Confindustria e Centro per l’impiego di Catania insieme per contrasto alla disoccupazione

Una strategia comune per contrastare la disoccupazione, favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro, rilanciare il tessuto produttivo. Parte da questi obiettivi generali il protocollo d’intesa siglato oggi a Catania tra Confindustria e il Centro per l’Impiego  di Catania.   Attraverso l’accordo si punta a rendere più rapido ed efficace il processo di ricerca del personale da parte delle aziende, snellire iter e adempimenti amministrativi in tema di lavoro, promuovere l’inclusione sociale e l’inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati,  fornire consulenza qualificata sulla corretta applicazione delle norme giuslavoristiche,  supportare l’auto imprenditorialità e la nascita di start up.

“Imprese e mondo del lavoro sono chiamati  ad affrontare sfide importanti, prima tra tutte quella di Industry 4.0. – spiega il vice presidente vicario di Confindustria Catania Antonello Biriaco -, che sta trasformando in modo sostanziale l’organizzazione aziendale e le competenze richieste dal mercato. La migliore risposta a questi cambiamenti sta come sempre  nel gioco di squadra. La collaborazione con il Centro per l’Impiego  si inserisce in modo organico in quell’azione di sistema  trasversale che la nostra associazione mette in campo ogni giorno a sostegno delle imprese,  per coniugare  sviluppo, sostenibilità e valorizzazione dell’economia”.

“L’attivazione di sinergie  con gli attori del territorio per facilitare l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro è tra le mission del nostro ufficio – dichiara  il direttore del Centro per l’Impiego  di Catania,  Salvatrice Rizzo. Vogliamo fidelizzare le aziende offrendo servizi adeguati ad esigenze in rapido mutamento. Oggi possiamo contare su un ventaglio  di misure importanti a vantaggio dell’occupazione: dal bonus Sud per i giovani ai contratti di apprendistato,  dai tirocini formativi alle agevolazioni per il collocamento dei disabili. Il collegamento con Confindustria è fondamentale,  perché crea un filo diretto con le imprese che ci consente di conoscere i reali fabbisogni formativi del mercato

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com