Povertà: Inps, in 9 mesi Rei erogato a oltre 1 mln di persone

Nel periodo gennaio-settembre del 2018 sono stati erogati benefici economici a 379 mila nuclei familiari coinvolgendo piu’ di 1 milione di persone. La maggior parte dei benefici vengono erogati nelle regioni del Sud (69%) con interessamento del 72% delle persone coinvolte. Lo rende noto l’Inps nell’Osservatorio statistico sul Reddito di Inclusione. Il 47% dei nuclei beneficiari di ReI, che rappresentano oltre il 51% delle persone coinvolte, risiedono in sole due regioni: Campania e Sicilia; a seguire Calabria, Lazio, Lombardia e Puglia coprono un ulteriore 28% dei nuclei e il 27% delle persone coinvolte. Il tasso di inclusione del ReI, ovvero il numero di persone coinvolte ogni 10.000 abitanti, risulta nel periodo considerato a livello nazionale pari a 184; raggiunge i valori piu’ alti nelle regioni Sicilia, Campania e Calabria (rispettivamente pari a 540, 517, 389) e i valori minimi in Friuli Venezia Giulia ed in Trentino Alto Adige (pari in entrambi i casi a 23).

Il 10% dei nuclei percettori di ReI risulta extracomunitario, per cittadinanza del richiedente la prestazione, e di questi si evidenzia un’incidenza del 30% nelle regioni del Nord. Nel mese di luglio 2018 si registra un incremento dei “nuovi” nuclei beneficiari di ReI del 76% rispetto al mese di giugno; “le decorrenti nel periodo luglio-settembre 2018 sono 101 mila, di cui il 43% e’ imputabile a nuclei senza il possesso dei requisiti familiari precedentemente richiesti ai fini della concessione del beneficio”, spiega l’Inps. L’importo medio mensile erogato nel periodo gennaio-settembre 2018, pari a 305 euro, risulta variabile a livello territoriale, con un range che va da 239 euro per i beneficiari della Valle d’Aosta a 336 euro per la Campania. Complessivamente le regioni del Sud hanno un valore medio del beneficio piu’ alto di quelle del Nord pari a 53 euro (+20%) e del Centro pari a 37 euro (+13%).

Analizzando la distribuzione mensile dei nuclei percettori di ReI, emerge, a fronte di un aumento del flusso dei beneficiari, una diminuzione dell’importo medio mensile erogato che in agosto scende sotto la soglia dei 300 euro; tale tendenza al decremento e’ collegabile all’aumento del numero dei nuclei monoparentali conseguente al carattere universale assunto dai requisiti. (ITALPRESS).

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com