Ars: esperti a confronto su “Attualità e ruolo CGA”

La riforma dello Statuto, gli spazi di divergenza tra la Giurisprudenza amministrativa siciliana e quella nazionale. Sono questi i temi affrontati e dibattuti nel corso del convegno su “Le trasformazioni della giustizia amministrativa: attualita’ e ruolo del Consiglio di giustizia amministrativa per la Regione siciliana”, a Palazzo dei Normanni, a Palermo. Il presidente del Consiglio di Stato, Alessandro Pajno, ha rivendicato un ruolo di esempio del Consiglio di Giustizia Amministrativa siciliano per le altre regioni europee. “Il Cga della regione Sicilia deve giocare una partita non solo locale ma piu’ generale ed europea – ha sottolineato Pajno -. Il nostro sistema di Giustizia amministrativa in Sicilia e’ il piu’ efficiente del Paese, per le cause economicamente sensibili che sono quelle che riguardano i contratti pubblici, le concessioni, le autorizzazioni. Noi definiamo in un anno e mezzo due gradi di giudizio. E’ un esperienza che e’ prima in Europa. Questo e’ un bene non solo per la nostra regione, che deve diventare un contributo per altri Paesi”. Nel corso del convegno, si e’ aperto un dibattito sul ruolo dello Statuto siciliano che per Pajno: “Non deve essere privilegio ne’ freno al cambiamento. La riflessione sul Consiglio di Giustizia Amministrativa dovrebbe provocare una riflessione ulteriore sullo Statuto. Il sicilianismo particolarista non ha significato – ha aggiunto Pajno -, lo Statuto deve essere uno strumento di rivendicazione dei cambiamenti che servono a migliorare e rendere piu’ efficienti le istituzioni della regione nel loro rapporto con i cittadini”.

Anche il presidente della Regione, Nello Musumeci, ha rivendicato la necessita’ che sente il suo governo di “una revisione dello Statuto regionale, che va reso compatibile con il mutato contesto normativo nazionale e regionale. Spero che la Commissione parlamentare trovi il tempo di dedicarsi a questo lavoro particolarmente impegnativo. Il primo tentativo di revisione dello statuto c’e’ stato nei primi anni del 2000 con la presidenza di Vincenzo Leanza. Ma ricordiamoci che la successiva Commissione non ha portato alla definizione e al completamento dei lavori. Spero che con questa legislatura, anche con la incalzante pressione del presidente Micciche’, si possa ottenere un risultato concreto”. Il presidente dell’Ars, Gianfranco Micciche’, ha ribadito la necessita’ di creare un tavolo di saggi per capire le modifiche necessarie allo Statuto siciliano anche alla luce di una possibile riforma del Cga: “E’ necessaria la creazione di una sorta di tavolo di saggi per capire quali sono le modifiche di cui necessita lo Statuto siciliano dopo 72 anni e adeguarlo ai nostri tempi. La politica ha bisogno dell’apporto di docenti universitari, costituzionalisti ed esperti amministrativisti”. Micciche’ si e’ impegnato “a consegnare le proposte dei saggi alla commissione Statuto dell’Ars, a cominciare da alcune norme relative al ruolo del Consiglio di giustizia amministrativa per la Regione siciliana, un modello unico nell’ambito della giustizia amministrativa in Italia, essendo unico esempio di Corte amministrativa di appello in ambito regionale”.

Tra i presenti al convegno anche la presidente del Cga, Rosanna De Nictolis; Salvatore Raimondi, dell’associazione Avvocati amministrativisti; Francesco Greco, presidente dell’Ordine degli avvocati di Palermo; Calogero Ferlisi, presidente del Tar; Girolamo Rubino, della Societa’ italiana avvocati amministrativisti; Carlo Deodato, presidente assegnato della sezione giurisdizionale del Cga; e ancora di magistrati amministrativi e professori universitari. Il presidente dell’Ordine degli avvocati di Palermo, Francesco Greco, e’ intervenuto precisando che: “I provvedimenti emessi dalle Authority, che sono 14, a volte entrano in contrasto con norme gia’ presenti nel sistema. Ad interpretare il complesso sistema normativo oggi soccorre la Giurisprudenza amministrativa. Forse solo la giurisprudenza puo’ risolvere la crisi dei diritti nel nostro Paese”. (ITALPRESS).

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com