Casa, prezzi, mutui, canoni, tempi e cosa aspettarsi dal mercato

L’Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa sta terminando le analisi sui dati relativi all’andamento del mercato immobiliare nel secondo semestre del 2018. In attesa di vedere cosa è successo nel corso dell’intero anno da poco concluso, è utile fare il punto della situazione su ciò che è avvenuto nei primi sei mesi del 2018.

Compravendite: sono aumentate del + 5,0% a livello nazionale: un buon risultato.

Prezzi: sono cresciuti soprattutto in alcune grandi città. Ci sono realtà particolarmente brillanti come Milano e Bologna, ma anche Bari e Napoli si sono ben difese. La capitale, è apparsa leggermente in ritardo sul cammino della ripresa.

Canoni di locazione: sono aumentati su tutte le tipologie in seguito ad una contrazione dell’offerta abitativa e questo ha comportato un aumento dei rendimenti annui lordi al 5%.

Tempistiche di vendita: sono diminuite e si sono portate in media a 134 gg. Altro segnale di buona salute del mercato immobiliare.

Motivazione dell’acquisto: il 77% degli acquirenti è indirizzato sulla prima casa, il 17,9% sulla casa ad uso investimento e il 5,1 % sulla casa vacanza.

Andamento mutui: gli ultimi dati disponibili, quelli relativi al III trimestre 2018 pubblicato da Banca d’Italia a fine dicembre, evidenziano che, sul fronte finanziario, le famiglie italiane hanno ricevuto mutui per 11.806 milioni di euro. Rispetto allo stesso periodo del 2017 si registra una crescita delle erogazioni pari a +10%, per un controvalore di oltre 1 miliardo di euro.

Non ci resta che attendere di capire cosa sarà successo negli ultimi mesi: saranno continuati i trend evidenziati nella prima parte dell’anno o si registreranno discontinuità?

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com