Turismo: Musumeci “Per Sicilia sarà secondo settore”

“Lavoreremo affinche’ il turismo diventi il secondo settore produttivo della Sicilia dopo l’agricoltura”. E’ con questo auspicio, che il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, insieme al sindaco di Palermo Leoluca Orlando e al critico d’arte e assessore regionale dei beni culturali e dell’identita’ siciliana Vittorio Sgarbi, ha illustrato alla Bit (la Borsa Internazionale del Turismo) di Milano, le politiche per lo sviluppo del settore turistico dell’Isola. “Non possiamo vivere di rendita, serve una nuova strategia turistica. Abbiamo la materia prima, ma abbiamo perso alcuni appuntamenti importanti – ha spiegato Musumeci -. La Sicilia e’ la Regione italiana alla quale guardano con maggiore interessi gli stranieri e si prevede un 20% in piu’ per il 2018”.

“Siamo in crescita e siamo impegnati ad agire su vari fronti come quello dei trasporti, delle tariffe accessibili, della continuita’ territoriale – ha aggiunto Musumeci -, ma puntiamo anche su nuove rotte aeree, nuovi segmenti turistici come quello religioso, sociale, della terza eta’ e quello bellico, legato agli sbarchi alleati. E’ un’opportunita’ da cogliere con la collaborazione tra le istituzioni, ma serve una rete, un coordinamento, un marchio unico. Attiveremo i ragazzi delle accademie delle belle arti siciliane per ideare un logo a tal fine”.

Invito a fare squadra raccolto immediatamente dal sindaco di Palermo Leoluca Orlando, che ha presentato le iniziative di Palermo, Capitale Italiana della Cultura alla Bit. “Palermo si conferma capitale della cultura del Mediterraneo, capitale di un continente liquido, dove l’innovazione e l’accoglienza costituiscono la grande rivoluzione di questa citta’ – ha commentato -. Palermo e’ la citta’ che negli ultimi 40 anni e’ piu’ cambiata culturalmente al mondo. La nostra presenza alla Bit costituisce una presenza orgogliosa di una citta’ che non e’ soltanto un capoluogo di Regione, ma e’ capitale del Mediterraneo”.

Palermo ospitera’ Manifesta, la piu’ grande biennale itinerante di arte al mondo, uno dei cinque eventi che segnano l’anno Europeo del patrimonio Culturale. Il 10 marzo, nel corso di un appuntamento a cui interverra’ anche il ministro Dario Franceschini, verra’ presentato “Il tavolo di Pistoletto”, opera che raffigura il Mediterraneo circondato da tante sedie, ognuna per ogni Paese del Mediterraneo, del quale Palermo punta ad essere capitale. Presente nello stand anche il Distretto Palermo Costa Normanna, che esibira’ sul mercato turistico nazionale e internazionale il frutto di una nuova collaborazione nata fra strutture di ospitalita’ e fornitori di servizi turistici del territorio di 18 comuni della provincia di Palermo.

Vittorio Sgarbi, assessore regionale dei beni culturali e dell’identita’ siciliana, ha sottolineato la nuova intesa di Regione e Comune di Palermo in tema di cultura: “segna una grande novita’, integrare l’anno della capitale della cultura con l’azione regionale e’ il segnale di una collaborazione importante, alla quale abbiamo tra l’altro destinato un milione di euro”, ha affermato. (ITALPRESS)

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com