ai giornali e convochi una riunione con l’azienda, l’Assessore all’Agricoltura regionale siciliano e’ il Sindaco di Favignana, perche’ la sopravvivenza della Tonnara e’ una necessita’ territoriale, non solo aziendale. Il resto sono sono solo chiacchiere vuote e inutili”. (ITALPRESS)

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com