Montante. La Cgil Palermo: “Vicenda inquietante, inaccettabile zona grigia. Si revochi l’incarico all’Agenzia dei beni confiscati”

“L’affaire Montante è una vicenda inquietante, anche per l’incredibile rete di soggetti coinvolti nelle indagini. Tutto ciò conferma quanto è ancora difficile e lunga la lotta al malaffare in questa terra e l’esistenza di una inaccettabile zona grigia che coinvolge da sempre imprese, politica e funzionari dello Stato”. Lo dichiara Mario Ridulfo, segretario provinciale Cgil Palermo, che aggiunge: “A questo punto ci aspettiamo, come minimo, la revoca della nomina di Montante a consigliere dell’Agenzia nazionale dei Beni confiscati e sequestrati, superando l’autosospensione dalle sue cariche, in attesa che la giustizia faccia il suo naturale corso”.

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com