Cisl, La Piana “Ruolo dei sindacati fondamentale per evitare gilet gialli”

Rilancia il ruolo di intermediazione del sindacato “solo in questo modo eviteremo fenomeni come quello dei gilet gialli” ma lancia anche un allarme sulla poverta’ “che inizia a toccare anche fette della popolazione che prima erano escluse”. Il segretario generale della Cisl Palermo e Trapani, Leonardo La Piana, in un forum all’agenzia ITALPRESS, punta l’attenzione sulle periferie e sulle ipotesi di sviluppo per il territorio. Parla delle aree industriali, ma anche delle vertenze piu’ importanti per le due province, fino al rilancio dell’aeroporto Trapanese di Birgi e di un necessario sistema integrato con quello di Palermo. Si parte dall’invito al sindaco del capoluogo siciliano, Leoluca Orlando, ad una maggiore attenzione sulla citta’ e sul suo sviluppo complessivo e non soltanto “sui temi che finiscono sui giornali”. I sindacati incontreranno il Primo cittadino e l’Amministrazione comunale all’inizio di febbraio e chiederanno di ragionare sullo sviluppo di Palermo con un maggiore confronto con le parti sociali, al di la’ di un possibile rimpasto della Giunta cittadina. Gia’ un primo incontro si era tenuto alla fine dell’anno scorso.

“Il sindaco – spiega La Piana – ha preso l’impegno di strutturare alcuni tavoli tematici su particolari temi: attivita’ sociali, partecipate e infrastrutture. Rappresentano elementi che sono fondamentali e che dal nostro punto di vista devono essere trattati con un occhio alla realta’ locale e vedendo cosa accade a livello nazionale”. Si parte dalle partecipate, sulle quali – secondo il segretario della Cisl – esistono due ordini di problemi sui quali i sindacati chiedono maggiore attenzione da parte dell’Amministrazione: “Il piano di investimenti e il piano strategico per queste realta’ ed il contratto di servizio. Sapere cosa queste partecipate vogliono fare o cosa sono chiamate a fare e con quali fondi”. Esiste anche un’esigenza di aumentare la forza lavoro: “C’e’ un impegno che il sindaco aveva preso”, spiega La Piana. “La riorganizzazione complessiva dei servizi e’ fondamentale – aggiunge – ma visti i pensionamenti e, in linea con le ipotesi di servizio, noi crediamo che siano necessarie nuove figure professionali che possono essere reperite all’interno di altre realta’, delle stesse societa’ partecipate comunali, ma anche regionali. Una distribuzione che possa garantire servizi migliori a tutti”.

Quello di febbraio, secondo quanto chiedono i sindacati, sara’ un incontro non solo con l’Amministrazione comunale ma anche con gli Amministratori delle Societa’. Da qui l’invito di La Piana a concentrarsi sulle priorita’ economiche e di sviluppo della citta’: “Non si tratta di una critica ma di una sensibilizzazione per la nostra Amministrazione comunale – dice il sindacalista -, non bisogna lasciarsi prendere la mano su alcuni temi come quello dei migranti. Noi non distogliamo l’attenzione e portiamo all’attenzione del sindaco quello che accade in citta’. Giusto dire alcune cose avendo caratterizzato la citta’ di Palermo come citta’ accogliente, ma non ci si puo’ solamente concentrare su questo tema”. “I due temi devono essere trattati almeno congiuntamente – spiega ancora La Piana -, in questo frangente il Sindaco ha dato ampia rilevanza a Palermo Citta’ della Cultura e meno rilevanza ad altri temi come quello delle periferie di questa citta’”. “Palermo e’ si una citta’ piu’ sicura – aggiunge – ma facendo sindacato e parlando con chi vive nelle periferie c’e’ una percezione diversa: faremo delle azioni congiunte con le parrocchie e i parroci per provare a rilanciare qualcosa”

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2FB Auto Publish Powered By : XYZScripts.com