Gruppo Unicredit: 17 neoassunti in Sicilia dall’inizio dell’anno. Urzì )First Cisl)”Segnale positivo ma non basta”

Gli accordi sui vari piani industriali degli ultimi anni sottoscritti nel Gruppo Unicredit hanno ridotto sensibilmente la forza lavoro della banca in Sicilia, determinando una situazione di sofferenza della Rete Territoriale e degli uffici centrali e periferici. Situazione piu’ volte denunciata dai Sindacati che, forti delle previsioni degli accordi che prevedevano un turn over per sopperire alle uscite con nuove assunzioni, hanno sempre pressato affinchè venissero assegnate nuove risorse anche in Sicilia.

“Nel mese di aprile – affermano Gabriele Urzì Segretario Nazionale First Cisl Gruppo Unicredit e Calogero Li Puma Portavoce First Cisl Unicredit Sicilia – è previsto l’ingresso di cinque neoassunti presso UniCredit Direct a Palermo (la struttura che cura i canali evoluti della Banca) con il contratto di Apprendistato Professionalizzante, che prenderanno servizio questa settimana. Inoltre nel primo trimestre di quest’anno, sono già entrate in servizio 17  unità di personale di cui 8 con il contratto a tempo determinato (4 a Palermo, 1 a Siracusa, 3 a Catania), 3 a tempo indeterminato (2 a Palermo e 1 a Trapani) e 1 con contratto di Apprendistato Professionalizzante (a Palermo). In totale – concludono i Sindacalisti – sono 17 assunzioni dall’inizio del 2019 che se da un lato non bastano certamente a sopperire alle ormai croniche carenze di personale nell’Isola, sono comunque un segno di attenzione da parte dei vertici di Unicredit, locali e nazionali, che hanno raccolto le numerose segnalazioni pervenute da parte del Sindacato riguardanti le situazioni di disagio che si sono venute, nel tempo, a creare”.

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2FB Auto Publish Powered By : XYZScripts.com