Reddito di inclusione: a Messina in un mese richieste di metà Lombardia

“Nel solo Comune di Messina nel periodo che intercorre tra l’1 dicembre 2017 e il 2 gennaio 2018, le domande per ottenimento del Reddito di inclusione sono state 2.565. Nel medesimo periodo, nell’intera regione Lombardia, sono state 5.000. Il numero delle istanze mette in luce il quadro drammatico che il nostro territorio sta vivendo e non si puo’ restare indifferenti ne’ si puo’ pensare che si possa continuare a sopravvivere in reti di solidarieta’ collettive deboli”. Lo dice il segretario generale della Cisl di Messina, Tonino Genovese. “Oggi e’ quanto mai pertinente agire non sulla poverta’ ma “sulle poverta’ – sostiene Genovese – Il bisogno delle famiglie, infatti, non e’ solo economico, ma abbraccia diverse necessita’ ed e’ legato a problemi di varia natura. Un bisogno complesso del quale occorre farsi carico. Il Rei e’ uno strumento importante di contrasto alla poverta’ ma, da solo, non puo’ bastare”. Genovese ritiene che occorra “mettere in campo politiche volte alla creazione di reti di servizi, capaci di aiutare le persone ad uscire dalle condizioni di marginalita’. I Servizi Sociali devono essere, piu’ che mai, rispondenti ai reali bisogni di quei 2.565 cittadini tenendo presente che e’ un dato destinato ad aumentare”. (ITALPRESS).

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com