Banca Intesa, chiudono 2 storiche filiali a Palermo e inizia il piano tagli anche in Sicilia

Saranno due filiali palermitane di Banca Intesa San Paolo ad aprire le danze anche in Sicilia al vasto piano di chiusura di filiali che nei prossimi mesi interesserà l’istituto guidato da Carlo Messina. Il 21 ottobre prossimo caleranno le saracinesche della filiale di Via Roma angolo Via Cavour di Palermo e in quella di via Croce Rossa sempre a Palermo. Due storiche filiali che hanno segnato l’ingresso di Banca Intesa in Sicilia addirittura a partire dal 1989 per la sede di via Roma. Ques’ultima  sarà assorbita dalla sede di Via Mariano Stabile, ex-Comit, mentre la filiale di Via Croce rossa confluirà nella filiale di Piazza vittorio Veneto (per i palermitani “alla statua”).  L’attuazione del piano strategico di Banca Intesa, attualmente work in progress, secondo le indiscrezioni pubblicate nei mesi scorsi dal Financial Times prevede la chiusura di circa un migliaio di filiali a partire da quelle in sovrapposizione di Banca Popolare di Vincenza e Banca Veneta acquisite recentemente nell’ambito di una operazione di salvataggio. Della rete di queste due banche cento filiali saranno chiuse entro dicembre e altre 160 a febbraio 2018. Per quanto riguarda la Sicilia resta in sospeso il futuro di Banca Nuova acquisita indirettamente in quanto nel patrimonio della Popolare di Vicenza. Ed è atteso a giorni il via libera al processo dalla BCE per il processo di integrazione della banca siciliana nella rete di Banca Intesa. Una operazione che, ovviamente, produrrà ulteriori tagli di filiali per le diverse sovrapposizioni di sportelli Tra Banca Nuova e Banca Intesa. Ma a pesare maggiormente nel piano di tagli di filiali di Banca Intesa è il dispiegamento sul territorio di Banca 5 nata dall’acquisizione di Itb, la banca dei tabaccai, e alla quale verranno assegnate moltissime operazioni con la clientela retail.

Andrea Naselli

Autore: Andrea Naselli

Condividi questo articolo su
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com