Racket, un gioielliere si ribella nel catanese, 3 arresti

Un gioielliere, vittima del racket, si e’ rivolto ai carabinieri facendo arrestare gli estorsori. E’ accaduto a Grammichele, in provicia di Catania. In carcere sono finiti Massimo Michele Grosso, di 47 anni, e Antonino Amoroso, di 43 anni, mentre e’ stato raggiunto dalla misura degli arresti domiciliari il fratello di quest’ultimo, Rosario Amoroso, di 29 anni. Il 22 febbraio scorso un incensurato si e’ presentato in una gioielleria di Grammichele, accompagnato da due noti pregiudicati del luogo pretendendo che il titolare gli restituisse degli oggetti in oro, trafugati dalla propria abitazione e che, secondo lui, erano stati rivenduti proprio in quella gioielleria. Il gioielliere ha negato la circostanza, ma i tre sono diventati sempre piu’ aggressivi e minacciosi, pretendendo che venisse loro corrisposta una somma di 8 mila euro per rifondere l’incensurato del danno subito. Uno dei pregiudicati ha anche minacciato che se questo non fosse avvenuto “sarebbe finita male”. Cosi’ la vittima, impaurita, ha consegnato piu’ di 30 grammi di oro e circa 500 in contanti. Non contenti i tre avrebbero preteso altri preziosi e si sono ripresentati il giorno successivo.

Da qui una spirale a

cui il gioielliere ha posto fine rivolgendosi ai carabinieri, che hanno arrestato in flagranza di reato Massimo Michele Grosso e Antonino Amoroso, mentre uscivano dal negozio. Mentre il terzo indagato e’ stato raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari. I provvedimenti sono stati emessi dal gip del Tribunale di Caltagirone. Il procuratore Giuseppe Verzera, che ha coordinato le indagini, nell’esprimere “soddisfazione per la brillante operazione dell’Arma”, invita le vittime del racket “a seguire il coraggioso esempio del commerciante di Grammichele, collaborando con le istituzioni. Pagare il pizzo significa accrescere i patrimoni e la forza delle organizzazioni criminali ai danni della societa’ civile”. (ITALPRESS).

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com