Palermo. Tributi zone turistiche, individuati 200 presunti morosi

Nella fase di start-up per il recupero dei tributi comunali non corrisposti, sono stati individuati i primi duecento presunti morosi per i quali partira’ un’azione di controllo presso gli esercizi commerciali. Lo si legge in una nota del comune di Palermo che informa che i controlli inizieranno dalle zone turistiche di Mondello, Sferracavallo e centro storico e riguarderanno inizialmente i bar e i ristoranti. Il tavolo tecnico finalizzato al contrasto all’evasione e alla morosita’ tributaria coordinato dall’Assessore ai tributi Antonino Gentile, dal Capo-settore tributi Leonardo Brucato, dalla Polizia Municipale e da Sispi, ha disposto l’avvio dei controlli telematici incrociati per identificare gli esercizi non in regola e procedere al recupero delle somme spettanti della TARI e della TOSAP relative all’anno 2017. Le rilevazioni ricavate attraverso i supporti tecnologici hanno permesso di individuare i primi duecento operatori commerciali che non hanno ancora regolarizzato la loro posizione tributaria. L’ordine degli esiti della ricerca e’ stato veicolato da esigenze di risparmio in termini di tempo e risorse umane attraverso una geolocalizzazione delle evasioni che servira’ ad organizzare al meglio le notifiche e i sopralluoghi. I primi ad essere controllati saranno gli operatori commerciali distinti per categoria che hanno sede nelle zone turistiche di Mondello, Sferracavallo e nel centro storico, quelli che per primi, considerato l’ingente flusso di turisti e di clienti, avrebbero dovuto corrispondere le somme dovute senza ritardi.

Il piano d’azione coordinato dall’Assessore Antonino Gentile e diretto dal Capo-settore Leonardo Brucato e dal Comandante Gabriele Marchese prevede due diversi momenti, uno preventivo e uno repressivo. Il primo step partira’ da oggi, quando la Polizia Municipale recapitera’ ai primi duecento contribuenti un preavviso di accesso. Il secondo momento sara’ quello dell’accertamento da parte degli agenti per registrare gli avvenuti pagamenti dei tributi e nel caso di inadempienza procedere ad elevare le sanzioni nei termini previsti dalla normativa. Il piano straordinario per il recupero dei tributi proseguira’ in via continuativa per garantire trasparenza ed imparzialita’ a tutte le attivita’ presenti nel territorio comunale. “L’amministrazione comunale ha facilitato i pagamenti da parte dei contribuenti attraverso la rateazione degli avvisi di accertamento e il ravvedimento operoso. Parte ora la fase dei controlli sul territorio. Per alcuni bar e ristoranti non risulta pagata non solo la Tari, ma anche la TOSAP con indebita sottrazione del suolo pubblico alla disponibilita’ dei cittadini. La maggioranza che paga i tributi ha bisogno di avere al proprio fianco istituzioni che fanno rispettare le regole”, dichiara l’Assessore Gentile.(ITALPRESS).

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com