Banca Intesa, Messina “Nel nostro Dna cultura e impegno sociale”

“Presentiamo le nostre iniziative in ambito sociale una settimana prima della pubblicazione dei risultati di esercizio che confermano la forza della nostra banca”. Così l’amministratore delegato di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina, ha introdotto a Milano l’incontro “L’impegno sociale e culturale di Intesa Sanpaolo per l’Italia”, sottolineando come, per il gruppo bancario torinese, creare valore non significhi solamente generare profitti ma anche investire in iniziative sociali e sostenibilità d’impresa.

“Un concetto che fa parte del DNA stesso di Intesa Sanpaolo – ha puntualizzato Messina – avendolo ereditato dai numerosi istituti che hanno dato vita al nostro gruppo”.

L’impegno di Intesa Sanpaolo nel sociale si concretizza, nell’ambito del piano d’impresa 2018-2021, sul fronte del contrasto alle disuguaglianze e alla povertà, del sostegno e dello sviluppo di iniziative culturali, dello sviluppo del Mezzogiorno e dell’impegno a favorire l’accesso allo studio e l’occupazione dei giovani. Ma anche dello sviluppo della circular economy e di azioni per la sostenibilità ambientale.

In particolare, attraverso la collaborazione con enti e associazioni, nel 2018 è stato possibile distribuire 3,3 milioni di pasti, 95 mila posti letto, 36 mila farmaci e altrettanti indumenti. Un impegno confermato per il 2019.

In ambito culturale spicca innanzitutto l’attività di conservazione, valorizzazione e condivisione del patrimonio artistico del gruppo, fra le principali collezioni a livello europeo: 30 mila opere in parte esposte in via permanente nelle Gallerie d’Italia, il polo museale di Intesa Sanpaolo con sedi a Milano, Napoli e Vicenza. A questo si aggiungono le mostre temporanee – 14 quelle organizzate nel 2018 – e i progetti sviluppati a livello internazionale in collaborazione con musei prestigiosi quali l’Hermitage di San Pietroburgo, il Museo Puskin di Mosca e il Metropolitan di New York. Senza trascurare il sostegno a importanti enti e istituzioni pubblici e privati, dai principali teatri lirici italiani al FAI per il progetto I Luoghi del Cuore, dalle grandi rassegne musicali – MITO SettembreMusica, PianoCity Milano, Torino Jazz Festival, JazzMI, Rossini Opera Festival – a manifestazioni divulgative come Biennale Democrazia a Torino e il Festival dell’Economa di Trento.

L’iniziativa “per Merito” è invece il fulcro dei progetti del gruppo a favore dei giovani e del diritto all’istruzione, presentati da Livia Pomodoro, Presidente Impact Advisory Board di Intesa Sanpaolo, e Marco Morganti, Responsabile direzione Impact della banca: dal 25 febbraio sarà avviato un finanziamento accessibile e senza garanzie rivolto a oltre 1,6 milioni di studenti universitari in Italia, che lo potranno richiedere sul sito www.intesasanpaolo.com: fino a 5mila euro all’anno per cinque anni per coprire spese di studio, mobilità, residenza e periodi formativi all’estero. Il gruppo ha inoltre avviato una collaborazione con Generation, iniziativa globale non profit lanciata da McKinsey per contribuire a ridurre il fenomeno della disoccupazione giovanile.

 

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com