Trapani. Libero consorzio Trapani in difficoltà, M5S incontra commissario ex Provincia

Le difficoltà finanziarie dei Liberi consorzi in Sicilia, che si traduce nell’impossibilità di far fronte alle attività di ordinaria amministrazione, dopo il caos generato da una riforma ‘monca’ varata nell’era Crocetta. Si va dalla manutenzione delle strade provinciali, divenuta quasi una chimera, alle risorse per gli istituti provinciali. Sono alcuni dei temi affrontati dagli esponenti regionali e nazionali del M5S Valentina Palmeri e Antonio Lombardo nel corso di un vertice con il commissario straordinario del Libero consorzio di Trapani Raimondo Cerami. Al centro dell’incontro anche le risorse destinate all’ex Provincia per i danni subiti a seguito della chiusura dell’aeroporto di Birgi (Tp).

“La situazione finanziaria dell’ex Provincia è molto complicata” dicono parlamentari. “L’incontro si è incentrato sui temi della viabilità e in particolare sulla mancanza di illuminazione della strada provinciale 47 che collega la città di Alcamo – aggiungono – con la frazione di Alcamo Marina e con Castellammare del Golfo, che rappresenta un grosso problema per l’incolumità dei cittadini che percorrono l’arteria stradale”. “Questi interventi devono essere effettuati con la massima urgenza a fronte peraltro di una spesa minima – dicono ancora – L’ex provincia, inoltre, interverrà al più presto anche sulla frana presente lungo la strada per Camporeale”. Per quanto riguarda l’ipotesi di un trasferimento in nuovi locali dell’Istituto magistrale statale Vito Fazio Allmayer il M5S ha ottenuto rassicurazioni. “L’istituto non dovrebbe essere trasferito altrove – aggiungono Palmeri e Lombardo – L’ex Provincia attende il decreto di ripartizione delle somme destinate a pagare l’affitto, già previste nella finanziaria regionale 2017 ma ancora non stanziate dagli assessorati regionali Autonomie Locali e Istruzione, che non hanno ancora definito i criteri di ripartizione delle risorse”. “Famiglie e studenti attendono ancora una risposta certa e al più presto possibile” continua il sindaco di Alcamo Domenico Surdi, che auspica di “evitare ulteriori disagi per non pregiudicare il prossimo anno scolastico”. Per quanto riguarda i 2,5 milioni di euro che il Libero consorzio di Trapani attende a causa della chiusura dello scalo per la guerra in Libia, la deputata regionale del M5S Valentina Palmeri ha chiesto notizie sul trasferimento delle risorse; si tratta di una richiesta sollecitata in passato anche dal senatore Vincenzo Santangelo e dal deputato regionale Sergio Tancredi. “Ho chiesto rassicurazioni – conclude Palmeri – sul rispetto delle procedure indicate dalla normativa in materia aeroportuale nella spesa dei fondi per evitare una nuova debacle e una bocciatura da parte degli organi competenti. Seguiremo passo passo l’iter e vigileremo su tutte le questioni segnalate”.

 

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com