Dl crescita, ritirato emendamento Carige, si tratta con Ue

Stop all’emendamento Carige. La proposta di modifica della Lega al dl crescita depositata nelle commissioni Bilancio e Finanze della Camera e’ stata ritirata. La norma, ha spiegato il relatore Giulio Centemero, “e’ in fase di lavorazione. C’è un dialogo con la Commissione europea sugli aiuti di Stato”. Il relatore ha comunque rassicurato sull’interesse della maggioranza sulla questione. Anche il viceministro all’Economia, Laura Castelli ha confermato che c’è interessamento da parte del governo.

La proposta di modifica (prima firma Gusmeroli) incentivava le aggregazioni fra banche di piccole e medie dimensioni intervenendo sulle Dta (attività per imposte anticipate). L’emendamento puntava infatti a permettere la trasformazione delle Dta in credito d’imposta in caso di aggregazioni bancarie, effettuate fino al 2020, da cui sarebbe nato un soggetto con non oltre 30 miliardi di attivo di bilancio.

Con la proposta di puntava al rafforzamento del patrimonio di istituti di credito in crisi che guardano alle aggregazioni come Carige, ma anche la Popolare di Bari.

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2FB Auto Publish Powered By : XYZScripts.com