Palermo. doppoio appuntamento Uil pensionati a Termini e Misilmeri

 

 

Proseguono gli appuntamenti della Uil Pensionati Sicilia in provincia di Palermo  propedeutici alla stagione congressuale che vedrà la riforma organizzativa del sindacato, sia a livello nazionale che regionale e territoriale.

Dopo San Giuseppe Jato e Partinico, è la volta di Misilmeri e Termini Imerese dove si terranno, rispettivamente giovedì 8 e venerdì 9 febbraio, due iniziative sindacali accomunate dal titolo “Difendere i diritti dei pensionati. Sostenere i diritti dei cittadini” che la Uil Pensionati Sicilia ha scelto per illustrare la novità racchiusa nella riforma che riguarda non soltanto la sostituzione delle leghe con i presidi, ma anche la costituzione di nuove strutture territoriali : l’obiettivo è rendere il sindacato più funzionale e a misura di cittadino, rinforzandone la presenza anche a livello locale.

L’assise sindacale che si terrà a Misilmeri si svolgerà a partire dalle 16:30 presso i locali della Chiesa del Sacro Cuore, in via Carso 25; i lavori saranno presieduti dal responsabile organizzativo della Uil Pensionati Sicilia Francesco Audenzio Quartararo e vedranno gli interventi di Antonino Romano della Uil Pensionati di Misilmeri, del presidente dell’Associazione per i Diritti degli Anziani di Palermo Gaetano Cuttitta e del segretario generale della Uil Sicilia Claudio Barone.

La relazione è affidata ad Alberto Magro, responsabile dell’Area Politiche Territoriali della Uil Pensionati Sicilia; a concludere sarà il segretario generale della Uil Pensionati Sicilia Antonino Toscano.

Il giorno successivo, alle 10:00, presso la sede della Uil Pensionati di Termini Imerese, in via Stesicoro 48, si terrà il secondo appuntamento: a relazionare sarà il responsabile provinciale della Uil Pensionati di Palermo Pino Caruso.

L’incontro sarà presieduto da Francesco Audenzio Quartararo e si concluderà con le riflessioni di Antonino Toscano; interventi di Giovanni Di Prima della Uil Pensionati di Termini Imerese, di Gaetano Cuttitta e Claudio Barone.

 

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com