Esso cede a Sonatrach raffineria Augusta e depositi Palermo e Napoli

Via libera dall’Assemblea dei Soci della Esso Italiana a un accordo con la compagnia petrolifera di Stato algerina Sonatrach per la cessione della raffineria di Augusta e dei depositi carburante della stessa citta’ del Siracusano, di Palermo e Napoli e dei relativi oleodotti. “La decisione e’ frutto di un’approfondita e attenta valutazione – afferma in una nota Gianni Murano, presidente e amministratore delegato della Esso Italiana -. Il nostro impegno in Italia, dove operiamo da oltre 125 anni, non viene affatto meno. La Esso Italiana e le societa’ del Gruppo continueranno a servire il mercato e i propri clienti”. La Esso Italiana e le societa’ del Gruppo ExxonMobil sottoscriveranno con Sonatrach anche contratti pluriennali di natura commerciale e tecnologica relativi alla fornitura di prodotti petroliferi, ad attivita’ operative e di sviluppo e all’utilizzo dei depositi carburante di Augusta, Palermo e Napoli. “L’accordo – chiarisce la nota di Esso Italiana – non ha riflessi sulle stazioni di servizio a marchio Esso, sui clienti, distributors e grossisti carburanti e lubrificanti, ne’ su altre attivita’ del Gruppo ExxonMobil in Italia”. “Sonatrach e’ estremamente orgogliosa di effettuare in Italia, in particolare ad Augusta, il suo primo investimento internazionale nel settore della raffinazione – ha affermato Abdelmoumen Ould Kaddour, Chairman e Ceo di Sonatrach -. Ci impegniamo a mantenere i livelli occupazionali, la continuita’ gestionale, l’eccellenza operativa e gli elevati standard in materia di salute, sicurezza e ambiente. Il nostro obiettivo e’ una presenza di lungo termine, nell’ottica della sicurezza e dell’impegno per un dialogo costruttivo con la forza lavoro, le autorita’ e le comunita’”.

La Esso Italiana “collaborera’ con Sonatrach per assicurare una gestione attenta della transizione, con particolare riferimento al personale, alla sicurezza, alle relazioni con le comunita’ locali e alla tutela dell’ambiente – prosegue la nota della societa’ -. Nel corso della transizione la Esso Italiana continuera’ ad assicurare una costante attenzione alla sicurezza e all’efficienza delle operazioni, e a garantire il rispetto degli impegni assunti con le autorita’”. Il perfezionamento del trasferimento del ramo d’azienda e’ subordinato a una serie di condizioni e vincoli di legge, inclusi il completamento del processo di Informazione e Consultazione con i sindacati e l’approvazione dell’Autorita’ Antitrust. La cessione e’ prevista entro la fine del 2018. Il contratto di impiego di circa 660 dipendenti della Esso Italiana sara’ trasferito all’acquirente. (ITALPRESS).

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com