L’opinione di…. Carmelo Raffa (Fabi). Affaire Bankitalia, ok a faro acceso dalla mozione Pd

Vigilanza Banca d’Italia sotto accusa. Eppure c’è ancora chi la difende ma io, prendendo in prestito la famose frase  del Galantuomo Scalfaro, non ci sto.

Con la mozione presentata in parlamento dai renziani del PD si è aperto un dibattito sulla funzione della vigilanza della Banca d’Italia e sul l’indipendenza politica dell’ex Istituto di emissione.

Piogge di critiche si sono alzate da parte delle forze Politiche concorrenti del PD ma anche all’interno del partito capeggiato da Matteo Renzi.

Si è assistiti addirittura ad una gara per fare emergere chi era più bravo nella difesa della grande Istituzione Nazionale denominata Banca d’Italia.

L’indipendenza di Banca d’Italia “non deve essere scalfita” è stata la voce raccolta anche negli ambienti del Quirinale.

Ma io non ci sto ad assistere alla gara che sa un po’ di ipocrisia. In passato ho criticato a più non posso alcune scelte operate dal precedente Governo presieduto da Renzi ma oggi debbo affermare che per quanto riguarda il faro acceso sulla vigilanza della Banca d’Italia il Segretario del PD ha ragione da vendere.

Già negli anni ’90 in Sicilia avevamo puntato i riflettori sulla vigilanza bancaria. Infatti se nel 1992 ci veniva comunicato che il Banco di Sicilia era in difficoltà mentre per Sicilcassa tutto andava bene, subito dopo venivamo riconvocati per le difficoltà finanziarie emergenti in casa Sicilcassa.

E se ciò non bastasse nel 2000 si consenti a Banca di Roma, che non brillava per liquidità, ad emettere sul mercato obbligazioni a tasso elevato per comprare il Banco di Sicilia e ciò nonostante il fatto che nel 1997 in sede del Ministero del Tesoro venivamo rassicurati dal titolare del dicastero Carlo Azeglio Ciampi con questa frase:”Ma perché Vi preoccupate tanto della scomparsa della Sicilcassa quando stiamo creando un polo creditizio siciliano che avrà sicura autonomia per almeno un decennio?”. E invece…..dopo qualche anno Geronzi realizzò il sogno fatto nei primi anni ’90 e con soldi della clientela realizzò l’operazione.

Ed ora dopo i tanti default delle Banche dovute a cattive amministrazione i demagoghi politici vogliono mettere la testa dentro la sabbia?

Io non ci sto e spero che tanti facciano altrettanto perché la locuzione latina  “errare humanvm est, perseverare autem diabolicvm”  vale anche per gli intoccabili della Banca d’Italia.

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com