Sindaco Licata: Bonelli “M5S come Berlusconi, sta con gli abusivi”

“Mentre il sindaco di Licata Angelo Cambiano, a cui va la nostra solidarieta’, viene cacciato per la sua battaglia di legalita’ contro l’abusivismo edilizio, il Movimento 5 Stelle strizza gli occhi agli abusivi e dimostra di essere uguale alle altre forze politiche responsabili del disastro siciliano”. Lo dice in una nota il coordinatore dei Verdi Angelo Bonelli. “In realta’ sull’abusivismo edilizio il Movimento 5 Stelle e’ uguale a Berlusconi e al Presidente della Regione Campania De Luca: tutti uniti dallo strizzare l’occhio agli abusivi mentre i cittadini onesti che rispettano la legge sono sempre piu’ fessi di fronte a questa politica che calpesta il territorio e i principi fondamentali di legalita’”. “Durante un comizio alla presenza di Di Battista e di Luigi Di Maio – prosegue l’ecologista – il candidato alla presidenza della Regione Siciliana Cancellieri ha affermato che se eletto non demolira’ le case di chi ha costruito per necessita’. La stessa idea messa in pratica da Berlusconi con i condoni e da De Luca che con la sua legge impugnata dal governo prevede il blocco delle demolizioni per chi ha edificato per necessita’. Come se oggi costruirsi abusivamente una villa e spendere almeno 100mila euro possa definito abuso di necessita’”. “Con queste parole Cancellieri – aggiunge il leader dei Verdi – conferma di essere alla ricerca esclusivamente di voti per la sua elezione, ma le sue parole rischiano in queste ore di produrre l’effetto di una corsa ad edificare abusivamente, per poi tifare e sostenere l’elezione di Cancellieri e riscuotere alla fine la sua promessa. Un tempo era solo la destra a sostenere le ragioni degli abusivi, poi si e’ accodata una parte del centrosinistra e oggi arrivano i pentastallati – conclude -. In ogni caso rammento a Cancellieri che lui non ha alcun modo di impedire le demolizioni, potere che invece spetta ai comuni ed in caso di inottemperanza ai tribunali”. (ITALPRESS).

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com