Cas-Anas, Governo Crocetta ci riprova, bagarre in aula

Bagarre durante la seduta di stamattina all’Assemblea Regionale Siciliana quando il governo Crocetta ha annunciato l’intenzione di ripresentare la norma sulla fusione tra Cas (Consorzio per le Autostrade Siciliane) e l’Anas, gia’ bocciato mesi fa. All’ordine del giorno di Sala d’Ercole c’e’ l’esame del collegato alla Finanziaria. Contrarie le opposizioni. La norma “e’ fuori tempo massimo, non si puo’ legare alla discussione sul collegato, in pieno agosto. Se ne occupera’ la prossima amministrazione regionale”, ha detto l’esponente del M5S Angela Foti. “La proposta che era stata presentata dal governo – ha spiegato in aula l’assessore alle Infrastrutture Luigi Bosco – all’epoca non e’ stata approvata in Seconda Commissione. In seguito a un incontro in commissione, ieri sera, e’ stata rielaborata in modo da consentirne l’approvazione. La norma sara’ consegnata a breve al presidente per essere discussa. Per quanto riguarda l’aspetto tecnico, cioe’ se legarla al collegato o se considerarla uno strumento normativo a se stante, non importa. Importa semmai approvare questa norma – ha sottolineato Bosco – che costituisce una start up per una successiva rielaborazione degli accordi con Anas e che da’ il via libera alla trasformazione del Cas in una societa’ per azioni”.

l vicepresidente dell’Ars Giuseppe Lupo, che ha presieduto i lavori, ha chiesto a quel punto al governo di “presentare l’emendamento agli uffici della Presidenza, che lo trasmetteranno nuovamente alla Commissione Bilancio, che sara’ autorizzata a riunirsi durante la sospensione dei lavori per verificare che l’emendamento sia accompagnato dalla relazione tecnica e per esprimere il suo parere, e solo a quel punto potra’ essere sottoposto all’aula”. (ITALPRESS).

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com