Cisl, Furlan “Sud sparito dalla legge finanziaria”

“Il sud e’ scomparso dalla legge finanziaria”, riteniamo “sbagliata la linea del governo”. Lo sostiene Annamaria Furlan, segretario nazionale della Cisl a margine del consiglio regionale del sindacato siciliano. “E’ come se con il reddito di cittadinanza risolvessimo i problemi del sud che ha bisogno di investimenti e di reti sociali”. Quella dello sviluppo del Mezzogiorno, ha detto ancora, il leader cislino “e’ una questione che deve essere ripresa, ma il governo l’ha dimenticata”. In particolare la situazione della Sicilia “e’ una cartina di tornasole assolutamente chiara”, ha aggiunto Furlan, “mancano le infrastrutture e manca un progetto serio di crescita che si fa solo con investimenti in innovazione e ricerca. Tutto quello che ha tagliato la legge finanziaria”. 

“Cala il pil, cala la produzione industriale con un segno meno e unica cosa che sale e’ lo spread. Siamo seriamente preoccupati, abbiamo chiesto attraverso la voce di tante migliaia di persone che il governo si fermi, cambi la sua linea economica e ci convochi. Ma finora non abbiamo avuto alcun segnale”. Lo ha detto la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan a margine del consiglio regionale della Cisl Sicilia, commentando la manifestazione di sabato a Roma che ha portato in piazza i sindacati.

“Cala il pil, cala la produzione industriale con un segno meno e unica cosa che sale e’ lo spread. Siamo seriamente preoccupati, abbiamo chiesto attraverso la voce di tante migliaia di persone che il governo si fermi, cambi la sua linea economica e ci convochi. Ma finora non abbiamo avuto alcun segnale”. Lo ha detto la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan a margine del consiglio regionale della Cisl Sicilia, commentando la manifestazione di sabato a Roma che ha portato in piazza i sindacati. (ITALPRESS).

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com