Infrastrutture: Toninello in cantieri Sicilia “Stato c’è, basta ritardi”

“Sono qui per far vedere che lo Stato e’ presente, che vuole aiutare di piu’ i siciliani, che hanno il diritto di spostarsi meglio sia dentro l’Isola che verso

l’esterno. Ci sono tantissime strade provinciali in dissesto totale. Siamo pronti con Anas, gradualmente, a riprenderci tante strade provinciali per permettere ai siciliani di spostarsi meglio”. Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, parlando con i giornalisti in occasione di un suo sopralluogo al viadotto Imera, lungo l’autostrada Palermo-Catania. Nel corso del pomeriggio Toninelli visitera’ anche altri cantieri. “Che misure servono? Dovro’ anzitutto parlare con il presidente della Regione – ha aggiunto -. Ma e’ una responsabilita’ che come Stato ci vogliamo assumere. Sono tante le segnalazioni che riceviamo, le Province non funzionano a causa di una riforma Delrio completamente sbagliata. E’ il momento di intervenire e rirpenderci queste strade. E’ inaccettabile che ci siano strade colabrodo. La mia presenza qui e’ per uno sopralluogo dei cantieri Anas e Rfi, voglio accelerare, non e’ possibile che ci siano tempi cosi’ lunghi”.

“C’e’ una maggiore presenza dello Stato in Sicilia, lo Stato e’ tornato. E la Sicilia e’ una delle massime priorita’. Cosa fare per accorciare i tempi? Uno dei tavoli piu’ importanti, delicati e tecnicamente rilevanti che stiamo portando avanti e’ quello sul Codice degli appalti – ha replicato Toninelli -. Il centro di questo lavoro e’ Palazzo Chigi e tra poco ci sara’ una prima bozza. L’obiettivo – ha concluso e’ semplificare e chiarire le norme per sbloccare gli investimenti”. (ITALPRESS)

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com