Passante ferroviario di Palermo, Musumeci “Sbloccata vertenza”

“Accordo raggiunto, grazie alla mediazione della Regione Siciliana, tra l’azienda Sis e Rete ferroviaria italiana per il proseguimento dei lavori relativi al ‘Passante’ di Palermo. Dopo tre mesi di trattative, finalmente l’accelerazione con una riunione fiume – durata tutta il giorno – che ha portato oggi alla soluzione positiva della vertenza”. E’ quanto si legge in una nota della Presidenza della Regione siciliana, secondo cui “l’intesa prevede che entro la fine del mese di giugno verra’ completato il collegamento tra la stazione centrale e l’aeroporto ‘Falcone-Borsellino’ di Punta Raisi, per una piena operativita’ del servizio ad agosto. Sul resto dei lavori, relativi a opere civili, c’e’ un’intesa di massima che sara’ oggetto di un’ulteriore trattativa”. “Siamo soddisfatti – afferma il presidente della Regione, Nello Musumeci – del risultato raggiunto che consente, da un lato, l’entrata in funzione di un servizio essenziale per la citta’ di Palermo e, dall’altro, evita il licenziamento del personale. Nel contempo, il governo regionale sta lavorando anche per accelerare la conclusione di altre opere ferroviarie strategiche per la nostra Isola: le linee Bicocca-Catenanuova, Ogliastrello-Castelbuono e l’Anello di Palermo. In tal senso, il 13 giugno incontrero’ l’amministratore delegato di Rfi, Maurizio Gentile, per fare il punto e stabilire un cronoprogramma”.

Quello relativo al Passante e’ un lungo contenzioso che trascina da quasi dieci anni, a seguito di molte varianti di lavori, per le quali e’ stato necessario procedere ad una rivisitazione dei prezzi, evitando, cosi’, che l’impresa abbandonasse i cantieri. “Abbiamo scongiurato – aggiunge l’assessore alle Infrastrutture, Marco Falcone – che l’opera restasse l’ennesima incompiuta della Sicilia, con un danno enorme per i cittadini. Con il completamento del Passante, inoltre, si potra’ dare piena applicazione al contratto decennale di servizio con Trenitalia, firmato dall’amministrazione regionale nei giorni scorsi”. (ITALPRESS)

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com