“Priceless”, la piattaforma Mastercard dell’eccellenza sbarca in Sicilia in partnership con Unicredit

“Tutto ciò che non si può comprare”. Questo lo slogan con cui “Mastercard”, circuito internazionale di pagamenti,  presenta al mercato siciliano in partnership con Unicredit Sicilia la piattaforma “Priceless”. Ma cos’è che non si può comprare? “Le emozioni”, precisa Luca Fiumarella , capo marketing Italia di Mastercard in occasione della presentazione della piattaforma “Priceless” nella sede dell’area Unicredit a Palermo. E’ con questo sodalizio tra Mastercard e Unicredit che il meglio delle aziende siciliane, nel campo dell’agroalimentare e del turismo, potranno mettersi in vetrina nella piattaforma “Priceless” che viene utilizzata da milioni di utenti nel mondo. Una iniziativa che viene dopo la focalizzazione di una analoga partnership su Roma e Milano ma che per la prima volta riguarda non una singola città ma tutta la Sicilia.

“Una bella opportunità per le nostre aziende clienti”, precisa Salvatore Malandrino capo area Sicilia di Unicredit, “che potranno offrire il meglio del meglio dell’esperienza Sicilia e mettersi in rete con il mondo”. E’ attraverso questa partnership che Unicredit Sicilia conta di fare approdare in questa piattaforma un centinaio di aziende clienti almeno con una prima candidatura che comunque dovrà sottostare alla rigida selezione degli uomini marketing di Mastercard per il successivo accesso alla piattafarma. “In una prima fase”, ci tiene a precisare Marco Sajeca , Ceo di Vision, la società che si occuperà della selezione delle aziende che potranno accedere alla vetrina di “Priceless, saranno solo alcune decine le società che potranno accedere alla piattaforma”.  Un terno al lotto per le aziende prescelte considerando che Mastercard, che opera in 210 paesi nel mondo, gestisce la più rapida rete di elaborazione di pagamenti collegando consumatori, istituti finanziari, commercianti e governi.  Un network che, attraverso questa collaborazione, si collega direttamente con la rete degli oltre 25 milioni di clienti di Unicredit in Europa. “Basti pensare che solo in Sicilia”, sottolinea Vittorino La Placa responsabile retail Unicredit Sicilia, “la rete Unicredit ha distribuito circa un milione di carte Mastercard tra la propria clientela”.

Ma cosa sarà possibile fare per il cliente consumatore con l’accesso alla piattaforma “Priceless”? Ce lo spiega Luca Fiumarella: “L’Italia ha un grande potenziale in termini di attrattive turistiche per i cittadini di tutto il mondo, e sono tante le opportunità che Priceless Cities offre ai suoi titolari di carte: visitare musei a porte chiuse, soggiornare in hotel con trattamenti speciali e fare tour privati con accesso esclusivo a luoghi “segreti”. E da oggi scoprire la Sicilia sarà ancora più priceless grazie alle indimenticabili esperienze disegnate ad hoc per tutti gli iscritti al programma”

Insomma, per usare le parole di Sajeva: “far fare a chi visita la Sicilia una esperienza mozzafiato ed esclusiva”. Un turismo quindi di eccellenza attento ai particolari e alle esperienze indimenticabili  come, a titolo di esempio, un aperitivo a Mozia o un cena a lume di candela a ridosso della Scala dei turchi o tantissime altre esperienze che il ricco patrimonio naturale e culturale della Sicilia permettono di fare. Il tutto ovviamente con un risvolto commerciale e turistico che metta l’impresa d’eccellenza al centro di ogni esperienza del visitatore. Insomma, una occasione d’oro per qualificare l’offerta turistica siciliana e immetterla in una rete mondiale, quella di “Priceless” e di Mastercad. “Il turismo – sottolinea Salvatore Malandrino, Regional Manager Sicilia di UniCredit – è un volano strategico per la crescita dell’economia siciliana e permette di valorizzare anche altri asset fondamentali della nostra regione, come l’agroalimentare, l’enogastronomia, l’arte, la cultura e il patrimonio storico e paesaggistico. Nel 2015 abbiamo lanciato il piano triennale UniCredit 4 Tourism, con prodotti di finanza dedicata e attività di consulenza, formazione e marketing riservate alle imprese che operano nel settore dell’ospitalità. A marzo del 2018 abbiamo raggiunto e superato l’obiettivo prefissato e oltre 180 milioni di nuovi finanziamenti sono stati erogati ad imprese siciliane. Riteniamo che l’iniziativa che prende il via oggi possa dare ulteriore impulso alla crescita del settore turistico nella nostra regione”.

Andrea Naselli

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com