Report immobiliare Tecnocasa: si parla di rigenerazione dei mercati

Rigenerazione dei mercati. E’ questa la sintesi con la quale i manager di Tecnocasa Sicilia hanno presentato ieri il report semestrale del mercato immobiliare. Una rigenerazione che, dopo la crisi degli anni scorsi, sta agendo su diversi fronti: prezzi, numero di compravendite, tempi medi di vendita, capacità di spesa di chi si affaccia sul mercato immobiliare ed anche i canoni di locazione in aumento. Negli ultimi 2 anni la città di Palermo ha registrato una diminuzione di appena lo 0,5% nei prezzi ma nel 2017 si è registrato un incremento dello 0,7%. Certo ancora lontano dall’incremento del 6,8% di Bologna o del 4,1% di Firenze ma anche lontano dal continuo crollo del mercato a Genova (-16,7%) o Torino (-5,1%). Insomma, per farla breve dal 2008 ad oggi gli immobili residenziali a Palermo hanno lasciato sul campo il 40% dei prezzi, un dato in linea con le altre grandi città. Ma in Sicilia, se Palermo cerca di rialzare la testa gli altri capoluoghi stanno ancora soffrendo: Catania -4,2% negli ultimi 2 anni, Messina -3,6%, Trapani -9,5%.

La tipologia maggiormente richiesta in Sicilia continua ad essere il trilocale e Palermo di questa preferenza è in testa con il 45%. Il 47,2% delle richieste si colloca nella fascia di spesa attorno ai 119 mila euro.

Sul versante delle locazioni i canoni mensili medi, ad esempio dei trilocali mentre a Palermo e Trapani crescono rispettivamente dello 0,6% e 0,5%, a Catania e Messina calano in entrambe le realtà dell’1,4%. Il canone medio a Palermo è: per un bilocale 365 € con un calo dello 0,4% e per un trolocale di 470 € con un incremento dello 0,6%. Fatto 100 il canone nel 2008, dopo 10 anni lo ritroviamo a un valore di 86,6.

Andrea Naselli

Autore: Andrea Naselli

Condividi questo articolo su
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com