Governo: Barbagallo “I pensionati non siano usati come bancomat”

“I pensionati sono il vero ammortizzatore sociale del Paese e non possono essere il bancomat dei governi”. Lo ha detto Carmelo Barbagallo, segretario generale della Uil, durante un incontro, all’Hotel San Paolo Palace di Palermo, sulla contrattazione sociale e territoriale. L’iniziativa, in corso nel capoluogo siciliano, e’ organizzata dal gruppo dirigente unitario di Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil Sicilia ed e’ preparatoria alla manifestazione indetta dai sindacati l’1 giugno a Roma. “Dalla Fornero in poi, ogni volta che i governi devono fare cassa, prelevano dai pensionati – aggiunge Barbagallo -. Il presidente del Consiglio si e’ permesso di dire che sono come gli Avari di Molie’re ma non e’ cosi’. I pochi centesimi che tolgono ai pensionati assorbono 3 miliardi e 600 milioni in tre anni, quindi altro che avari, assistiamo a un prelievo forzoso. I nostri pensionati diventeranno sempre di piu’ e bisogna fare in modo che abbiano un’influenza precisa rispetto all’economia del Paese. L’Italia non puo’ ripartire – spiega ancora il segretario – se non c’e’ la ripresa del potere di acquisto dei lavoratori e dei pensionati che deve avvenire attraverso il fisco e l’adeguamento delle pensioni. I nostri governanti dicono che sono contro l’austerita’. Lo facciano vedere. Noi il primo giugno saremo a Roma a spiegare al Governo cosa vogliono i pensionati”. (ITALPRESS).

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com