Asstra Sicilia stigmatizza presenza assessore Pappalardo a presentazione Flixibus

“Stupisce e viene ritenuta una grave turbativa della libera concorrenza la presenza dell’assessore regionale al Turismo Sandro Pappalardo, alla conferenza stampa di presentazione del vettore Flixbus”.

E’ quanto si legge in una nota di Asstra Sicilia, associazione che rappresenta  le aziende del trasporto pubblico locale e regionale a capitale pubblico ed a capitale privato.

“L’assessore Pappalardo, il quale non è il titolare della delega ai trasporti, evidentemente ignora che l’Amministrazione regionale non è competente per il rilascio delle autorizzazioni dei servizi bus a lunga percorrenza – continua la nota – che, infatti, è del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Ma, aspetto ancora più grave, con il suo “endorsement” a favore di una specifica società di autolinee, l’assessore Pappalardo interviene indebitamente in un mercato in cui vige la libera concorrenza, non rispetta le regole di imparzialità che il suo ruolo imporrebbe, sminuendo così il lavoro che diverse aziende siciliane, da parecchi anni, svolgono garantendo analoga e capillare offerta da e verso l’isola con analoghi servizi di qualità, giovando al turismo della regione e sopperendo quotidianamente alle inefficienze di una rete ferroviaria obsoleta, permettendo la mobilità delle persone verso l’Italia a prezzi contenuti, senza alcun contributo regionale o statale”.

“Nei prossimi giorni Asstra Sicilia chiederà un incontro al Presidente della Regione Nello Musumeci perché si dissoci formalmente da certe iniziative e chiarisca se la politica del suo governo sul trasporto pubblico locale, regionale ed a lunga percorrenza è da ritenersi imparziale e rivolta alla tutela della libera ed equa concorrenza e, quindi, in ultima analisi a favore anche degli investimenti da anni garantiti dalle imprese pubbliche e private siciliane, oppure – conclude .se debba ritenersi un settore alla mercé di qualsiasi speculazione con probabili pericolose ripercussioni, a partire dalla sicurezza agli utenti per finire agli inevitabili risvolti occupazionali”.

 

Autore: Andrea Naselli

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com