Ex Province, Orlando lancia allarme contro prelievo forzoso da parte dello Stato

“L’unico modo per superare le gravi difficoltà dei nove enti intermedi della Sicilia è quello di intervenire per neutralizzare gli effetti del prelievo forzoso imposto dallo Stato”. Questa la dichiarazione del presidente di AnciSicilia, Leoluca Orlando che interviene nuovamente sulla insostenibile situazione finanziaria e istituzionale che stanno vivendo le ex province siciliane.

“Gli effetti del prelievo forzoso – continua Orlando – hanno determinato, in questi anni, come abbiamo più volte evidenziato e come ha confermato anche la relazione della Corte dei Conti al vaglio della commissione Bilancio della Camera,  una vera e propria discriminazione ai danni delle ex province, le quali  sono ormai al collasso anche a causa  dello stato  di calamità istituzionale in cui versava la nostra Isola negli anni passati e se non si vuole decretarne la fine  bisogna intervenire in maniera concreta e tempestiva neutralizzando un prelievo forzoso che si è dimostrato essere assolutamente insostenibile”.

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com